Adesso ci viene fuori un putiferio

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere
Avatar utente
DonLucre
Messaggi: 219
Iscritto il: sab 30 mag, 2015 18:03
Località: Lecce

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da DonLucre » sab 24 feb, 2018 16:46

salvatore ha scritto:
sab 24 feb, 2018 13:25
Sempre a guardare cosa fanno gli altri,embè che ti frega se un collezionista si arrangia a vendere qualcosa e guadagnarci, ah...si tutto esentasse, andiamo avanti così poi quando inventeranno lo scoreggiometro ci sarà pure la tassa sulle scoreggie e tutti felici e contenti.
https://www.youtube.com/watch?v=2IIjk1cEMM0
Donato Lucrezio

L’ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili. Il pessimista sa che è vero. (Oscar Wilde)

salvatore
Messaggi: 863
Iscritto il: lun 07 feb, 2011 14:12
Località: Montesilvano PE

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da salvatore » sab 24 feb, 2018 18:43

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10390
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Luciano Vaccari » sab 24 feb, 2018 18:46

Anche se il titolo può dare spazio a varie divagazioni, l'oggetto del topic è capire cosa ci spinge a collezionare o cosa ci ha spinto a farlo e ci tiene in pista.

L'argomento "commercio" è stato ampiamente trattato in altro topic; se lo reintroduciamo qui si perde il filo del discorso.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6044
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 24 feb, 2018 18:50

Carina questa clip :lol:
Vedi Salvatore, in parte potresti avere anche ragione se fossero espositori occasionali; ma tutti sappiamo dalle solite facce che non è cosi :D

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2410
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Pasquale Antonazzo » sab 24 feb, 2018 20:39

Torniamo al topic..
Per quanto mi riguarda il collezionare minerali deriva da una smisurata passione della natura.
Quando avevo 5 o 6 anni (quindi venti anni fa circa) ho cominciato a raccogliere sassetti in ogni luogo che visitano, dalle pisoliti bauxitiche a veri e propri sassi insignificanti.
Col passare degli anni il mio interesse si è riversato nella geologia, alle medie quando andavamo in biblioteca facevo impazzire la prof perché mi rifiutano di leggere romanzi, preferendo tutti i libri che avevano a che fare con la natura (partendo dalla botanica, passando per la zoologia e finendo appunto alla geologia). Quando poi mi ritrovavo nei boschi o nella macchia mediterranea cercavo di mettere in pratica quello che avevo letto riconoscendo e spiegando ai miei e ai miei amici quello che avevo imparato.
Per quanto mi riguarda quindi quello che mi spinge a collezionare minerali è la grande sete di conoscenza che risiede innata in me, e per fortuna i miei genitori mi hanno lasciato fare ma senza mai viziarmi , mi hanno incoraggiato e sostenuto.
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2238
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Maurizio_T » dom 25 feb, 2018 14:33

Pasquale Antonazzo ha scritto:
sab 24 feb, 2018 20:39
Torniamo al topic..
Per quanto mi riguarda il collezionare minerali deriva da una smisurata passione della natura.
Quando avevo 5 o 6 anni (quindi venti anni fa circa) ho cominciato a raccogliere sassetti in ogni luogo che visitano, dalle pisoliti bauxitiche a veri e propri sassi insignificanti.
Col passare degli anni il mio interesse si è riversato nella geologia, alle medie quando andavamo in biblioteca facevo impazzire la prof perché mi rifiutano di leggere romanzi, preferendo tutti i libri che avevano a che fare con la natura (partendo dalla botanica, passando per la zoologia e finendo appunto alla geologia). Quando poi mi ritrovavo nei boschi o nella macchia mediterranea cercavo di mettere in pratica quello che avevo letto riconoscendo e spiegando ai miei e ai miei amici quello che avevo imparato.
Per quanto mi riguarda quindi quello che mi spinge a collezionare minerali è la grande sete di conoscenza che risiede innata in me, e per fortuna i miei genitori mi hanno lasciato fare ma senza mai viziarmi , mi hanno incoraggiato e sostenuto.
Mi rivedo in te Pasquale :cheers: , purtroppo è passato qualcosa in più di un ventennio :sad1:
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Andrea Canal
Messaggi: 995
Iscritto il: lun 13 ott, 2008 10:13
Località: via del gazzato 25/a Mestre Venezia

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Andrea Canal » dom 25 feb, 2018 16:08

Interessante questo topic.
Generalmente diffido dei pareri degli psicologi ma convengo con quanto precedentemente affermato. I collezionisti cono certamente compulsivi e in parte hanno un patologico bisogno di possesso. Io probabilmente da questo punto sono all’apoteosi di questa patologia.

Avete mai osservato un bambino su una spiaggia. Raccoglie le conchiglie e se le porta via. Sembra quasi essere un istinto primordiale che in alcune persone non si sopisce nemmeno con l’avanzare dell’età anzi, come nel mio caso aumenta. Tuttavia non ritengo si tratti di un solo desiderio di possesso. Convengo con la distinzione fatta tra collezione e raccolta. La raccolta è un qualche cosa di legato esclusivamente al possesso senza alcun valore aggiunto. La collezione invece affonda le sue radici anche nella curiosità indagatrice e nel desiderio di conoscenza. Quanti musei sarebbero oggi completamente vuoti se non ci fossero stati dei collezionisti che nel tempo si sono presi la briga di ricercare, studiare e acquisire.

Quando dico che la mia è l’apoteosi della patologia collezionistica non scherzo affatto.

Provo a elencare alcune delle mie collezioni:
1) francobolli cominciata nel 1975 circa
2) minerali cominciata nel 1978
3) oggetti afferenti alla scrittura (pennini, penne, calamai, documenti, libri ecc ecc)
4) strumenti scientifici (chimici, elettrici, ottici, meccanici ecc) dalla metà dell’800 alla prima metà del 1900 ( circa 250 pezzi)
5) bilance (da speziale, per monete, postali, da oppio, da uova ecc ecc) al momento ne ho circa 200 dagli inizi del 1700 fino alla meta del 1900

non vi elenco, per motivi di spazio anche quelle minori e quelle che nel tempo ho abbandonato.

Per ciascuna di queste mie collezioni ho avuto una folgorazione iniziata a volte anche solo per caso con un pezzo regalato o recuperato e mai più fermatasi. Tutti i miei pezzi sono rigorosamente e scientificamente catalogati in alcuni casi anche con la redazione di specifiche schede corredate di fotografie. Ma non amo tenermele nascoste accantonate in scatole o vetrine dentro la mia casa. La cosa che amo di più e di poterle condividere. In questi anni ho esposto le mie collezioni più volte in varie città della zona cercando di curare il più possibile la didattica e coinvolgendo le scuole del territorio. L’ultima mostra che ho fatto, a settembre del 2017, sulla scrittura e i suo strumenti è stata visitata, in circa 10 giorni, da oltre 5000 persone delle quali circa 1500 studenti in visite guidate.

Mi piace pensare che le mie collezioni non siano solamente un accumulo di materiali ma siano anche qualche cosa di più e mi piace l'idea di poter condividere e mettere a disposizione quel qualche cosa di più anche con gli altri.
"Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"

Dante: inferno canto XXVI

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10390
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 26 feb, 2018 9:07

Eccellente Andrea.

In questo caso si introduce l'argomento della condivisione del sapere e della conoscenza che, se la collezione è curata e costruita in un certo modo, si possono offrire a tutti gli interessati.

Una collezione finalizzata ad essere mostrata a tutti in varie occasioni di diversa natura la vedo collocabile ad un altro livello. Di certo ci si allontana dal concetto di accumulo.

Se ci legge mi piacerebbe anche il parere di Matteo Chinellato che ha una collezione fra le più belle e meglio costruite di meteoriti.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6027
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da TOSATO FABIO » lun 26 feb, 2018 13:35

Ribadisco il mio concetto: se uno è solo raccioglitore senza mentalità collezionistica è un raccoglitore, non un collezionista.
Non faccio distinzioni micro, macro ecc.
Chi segue la collezione macro / estetica ha delle peculiarità a cui deve fare riferimento: perfezione delle forme cristalline, particolarità cristallografiche, dimensioni del pezzo, rarità assoluta e/o locale, storicità del pezzo, provenienza (miniera aperta, chiusa ecc.).
Tutto ciò sottende che c'è un lavoro di studio e conoscenze che vengono a maturarsi nel tempo che poi si estrinsecano nella scelta del campione, che deve poi essere etichettato correttamente e, magari, con piccola didascalia (cartacea, digitale, database ecc.) indicante le puculiarità del pezzo.
Tutto ciò finalizzato alla condivisione del proprio sapere.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Voltaggio
Messaggi: 56
Iscritto il: lun 20 ott, 2014 12:25

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Voltaggio » lun 26 feb, 2018 22:27

Ciao a tutti,
sono Giovanni Olivieri,ho 71 anni,mi piacciono i minerali da quando avevo circa 20 anni e ho cominciato a raccoglierli da allora;
questa "passione"(hobby) mi ha permesso di girare per tanti posti in montagna e di osservare, da incompetente,una gran quantità
di rocce di vari colori e forme e quindi di chiedermi come si possano essere formate.Da allora è cresciuto l'interesse per la Geologia
ed anche per tutto quello che la Natura ci offre in esposizione quando si esce in escursione(fiori,funghi,insetti,animali in gerere).
E poi,se anche non si trova nessun minerale "interessante",una gita all'aperto rimane sempre un gran bel modo di interrompere
la quotidianità.Non mi chiedo il motivo che mi ha spinto a collezionare minerali,mi basta il piacere di osservare un bel cristallo di
anatasio al microscopio,nel tempo libero.
Saluti a tutti
Giovanni

Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1422
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da andrea oppicelli » mar 27 feb, 2018 7:18

Ogni cosa ha la sua bellezza ma non tutti la vedono ( Confucio)

Avevo 11 anni e giocando con gli amici su un fiume ebbi la sfortuna di calpestare un grosso vaso di vetro nascosto nell'erba. Un grosso taglio alla caviglia mi recise vene, tendini e muscoli sino al l'osso . Gli amici spaventati mi aiutarono a raggiungere la strada, qui nessun auto si fermò per aiutarmi, fortunatamente poi si fermò un camionista che mi caricò sul suo mezzo e mi portò al più vicino ospedale ove fui medicato ed operato. Ringrazio ancora quella brava persona che mi venne anche a trovare portandomi un bel libro da leggere " Zanna bianca".
Ora mi direte ma cosa c'entra tutto questo racconto. In ospedale conobbi un prete che durante la mia degenza mi portò a vedere la sua collezione di minerali che teneva nel suo alloggio presso l'ospedale . Mi affascinarono quelle luccicanti pietre. Terminata la degenza,frequentai, assieme ad alcuni inservienti dell'ospedale, quel prete ed assieme partecipammo ad alcune gite " mineralogiche". Andammo così in vari posti ad osservare fossili e grotte.....
Questa è un piccolo antefatto mineralogico.
Con mio padre e mia nonna, appassionati fungaioli, andavamo invece a funghi anche nei boschi di Giovanni ( Voltaggio), e quì crebbe la mia passione per i mi....ceti. Essendo un po' daltonico avevo difficoltà a trovare i porcini a causa del loro colore e quindi mi concentrai su altre caratteristiche di questi, osservandone la forma ed i luoghi di crescita piu abituali, inoltre mi soffermai anche ad osservare e raccogliere anche altri "funsi grammi" per capire se fossero buoni (ovviamente consultando un buon libro o chiedendo ad altri raccoglitori).
Questo è l'antefatto micologico......con le attuali ripercussioni su mio figlio.
Ma altre cose destavano il mio interesse. E tra esse quella che più mi piaceva era la botanica con i suoi meravigliosi fiori e piante. Così imparai piano piano ( parliamo di anni) i nomi e le proprietà di numerose specie di erbe. Passando il tempo ne fotografai molte, specie con diapositive. Assieme ad amici appassionati portammo in alcune scuole delle nostre delegazioni queste nostre piccole conoscenze sulla natura che furono molto apprezzate da alunni ed insegnanti.
Ma iniziarono gli studi più impegnativi e giunsi al tempo del liceo scientifico e con alti e bassi giunsi alla maturità. Ebbi la fortuna di avere in classe numerose e carine compagne e data l'età ...si sà...la distrazione .....cioè l'interesse fu molto......
Terminati gli studi ed iscrittomi all università iniziai a frequentare " medicina" sbirciando anche " geologia". Orbene ricordandomi della prof di scienze del liceo con la quale spesso discutevamo attorno alle rocce ed i minerali, tornai a trovarla assieme ad alcuni compagni di scuola, e le portai in regalo una piccola collezione di rocce che avevo raccolto nelle mie gite; fu così entusiasta che me lo ricordo ancora dell'espressione del suo volto. Passarono gli anni e quella collezione fu nel liceo motivo di divagazione sulle rocce per gli studenti.....lo seppi anche quando conobbi mia moglie Patrizia, di sei anni più giovane di me, che frequentò lo stesso liceo e che vedendo in casa mia un'identica scatola con le rocce si meravigliò dicendomi " allora sei tu quel ..."... Fui ugualmente contento .
Nel frattempo costituimmo con alcuni amici del nostro quartiere una società sportiva e ci dedicammo all' allenamento ed all'educazione sportiva dei ragazzi organizzando gare sportive, allenamenti di varie discipline e manifestazioni tra le quali una marcia che si svolse per alcuni anni dalle nostre delegazioni sino al santuario di Nostra Signora della Guardia costruito su una cima della nostra vallata, alla quale parteciparono migliaia di iscritti provenienti anche da molto distante. Nella sede ove avevamo la società preparammo anche un laboratorio fotografico ove iniziammo a sviluppare fotografie ed ad allestire mostre delle stesse....gare di scacchi...ed anche una piccola discoteca ove organizzare assieme piacevoli giornate.
Terminati gli studi universitari , venne la laurea...poi il lavoro azzannato qua e là ...e molti anni dopo la definitiva sistemazione.
In tutti questi anni di studio universitario, le mie passioni colmavano alcuni spazi "vuoti" per così dire del mio tempo libero, quello che, al di fuori degli affetti familiari, mi davano gioie.
Ecco è stata la gioia ad accompagnarmi in questa fortunata ricerca della bellezza come dice Fabio e Giovanni-Voltaggio del piacere di conoscere, anche con la sola osservazione, quel che ci circonda, senza ritenerlo eccessivamente mio. Anche perché non avrei potuto catturare o raccogliere il diverso rumore delle foglia dei boschi di pioppi o di castagni accarezzate dal vento o del diverso rumore dei passi sulla neve o il ghiaccio o il profumo di un fiore o del fieno tagliato. Non sono cose che si possono "collezionare" ma che ci possono arricchire lo stesso, semplicemente percependo anche senza l'aiuto della vista.
Mi sono emozionato molto sino ad adesso in questa raccolta e spero che duri ancora......

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10390
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Luciano Vaccari » mar 27 feb, 2018 8:32

Splendido!!

Quindi tu "collezioni" la passione per la natura e il contatto con essa in molte sue forme....davvero bello.

Ognuno ha una sua causa di inizio e una sua spinta personale. E' interessante indagare in questa direzione.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6588
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Massimo Russo » mar 27 feb, 2018 12:10

Bellissimo Andrea

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1422
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da andrea oppicelli » mer 07 mar, 2018 7:04

Grazie. Vorrei scrivere ancora qualcosa su questo argomento senza voler offendere nessuno. È solo un mio libero scritto.
Provo a raccogliere la passione attimo per attimo; attraverso i momenti trascorsi ho riempito anche io la casa di rocce minerali e sabbie.
In ogni mia raccolta rivivo l'emozione del momento in quel contesto, portandomi poi l'eventuale campione a casa cerco di dare un nesso logico alla mia raccolta. Sì mi basta questo. Ovviamente la cosa è contornata da molto altro.

Quel che più apprezzo nelle collezioni è che in esse è racchiuso un valore storico e molte volte anche di fine ricerca che in molti casi sarebbe andato perduto se non fosse stato sapientemente raccolto. È fuori da ogni dubbio poi il fatto che alcuni nel loro collezionare mettano solamente in atto il desiderio di semplice possesso come mostra di se, della propria "potenza" senza alcun fine conoscitivo. Quindi il collezionare ha vari risvolti, diversi da persona a persona. Mi viene in mente ad esempio il caso di Filippo figlio di Raffaele De Ferrari Duca di Galliera famoso e ricco personaggio dell'800 che accumulò grandi fortune. https://it.m.wikipedia.org/wiki/Filippo_De_Ferrari
Ebbene Filippo non volle mai riconoscere il nobile cognome paterno; fu "fortunato" ad avere dai ricchi genitori un appannaggio così grande da poter vivere da mantenuto per tutta la vita. Con queste realizzò una straordinaria collezione di francobolli che lo impegnò per tutta la vita. Alla sua morte, se avrete letto la sua biografia, la straordinaria collezione andò dispersa.
E allora ? Sì i tempi sono cambiati, ma le brame singole di possedere quel pezzo che manca, trasforma il "collezionismo" in una sorta di angosciosa attesa del tassello mancante, che si ripresenterà subito dopo. E non sempre questo è connesso con la sete di conoscenza, ma bensì solo di mero possesso.
Ma per fortuna https://m.youtube.com/watch?v=L_gqxrXlC7w
non è così per tutti. Come ho detto all' inizio il valore storico di molte collezioni lascia un insegnamento. Poi ognuno nella vita è fortunatamente libero di rivolgerla ad un suo particolare interesse, chi nel personale, chi nel sociale, ci mancherebbe....però! Più stringiamo il cerchio attorno a noi e più rimaniamo soli con le nostre paturnie. Più non guardiamo ed ascoltiamo attorno e più facilmente ritroveremo il nostro scheletro appeso in un aula di lezione.
Collezionare non è per tutti ricercare. Molte volte è solo accumulare morbosamente con il solo fine di accatastare per un futuro fabbisogno...da formiche laboriose, ancestralmente indotte a farlo per il proprio sostentamento; e così per molti per la propria fame psichica, talvolta insaziabile e mai paga, che trasporta la persona con i paraocchi nell' unica strada.
Carissimi, sia beninteso, quanto ho scritto, è opinabile , ma stamattina l'ho "partorito" così.... per essere educato.
Scrivete, scrivete le vostre elucubrazioni mentali, come le mie.....se non avete niente di meglio da fare o da pensare; tanto per condividere qualcosa che su questo forum ci accomuna anche nella sacrosanta diversità.
Auguro a tutti tanta gioia.
https://m.youtube.com/watch?v=hP7Ghikc37Q
https://m.youtube.com/watch?v=ImIei0_78DA

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6044
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Adesso ci viene fuori un putiferio

Messaggio da Di Domenico Dario » mer 07 mar, 2018 10:27

Andrea, ma di chi parli, dei collezionisti di minerali ? strani personaggi ! :D non ti cruciar di loro sono una razza a parte.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 3 ospiti