Dal Piave

aiuti (e non solo) nell'identificazione dei minerali
salvatore
Messaggi: 1102
Iscritto il: lun 07 feb, 2011 14:12
Località: Montesilvano PE

Re: Dal Piave

Messaggio da salvatore » gio 11 apr, 2019 15:08

Che c'è scritto sui dischi?

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6310
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Dal Piave

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 12 apr, 2019 8:38

Sulla confezione, che ho buttato, della Raytech made in U.S.A., c'è scritto che contiene nickel e altri metalli che sono cancerogeni.Nella fase di taglio delle pietre vengono emesse queste sostanze che a lungo andare possono recare danni ai polmoni e all'apparato riproduttivo fino al cancro.Se poi ci mettiamo gli oli che servono a lubrificare la lama e la silice delle pietra che nella fase di taglio vengono inalati i rischi aumentano. Ho tagliato molte pietre per la mia collezione di agate e ti devo confermare che ogni volta che lo facevo mi sentivo male per giorni per la puzza che mi sentivo dentro.Ho provato varie mascherine, ma la polverizzazione è talmente fine a quelle velocita di taglio che passa lo stesso.
https://www.mindat.org/forum.php?read,19,47365,382824

Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1707
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: Dal Piave

Messaggio da andrea oppicelli » ven 12 apr, 2019 9:10

Certamente l'esposizione a determinate sostanze minerali può risultare tossica o potenzialmente pericolosa sul lungo termine di esposizione; talvolta ci vogliono anni prima che si manifesti l'effetto sugli organi.
vedi anche topic precedente
viewtopic.php?t=10152
Respiriamo e mangiamo tante porcherie giornalmente e non possiamo rendercene conto.
Ancor peggio per i contaminanti di varia natura presenti nell'acqua e nel terreno e conseguentemente in tutta la catena alimentare.....
Pe ògni poméllin ghe voe o só gaséttin.

Socio GML - Gruppo Mineralogico Ligure
Socio AMI

Avatar utente
Alessio73
Messaggi: 2009
Iscritto il: mar 24 lug, 2007 10:35
Località: Jesi (An)

Re: Dal Piave

Messaggio da Alessio73 » ven 12 apr, 2019 9:45

Scusa Dario ma il taglio non si fa a secco ma con abbondante acqua e gli oli mai usati per lubrificare in fase di taglio semmai solo per la lucidatura mischiata con il diamante e l inalazione direi che è minima se non nulla.
Non ho mai visto scritto sulle confezioni della pericolosità controllero meglio
Socio AMI n° 314 Delegato Marche-Abruzzo

Avatar utente
agi
Messaggi: 679
Iscritto il: mar 22 gen, 2013 13:46
Località: Via Monte Grappa 13, 20010 San Giorgio su Legnano (MI)
Contatta:

Re: Dal Piave

Messaggio da agi » ven 12 apr, 2019 11:08

oli mai usati per lubrificare in fase di taglio
:roll:
mi ricorda un amico che per non far arrugginire le lime le aveva spalmate di grasso ... e poi si lamentava perchè non "grattavano" :lol: :lol:

Avatar utente
Alessio73
Messaggi: 2009
Iscritto il: mar 24 lug, 2007 10:35
Località: Jesi (An)

Re: Dal Piave

Messaggio da Alessio73 » ven 12 apr, 2019 11:19

Di Domenico Dario ha scritto:
ven 12 apr, 2019 8:38
Sulla confezione, che ho buttato, della Raytech made in U.S.A., c'è scritto che contiene nickel e altri metalli che sono cancerogeni.Nella fase di taglio delle pietre vengono emesse queste sostanze che a lungo andare possono recare danni ai polmoni e all'apparato riproduttivo fino al cancro.
Sì la dicitura sui rischi c'è sulle lame da taglio , e se non ho tradotto male dipende anche dai materiali /rocce che tagli quindi dalle polveri delle stesse rocce.
Socio AMI n° 314 Delegato Marche-Abruzzo

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6310
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Dal Piave

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 12 apr, 2019 11:35

Ecco appunto, vedi che c'è scritto Alessio !, non è che me lo sono inventato; e per quanto riguarda il taglio c'è scritto su tutti i manuali americani, visto che queste macchinette le fanno li; e che nel taglio va usato un olio emulsionabile per raffreddare la lama (coolant) se no si consuma piu velocemente e non taglia.Ma andate sui siti americani dei tagliatori di pietre, c'è da imparare e da sapere molte cose che non da noi dove non c'è una cultura, un tradizione di tagliatori di pietre e non mi riferisco a quelli che fanno la sfaccetatura delle pietre preziose, quella è un altra cosa ben diversa dai tagliatori di fette e cabochon.I rischi di cancro e silicosi ci sono anche per poco tempo di esposizione; e l'acqua centra ma non risolve il problema piu di tanto..........ma che vi racconto balle ?
https://www.gemcutters.org/LDA/RockDustDangers.htm

Avatar utente
Alessio73
Messaggi: 2009
Iscritto il: mar 24 lug, 2007 10:35
Località: Jesi (An)

Re: Dal Piave

Messaggio da Alessio73 » ven 12 apr, 2019 12:37

Di Domenico Dario ha scritto:
ven 12 apr, 2019 11:35
Ecco appunto, vedi che c'è scritto Alessio !, non è che me lo sono inventato; ma che vi racconto balle ?
https://www.gemcutters.org/LDA/RockDustDangers.htm
Ovviamente no.
Sul fatto delle lame, anche in Germania ho visto solo e sempre usare acqua, a differenza invece dei cabochon o sfere dove su alcuni macchinari si usano oli o miscele con oli.
Comunque penso che con un uso hobbistico, cioe un taglio al mese o meno, non ci dovrebbero essere rischi gravi.
Socio AMI n° 314 Delegato Marche-Abruzzo

salvatore
Messaggi: 1102
Iscritto il: lun 07 feb, 2011 14:12
Località: Montesilvano PE

Re: Dal Piave

Messaggio da salvatore » sab 13 apr, 2019 0:01

Io uso solo l'acqua e le lame durano,poi, anche se usando lubrificanti durassero di più non mi interessa perchè non voglio imbrattarmi con quelle porcherie.Macchine per tagliare le costruiscono anche in Italia.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6310
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Dal Piave

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 13 apr, 2019 9:12

E chi sono ?

salvatore
Messaggi: 1102
Iscritto il: lun 07 feb, 2011 14:12
Località: Montesilvano PE

Re: Dal Piave

Messaggio da salvatore » sab 13 apr, 2019 22:13

Di quelle che ho io,da oltre 30 anni,non ricordo chi le costruisce ma posso rintracciarlo,poi c'era Severi Paolo che ne costruiva,adesso non so,c'è anche Cesare Pavia che ne costruisce anche automatiche,e probabilmente c'è anche qualcun'altro.

Kilrati
Messaggi: 48
Iscritto il: lun 04 mar, 2019 11:09

Re: Dal Piave

Messaggio da Kilrati » ven 26 apr, 2019 0:01

salvatore ha scritto:
mer 10 apr, 2019 20:32
La resina non serve per lucidare i marmisti la usano per tappare i buchi specialmente nel travertino.
Senza spendere tanto puoi comprarti una piccola sega diamantata,una mola in carborundum,un aggeggio con disco in feltro da usare con ossido di cerio per lucidare.Se vuoi puoi chiedermi spiegazioni,io taglio pietre.
Mi farebbe piacere sapere qualche nome, dove trovarli e prezzi... anche se forse, l'unica cosa che forse, forse potrei prendere, potrebbe essere la mola ad acqua...

Kilrati
Messaggi: 48
Iscritto il: lun 04 mar, 2019 11:09

Re: Dal Piave

Messaggio da Kilrati » ven 26 apr, 2019 0:09

Di Domenico Dario ha scritto:
mer 10 apr, 2019 9:25
Da buon intenditore è un diaspro stupendo, ma quello che mi sorprende è come lo hai lavorato e lucidato, e mi sembra strano il fatto che le parti meno dure siano venute con la stessa lucidatura. Ma davvero hai usato il Dremel e in che modo ?
con queste cerco di tagliare... https://www.amazon.it/gp/product/B07878 ... UTF8&psc=1
con queste sgrosso e do la forma e una specie di rifinitura, non sono male, ma finiscono in fretta. Poi varie carte vetrate e poi passo alle paste diamantate https://www.amazon.it/gp/product/B07DBB ... UTF8&psc=1 con i feltrini https://www.amazon.it/gp/product/B078W8 ... UTF8&psc=1, uso quelli a ogiva o quelli cilindrici.
Adesso sto provando l'ossido di cerio 3,5 micron mi pare, ma non so ancora come si collochi tra le paste abrasive,

Kilrati
Messaggi: 48
Iscritto il: lun 04 mar, 2019 11:09

Re: Dal Piave

Messaggio da Kilrati » ven 26 apr, 2019 0:14

andrea oppicelli ha scritto:
mer 10 apr, 2019 19:58
Visti gli eccezionali risutati sono rimasto a bocca aperta :cheers: e direi che vai alla grande già così con la tua tecnica.
Comunque visto la facile usura delle molette dremel dovresti prenderti una bella mola allo smeriglio completa di vaschetta per l'acqua con la quale potresti più velocemente e facilmente sgrossare i pezzi piccoli; peraltro sono a costi più che accessibili.
La resinatura con componenti epossidici è utilizzata dai marmisti per dare una finitura lucida e perfettamente liscia ai marmi;
potresti chiedere a qualche marmista o rivolgerti nei negozi di vernici .
Grazie mille... Domani o dopo metto altri 2 pezzetti del diaspro... lui sì che mi lascia a bocca aperta quando gli faccio le macro... :bounce:

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6310
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Dal Piave

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 26 apr, 2019 12:02

Procedimento troppo lungo e i risultati sulle fette di calcedonio non sono proprio il massimo con le creme diamantate. Meglio le mole diamantate che rendono la lucidatura uniforme anche sulle parti più tenere .Se si trovassero a buon prezzo le comprerei.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti