Andrea Oppicelli : campioni da identificare

aiuti (e non solo) nell'identificazione dei minerali
Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6604
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Andrea Oppicelli : campioni da identificare

Messaggio da Massimo Russo » dom 07 gen, 2018 13:12

Alum-(K) ovvero allume potassico

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1453
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: Andrea Oppicelli : campioni da identificare

Messaggio da andrea oppicelli » mar 09 gen, 2018 20:33

Grazie Massimo
Tra quelli uno sottilissimo lungo circa 3 mm
20170116_195328.jpg

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6604
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Andrea Oppicelli : campioni da identificare

Messaggio da Massimo Russo » mer 10 gen, 2018 9:11

Mah, potrebbe essere di tutto: gypsum, halotrichite, pickeringite ...

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2421
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: Andrea Oppicelli : campioni da identificare

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mer 10 gen, 2018 10:08

Cristalli simili provenienti da santa Cesarea terme (Le) sono stati analizzati e risultati gesso..
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1453
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: Andrea Oppicelli : campioni da identificare

Messaggio da andrea oppicelli » sab 16 giu, 2018 22:21

Non è che sia un minerale cristallizzato e brillante, però per me è un grattacapo.
Se c'è qualcuno che è esperto del bric Colmè - san Giacomo di Roburent-CN e mi sa dire di che cosa sono questi agglomerati nerastri. Peckblenda? Ossidi di ?
Grazie
20180616_220215.jpg
Fov circa 4 mm

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3066
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Andrea Oppicelli : campioni da identificare

Messaggio da Luca Baralis » dom 17 giu, 2018 0:11

La pechblenda è certamente un buon candidato .
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

salvatore
Messaggi: 880
Iscritto il: lun 07 feb, 2011 14:12
Località: Montesilvano PE

Re: Andrea Oppicelli : campioni da identificare

Messaggio da salvatore » dom 17 giu, 2018 9:48

Vedi se è radioattiva,dall'aspetto sembrerebbe ghoetite o ossidi di manganese,con acido muriatico vedi subito se sono ossidi di manganese questi si sciolgono senza effervescenza formando un liquido nero,questo non succede con la ghoetite e la pecblenda.

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3066
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Andrea Oppicelli : campioni da identificare

Messaggio da Luca Baralis » dom 17 giu, 2018 20:29

Buona idea quella dell'acido. La radioattività potrebbe non essere un parametro risolutivo se la presunta pechblenda è in modeste quantità perché la matrice stessa potrebbe essere radioattiva.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1453
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: Andrea Oppicelli : campioni da identificare

Messaggio da andrea oppicelli » mer 20 giu, 2018 12:05

salvatore ha scritto:
dom 17 giu, 2018 9:48
Vedi se è radioattiva,dall'aspetto sembrerebbe ghoetite o ossidi di manganese,con acido muriatico vedi subito se sono ossidi di manganese questi si sciolgono senza effervescenza formando un liquido nero,questo non succede con la ghoetite e la pecblenda.
Luca Baralis ha scritto:
dom 17 giu, 2018 20:29
Buona idea quella dell'acido. La radioattività potrebbe non essere un parametro risolutivo se la presunta pechblenda è in modeste quantità perché la matrice stessa potrebbe essere radioattiva.
Ho fatto la prova con l'acido come Salvatore ha suggerito, ma non c'è stata nessuna effervescenza.
Grazie ad entrambi per i suggerimenti :)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite