Località mineralogiche mondiali più prolifiche

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere

Località mineralogiche mondiali più prolifiche

Messaggio #1 da Massimo Russo il gio 20 apr, 2006 9:10

Cari AMIci e forumisti mi servirebbe sapere quali sono al mondo le località più ricche di specie minerali certe (e località tipo) in relazione anche alla loro estensione areale (credo che la più ricca sia Mont Saint-Hilaire). Il Somma-Vesuvio che certanente è la località più importante in Italia in quale contesto mondiale si colloca?

Ciao Grazie
Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)
Avatar utente
Massimo Russo
 
Messaggi: 5273
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli

Messaggio #2 da Marco E. Ciriotti il gio 20 apr, 2006 10:35

Ho fatto un lavoro del genere un po' di tempo fa. Magari è un pochino datato (2004-2005), ma credo ancora valido.
La località più prolifica (slag incluse) è il Lávrion.
Lo allego.
Ciao.
Allegati
Ranking_of_prolific_type_localities.xls
(20 KiB) Scaricato 173 volte
Ultima modifica di Marco E. Ciriotti il gio 20 apr, 2006 17:26, modificato 3 volte in totale.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»
Avatar utente
Marco E. Ciriotti
 
Messaggi: 20035
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10070 Devesi/Cirié TO - Italy

Messaggio #3 da Massimo Russo il gio 20 apr, 2006 10:40

OK Marco, contavo proprio sul tuo aiuto. Ma se consideriamo la superficie areale la classifica cambia significativamente o no?

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)
Avatar utente
Massimo Russo
 
Messaggi: 5273
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli

Messaggio #4 da Marco E. Ciriotti il gio 20 apr, 2006 10:46

Direi quasi certamente di si, ma non ho, per tutte le località indicate, la relativa estensione territoriale.

Le russe russe sono comunque immense se rapportate per esempio a Mont-Saint-Hilaire.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»
Avatar utente
Marco E. Ciriotti
 
Messaggi: 20035
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10070 Devesi/Cirié TO - Italy

Messaggio #5 da sergio mascia il gio 20 apr, 2006 10:46

Non dimentichiamo la Grube Clara con le sue 377 specie valide (+ UK di rito) di cui 15 località tipo... e Shinkolobwe con 122 specie valide di cui 35 (!!!) tipiche per la località.
Avatar utente
sergio mascia
 
Messaggi: 246
Iscritto il: sab 03 lug, 2004 18:02
Località: cagliari

Messaggio #6 da Corrado il gio 20 apr, 2006 10:57

Massimo,
una località non censita nella lista di Marco e che forse soddisferà la tua curiosità di record "specie vs. estensione del sito" è certamente la vecchia micro miniera di ferro e manganese di Harstigen, in Svezia, aperta nella seconda metà del 1800.
Praticamente un’unica galleria di una ventina di metri e relativa discarica
che a tutt’oggi hanno dato 140 specie di cui 9 come località tipo.

Ciao.
Corrado
Corrado
Avatar utente
Corrado
 
Messaggi: 278
Iscritto il: dom 31 lug, 2005 18:32
Località: Millesimo SV

Messaggio #7 da Marco E. Ciriotti il gio 20 apr, 2006 11:01

Ohps!
Aggiorno la lista. Prezioso Corrado!

La lista è ora aggiornata con la località indicata da Corrado.
Il numero di specie valide andrebbe però anch'esso aggiornato e riverificato, anche alla luce di eventuali nuove specie e discrediti.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»
Avatar utente
Marco E. Ciriotti
 
Messaggi: 20035
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10070 Devesi/Cirié TO - Italy

Messaggio #8 da Massimo Russo il gio 20 apr, 2006 11:22

Grazie a tutti per le celerissime risposte.
Massimo

Ovviamente se ne avete ancora continuate.
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)
Avatar utente
Massimo Russo
 
Messaggi: 5273
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli

Messaggio #9 da domenico il gio 20 apr, 2006 14:06

Ciao a tutti.
Massimo, la tua idea può inquadrare discorsi molto più ampi e che mi stanno a cuore vista anche l'impostazione della mia collezione.
Comincio a fare il solletico agli AMIci; delle 22 località (in attesa come dicesi di aggiornamenti per i messaggi successivi a quelli di Marco) proposte nell'elenco, io ne ho visitate solo quattro, e voi?
Avatar utente
domenico
 
Messaggi: 6003
Iscritto il: gio 30 set, 2004 11:40
Località: Garbagnate Milanese (Mi)

Messaggio #10 da Giovanni Fraccaro il ven 21 apr, 2006 12:16

Anch'io ne ho visitate quattro:
Cervandone, Grube Clara, Mont Saint Hilaire e Lengenbach.
E quest'anno spero di visitare la quinta, ma non facciamo i conti senza l'oste.
Ma per le sole località italiane, è possibile avere una "speciale classifica" come questa?

Gianni
Avatar utente
Giovanni Fraccaro
 
Messaggi: 1973
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 13:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy

Messaggio #11 da Harry il ven 21 apr, 2006 12:46

Non vorrei sembrare troppo "casalingo" ma dato che diverse località sono sull'ordine del centinaio di specie credo che rispetto alla superfice areale anche la miniera di Gambatesa farebbe la sua bella figura, oppure allargando di poco il territorio, le miniere della Val Graveglia in genere.

Un saluto a tutti.
Gianluca Armellino
Harry
 
Messaggi: 18
Iscritto il: sab 15 gen, 2005 17:40
Località: Via Piani del Monastero, Millesimo (SV)

Località mineralogiche più prolifiche

Messaggio #12 da Massimo Ferrari il ven 21 apr, 2006 21:04

Cari AMIci. Ho letto con vivissimo interesse il dibattito aperto oggi circa le località che hanno fornito fino ad ora il maggior numero di specie. Scorrendo la classifica, salta ovviamente all'ochio il Laurion, con la sua stratosferica varietà. So bene, e non da oggi, che quello delle scorie è un dibattito destinato, indipendentemente dalle deliberazioni IMA al proposito, a restare aperto ancora a lungo. Mi chiedevo, e vi chiedevo tuttavia, se la classifica stilata da Marco non dovrebbe essere modificata, assegnando alla località greca, il posto che le compete limitatamente alle sole specie minerali, riconosciute come tali. Pareri al proposito, osservazioni e, naturalmente, anche correzioni, saranno graditissimi. Cordiali saluti. Massimo F.
Avatar utente
Massimo Ferrari
 
Messaggi: 1084
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 23:03
Località: Modena

Messaggio #13 da Giovanni Fraccaro il ven 21 apr, 2006 21:48

Bisogna vedere, se vengono tenuti in considerazione i minerali delle scorie e riconosciuti come tali prima che le direttive dell'IMA cambiassero in materia sui minerali in questione.
Sarò egoista ma per me sono sempre minerali, e pure molto belli.

Altro parere: secondo me la località più prolifica come proporzione spazio/minerali rimane Mont-Saint-Hilaire (come già detto da Massimo).
Una cava di circa 500 metri con tantissimi minerali, e ne vengono riconosciuti ancora. E cosa scopriranno finchè la cava sarà attiva (ahimè).

Gianni
Avatar utente
Giovanni Fraccaro
 
Messaggi: 1973
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 13:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy

Messaggio #14 da Massimo Ferrari il ven 21 apr, 2006 22:11

Una giustissima osservazione caro Gianni! Che tra l'altro, ha riportato alla mia mente, non solo la faccenda dei minerali "Granfathered" ma anche un'altra questione nella quale mi trovai coinvolto in un non lontano passato, riguardante un composto di origine biogenica, che avevo rinvenuto e che, pur restando, almeno per quel che ne so, tuttora un "unicum" mondiale, non è stato accettato come minerale, proprio per la sua genesi, a differenza di altre sostanze simili, tuttora presenti anche sul "Glossary" in quanto, appunto "Granfathered". Grazie e a presto. Massimo F.
Avatar utente
Massimo Ferrari
 
Messaggi: 1084
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 23:03
Località: Modena

Messaggio #15 da Marco E. Ciriotti il sab 22 apr, 2006 7:33

Preciso, come già fatto in passato, che il "Glossary" non è affatto un documento ufficiale IMA CNMMN e quindi non fa testo.

Tutti i minerali organici approvati dall'IMA CNMMN e quei grandfathered che tra breve saranno regolarmente riconosciuti come validi dalla CNMMN hanno comprovate origini naturali (nessun intervento umano ha sostanzialmente contribuito alla formazione del composto).

Molto probabilmente la fase cui fa riferimento Massimo, presentata con dovizia di particolari alla CNMMN, sarebbe oggi riconosciuta come valida specie naturale (se ho ben individuato a cosa Massimo si riferisce).

Pressochè tutte le specie rinvenute nelle scorie del Lávrio (Lávrion) sono state oggi trovate anche in ambienti geologici naturali (restano pochi isolati casi che sostanzialmente non modificano il rank).

Non contate su di me per aggiornamenti della lista delle località più prolifiche o per la formazione di una lista di località italiane.

È già da un'ora che sono al lavoro anche oggi sabato di lungo ponte festivo per quasi tutti... Sono impegnato su un sacco altri fronti. Sorry!
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»
Avatar utente
Marco E. Ciriotti
 
Messaggi: 20035
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10070 Devesi/Cirié TO - Italy

Prossimo

Torna a Generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti