Monte Avanza e dintorni

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Rispondi
andrearattini
Messaggi: 25
Iscritto il: dom 21 mag, 2006 14:49
Località: Ravenna

Monte Avanza e dintorni

Messaggio da andrearattini » ven 02 giu, 2006 15:11

Ciao a tutti!
Ho avuto da parte di conoscenti l'inattesa offerta di soggiornare per qualche giorno verso fino giugno ad Auronzo di Cadore. :D
Penso che riuscirò ad andarci organizzandomi tra esami e impegni lavorativi (insegno musica al Conservatorio e presso una scuola privata, e studio per la mia seconda laurea in Economia).
So che nelle vicinanze (circa 35 km) una zona di ricerca è costituita dalle miniere abbandonate del Monte Avanza; su un testo non troppo recente ho letto della presenza dei seguenti minerali: abbondante tetraedrite, con più rari galena, calcopirite, sfalerite e pirite, barite come comune minerale di ganga, quarzo, calcite, tra i minerali secondari azzurrite e malachite.
Qualcuno che conosce, frequenta o ha frequentato la località potrebbe cortesemente darmi qualche informazione o suggerimento in più: è il caso di fare un giro o no? È ancora possibile la ricerca in qualche discarica? Che tipo di attrezzatura mi consigliate?

C'è qualche altro posto interessante nei dintorni? (Io conosco la Valle di Fassa, del Focobon e di Gares, ma non il Cadore).

Infine, perdonate le tante domande, sono dovute alla mia relativa inesperienza e soprattutto alla tanta voglia di 'andar per sassi' e immergersi anima e corpo dentro le opere di quello straordinario architetto, pittore, musicista, artista che è la natura...

Dopo il momento poetico vi saluto calorosamente e ringrazio tutti coloroche vorranno aiutarmi.

Ciao. Andrea

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 23547
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » ven 02 giu, 2006 16:12

Ciao Andrea,
una visita alle miniere di Monte Avanza è senz'altro raccomandata. La raccolta è libera e l'attrezzatura occorrente è quella abituale (rocce in situ e discariche).

Non ti posso anticipare tutte le cose sui minerali presenti a Monte Avanza in quanto insieme a coautori si sta predisponendo un articolo (cui si sta lavorando da più di tre anni con ricerche in posto e numerosissime analisi). Ti dico solo che i minerali presenti sono molti, molti di più di quelli da te elencati (i nomi dei minerali si scrivono in minuscolo, stanti le regole IMA). Alcune specie sono molto rare e rappresentano il primo ritrovamento per l'Italia. Si presentano quasi sempre in "porzioni da micro"!

Fai una ricerca usando lo strumento Cerca, qui accanto a sinistra, con la parola "Avanza" e troverai sul forum molte informazioni sparse qua e là in diversi topics relative appunto alle caratterizzazioni effettuate dal nostro Servizio AMI Determinazione UK (che ora dovremmo chiamare UM = Unnamed, come da recentissime istruzioni IMA).

Buona ricerca (se cerchi per bene, trovi i nomi di quasi tutte le specie presenti nel deposito) e, per poi, buona caccia! Ciao.

PS: Fai un'analoga ricerca con "Comeglians" (una miniera prossima a Monte Avanza) e troverai qualche indicazione anche in questo caso. Comunque le miniere di Monte Avanza sono molto, molto più ricche di specie diverse.

Sull'ultimo numero di Micro trovi il seguente articolo che concerne Monte Avanza. Ecco referenza e abstract:

Referenza:
• Ciriotti, M.E., Möckel, S., Blass, G., Bortolozzi, G. (2006): Cualstibite: ritrovamenti italiani. Micro (UK report), 1/2006, 19-24.

Abstract:
La cualstibite, una rara specie rinvenuta sinora soltanto alla località-tipo della Grube Clara (Wolfach, Foresta Nera, Germania), è stata caratterizzata in due miniere abbandonate italiane, entrambe situate nelle Alpi Carniche: Monte Avanza (Forni Avoltri) e Comeglians, in provincia di Udine, Friuli-Venezia Giulia. Analisi EDS, XRD, EPMA e IR hanno permesso l’individuazione della specie e confermato che spolverature, croste e masse formate da micrometrici cristalli prismatici, da bianco-azzurro ad azzurro cielo, palline a superficie liscia, da submillimetriche a millimetriche, bianche o lievemente azzurre, a volte anche con tonalità grigie o verdine, oppure più decisamente verde-blu, e aggregati radiali verde-blu sono da ascriversi a cualstibite.


PPSS: una curiosità: che strumento/i suoni?
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
maurouno
Messaggi: 144
Iscritto il: sab 28 mag, 2005 0:59
Località: udine

Messaggio da maurouno » ven 02 giu, 2006 23:37

Per Andrea.
Quando hai la data precisa per il Monte Avanza, se di domenica, mi puoi avvertire: può essere che ti accompagno. Per quanto ne so, nelle mie precedenti escursioni non ho trovato gran chè ma forse in due o più (e magari qualcuno più esperto di me) riusciamo a cavarne qualcosa di buono. C'è solo un problema... il cambio di abbigliamento: da dove lascio l'auto al piazzale grande sono due orette in salita e io di solito arrivo fradicio, poi da lì in 15 minuti si arriva alla zona delle rocce verdi e due volte su tre, quando arrivi comincia a piovere! Non sono mai entrato nelle gallerie. Comunque non immaginavo la gran quantità di minerali segnalati (a parte il fatto che ho dei campioncini senza nome) e da ciò puoi capire la mia ignoranza in materia. Comunque se ritieni avvertimi.
Ciao.
Maurizio

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 23547
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » sab 03 giu, 2006 10:38

L'entrata nelle gallerie è decisamente sconsigliata! Esse sono tutte ufficialmente chiuse e inagibili.
Tutte le numerose specie sono state trovate unicamente cercando tra i massi della zona delle "Pietre Verdi" e tra le numerose discariche, esistenti a più livelli altimetrici.
I minerali presenti sono sempre in campioni millimetrici non sempre facilmente individuabili sul posto. Si consiglia di prendere il materiale che pare presentare interesse (vuoi per la colorazione, vuoi per accenni di cristallizzazioni, vuoi per la presenza di vacuoli) e poi di esaminarlo con molta accuratezza al microscopio binoculare.

Giorgio Bortolozzi, di certo il maggior esperto per il sito in questione, potrà - intervenendo - fornire ulteriori utili consigli.

Se volete (non è un obbligo, ma una semplice raccomandazione) Giorgio ed io siamo a disposizione per tentativamente risolvere dubbi circa l'attribuzione dei campioni trovati, anche se l'esperienza ci insegna che molte volte solo accurate analisi sono in grado di fornire l'identificazione corretta.

I minerali secondari nascono dall'alterazione di tennantite e tetraedrite ricche in Ag, Hg, Zn e Fe in seguito alla importante circolazione di acque e fluidi di processi idrotermali. Il contesto geologico del deposito [stratabound rappresentato da una piega anticlinale con rocce stratificate (marne, calcari marnosi, scisti) nella parte superiore e rocce massicce (dolomia, calcare) in quella inferiore, attraversata da faglie profonde] è una vera “trappola” che permette la formazione di un'infinita serie di specie minerali.

Tra i minerali secondari predominano gli arseniati, i silicati e i carbonati. Meno comuni sono i solfati e gli ossidi/idrossidi, rari gli antimoniati, mentre i fosfati sono rappresentati, al momento, soltanto dalla rarissima piromorfite.

Analisi del concentrato hanno evidenziato la composizione seguente: Cu 35.65%, Sb 28.07%, Zn 8.19%, Hg 2.67%, Fe 0.80%, Ag 0.38%, S 24.74% (Cecchi, 1986), altre riportavano: Cu 34%, Sb 14.41%, Zn 9%, Pb 3%, ossido di bario 30%, Ag 780 gr/t, Au tracce (di Colbertaldo, 1960). Con un tale mix di elementi è "normale" che nel contesto geologico, a grandi linee appena descritto, abbiano a formarsi minerali diversi.

Al momento sono state caratterizzate una sessantina di specie minerali.

Buona caccia!
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
maurouno
Messaggi: 144
Iscritto il: sab 28 mag, 2005 0:59
Località: udine

Messaggio da maurouno » sab 03 giu, 2006 14:35

Per Marco.
Senza nulla togliere alla publicazione del libro sui minerali del Monte Avanza (che prenoto sin d'ora) e senza scavalcare priorità di rito, non hai la possibilità e la voglia di postare alcune foto dei minerali meno noti ritrovati? Potrebbe essere per me un aiuto nella eventuale identificazione di campioncini "unnamed".
Grazie.
Maurizio

Avatar utente
maurouno
Messaggi: 144
Iscritto il: sab 28 mag, 2005 0:59
Località: udine

Messaggio da maurouno » sab 03 giu, 2006 14:50

In alternativa, ora che ho letto meglio il tuo post, se ho ben capito ti potrei mandare dei campioncini per una analisi (tentativamente corretta?)?
A rileggerVi.
Maurizio

andrearattini
Messaggi: 25
Iscritto il: dom 21 mag, 2006 14:49
Località: Ravenna

Messaggio da andrearattini » sab 03 giu, 2006 15:49

Ciao Marco e Maurouno,

Marco grazie per la velocità e la cortesia della tua risposta. Ho trovato diverse informazioni utili oltre a quelle da te fornite direttamente in questo post.

Maurouno sarò ad Auronzo dal 22 al 29 giugno; se domenica 25 sarà una bella giornata farò senz'altro un giro al Monte Avanza e mi farebbe moltissimo piacere incontrarti e passare una giornata in compagnia... Grazie per l'invito; poi ti mando un messaggio privato

Infine per Marco, a 24 anni, cioè quasi due anni fa, mi sono diplomato (con lode) in Strumenti a Percussione al Conservatorio B. Maderna di Cesena.
Il mondo delle percussioni, da quelle classiche, a quelle etniche, a quelle realizzate con materiali 'di scarto' e molta fantasia, è molto vasto e affascinante.
Mi permetto di rubare ancora un pò del prezioso spazio del forum per descriverti il mio strumento preferito: la MARIMBA.
Pressochè sconosciuta da noi (non così all'estero, vedi USA, Nord Europa, Giappone, Sud America) è uno strumento di antica origine africana, costituito da due tastiere sovrapposte (in rosewood) i cui tasti sono disposti esattamente come quelli di un pianoforte; ogni tasto ha un risuaonatore metallico che ne prolunga il suono, che è DOLCISSIMO.
Si suona con 4 bacchette dalla morbida testa di lana, due per mano.
Mi scuso di nuovo per questa divagazione, ma adoro questo strumento e cerco quanto più posso di diffonderne la conoscenza.
Ecco qualche mia foto 'all'opera' di qualche anno fa...

Ricambio la tua curiosità con una mia: di musicisti-collezionisti di minerali ne ho incontrati pochissimi... in base alla tua esperienza, confermi?

Ciao e grazie a tutti.
Cancellate pure se prende impropriamente troppo spazio.
Andrea
Allegati
Scansione.jpg
Scansione0001.jpg
Scansione0002.jpg

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 23547
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » sab 03 giu, 2006 16:13

Ciao Andreae Maurouno.
Grazie Andrea di aver soddisfatto la mia cusriosità. Da giovane ho suonato basso e chitarre in diversi complessi (alcuni anche con una certa fama almeno negli anni dal '950 alla fine degli anni '960). Di qui la mia richiesta.

Maurouno se vuoi sottopormi campioni per un tentativo di analisi a vista oppure per indagini analtiche serie, lo puoi fare tranquillamente.
Precisa sempre se il campione è sacrificabile oppure no.
Il mio indirizzo è il seguente:
Marco E. Ciriotti
via San Pietro, 55
10070 Devesi-Ciriè TO

Per quanto riguarda la tua richiesta di pubblicazione di foto dell'articolo per Micro (non libro) in preparazione, non ritengo giusto soddisfarla. Innanzitutto non sono l'unico autore dell'articolo e quindi dovrei chiedere e ottenere anche l'autorizzazione dei co-autori. Poi comunque penso non sia per nulla corretto anticipare pubblicamente alcunchè del lavoro di più di tre anni di ricerche che hanno direttamente coinvolto quattro/cinque persone tra "ricercatori sul campo", fotografi e analisti/mineralogisti/cristallografi professionisti e amatoriali.

Su Micro 1/2006 puoi trovare le foto della cualstibite.

Micro 1/2006 è stato distribuito proprio in questi giorni.

Per avere Micro basta essere soci dell'AMI: http://www.amiminerals.org/
La quota annua ammonta a 25 Euro e si può versare inviando contanti o assegno al tesoriere AMI:
Gianfranco Badaracchi
via Tofane, 23
26100 Cremona
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2606
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Messaggio da bortolozzi giorgio » sab 03 giu, 2006 19:43

C'è la possibilità di salire con l'auto (se non avete un fuoristrada la pendenza consiglia al massimo due persone magre a bordo). Basta richiedere il permesso alla Comunità Montana del Friuli (io personalmente non l'ho mai fatto, ma penso che l'indirizzo si trovi in Internet).
Se diventerete soci AMI, per la prima settimana di ottobre è prevista una gita proprio al Monte Avanza. Nel frattempo, se non siete molto esperti, mettete via tutto quello che raccogliete (soprattutto le palline piccole di vario colore); quando uscirà l'articolo, visto che dovrebbero esserci molte foto, sicuramente riuscirete a riconoscere molte specie rare.

Avatar utente
maurouno
Messaggi: 144
Iscritto il: sab 28 mag, 2005 0:59
Località: udine

Messaggio da maurouno » sab 03 giu, 2006 23:39

Ringrazio Marco per essersi offerto come "classificatore" (passami il termine) e per quanto riguarda le foto dei campioni capisco le motivazioni addotte (che peraltro immaginavo). Ringrazio anche Giorgio per i consigli e gli estendo la proposta di incontrarsi quella domenica così da poter essere in compagnia di un guru della zona, fermo restando che aspetterò con ansia la prima settimana di ottobre per partecipare alla gita AMI.
PS: per Andrea.
Nel frattempo cerco di organizzarmi e ottenere il permesso citato da Giorgio che ci farebbe risparmiare quelle due orette di cui ti parlavo (che in effetti, alla mia età, cominciano a pesare un pochino). OK?
Ciao a tutti.
Maurizio
Allegati
m,ava,16.jpg
m,ava,12.jpg

andrearattini
Messaggi: 25
Iscritto il: dom 21 mag, 2006 14:49
Località: Ravenna

Messaggio da andrearattini » lun 05 giu, 2006 1:02

Grazie a Giorgio anche da parte mia.

Buonanotte.

Andrea

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 23547
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mer 02 ago, 2006 9:23

Ciao a tutti, buone ferie a quelli che ci vanno o ci sono e buon lavoro e/o riposo a quelli che restano.
Leggo su AMI Notizie n. 8, tra le altre cose , dell'escursione sul Monte Avanza.
Ci sono stato domenica e credo che la strada per arrivare al piazzale grande non sia praticabile con vetture "normali" nemmeno con una sola persona a bordo... c'è stata anche una piccola frana e le cunette in corrispondenza delle canaline per il deflusso dell'acqua sono abbastanza alte e forse per ottobre sarà anche peggio; io ci sono stato con un pandino 4x4 in prestito ma se fosse stato 15 cm + alto non sarebbe stato male!
È comunque un mio pensiero ma inviterei gli interessati e/o organizzatori a verificare per tempo la praticabilità della carrareccia.
Detto questo, e visto che quasi sicuramente non sarò a Cremona, vi comunico sin d'ora il mio interesse a partecipare alla ricerca (sono peraltro quasi più invogliato a vedere cosa voi esperti avete trovato per confrontare i miei campioncini e quindi ritengo che la serata del sabato sia irrinunciabile)!
PS: per Marco... a questo punto ritengo doveroso incontrarmi prima col Bortolozzi per una determinazione almeno de visu dei miei UM del Monte Avanza, se poi troveremo delle difficoltà ti invierò i campioncini sconosciuti per controlli.
Grazie per l'ospitalità e di nuovo ciao a tutti.
Maurizio
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 23547
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mer 02 ago, 2006 9:25

Sono anch'io interessato a partecipare alla gita, con pernottameneto in loco.
Dalla foto si vede una zona mineralizzata molto limitata: è tutto lì?
Fabio
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 23547
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mer 02 ago, 2006 9:27

A Monte Avanza ci sono almeno gallerie su quattro diversi livelli. Tutte da non praticare.
Ci sono però le relative discariche e poi c'è la zona delle Pietre Verdi (un affioramento in loco) che è quella fotografata (se ben ricordo).

Le ricerche si possono effettuare nella zona delle Pietre Verdi e nelle discariche a diversi livelli.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 23547
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mer 02 ago, 2006 9:54

Grazie Maurizio. Terremo conto dei tuoi suggerimenti. Giorgio Bortolozzi ne farà tesoro.

Per le prenotazioni seguire alla lettera quanto indicato su AMI Notizie n. 8 e cioè telefonare a Prandoni: 0331540460
Grazie.
Ultima modifica di Marco E. Ciriotti il mer 02 ago, 2006 11:43, modificato 1 volta in totale.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti