Informazioni su concessioni minerarie

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere
Silano
Messaggi: 23
Iscritto il: ven 27 gen, 2012 15:39

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Silano » mer 12 giu, 2013 22:18

Vedi Ferdinando, non ho contatti all'Unical e comunque l'Università è nata negli anni 70, molto dopo che la miniera era stata chiusa. Non credo che ci siano, ho controllato da tempo in rete, tesi sulle mineralizzazioni di Cerenzia.

Forse se si collaborasse seriamente senza piccole furbizie potremmo arrivare a dei risultati migliori. Io sono un po' deluso dal comportamento di alcuni che pretendono informazioni ma che nascondono le loro. Nei prossimi giorni parlerò con diverse persone che potrebbero passarmi delle notizie. Non di prima mano perchè ripeto tutti coloro che hanno lavorato nella miniera non ci sono più. Sono tentato però di lasciar perdere e occuparmi di altro. Sono sceso in quei baratri, e tu che ci sei stato sai come sono, per decine di volte. Posso accontentarmi di quello che ho trovato. Mi dispiace perchè il tempo è la natura stanno cancellando e coprendo tutto.

Faccio il punto, a beneficio di tutti (a te ti contatterò più avanti in privato), sulle mie conoscenze allo stato attuale, ovviamente sintetizzando e rispondendo alle due domande più importanti: cosa si trova e dove si trova.

Cosa si trova:
- Fluorite - da verde pallido a verde intenso, credo nella zona più vicina la Lese. Verso San Giovanni potrebbe trovarsi anche quella viola ma di questa io non ne ho trovata
- Barite
- Galena - probabilmente ne hanno scavato molta vicino Cerenzia Nuova
- Pirite - sia in forma massiva che in cristalli, ma quelli che ho trovato sono piccolini
- Calcopirite - ho trovato solo mosche e pochi cristallini
- Blenda - non ne ho trovato, potrebbe essere nel comune di San Giovanni
- Granati - ne ho trovato di minuti su un sasso erratico (è una novità)

Dove:
La zona è molto vasta oltre che difficile in quanto impervia e infestata dai rovi. La parte più importante va da Cerenzia Attuale a Cerenzia Vecchia (Abbandonata) ma ci sono indizi e forse mineralizzazioni anche nei comuni limitrofi: Caccuri, Castelsilano e forse anche Verzino e San Giovannoi in Fiore.
Dire che coi sono 4 filoni è, scusami, superficiale. Anche se i più importanti e facili sono stati coltivati, ce ne potrebbero essere molti di più. Magari vicini tra loro.

Se hai la possibilità di far fare delle analisi posso fornire piccoli campioni di fluorite, barite e galena. Degli altri minerali ho pochissima roba.

Colgo l'occasione per invitare coloro che hanno notizie e documenti sulla zona di contattarmi in privato. A volte basta una sola virgola per essere indirizzati proficuamente.

saluti

Luigi

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6189
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Di Domenico Dario » gio 13 giu, 2013 12:49

Silano ha scritto:
Faccio il punto, a beneficio di tutti (a te ti contatterò più avanti in privato), sulle mie conoscenze allo stato attuale, ovviamente sintetizzando e rispondendo alle due domande più importanti: cosa si trova e dove si trova.
e come si trova?
qualche foto, please :P

Silano
Messaggi: 23
Iscritto il: ven 27 gen, 2012 15:39

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Silano » gio 13 giu, 2013 21:11

Vada per le foto. Per quanto riguarda la fluorite rimando a quanto inserito qui:

forum.amiminerals.it/viewtopic.php?f=4&t=7995&hilit=pallagorio&start=135

Poi, di seguito:


- granatini viola in un sasso erratico.
- un sasso con probabile pirite trovato in una area interessata da un incendio
- 2 pezzi di galena in ganga di barite

Saluti

Luigi
Allegati
3.jpg
2.jpg
2.jpg (26.58 KiB) Visto 2608 volte
1.jpg
Ultima modifica di Silano il ven 14 giu, 2013 13:02, modificato 2 volte in totale.

Ferdinando Giovine
Messaggi: 237
Iscritto il: sab 27 apr, 2013 13:32

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Ferdinando Giovine » ven 14 giu, 2013 9:18

Luigi, quello che so io te l'ho già detto per telefono. L'unica cosa che forse ti manca è che ci furono, a Cerenzia, dei saggi alla ricerca di zolfo.
Per le analisi della fluorite: non servono. Bastano e avanzano i dati del Prof. Ferraris. Poi comunque una decina di chili di fluorite li ho in casa ed altro materiale è all'università di Messina. Per la galena si può vedere se contiene argento, ma non ho materiale.
Resta però il fatto, come dimostrano casi simili anche sui Peloritani, che se c'è fluorite e galena ci dovrebbe essere molto di più almeno a livello di minerali collezionabili, ma ti ho già detto che è necessaria almeno un'escursione per farsi un'idea.
Filoni e concessioni. Io non penso che il filone che conosco sia stato oggetto di concessione. Non ho visto traccia di lavori quelle due volte che ci sono stato. Forse era troppo superficiale, non lo so, ma se lo ritroviamo troviamo le geodi, perchè due le portai via, ma altre rimasero in situ per carenza di attrezzatura per poterle recuperare, mazzotta e scalpelli non bastavano! Per questo servono le informazioni da trarre dalle concessioni minerarie.
Ti istigo ad andare a cercare tesi all'Unical tu che sei più vicino di me. Lo so che fu creata negli anni '70, ma mi sembra impossibile che non ci siano geologi o naturalisti di Cerenzia, Castelsilano, San Giovanni in Fiore, o altri luoghi vicini e che nemmeno uno abbia fatto una tesi sull'argomento, magari qualcuno che aveva il padre o il nonno che lavorava alla miniera. Che non ci sia in rete non vuol dire NULLA. In rete c'è ciò che viene inserito e l'80% del materiale scientifico non è in rete, ma solo su cartaceo.

christian7379
Messaggi: 198
Iscritto il: mar 03 mag, 2011 13:53
Contatta:

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da christian7379 » ven 14 giu, 2013 9:54

Quando un paio di anni fa avevo chiesto notizie riguardo le ricerche di Cerenzia citai una carta che mi era capitato di vedere, dove erano segnalati i 4 filoni ma che non riuscivo a ritrovare sul web,chiesi aiuto qui sul forum e se non sbaglio avevo avuto risposta da Ferdinando che citava i lavori fatti in collaborazione con un università siciliana, purtroppo non riesco a ritrovare i messaggi che avrei postato volentieri.

Sono rimasto meravigliato quando ho letto questo post perchè pensavo che non mi si volesse dare notizie per una sana gelosia regionale, ma a oggi mi rendo conto che quelle notizie non mi si potevano dare proprio per il fatto che la zona era poco conosciuta.
Comunque confermo la presenza di gallerie ma vi sconsiglio di avventurarvi dentro se non siete in grado di valutarne bene lo stato!

Silano
Messaggi: 23
Iscritto il: ven 27 gen, 2012 15:39

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Silano » ven 14 giu, 2013 21:37

Marco Pistolesi ha scritto:Quello che so dirti è che la zona ove erano i filoni dovrebbe essere quella prospiciente il Ponte Lese, e che, visto l' esiguo cubaggio messo in luce dalle ricerche, non fu ritenuto economicamente utile. Ci sono delle relazioni in merito fatte da Vighi Luciano nel 1949
Vicino al Ponte Lese, secondo Giampaolo Barone, c'era il deposito della fluorite. Il ponte fu costruito nel 1961/62 poco dopo l'inizio del periodo di attività della miniera (1959). La quantità di fluorite raccolta non era esigua. Nella metà del 1962 furono bloccate, credo per una controversia, in quanto la ditta mineraria andò oltre l'area assegnata dal permesso minarario ben 3.000 tonnellate di materiale.
La miniera inizio ad operare nel 1959 quindi la relazione di Vighi non riguardava la stessa.


Saluti
Ultima modifica di Silano il ven 14 giu, 2013 22:11, modificato 2 volte in totale.

Silano
Messaggi: 23
Iscritto il: ven 27 gen, 2012 15:39

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Silano » ven 14 giu, 2013 21:58

Ferdinando Giovine ha scritto:
Sta di fatto che Cerenzia è uno dei tanti problemi (non riusciamo a ritrovare il filone grande dove mi accompagnò il Prof. Baldanza, mentre due filoncelli di relativa facile accessibilità (un'ora a piedi) li abbiamo individuati).
Ciao Ferdinando,
puoi dirmi qualcosa in più sui 2 filoncelli di cui parli? Se stato da queste parti?

Inoltre ti volevo chiedere a proposito di quanto scrivi dei 4 filoni:
Ferdinando Giovine ha scritto: Io non so quante erano le concessioni, ma i filoni erano sicuramente 4 e questo lo
so per confronti tra più testi di fine 800 che ne parlano (ed anche qualche
citazione più recente). Purtroppo nessuno li localizza con precisione che è quello
che stiamo cercando noi
Posso conoscere i riferimenti precisi a questi testi dell'800 e anche ai recenti.
Ovviamente puoi rispondermi anche in privato.

Volevo dirti che il grande filone di cui parli potrebbe anche non esistere più. Nei decenni trascorsi ci sono stati molti crolli e frane e molti prelievi. In particolare sono a conoscenza della caduta di alcuni massi interamente di fluorite nella zona che sono stati trasportati nel Nord Italia con ben 2 carichi di tir con rimorchio. Non so però quando questo episodio sia accaduto e sto contattando colui che lo ha raccontato.

Per quanto riguarda le tesi dell'Unical, tempo fa ne ho trovato una lista online. Non so se era completa e non c'era niente che riguardava la miniera. Ti ripeto che posso fornirti un campione della galena se vuoi farlo analizzare e magari aggiungere anche altri minerali che ho raccolto in tutta la Sila e i dintorni.

Saluto tutti

Luigi

Silano
Messaggi: 23
Iscritto il: ven 27 gen, 2012 15:39

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Silano » ven 14 giu, 2013 22:04

christian7379 ha scritto: Comunque confermo la presenza di gallerie ma vi sconsiglio di avventurarvi dentro se non siete in grado di valutarne bene lo stato!
Ciao christian7379,
ti avevo promesso di accompagnarti sul posto l'anno scorso ma tu non ti sei fatto più sentire. Non so se, nel tuo intervento, ti riferisci a me. Poi, sono curioso di sapere se la conferma delle gallerie è sulla base di esperienze personali (le hai viste?) o su dei testi scritti e se si su quali?

Ciao

Marco Pistolesi
Messaggi: 1028
Iscritto il: lun 19 mar, 2007 22:14
Località: Piombino-Li-

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Marco Pistolesi » sab 15 giu, 2013 0:14

Silano ha scritto:
Marco Pistolesi ha scritto:Quello che so dirti è che la zona ove erano i filoni dovrebbe essere quella prospiciente il Ponte Lese, e che, visto l' esiguo cubaggio messo in luce dalle ricerche, non fu ritenuto economicamente utile. Ci sono delle relazioni in merito fatte da Vighi Luciano nel 1949
Vicino al Ponte Lese, secondo Giampaolo Barone, c'era il deposito della fluorite. Il ponte fu costruito nel 1961/62 pocodopo l'inizio del periodo di attività della miniera (1959). La quantità di fluorite raccolta non era esigua. Nella metà del 1962 furono bloccate credo per una controversia in quanto la ditta mineraria andò oltre l'area assegnata dal permesso minarario ben 3.000 tonnellate di materiale.
La miniera inizio ad operare nel 1959 quindi la relazione di Vighi non riguardava la stessa.


Saluti
Per Silano
Ferdinando ha chiesto informazioni generali sulla zona e sulle genesi a fluorite. Io ho cercato di dargli info il più vicino possibile alle sue esigenze.
Esiste , sempre di Vighi una discreta bibliografia in merito alla zona in oggetto. In mancanza di dati precisi spero che gli/vi possa essere di aiuto .
Sicuramente voi di zona avrete notizie più precise da dare a Ferdinando

-Vighi L. (1949)- Mineralizzazioni a solfuri misti ed ossidi di ferro nel bordo orientale della Serra S.Bruno in Calabria . Mem. e note Ist. Geol. Appl., 2, 37-73

-Vighi L. 1950 -Su un filone a pirrotina e blenda in comune di S.Roberto d' aspromonte (Calabria) e sulla trasformazione pirrotina-pirite. Atti Acc. Pontan., 3, 1-8, Napoli

-Vighi L. 1953. Sulla geologia e sulle mineralizzazioni metallifere in ganga calcitico- fluoritica della regione di Longobucco in calabria. Mem. Ist. Geolo. Apll., 4, 8-64, Napoli

Sempre su S.Roberto d' Aspromonte " Contrada Cartegì esistono manifestazioni polimetalliche accompagnate anche da fluorite.
Vhighi L. 1950-1953.,-Mem. Ill. della Carta Min., d'Italia., pag 153

Saluti
Marco P.
Io sono persuaso che lo studio dell'Istoria Naturale ben regolato, non è un balocco d'oziosi ingegni, come alcuno vi pensa; ma può influire moltissimo nei vantaggi d'una società...........
Giovanni Targioni Tozzetti (1776)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6189
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 15 giu, 2013 10:51

Silano ha scritto:
- granatini viola in un sasso erratico.
- un sasso con probabile pirite trovato in una area interessata da un incendio
- 2 pezzi di galena in ganga di barite
Bè, come si dice "magra consolazione" :(

Silano
Messaggi: 23
Iscritto il: ven 27 gen, 2012 15:39

Quindi

Messaggio da Silano » dom 16 giu, 2013 21:41

Salve,

X Marco Pistolesi
Ovviamente non era mia intenzione stigmatizzare il tuo intervento ma ho voluto fare delle precisazioni sulla base di documenti in mio possesso sulla vicenda della miniera di Cerenzia. Per la verità apprezzo molto le tue risposte in linea con lo spirito di collaborazione tipico dei forum.
Per quanto riguarda i lavori di Vighi da te citati devo precisare che non riguardano direttamente l'area della miniera che si trova nella Sila crotonese ma tre l'Aspromonte e uno l'area mineraria di Longobucco. Avevo già avuto modo di leggere il primo dei lavori da te citati e devo dire che mi ha impressionato positivamente il modo con cui il Vighi lavorava. Aggiungo che lo stesso Vighi ha dimostrato o è stato uno dei primi a dimostrare che probabilmente l'area plutonica silana ha una genesi comune a quella aspromontana quindi i documenti hanno comunque una certa valenza.

x Domenico Dario
su da bravo non fare sempre il disfattista nei post che riguardano la Calabria. Io non sono un collezionista e mi interesso semplicemente alla storia e alla geologia della Sila. Le nostre "scale di valori" non sono le stesse. Ho postato una foto di un filone di un metro di larghezza di fluorite ed un sasso della stessa di oltre 13 Kg, la foto di 2 campioni di galena trovati sul posto ;sembrava che questo minerale fosse sparito nel nulla e nessuno aveva dei pezzi disponibili, la foto di un sasso zeppo di granatini non alterati che è una novità in quanto non ci sono, che io sappia, riscontri nella letteratura della zona. Non è tanto ma neanche pochino. :mrgreen:

x Ferdinando Giovine
Mi era sfuggita una cosa nell'ultimo intervento a cui aspetto ancora una tua risposta. Secondo me, l'area dove era situato il grande filone che hai trovato molto tempo fa, faceva parte del permesso per un semplice motivo: in alto sulla stessa parete, come avevi scritto, c'era una galleria scavata per motivi di ricerca nell'ambito di quei lavori minerari. Quindi .....
A proposito oggi, probabilmente ho indiduato quella galleria. E' stata dura con questo caldo. Ci ho messo tanto perchè l'imbocco è quasi completamente coperto dalla vegetazione. Un'altra cosa, la galena del posto potrebbe essere argentifera perchè, nella conferenza stampa di presentazione della minera (ho appena trovato l'articolo dell'epoca), si parla della scoperta di un grande filone di argento.

Saluti a tutti

Marco Pistolesi
Messaggi: 1028
Iscritto il: lun 19 mar, 2007 22:14
Località: Piombino-Li-

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Marco Pistolesi » dom 16 giu, 2013 21:57

ci mancherebbe Silano, nessun problema. Non avevo pensato minimamente che il tuo scritto fosse una critica.
Ciao
Marco P.
Io sono persuaso che lo studio dell'Istoria Naturale ben regolato, non è un balocco d'oziosi ingegni, come alcuno vi pensa; ma può influire moltissimo nei vantaggi d'una società...........
Giovanni Targioni Tozzetti (1776)

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3252
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Alessandro » lun 17 giu, 2013 15:01

Di Domenico Dario ha scritto:Silano ha scritto:
- granatini viola in un sasso erratico.
- un sasso con probabile pirite trovato in una area interessata da un incendio
- 2 pezzi di galena in ganga di barite
Bè, come si dice "magra consolazione" :(
della serie : "chi sì accontenta gode" :D
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6189
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 18 giu, 2013 17:20

Silano ha scritto:
x Domenico Dario
su da bravo non fare sempre il disfattista nei post che riguardano la Calabria. Io non sono un collezionista e mi interesso semplicemente alla storia e alla geologia della Sila. Le nostre "scale di valori" non sono le stesse. Ho postato una foto di un filone di un metro di larghezza di fluorite ed un sasso della stessa di oltre 13 Kg, la foto di 2 campioni di galena trovati sul posto (sembrava che questo minerale era sparito nel nulla e nessuno aveva dei pezzi disponibili, la foto di un sasso zeppo di granatini non alterati che è una novità in quanto non ci sono, che io sappia, riscontri nella letteratura della zona. Non è tanto ma neanche pochino. :mrgreen:
E mica sono disfattista, con quello che ho trovato in quindici giorni di assidue ricerche per la Calabria, una certa idea me la sono fatta, e con tutte le conoscenze geologiche alle spalle e le tante pubblicazioni minerarie al seguito....che ti devo dire, aspettiamo di vedere qualcosa di interessante per la mineralogia regionale calabrese.

Silano
Messaggi: 23
Iscritto il: ven 27 gen, 2012 15:39

Re: Informazioni su concessioni minerarie

Messaggio da Silano » sab 22 giu, 2013 11:11

In effetti forse sto dando troppa importanza a questa area mineraria praticamente esaurita dalla sfruttamento intensivo di 2 o 3 anni nella metà del secolo scorso. Comunque per chiudere questo post ormai concluso anche per la latitanza dei promotori :lol:, vorrei chiedere a chi è più competente di me, evitando di aprirne un altro, un parere sui minerali delle foto dell'area che vado ad inserire di seguito.

La prima foto riguarda un sassolino rossastro erratico. Nella seconda foto appare una piccola trincea molto probabilmente scavata ai tempi della minera. La trincea è nel metamorfico precisamente vicino alla zona di contatto con il granito. Avranno seguito una vena ma non ho individuato nei sassi delle vicinanze niente di metallico, almeno secondo le mie limitate conoscenze in mineralogia. La successiva foto ritrae uno di questi sassi dove appaiono, credo, dei cristalli di quarzo.
Allegati
2.jpg
3.jpg
4.jpg
Ultima modifica di Silano il sab 22 giu, 2013 11:19, modificato 1 volta in totale.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti