Preservazione minerali

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere
Rispondi
Mattia16
Messaggi: 1
Iscritto il: dom 11 nov, 2018 13:41

Preservazione minerali

Messaggio da Mattia16 » dom 11 nov, 2018 15:07

Ciao a tutti! Sono anni che colleziono minerali. Ultimamente mi ci sono dedicato di più ma da tanto che non li osservavo con attenzione - quindi potrebbe essere solo una mia impressione - ho notato che molti cristalli si sono rovinati, l' ametista ha formato una crosta bianca sui cristalli , la grossularia ha cristalli molto rovinati e crepati; la covellite ha formato una patina biancastra sui cristalli.
I minerali sono riposti in una vetrina e non capisco a cosa siano dovuti questi mutamenti, qualcuno mi sa rispondere? Come come posso evitarlo ? Li possono pulire ?

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2238
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: Preservazione minerali

Messaggio da Roberto Bracco » dom 11 nov, 2018 21:23

Molto strano... la covellite si altera facilmente ma il quarzo e i granati dovrebbero essere inalterabili e inattaccabili quasi da tutto.. a meno che la vetrina non sia in un locale molto umido...
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
Michiel
Messaggi: 328
Iscritto il: lun 25 feb, 2008 13:41
Località: Monaco di Baviera

Re: Preservazione minerali

Messaggio da Michiel » lun 12 nov, 2018 21:40

Forse nella vetrina qualche solfuro, ad esempio pirite, ha emesso acido che ha reagito con altri minerali.
Forse qualche minerale era stato pulito con acidi e non neutralizzato bene.

Almeno il quarzo dovrebbe essere lavabile. Delle foto potrebbero aiutare a diagnosticare il problema.
Michiel Desittere

Benedetti siano gli istanti
e i millimetri
e le ombre delle piccole cose.
(Fernando Pessoa)

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3157
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Preservazione minerali

Messaggio da Luca Baralis » mar 13 nov, 2018 11:15

Granati e quarzo sono praticamente inalterabili nelle condizioni di esposizione e su tempi a scala umana. Però, i granati potrebbero dar luogo a crepe, o all'apertura di crepe nascoste, per effetto di sbalzi termici e variazioni di umidità. Su granati e quarzo polvere e depositi grassi (residui di detergenti o dovuti al maneggio) potrebbero eventualmente formare delle patine, per altro facilmente rimovibili con un lavaggio o una spazzolatura (posto che il campione sia abbastanza solido e robusto). Se però parliamo addirittura di "croste" ...
Come ulteriore possibilità potrei pensare all'alterazione di qualche vernice protettiva applicata in passato.

Comunque, se metti qualche foto si può valutare meglio.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti