Normativa italiana in materia di raccolta minerali e fossili

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere
Rispondi
Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Normativa italiana in materia di raccolta minerali e fossili

Messaggio da Federico » mer 19 set, 2007 22:24

Credo che l'argomento che sto per aprire merita di essere messo in rilievo.
Sono venuto a conoscenza che nei mesi scorsi un deputato ha proposto una nuova legge che, se passa a Camera e Senato, regolamenterà la raccolta di minerali e fossili per collezione e ricerca.
In allegato intanto inizio a postare il discorso dell'On. Naccarato.
Entro breve spero di poter inserire anche il testo della proposta di legge.
Allegati
Proposta Legge.pdf
(1.25 MiB) Scaricato 512 volte
Ultima modifica di Federico il ven 21 set, 2007 16:44, modificato 3 volte in totale.

Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Messaggio da Federico » mer 19 set, 2007 22:50

Testo completo.
Allegati
Proposta di legge 2007.pdf
(1.51 MiB) Scaricato 499 volte

Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Messaggio da Federico » gio 20 set, 2007 0:04

Ecco il link della legge
http://www.camera.it/_dati/lavori/sched ... =2906&ns=2

Avatar utente
Giorgio
Messaggi: 1246
Iscritto il: gio 21 lug, 2005 22:31
Località: Sesto Calende (VA)
Contatta:

Messaggio da Giorgio » gio 20 set, 2007 8:55

Gulp, è l'articolo 6 che mi preoccupa un pochino, mi toccherà fare l'elenco di tutti i minerali italiani che ho in questo momento. :D :shock: :shock: Spero la si possa esprimere a quintali. :shock:
A parte questi aspetti c'è da dire che non è una cosa "buttata lì", almeno si esprime il concetto di "proprietà" degli esemplari, la menata sarà poi la comunicazione a livello regionale!
Le pietre sono maestre mute: esse rendono muto l'osservatore, e il meglio che da esse si apprende non si può comunicare. J.W.Goethe

Avatar utente
Carlo Alciati
Messaggi: 1425
Iscritto il: lun 30 ago, 2004 16:47
Località: Ivrea (TO)
Contatta:

Messaggio da Carlo Alciati » gio 20 set, 2007 8:57

Che dire, ho letto molto velocemente la proposta di legge... e credo che ci sia molto da dibattere.

Di primo acchito vi trovo un mix delle attuali autorizzazioni regionali di Piemonte e Valle d'Aosta, rapportato però sull'intero territorio nazionale.

Il permesso per la raccolta deve essere chiesto alla regione e ha validità annuale (non si parla ancora di costi legati alla richiesta dello stesso).
Il permesso è personale ma può essere anche cumulativo.

Mi sembra di capire che, semplificando, se voglio fare ricerca in Piemonte devo chiedere il permesso alla Regione Piemonte, se voglio fare ricerca in Abruzzo devo chiedere il permesso alla Regione Abruzzo, etc. (?)

Alla fine dell'anno solare, anno di validità della domanda, occorre redarre e presentare una relazione scientifica su ogni ritrovamento effettuato durante l'anno, con date, località, tipologia dei materiali rinvenuti.

La commissione (che rilascia i permessi regionali e analizza le relazioni) stabilisce se ci sono dei reperti ritenuti di importanza scientifica, nel qual caso si è obbligati a consegnarglieli.
Se la commissione non si fa sentire, dopo un anno dalal presentazione delal relazione, il materiale rinvenuto è ritenuto di proprietà dell'individuo.

Mi fermo, c'è già troppa roba da discutere e comunque ho molto semplificato, oltre al fatto che i singoli articoli proposti sarebbero da analizzare punto per punto e che ci troviamo di fronte a una proposta di legge che, alla fine, forse risulterà molto diversa da quella proposta.

Se qualcuno conoscesse il deputato proponitore della legge si potrebbe "sondare" maggiormente la natura di tale proposta e magari farsi da "portavoce" della nostra Associazione, o comunque "affiancarlo" per trovare elementi comuni di dibattito.

Carlo
Carlo Alciati
Segretario GMI - Gruppo Mineralogico di Ivrea "Aldo Nicola"

Tiberio Bardi
Messaggi: 1486
Iscritto il: gio 04 gen, 2007 10:25
Località: Via Delle Poggiole 409 - Quarrata (PT)

Messaggio da Tiberio Bardi » gio 20 set, 2007 9:04

Sì anche io ho letto la proposta, e considerandola 'proposta' la considero una buona iniziativa.
Senza dubbio, ci sarà da ragionarci sopra, e nel possibile semplificare le operazioni richieste.
La vedo dura, se passasse una legge, uguale, uguale alla proposta.
Comunque, diciamo... che potrebbe essere un'inizio...

Ribadisco anche io che, se qualcuno conosce lo staff del deputato, magari potremmo provare a interagire.
Tiberio Bardi
Presidente AMPP Associazione Mineralogica Prato-Pistoia

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3525
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Luca Baralis » gio 20 set, 2007 9:24

Leggendo tra le righe mi pare quasi di capire che l'autorizzazione prevista sia riferità alla raccolta in una specifica località. Altrimenti non si spiegherebbe l'ipotesi di autorizzazioni cumulative...

Questo potrebbe comportare forti limitazioni alle attività di ricerca. Ad esempio, potrebbe risultare difficile organizzare escursioni per una associazione come AMI con soci sparsi in praticamente tutte le regioni d'Italia.

I quantitatvi massimi potrebbero essere meglio definiti: ad esempio la legge regionale piemontese definisce un quantitativo differenziato per l'oro alluvionale. Anche se poco importante per i micromounter sarebbe utile definire la casistica per il cosidetto "esemplare singolo" (alias pezzo unico di dimensioni/peso eccedenti i limiti).

Forse si potrebbe anche ritagliare un ruolo di maggior rilievo per associazioni e poli scientifici (musei, università).

Infine, mi piacerebbe approfondire gli aspetti del recepimento da parte delle regioni.
Ultima modifica di Luca Baralis il gio 20 set, 2007 9:32, modificato 1 volta in totale.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Carlo Alciati
Messaggi: 1425
Iscritto il: lun 30 ago, 2004 16:47
Località: Ivrea (TO)
Contatta:

Messaggio da Carlo Alciati » gio 20 set, 2007 9:26

http://deputati.camera.it/Alessandro.Naccarato/

Concordo con Fabio sul fatto che potrebbe essere "la spalla" per i nostri proponimenti.

Ho anche l'impressione che la cosa sia nata con scopi più legati al mondo dei fossili che ai reperti mineralogici, almeno così mi sembra di notare tra le righe degli articoli.
Carlo Alciati
Segretario GMI - Gruppo Mineralogico di Ivrea "Aldo Nicola"

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3525
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Luca Baralis » gio 20 set, 2007 9:31

Ad ogni buon conto, ed indipendentemente dagli esiti, ritengo importante che AMI si faccia avanti con l'on. Naccarato, attraverso canali associativi ufficiali.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Tiberio Bardi
Messaggi: 1486
Iscritto il: gio 04 gen, 2007 10:25
Località: Via Delle Poggiole 409 - Quarrata (PT)

Messaggio da Tiberio Bardi » gio 20 set, 2007 9:36

Attualmente il nostro Presidente è fuori, quindi fino a che non rientrerà il nostro Marco, altro non possiamo fare che discuterne sul forum.
Al momento del rientro, ne parleremo con lui.
Tiberio Bardi
Presidente AMPP Associazione Mineralogica Prato-Pistoia

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10784
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » gio 20 set, 2007 10:45

Scusate, credo sia giusto chiarire alcune cose...

La proposta del deputato esiste di per sè, AMI o non AMI e avrà (forse) un suo seguito.

Il nostro progetto è altra cosa perchè basato sulla conoscenza del settore e dei problemi relativi (vedi a proposito l'appunto molto chiaro di Fabio)...

Noi abbiamo bisogno prima di tutto che l'AMI disponga di un codice per presentarsi, e per questo serve l'approvazione di TUTTA l'assemblea dei soci.

Anzichè analizzare il testo della proposta di questo deputato, sarebbe meglio analizzare la nostra di proposta, e stilare quanto prima un codice definitivo...

Rimane indubbio il fatto che questo episodio testimonia che qualcuno che "potrebbe" ascoltarci c'è...

Aspetterei però a contattare questa o quella persona... forse, correggetemi se sbaglio, è bene vedere l'iter che seguirà l'idea di quel deputato... personalmente ho timore che, discutere troppo presto con alcune persone "altolocate", passatemi il termine, possa comportare due problemi:
1) implicazione più o meno forte di "odore" politico (Dio ce ne scampi)
2) se ci fosse troppa avversione verso una proposta del genere, se affiancata in modo veloce rischierebbe, l'avversione, di rigirarsi anche su di noi.

Facciamo le cose con i dovuti tempi... intanto però, possiamo dire di aver visto un appiglio; speriamo che sia solido.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
claudiok1961
Messaggi: 685
Iscritto il: lun 24 lug, 2006 15:09
Località: via Vamba Luigi Bertelli, 16. - 50135 Firenze (FI)
Contatta:

Messaggio da claudiok1961 » gio 20 set, 2007 11:00

Come se io sapessi che prezzo dare ai miei sassi...

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3525
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Luca Baralis » gio 20 set, 2007 11:00

Luciano ha scritto: Noi abbiamo bisogno prima di tutto che l'AMI disponga di un codice per presentarsi, e per questo serve l'approvazione di TUTTA l'assemblea dei soci.

Anzichè analizzare il testo della proposta di questo deputato, sarebbe meglio analizzare la nostra di proposta, e stilare quanto prima un codice definitivo...

Aspetterei però a contattare questa o quella persona... in modo veloce rischierebbe, l'avversione, di rigirarsi anche su di noi.

Facciamo le cose con i dovuti tempi...
Quotabilissimo!
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10784
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » gio 20 set, 2007 11:10

Certo Daniele. Orecchie aperte, anzi, grazie a Federico per la segnalazione.

Ho solo precisato come, suppongo sperando di non sbagliare, avrebbe fatto Marco... e sia chiaro che condivido il pensiero di tutti voi, però per il nostro bene credo sia importante mettere le cose in fila...
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Giorgio
Messaggi: 1246
Iscritto il: gio 21 lug, 2005 22:31
Località: Sesto Calende (VA)
Contatta:

Messaggio da Giorgio » gio 20 set, 2007 11:41

Quella del segnalare ciò di cui già si è in possesso riflette in toto l'aggiornamento della legge sui fossili dove, chi ne era in possesso, era tenuto a segnalare la cosa (fatto anche per avorio, pellicce "protette", piante in via di estinzione e altro), e non credo affatto che ci sia da segnalarne il valore "economico" ma semplicemente il fatto di possedere quel minerale da quella località! Non fasciamoci la testa prima del tempo anche perchè tutte queste considerazioni andranno fatte nel momento della stesura delle norme attuative una volta approvata la legge!
Giusto e corretto se non doveroso tenere ritte le antenne, importante è far sapere che esistiamo, e nella proposta l'onorevole cita i gruppi mineralogici e le associazioni, e che, soprattutto, sappiamo di cosa si sta parlando. Di carne al fuoco la commissione ne aveva già molta, forse è il momento di vedere se è cotta ed essere pronti a servire in tavola!!!
Le pietre sono maestre mute: esse rendono muto l'osservatore, e il meglio che da esse si apprende non si può comunicare. J.W.Goethe

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti