Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere
Avatar utente
Alessio73
Messaggi: 1942
Iscritto il: mar 24 lug, 2007 10:35
Località: Jesi (An)

Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Alessio73 » mar 09 set, 2008 10:19

Apro questo topic perche' credo sia importante per tutti noi, avere a disposizione un elenco aggiornato, il piu' possibile, delle legislazioni, decreti, regolamenti, che disciplinano la ricerca dei minerali sul territorio nazionale, regionale, comunale. Dato che e' nostro dovere tenerci aggiornati sulle leggi che regolano la ricerca mineralogica, vorrei che ognuno di noi, che sia a conoscenza di nuove disposizioni, leggi, regolamenti, riguardanti la ricerca mineralogica per quella data regione, metta qui cio' che ritenga utile per informare chi deve far ricerca, chiedere a chi, dove, come, le eventuali autorizzazioni, permessi e quant' altro ci permetta di ricercare minerali in quel dato luogo.
Sarebbe quindi opportuno inserire solo ed esclusivamente messaggi con le indicazioni delle leggi e strettamente inerente, e forse per anche una piu' veloce consultazione sarebbe oppurtuno farlo regione per regione. Visto che in altro topic e' stato gia' trattato vorrei iniziare ad inserire la legge che disciplina la ricerca mineralogica in Valle d' Aosta, poi si puo' passare al Piemonte e via dicendo.

Di seguito metto alcuni link dove poter attingere informazioni:

http://www.consiglio.regione.vda.it/ban ... enti_i.asp

http://www.consiglio.regione.vda.it/ban ... pk_lr=4543

http://www.consiglio.regione.vda.it/ban ... pk_lr=4562
Socio AMI n° 314 Delegato Marche-Abruzzo

Tiberio Bardi
Messaggi: 1487
Iscritto il: gio 04 gen, 2007 10:25
Località: Via Delle Poggiole 409 - Quarrata (PT)

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Tiberio Bardi » mar 09 set, 2008 10:36

Penso che prima di parlare di leggi regionali, bisogna dare una rinfrescatina alle leggi che valgono per tutto il territorio Italiano,
- E' vietata la ricerca in tutti i luoghi privati (senza permesso del proprietario)
- E' consentito uno scavo (ove permesso) di un massimo 1 mcubo di materiale
- E' vietata la ricerca e lo scavo negli alveoli dei torrenti e dei fiumi, nonchè ai bordi delle strade.
-E' vietata la ricerca nelle zone minerarie e nei terreni pertinenti, senza autorizzazione
-E' vietata la ricerca in cave, senza autorizzazione

-------------
Questi sono a mia conoscenza....poi chi ne conosce altri li inserisca
Tiberio Bardi
Presidente AMPP Associazione Mineralogica Prato-Pistoia

Avatar utente
Alessio73
Messaggi: 1942
Iscritto il: mar 24 lug, 2007 10:35
Località: Jesi (An)

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Alessio73 » mar 09 set, 2008 10:46

Corretto Tiberio, hai ragione, mia dimenticanza l' ho dato per scontato. Aggiungerei anche che e' vietato movimentare e quindi scavare il sottobosco, tutto cio' che e' " foresta " e regolamentato da leggi del demanio forestale.
Socio AMI n° 314 Delegato Marche-Abruzzo

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 2909
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Luca Baralis » mar 09 set, 2008 13:21

Tiberio Bardi ha scritto:E' consentito uno scavo (ove permesso) di un massimo 1 mcubo di materiale
Mi puoi dare il riferimento legislativo preciso?
Grazie,
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Tiberio Bardi
Messaggi: 1487
Iscritto il: gio 04 gen, 2007 10:25
Località: Via Delle Poggiole 409 - Quarrata (PT)

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Tiberio Bardi » mar 09 set, 2008 16:22

Francamente Luca mi prendi alla sprovvista, posso provare a cercarlo.
So per certo che questa limitazione vale non solo per chi cerca minerali, ma per chiunque intenda 'smuovere' materiale, anche se in una sua proprietà.
Ad esempio se nel tuo giardino vuoi scavare una buca di 2 mcubi, ti ci vuole un permesso dalla GF/ Genio Civile.
Provo a vedere se riesco a districarmi e a trovare il riferimento legislativo giusto
Tiberio Bardi
Presidente AMPP Associazione Mineralogica Prato-Pistoia

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 725
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Marco Barsanti » mar 09 set, 2008 16:38

- E' vietata la ricerca in tutti i luoghi privati (senza permesso del proprietario) - Mi sembra naturale

- E' consentito uno scavo (ove permesso) di un massimo 1 mcubo di materiale (?) - Non so se poi è davvero così - Mi puoi dare il riferimento, Tiberio?

- E' vietata la ricerca e lo scavo negli alvei dei torrenti e dei fiumi, (queta è parte della legge "Galasso")
...nonchè ai bordi delle strade...

-E' vietata la ricerca nelle zone minerarie e nei terreni pertinenti, senza autorizzazione - A parte l'autorizzazione che va chiesta per entrare in un 'area ove la responsabilità di quel che vi accade è del Direttore, oltre che della proprietà,...In realtà il tema andrebbe interpretato in modo intelligente (e questo mi preoccupa un po'..) in quanto è legato in realtà alle concessioni minerarie. E' chiaro che chi richiede tale permesso entro un certo perimetro, confermato dall'atto di concessione, deve essere tutelato e privilegiato (visto che ha pagato degli oneri di sfruttamento ed è arrivato primo rispetto ad altri ricercatori concorrenti) ma ciò va interpretato proprio in ottica "industriale" non certo del ricercatore hobbysta che raccatta il suo bel sassetto luccicante e colorato prima che marcisca all'aria in una discarica...Chiaramente vige invece l'interpretazione più stupida e "talebana", per menti elementari, prive di cultura scientifica, e anche più facile da fornire..

-E' vietata la ricerca in cave, senza autorizzazione - Mi sembra normale, visto che in fondo il proprietario e il direttore hanno la totale responsabilità di quello che accade all'interno di tale ambito.....
Per vivere bene, le cose da non chiedersi mai sono due: come vengono fatte le salsicce e come vengono fatte le leggi (proverbio inglese)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10179
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Luciano Vaccari » mar 09 set, 2008 17:14

Ripeto, avendo sentito anche in provincia. la ricerca e lo scavo sono sempre intesi nella versione "con mezzi meccanici"..per il prelievo a mano, nei terreni demaniali, alvei dei fiumi od altro, salvo leggi locali differenti, i "giaroni" si possono raccogliere.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10179
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Luciano Vaccari » mar 09 set, 2008 17:16

Marco Barsanti ha scritto:- -E' vietata la ricerca in cave, senza autorizzazione - Mi sembra normale, visto che in fondo il proprietario e il direttore hanno la totale responsabilità di quello che accade all'interno di tale ambito.....
Ad oggi, tanto per parlare di caos, viste le attuali leggi in materia di sicurezza, il titolare di una concessione o di una cava è in torto nel momento stesso che rilascia un permesso....c'è infatti un grande contrasto fra le due leggi...una non tiene conto dell'altra.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Tiberio Bardi
Messaggi: 1487
Iscritto il: gio 04 gen, 2007 10:25
Località: Via Delle Poggiole 409 - Quarrata (PT)

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Tiberio Bardi » mar 09 set, 2008 17:19

, nei terreni demaniali, alvei dei fiumi od altro, salvo leggi locali differenti, i "giaroni" si possono raccogliere.
Scusa l'ignoranza, ma i ''giaroni'' che sarebbero ??
Tiberio Bardi
Presidente AMPP Associazione Mineralogica Prato-Pistoia

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10179
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Luciano Vaccari » mar 09 set, 2008 17:33

Tiberio Bardi ha scritto:
, nei terreni demaniali, alvei dei fiumi od altro, salvo leggi locali differenti, i "giaroni" si possono raccogliere.
Scusa l'ignoranza, ma i ''giaroni'' che sarebbero ??
I "giaraun" poi italianizzato in giaroni dal poveretto che scrive :D ...sono i sassi :D :D
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 2909
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Luca Baralis » mar 09 set, 2008 18:07

Ho la sensazione che limitazioni ed interpretazioni tipo 1 metro cubo, o "scavi con mezzi meccanici", siano basate più su consuetudini e senso comune che su specifici riferrimenti legislativi o regolamentari.
Anche il concetto di "vicino alle strade" è approssimativo , ma deriva da un riferimento preciso ("Norme di polizia delle miniere e delle cave - DPR 128/59)

Art. 104
Senza autorizzazione del prefetto sono vietati gli scavi a cielo aperto per ricerca o estrazione di sostanze minerali a distanze minori di:
a) 10 m.:
da strade di uso pubblico non carrozzabili;
da luoghi cinti da muro destinati ad uso pubblico;
b) 20 m.:
da strade di uso pubblico carrozzabili, autostrade e tramvie;
da corsi d'acqua senza opere di difesa;
da sostegni o da cavi interrati di elettrodotti, di linee telefoniche o telegrafiche o da sostegni di teleferiche che non siano ad uso esclusivo delle escavazioni predette;
da edifici pubblici e da edifici privati non disabitati;
c) 50 m.:
da ferrovie;
da opere di difesa dei corsi d'acqua, da sorgenti, acquedotti e relativi serbatoi;
da oleodotti e gasdotti;
da costruzioni dichiarate monumenti nazionali.
Le distanze predette s'intendono misurate in senso orizzontale dal ciglio superiore dell'escavazione.


Al di la del buon senso e nei limiti dimensionali tali che non si arrechi danno mi pare comunque un riferimento generalmente non applicabile al mineralista dilettate che usa mazzetta e scalpello. Ma attenzione ai detriti che possono cadere SULLA strada! Qui i riferimenti, ed i rischi, sono diversi e potenzialmente più gravi.

Per completezza ricordo (ma dovrei controllare i particolari) che la legge della Valle d'Aosta richiama la legge mineraria regionale, che a sua volta richiama il DPR 128; pur non convinto che anche in questo caso si tratti di limiti di rispetto applicabili al nostro caso, il dubbio è legittimo.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 2909
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Luca Baralis » mar 09 set, 2008 18:17

Luciano ha scritto:...viste le attuali leggi in materia di sicurezza, il titolare di una concessione o di una cava è in torto nel momento stesso che rilascia un permesso....c'è infatti un grande contrasto fra le due leggi...una non tiene conto dell'altra.
In torto forse no, ma certo si espone a rischi penali e civili in caso di incidente. Ma Marco B. voleva forse sottolineare che nel caso di giacimenti minerari (di prima categoria = MINIERE e non cave) i divieti potrebbero essere intesi non solo a tutela del rischio, ma anche a tutela del giacimento. A parte l'aspetto quantitativo del prelievo, trascurabile, si potrebbe pensare che il prelievo indiscriminato ed incontrollato di minerali potrebbe nascondere tracce necessarie alla conoscenza del giacimento.
???
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 725
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Marco Barsanti » mer 10 set, 2008 7:07

Esatto Luca, in caso di miniere (come pure per le acque minerali) è ancor più "sentito" forse che per le cave, il concetto di tutela del giacimento dato in concessione a qualcuno. Comunque si capisce bene che non è tanto il "raccoglione" in se' a cui è rivolto tale divieto, ma l'attività di ricerca condotta a fini di sfruttamento del giacimento già "assegnato".

Chiaramente anche in questo caso una ricerca inizia sul campo, giusto con campionamenti, poi sondaggi mirati, saggi ecc. ecc.. E' il buon senso però che fa capire che un hobbista dilettante non sta esercitando un'azione di ricerca intesa nel senso di "ricerca mineraria".. Purtroppo il mondo è in mano a talebani che interpretano alla lettera, e non si sforzano di andare al concetto che il legislatore intendeva...
Per vivere bene, le cose da non chiedersi mai sono due: come vengono fatte le salsicce e come vengono fatte le leggi (proverbio inglese)

Avatar utente
Alessio73
Messaggi: 1942
Iscritto il: mar 24 lug, 2007 10:35
Località: Jesi (An)

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Alessio73 » mer 10 set, 2008 10:06

Riguardo alle miniere questa e' la legge che le disciplina.
Allegati
regio_decreto_29_luglio_1927,_n._1443.pdf
(152.04 KiB) Scaricato 113 volte
Socio AMI n° 314 Delegato Marche-Abruzzo

Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Re: Legislazioni in materia di ricerca mineralogica

Messaggio da Federico » sab 13 set, 2008 11:37

Per chi intende far ricerche all'estero o possiede campioni esteri deve tener conto di questa direttiva

riporto i punti salienti che riguardano la mineralogia

CAPITOLO I - SFERA D’APPLICAZIONE E DEFINIZIONE
Articolo 1
La presente Convenzione si applica alle richieste di carattere
internazionale
a) di restituzione di beni culturali rubati;
b) di ritorno di beni culturali esportati dal territorio di uno Stato
contraente in violazione della sua legge che regolamenta l’esportazione di
beni culturali al fine di proteggere il suo patrimonio culturale (in seguito
indicati come “beni culturali illecitamente esportati”).

Articolo 2
Ai sensi della presente Convenzione sono considerati come beni
culturali i beni che, a titolo religioso o profano, sono importanti per
l’archeologia, la preistoria, la storia, la letteratura, l’arte o la scienza e che
appartengono ad una delle categorie enumerate nell’annesso alla presente
Convenzione.
omissis...... vedi file allegato al thread

ANNESSO
a. Collezioni ed esemplari rari di zoologia, botanica, mineralogia e
anatomia; oggetti che presentano un interesse paleontologico;
b. beni inerenti alla storia, compresa la storia delle scienze e della tecnica, la
storia militare e sociale, nonché la vita di dirigenti, pensatori, eruditi ed
artisti nazionali, e gli avvenimenti di importanza nazionale;
c. prodotti di scavi archeologici (regolari e clandestini) e di ritrovamenti
archeologici;
d. elementi provenienti dallo smembramento di monumenti artistici o storici
e da siti archeologici;
e. oggetti di antichità aventi oltre cent’anni di età, come iscrizioni, monete e
sigilli incisi;
f. materiale etnologico;
g. beni di interesse artistico come:
(i) quadri, dipinti e disegni interamente fatti a mano su qualunque
supporto ed in qualsiasi materia (ad esclusione dei disegni industriali e
degli articoli lavorati a mano);
(ii) produzioni originali dell’arte statuaria e della scultura, in tutte le
materie;
(iii) incisioni, stampe e litografie originali;
(iv) assemblaggi e montaggi artistici originali in qualunque materia;
h. manoscritti rari ed incunaboli, libri, documenti e pubblicazioni antiche
d’interesse particolare (storico, artistico, scientifico, letterario ecc.),
singoli o in collezioni;
i. francobolli, marche da bollo e simili, singoli o in collezioni;
j. archivi, compresi gli archivi fonografici e cinematografici;
k. oggetti d’arredo di oltre cent’anni di età e strumenti musicali antichi.
Allegati
Convenzione Unidroit.pdf
(124.09 KiB) Scaricato 113 volte
socio A.M.I. n° 300
www.gumpassisi.it

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti