CNMI - Miniere Brosso, Torino, Piemonte: elenco dei minerali

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 25449
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

CNMI - Miniere Brosso, Torino, Piemonte: elenco dei minerali

Messaggio da Marco E. Ciriotti » lun 18 ott, 2004 12:06

Con riferimento al lavoro di Italo Campostrini citato in referenza, si elencano - qui di seguito - le specie minerali certe illustrate nel libro in questione e relative alla miniere di Brosso, Cálea, Léssolo/Brosso, Torino, Piemonte:

actinolite, amesite, anatasio, andradite, anidrite, ankerite, antigorite, "apatite", aragonite, argento, arsenico, arsenolite, arsenopirite, azzurrite, barite, berthierite, "biotite", bismutinite, bismutite, bismuto, boulangerite, bournonite, brookite, brucite, "cabasite", calcite, calcopirite, canavesite (TL), cerussite, "cloriti", cloritoide, cosalite, cronstedtite, cuprite, dickite, dolomite, diopside, dypingite, ematite, epidoto, farmacolite, ferberite, ferrorneblenda, fluorite, forsterite, galena, gesso, gedrite, grafite, goethite, humite, ilmenite, inderite, iperstene, lepidocrocite, linarite, lizardite, ludwigite, magnesio-hastingsite, magnesite, magnetite, malachite, marcasite, marialite, melanterite, molibdenite, muscovite, nesquehonite, oro, ortoclasio, pickeringite, picrofarmacolite, pirite, piroaurite, piromorfite, pirrotina, quarzo, rutilo, scheelite, sfalerite, siderite, solfo, stronzianite, svanbergite, szaibelyite, talco, tetraedrite, titanite, topazio, tremolite.

Segnalate come dubbie o descritte inadeguatamente: allofane, antimonio, auricalcite, bornite, cuprotungstite, franklinite, grossularia, jamesonite, kotoite, idromagnesite, melanoflogite, plattnerite, smithsonite, stibnite, uraninite, "wolframite. Le specie segnalate come dubbie o inadeguatamente descritte sono da ritenersi, con alto grado di attendibilità, non esistenti a Brosso.

Ref.:
• Campostrini, I. (2001): Le miniere di Brosso. Monografie XXIX. Museo Regionale di Scienze Naturali, Ed., Torino, 185 pp.
Ultima modifica di Marco E. Ciriotti il ven 10 mar, 2006 17:13, modificato 3 volte in totale.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 25449
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » lun 18 ott, 2004 14:16

Il minerale in elenco come dypingite non è mai stato accuratamente caratterizzato.
Potrebbe anche trattarsi di altra fase.
È sempre strettamente associato alla canavesite e, come quest'ultima, è di formazione relativamente recente.

Eventuali integrazioni e aggiornamenti all'elenco presentato sono benvenuti.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3265
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Luca Baralis » lun 10 ott, 2005 11:39

In collezione ho un campione che mi era stato indicato come "manganosideroplesite" di Brosso. Non ne ho mai approfondito la natura...
Qualche idea?
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
domenico
Messaggi: 5632
Iscritto il: gio 30 set, 2004 11:40
Località: Garbagnate Milanese (Mi)
Contatta:

Messaggio da domenico » lun 10 ott, 2005 11:43

Ciao, LB, piacere di averti conosciuto a Torino di persona.
Con quel nome venivano pittorescamente definiti alcuni campioni di siderite più trasparente di Brosso, oppure, non mi ricordo bene, alcuni cristalli di calcite che erano cristallizzati sempre sulla siderite.....
Ciao.

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 25449
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » lun 10 ott, 2005 11:50

Ciao LB,
la "manganosideroplesite" (Maletto & Fois, 1979) di Brosso è siderite.

Referenza:
• Maletto, G. & Fois, D. (1979): La manganosideroplesite della miniera di Brosso. Notiziario di Mineralogia e Paleontologia, 20.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3265
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Luca Baralis » mar 11 ott, 2005 9:06

Grazie.

Altri dubbi:
quali potrebbero essere le più probabili attribuzioni delle fasi cuprotungstite e smithsonite, indicate come dubbie, in questa località (Brosso)?
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
domenico
Messaggi: 5632
Iscritto il: gio 30 set, 2004 11:40
Località: Garbagnate Milanese (Mi)
Contatta:

Messaggio da domenico » mar 11 ott, 2005 9:47

Ciao Marco,
forse potresti inserire sotto quella disputa chattata, in un altro punto. qualcosa sulla inderite chiarendo bene quale minerale sia quello trasparente in ciuffetti che si trova nella grotta grande con la inderite (ci sono andato 18 anni fa!) e magari spiegare di quale inderite si tratta quella inserita nella lista, io personalmente prima che passasse l'amico Fraccaro avevo già a Torino decartellinato appunto una ex inderite.
Ciao :P

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 25449
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 11 ott, 2005 9:57

Ci proverò, ma la faccenda non è delle più chiare.
Prima - magari - sento Italo, se del caso.
Ciao.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 25449
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

"Cuprotungstite"/"smithsonite" di Brosso

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 11 ott, 2005 10:43

Eccomi. Vedo di far chiarezza riportando qui le descrizioni delle specie per le quali - a quanto ho capito - esiste confusione a livello di collezionisti.

Per dirla con Italo Campostrini, che nelle descrizioni fornite è chiarissimo, uso, in massima parte, le parole da lui stesso impiegate nel bel libro "Le miniere di Brosso" della serie Monigrafie XXIX 2001 del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, certo del suo assenso al riguardo.

Per prima cosa la risposta a Luca B.

- Cuprotungstite: gli esemplari targati cuprotungstite dovrebbero essere tutti di sola provenienza livello 443 "Ribasso Trouvetto" (Thoni, 1973) e sono, in realtà, tutti costituiti da scheelite in incipiente stato di alterazione. Il minerale, che si presenta in cristalli bipiramidali (sino a 13 mm), di colore bruno oliva, con lucentezza grassa e una certa trasparenza in alcuni punti, è associato a siderite e quarzo che pare contenere quantità minime di melanoflogite.

- Smithsonite: alcuni campioni con cristalli di colore variabile da giallo oro a giallo chiaro e dimensioni di qualche millimetro, che si trovano associati alla ferberite nel livello 541 "Dey superiore", sono stati attribuiti a smithsonite (Brizio, 1986). Le ricerche effettuate su campioni di questo tipo non hanno però portato all'identificazione di nessun esemplare di smithsonite. La paragenesi sarebbe costituita da ferberite, quarzo, siderite, pirite ed ematite.

Referenze:
• Brizio, P. (1986): Brosso, Traversella e dintorni: 200 anni di mineralogia. Associazione Piemontese di Mineralogia e Paleontologia, Ed., Torino, 56 pp.
• Thoni, R. (1973): Cuprotungstite in cristalli trovata per la prima volta a Brosso. Notiziario del Gruppo Mineralogico Piemontese, 5(2), 7-9.

N.B.: Al tempo in cui Thoni esaminò il materiale esisteva una certa confusione (ora del tutto dissipata) tra gli spettri JCPDF della cuprotungstite e quelli della scheelite.


Più tardi risponderò al quesito - più complesso - di Domenico che - sostanzialmente - coinvolge tutti i borati trovati a Brosso.
Ultima modifica di Marco E. Ciriotti il ven 07 apr, 2006 16:25, modificato 1 volta in totale.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Giovanni Fraccaro
Messaggi: 2066
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 12:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy
Contatta:

Messaggio da Giovanni Fraccaro » mar 11 ott, 2005 12:32

Come è venuto fuori, sempre in questo forum, praticamente tutti i campioni etichettati in passato come inderite sono nesquehonite.
Errore che in pratica si è trascinato per anni, visto che anche autorevoli persone la etichettavano cosi; ovviamente in buona fede.
Lo stesso Campostrini per anni ha classificato inderite quei bellisiimi campioni di nesquehonite.
Inderite, probabilmente, sono invece quei campioni contenenti piccoli cristalli bianco latteo che raramente si trovavano nel salone chiamato appunto dai collezionisti "dell'inderite".
Anch'io anni fa ne trovai un campione, e visto che l'inderite era data per presente sicuramente, io pensavo che fosse un altro borato sempre della famiglia dell'inderite; mi viene il dubbio che quella fosse la vera inderite.
Appena trovo il campione me lo guardo meglio, e vi faccio sapere.

Gianni

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 25449
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 11 ott, 2005 15:34

Dal libro tutto è molto chiaro.

Avevo, in tarda mattinata preparato il messaggio per il forum spendendo quasi un'oretta di tempo, ma è saltato il collegamento e così il lavoro è andato perso prima che riuscissi a spedirlo! Sigh!.

Ciao.

PS: Gianni, tu che sei vicino, se vuoi puoi passare e ti lascio il libro. Ci sono le foto di quasi tutti i borati e una eccellente descrizione di come si presentano e anche le spiegazioni delle confusioni che ci sono state.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 25449
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 11 ott, 2005 15:47

Proprio così. Non mi era mai successo. Ma stavolta meritava la pena! Penso ci siano lavori in zona, perchè sono stato disattivo sino a pochi minuti fa.
Grazie per la comprensione!
Buona serata.

PS: Ho avvisato Gianni dell'aschamalmite.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Carlo Alciati
Messaggi: 1363
Iscritto il: lun 30 ago, 2004 16:47
Località: Ivrea (TO)
Contatta:

Messaggio da Carlo Alciati » mar 11 ott, 2005 17:00

Conviene sempre, prima di inviare un testo di una certa lunghezza, oppure se ci si è alzati dal PC e si ritorna dopo un pò di tempo, selezionare tutto il testo scritto e salvarlo in memoria (CTRL-C), poi si può inviarlo.
Se nel frattempo il collegamento con il forum è stato chiuso dal server, almeno si riesce nuovamente, in brevissimo tempo, a mandare lo scritto salvato (dopo che ci si è nuovamente loggati al forum).

Carlo
Carlo Alciati
Segretario GMI - Gruppo Mineralogico di Ivrea "Aldo Nicola"

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 25449
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 11 ott, 2005 17:13

Ottimo consiglio, Carlo.
Grazie.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Giovanni Fraccaro
Messaggi: 2066
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 12:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy
Contatta:

Messaggio da Giovanni Fraccaro » mar 11 ott, 2005 21:41

Marco,
se il libro a cui ti riferisci è quello di Campostrini, no problem.
Lo avevo acquistato appena uscito.
Grazie.

Gianni

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti