AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere
Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6800
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da TOSATO FABIO » mar 29 mar, 2011 22:47

Fare luce su cosa significa e come si svolge un'analisi può solo aiutare noi collezionisti zucconi che pensiamo a macchinari fantascientifici dove inserisci il campioncino in uno sportellino e poi esce la scritta del nome su un display.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Piero Brizio
Messaggi: 406
Iscritto il: dom 18 feb, 2007 21:10
Località: Torino

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Piero Brizio » mar 29 mar, 2011 23:50

Mi sa, caro Fabio
che quello che dici può avvenire solo sull'astronave Enterprice del capitano Kirk nella serie Star Trek.

A noi poveri mortali, a cui toccherà aspettare millenni prima che venga costrutita quella meraviglia,
non resta che far calcoli e confrontare quasi manualmente risultati, non sempre perfettissimi ottenuti con macchine "strane", con data-base a volte non completi e/o non aggiornati.

Ma per la scienza ,,,,,,
e per la conoscenza .....

fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenza .....

Buonanotte a tutti
Arrivederci a presto

Piero
Piero

-------------------------

Piero Brizio
Torino

Cercare. Cercherò... Cercar bisogna!

Avatar utente
domenico
Messaggi: 5640
Iscritto il: gio 30 set, 2004 11:40
Località: Garbagnate Milanese (Mi)
Contatta:

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da domenico » mer 30 mar, 2011 8:02

Guarda Pizio che lo sappiamo che sei il "faro" di questo gruppo, mi hanno perfino detto che prima di "immacchinare" il pezzo tu dici cos'è e indovini il nome 11 volte su 10!!!
Bravi a tutti!
La collezione dei minerali è un divertimento se qualcuno non ci crede può collezionare le farfalle
Domenico Preite Marzo 2008

http://www.mindat.org/user-6983.html#2

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2328
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Roberto Bracco » mer 30 mar, 2011 8:13

TOSATO FABIO ha scritto:Fare luce su cosa significa e come si svolge un'analisi può solo aiutare noi collezionisti zucconi che pensiamo a macchinari fantascientifici dove inserisci il campioncino in uno sportellino e poi esce la scritta del nome su un display.
Be', non è proprio così ma rispetto ai macchinari di vent'anni fa... La sonda di Torino vede fino al carbonio (dicono persino il boro!!!), i dati ce l'hai elaborati nel tempo di schiacciare il mouse, gli standard tutti in memoria, i conti comodamente a casa sul tuo pc, non c'è storia!
OK, sono i limiti di un'analisi chimica senza dati strutturali, ma passare in mezzo minuto da 4500 a 3-4 possibilità non mi sembra male!
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26879
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mer 30 mar, 2011 11:01

Fare luce su cosa significa e come si svolge un'analisi può solo aiutare noi collezionisti zucconi che pensiamo a macchinari fantascientifici dove inserisci il campioncino in uno sportellino e poi esce la scritta del nome su un display.
Approfitto dell'invito di Fabio per inserire qualche informazione supplementare, già tutte presenti nell'allegato postato che rifletteva lo status delle analisi, ma molto probabilmente sfuggite a una lettura attenta quale il documento richiedeva.

La strumentazione del Dipartimento di Scienze Mineralogiche e Petrologiche dell'Università di Torino su cui opera il Team AMI SIUK è la seguente: Stereoscan S360 Cambridge electron microscope with an Oxford Instruments INCA analyzer energy dispersive X-ray spectrometer equipped with a Link Pentafet SATW detector.
Gli addetti al lavoro conoscono bene le peculiarità dell'apparecchiatura, ma non per tutti è così. Preciso pertanto che l'analizzatore INCA è moderno e performante (la donazione risale - se ben ricordo - al 2007), legge e quantifica non solo l'ossigeno, ma anche alcuni elementi leggeri, quali il boro e opera con standard regolarmente verificati.

Il Team AMI ha progettato di affrontare le numerose analisi richieste dai soci AMI in tre diversi step.

Il primo step consiste nell'esaminare campioni semplicemente grafitati (e quindi senza alcuna specifica preparazione: vedi seguito). Ne scaturisce - considerata la qualità dello strumento - non solo un prescreening ma anche l'identificazione di quasi tutte le fasi non complesse. Come ben diceva Roberto una percentuale che può variare tra il 50 e il 70% dei campioni viene di norma identificata in questo primo passaggio. Questo modo di operare si chiama "analisi semiquantitiva SEM-EDX con standard".

Al secondo step, se la quantità e la qualità del composto lo permettono, verranno avviati i campioni non identificati nello step precedente o che meritano affinamenti. Il secondo step consiste nell'inglobare e lucidare il materiale omogeneo (cristallo, globulo o massa) e risottoporlo allo stesso processo analitico del primo step. Questo modo di operare, che permette di ottenere risultati molto più affinati del primo, risultati del tutto pari a quelli che si ottengono con WDS ecc. ecc., si chiama "analisi quantitativa SEM-EDX con standard". Vengono avviati a questa seconda fase, l'ho già detto ma lo ripeto, solo quei campioni che hanno adeguate qualità e quantità (perchè destinati probabilmente anche al terzo step). Come si può notare dalla lista allegata che riflette lo status delle analisi alcuni campioni (una decina circa) è già passata attraverso questo secondo step. Non anticipo alcun nome in quanto seguiranno le relative pubblicazioni, ma posso dire che quasi sempre ne è valsa la pena...

Il terzo step, cui saranno avviati solo le fasi per le quali vale la pena un lavoro scientifico o comunque una pubblicazione importante, consiste nella diffrazione del cristallo o microcristallo (recentemente abbiamo ottenuto ottimi risultati da un cristallo di 0,1 mm di diametro) al fine di conoscere o almeno i dati di cella o, se del caso, ottenere la struttura cristallina.
Questo terzo step può essere condotto soltanto con l'appoggio del dipartimento in quanto il CCD (diffrattometro moderno e molto efficiente) è in dotazione come servizio interdipartimentale. In ogni caso tutte le fasi scientificamente interessanti che scaturiscono dalle analisi del Team AMI dovranno (e lo sono state) essere comunicate ai ricercatori del dipartimento per una comune decisione (condivisa anche con chi ha sottoposto il campione) sui passi successivi. Va da sè che con quest'ultimo step si arriva - se la qualità del campione lo permette - a identificare qualsiasi cosa, foss'anche la nuova specie.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2328
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Roberto Bracco » mer 30 mar, 2011 11:37

Aggiungo ancora alle esaurienti informazioni date da Marco che l'accoppiata SEM/EDS oltre a risolvere i 1001 dubbi di chi trova il "cristallino strano" è anche un formidabile strumento di indagine su campioni anche solo potenzialmente interessanti.
Esaminando un campione lucidato infatti l'immagine in BS (backscattering o elettroni retrodiffusi) fornisce subito variazioni di contrasto legate alla composizione [bellissimi esempi, seppur ottenuti con una strumentazione leggermente diversa, sono le foto di Campostrini nella finestrina in alto a destra o nel libro di Vulcano] e consente di individuare fasi che non si presentano alla semplice osservazione del "sasso".
Un esempio classico sono i minerali seleno-argentiferi inclusi nella bornite di Piazza, Deiva Marina (SP) o la rarissima baddeleyite delle cromiti del Bracco che non sarebbero mai state individuate con metodi convenzionali.
Anche in questo campo le prime indagini "torinesi" stanno già dando interessanti sorprese...
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26879
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Marco E. Ciriotti » ven 20 mag, 2011 19:59

Sì, certo Giuseppe, è possibile.
Segui le istruzioni per l'etichettatura dei campioni e poi spediscili pure a me:
Marco Ciriotti
via San Pietro, 55
10173 Ciriè (Torino)
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26879
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Marco E. Ciriotti » sab 21 mag, 2011 11:16

L'avevo già indicato, ma, a specifica domanda, posto nuovamente qui la risposta.

""Chemical characterization are performed by using a SEM Stereoscan 360 (Cambridge Instruments), equipped with EDS Link Pentafet (Oxford Instruments). The data collected are processed using Inca 200 Microanalysis Suite software, employing a standard ZAF4 correction procedure. Natural minerals are used as standards"".
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26879
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Marco E. Ciriotti » dom 05 giu, 2011 19:54

Ciao Giuseppe.
I tre campioni sono regolarmente arrivati sani e salvi. Volevo avvisarti ma ho visto che non ho tra i miei dati il tuo indirizzo email.
Se ti va scrivimi a: m.ciriotti@tin.it
così provvedo al recupero del tuo email.

Penso che i campioni possano esare analizzati entro la fine di giugno 2011.

Decorsa la fine di giugno, aggiornerò il file con le informazioni sugli UK pervenuti e analizzati.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Fulvio
Messaggi: 2533
Iscritto il: ven 30 ott, 2009 17:14
Località: Bresso (Mi)

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Fulvio » lun 06 giu, 2011 13:08

Giuseppe Lulliri ha scritto:Ciao Marco,
ho provato a inviarti un messaggio all'email che mi hai suggerito, ma mi è stata rimandata indietro, c'è qualcosa che non va, fammi sapere.
A presto,
G.L.
Ciao Giuseppe, nell''indirizzo cè uno spazio da togliere cioè non m. ciriotti@tin.it ma m.ciriotti@tin.it
Ciao
Fulvio
Fulvio
Socio IVM
------------------------------------------------------------------------------
La musica e i gatti sono un ottimo rifugio dalle miserie della vita.
Albert Schweitzer

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26879
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Marco E. Ciriotti » gio 09 giu, 2011 22:52

Ad agosto verrà fornito l'aggiornamento relativo ai campioni ricevuti e analizzati.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6517
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 10 giu, 2011 7:53

Ottimo Marco, servizio UK OK, a breve spedisco altri campioni.

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26879
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Marco E. Ciriotti » ven 10 giu, 2011 9:01

Va bene Dario. A presto.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26879
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Marco E. Ciriotti » ven 08 lug, 2011 19:46

In anticipo rispetto alle tempistiche previste qui accluso è il report sui campioni ricevuti e analizzati dal SIUK (Servizio Identificazione UK dell'AMI nel periodo 05/12/2010 - 02/07/2011 nell'ambito della convenzione tra l'AMI e il Dipartimento di Scienze Mineralogiche Petrologiche dell'Università di Torino.

Alcuni campioni seppur analizzati [lo si rileva dall'indicazione AMI_(data)_(numero) alla colonna Rif_INCA] e per i quali non è al momento prevista una pubblicazione non riportano l'identificazione della specie in quanto non del tutto certificata.

I dati sono esposti su più righe che terminano tuitte con il relativo numero progressivo (sono andato un po' alla veloce: non è di lettura immediata, ma penso sia comunque decifrabile).

Complessivamente i campioni pervenuti e predisposti per le analisi sono stati 804. Il 95.8% del totale è già stato analizzato.

La statistica per regione dà le seguenti risultanze:
Piemonte 34.7%
Sardegna 26.4%
Liguria 17.2%
Veneto 8.2%
a seguire le altre con percentuali molto minori.
Allegati
Report analisi SIUK 05.12.2010-02.07.2011.doc
(329.5 KiB) Scaricato 124 volte
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26879
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: AMI: servizio gratuito per la caratterizzazione di UK

Messaggio da Marco E. Ciriotti » sab 09 lug, 2011 19:57

I tuoi campioni Giuseppe non sono ancora stati analizzati. Lo saranno a settembre prossimo.
Saluti cari.


Se non approntati per le analisi alcuni campioni possono non essere presenti nella lista pubblicata; lo saranno con la prossima pubblicazione di fine anno 2011.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti