Autunite calabra: informazioni sulla località

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10433
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 23 giu, 2014 9:04

Non i responsabili del forum ma gli interessati a discutere di questo argomento.......

Non posso però non far notare che l'argomento "legge", nel nostro burocratico paese è complesso e, a volte, indistricabile per gli addetti ai lavori; gli stessi avvocati oramai si specializzano in certi tipi di cause/parti dl codice e si appoggiano a colleghi per altri argomenti......prima di inzuppare le discussioni con citazioni di leggi, articoli ed altro pensate anche a questo...non impantanatevi in discorsi più grandi di voi per fare vedere chi ne sa di più.....la discussione qui sopra è a dir poco allucinante.....

Seguiamo il consiglio di Paolo che fra le righe ha detto" pensiamo a fare ricerca, altrimenti questa muore"........se non è già kaput...

Ps: mi piacerebbe vedere per alzata di mano chi ha le fatture di tutti i pezzi che ha comprato...con tanto di certificato di provenienza.... :D :D :D :D :D

Vabbè, vi giustifico solo perchè fa caldo :D :D :D :D
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

christian7379
Messaggi: 198
Iscritto il: mar 03 mag, 2011 13:53
Contatta:

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da christian7379 » lun 23 giu, 2014 10:18

Sicuramente non ce l'ha nessuno, ma la ricevuta dovrebbe essere emessa sempre da chi effettua una vendita anche se tra privati.Se in una mostra entra la finanza non so fino a che punto non possa dirti nulla nel momento che vendi un pezzo sul tavolo e non sei commerciante ma devi comunque emettere una ricevuta, perchè i proventi delle vendite "occasionali" devono essere dichiarati e sono tassati normalmente come redditi diversi.
Io parlo di teoria poi sappiamo tutti che la pratica è ben lontana dalla realtà.
Ma visto che questa è la realtà non pensiamo di essere nel giusto.

Avatar utente
ChinellatoPhoto
Messaggi: 2762
Iscritto il: lun 16 gen, 2012 14:58
Località: Venezia
Contatta:

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da ChinellatoPhoto » lun 23 giu, 2014 10:32

Luciano Vaccari ha scritto:
Ps: mi piacerebbe vedere per alzata di mano chi ha le fatture di tutti i pezzi che ha comprato...con tanto di certificato di provenienza.... :D :D :D :D :D

Vabbè, vi giustifico solo perchè fa caldo :D :D :D :D
dove acquisto io le fanno sempre, sopratutto lavisnky....capirai uno che fa milioni di dollari all'anno se si fa problemi a battere le fatture...qua in Italia si
Mindat Gallery http://www.mindat.org/user-5018.html#2_0_0_0_0_0_

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Avatar utente
ChinellatoPhoto
Messaggi: 2762
Iscritto il: lun 16 gen, 2012 14:58
Località: Venezia
Contatta:

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da ChinellatoPhoto » lun 23 giu, 2014 10:39

christian7379 ha scritto:Sicuramente non ce l'ha nessuno, ma la ricevuta dovrebbe essere emessa sempre da chi effettua una vendita anche se tra privati.Se in una mostra entra la finanza non so fino a che punto non possa dirti nulla nel momento che vendi un pezzo sul tavolo e non sei commerciante ma devi comunque emettere una ricevuta, perchè i proventi delle vendite "occasionali" devono essere dichiarati e sono tassati normalmente come redditi diversi.
Io parlo di teoria poi sappiamo tutti che la pratica è ben lontana dalla realtà.
Ma visto che questa è la realtà non pensiamo di essere nel giusto.
anche perchè alle fiere non c'è nessuno che batte scontrini o altro, anche quelli che dovrebbero farlo avendo negozio
Mindat Gallery http://www.mindat.org/user-5018.html#2_0_0_0_0_0_

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10433
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 23 giu, 2014 10:58

Christian, la realtà è che in Italia in materia di legge esiste poco o nulla; a parte i divieti assoluti in materia protezionistica ambientale, in termini di minerali non c'è quasi niente di chiaro....

Alcune regioni (Piemonte, Valle d'Aosta, Trentino..) l'hanno regolata e non proibita(dove c'è volontà di fare)

In altri casi regna il caos, tanto che nessuno sa cosa si deve fare e come ci si deve comportare in caso che......

Ecco perchè trovo insensato parlarne e mettersi a fare la punta all'ago....

Riguardo alla tua osservazione sull'atteggiamento dell'AMI invece va fatta una precisazione:

anni fa, dal forum, partì un'iniziativa volta a creare un dialogo con le istituzioni per far sì che, in questo mare tempestoso della ricerca di minerali, fosse fatta chiarezza dialogando con le istituzioni.....il risultato finale è stato che AMI, come tale, ha adottato un codice deontologico che vuole essere una linea guida su come si dovrebbe comportare un cercatore che voglia fare la sua attività in modo sostenibile e credibile; va da sè che ognuno sa del suo e adotta una propria morale. Di pari si notò che la ns. comunità era decisamente divisa fra chi vuole coltivare il proprio orticello in barba ai divieti, specie se ha modo e amicizie per accedere in sicurezza laddove pochi possono, e chi invece abbracciava l'idea convinto che fosse l'unico modo per ottenere, in futuro, la possibilità di vivere il nostro hobby in modo tranquillo.....per avere ciò si dovrebbero accettare regole, a volte compromessi, e questo non è di facile digestione per molti stomaci.

L'AMI si sta muovendo benissimo in quanto a dialogo con le istituzioni, mettendo sempre avanti quanto sia rilevante l'aspetto scientifico della nostra attività, anche quando svolta in modo hobbistico....piano piano potremo arrivare a risultati più decisivi ma, per ora, dobbiamo tenere conto di quella che è la situazione ad oggi che, ripeto, ci vede abbastanza disomogenei in quanto a vedute....motivo in più per non menarsela troppo con facili e, spesso, ridicoli moralismi.

Facciamo ciò che ci riesce meglio, stiamo fra amici e cerchiamo "sassi".....e se ci riesce di farlo in modo onesto tanto meglio.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10433
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 23 giu, 2014 11:03

Se volete che ci si capisca dovete tenere divisi i due argomenti: raccolta /detenzione di minerali e aspetto fiscale.....sul secondo ci sono regole che tutti, penso, conosciamo....come e perchè a volte vengono applicate in modo diverso o altro non lo so e non mi interessa...

Per quanto riguarda quello che ha detto Matteo...ripeto...lasciamo stare i facili moralismi..all'estero è meglio, è peggio....siamo in Italia e dobbiamo fare con quello...punto...

Se altrove sono più bravi tanti complimenti....ma qui, parliamo di minerali ;)
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Silano
Messaggi: 23
Iscritto il: ven 27 gen, 2012 15:39

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da Silano » mar 08 lug, 2014 19:01

Parliamo di minerali ....

Quella dell'autunite silana è una storia strana. Sembrava, pochi anni fa, di essere scomparsa definitivamente. Per averne una foto ci siamo dovuti recare ad un museo di Napoli. Non ne possedeva un campione neanche Giampaolo Barone! Adesso, da qualche mese, magicamente, è ricomparsa. In vendita su Ebay, ostentata sui forum etc. Qualche dubbio non può non venire.

Non voglio accusare nessuno ma solo ricordare che l'area dove si trova l'autunite non solo è nel Parco Nazionale della Sila, con tutto quello che ne consegue, ma addirittura in una riserva biogenetica. Scavare da quella parti non fa bene ne alla salute (per le polveri del sabbione intriso di uranio) e ne alla fedina penale, se ti beccano.

C'è solo un posto in Sila dove si trova autunite, almeno secondo le mie informazioni, ed è vicino al lago Cecita o Mucone se preferite. Ma non è una zona ristretta e interessa i territori, credo, di almeno tre comuni: sicuramente Spezzano della Sila e poi probabilmente San Giovanni in Fiore e Longobucco.
L'area non è impervia ed è facile da percorrere ma a piedi in quanto le vecchie stradelle sono quasi tutte sbarrate dalla forestale. L'autunite si trova sicuramente sopra il centro visite del Cupone dove sono presenti tuttora delle buche scavate neglia anni 50 dalla Somiren. La radioattività è presente il altri posti vicini e adiacenti ma non voglio citarli per non incoraggiare ricerche di frodo.

Il minerale, presente nel granito, si è formato recentemente e non si capisce se ciò sia avvenuto per una arricchimento conseguente alla liscivazione dell'uranio contenuto nella biotite del granito o all'erosione di un notevole filone pegmatico con uranite simile a quello dell'Aspromonte (mi sembra di ricordare Davoli).

Un saluto a tutti

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6079
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 08 lug, 2014 19:21

E' possibile vedere qualche foto della località in questione e magari, se ci sono, qualche foto dei saggi fatti in passato?

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3252
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da Alessandro » mar 08 lug, 2014 20:06

c'è proprio poco, l'unica foto del sito 'è in questo topic.
Sul libro (famoso verde) Guida ai minerali dei Fratelli Fabbri a pag. 175 c'è una foto di autunite di Camigliatello esposta al Museo di Scienze Naturali di Milano e relativo itinerario di ricerca.
Ultima modifica di Alessandro il mar 08 lug, 2014 23:08, modificato 1 volta in totale.
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6669
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da Massimo Russo » mar 08 lug, 2014 21:10

Dario per quante ricerche bibliografiche abbia fatto ... Non c'è assolutamente nessuna foto vecchia o recente ... anzi se ce ne fossero sarei interessato.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Silano
Messaggi: 23
Iscritto il: ven 27 gen, 2012 15:39

Re: Autunite calabra: informazioni sulla località

Messaggio da Silano » mer 09 lug, 2014 23:49

La foto del posto è quella inserita all'inizio della discussione da Pasquale. Le mie è inutile che vado a cercarle perché non aggiungono niente a quella.

L'itinerio riportato nella guida Fabbri è esatto ma molto vago. La stradella a cui si riferisce passa nel centro visite di Cupone e non è possibile percorrerla con mezzi. Sono in effetti circa 4 chilometri in salita. La descrizione e la mappa sul libro di Ravagnani è più precisa. Io ho trovato il posto usando quella.

Credo che qualche decennio fa circolassero altre mappe con una mineralizzazione nel territorio di San Giovanni in Fiore. Penso ma non sono sicuro che si trovasse nei paraggi. Non sono riuscito a trovare questa ipotetica mappa. Se qualcuno ha notizie saprò ricambiare :wink:
Non mi interessano campioni di minerale ma solo il "censimento" delle aree radioattive.

Se dovessi cercare l'autunite non la cercherei nelle trincee della Somiren ma in giro negli affioramenti di granito della zona. Con un geiger ovviamente. Per la verità, domenica scorsa, volevo andare da quelle parti ma ho cambiato idea a causa delle barre che bloccano il transito nella stradella che volevo percorrere.

Saluti

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti