Rischi oggettivi dei luoghi di ricerca

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Rispondi
Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6671
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Rischi oggettivi dei luoghi di ricerca

Messaggio da TOSATO FABIO » mer 25 ott, 2006 20:12

Apro questo topic su un argomento spesso tralasciato ma che tutti noi abbiamo affrontato e, purtroppo, chi l'ha affrontato male ne ha pagato le conseguenze (anche gravissime purtroppo).
Credo sia interessante che i vari partecipanti al forum postino qui le loro esperienze, specie se negative, in modo che assieme possiamo aiutarci, e aiutare i neofiti.
Fabio

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26584
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » gio 26 ott, 2006 16:01

Messaggio di Manuel spostato qui per competenza:

"Si, Fulvio confermo quello da te detto, e riferito da Luca D.P. a suo tempo e che affettuosamente saluto.
La realtà che ci dobbiamo confrontare è purtroppo questa!
Prima i divieti, successivamente vincoli di ogni genere!
Permessi da inoltrare, numero di persone da precisare, ecc.
E che Traversella rappresenta ancora un "dulcis in fundo"!
Se non altro ancora andate, in condizione di sicurezza e limitatamente alla concessione di ricerca, ma andate!
Che dovrei dire dei miei trascorsi in miniera a Vignola e Cinquevalli (dal ottanta alla metà degli anni novanta).?
Dirò solo che a primavera scorsa ho interpellato un compagno d'avventura di Trento per tentare il 3° livello di Vignola (quello del eritrite per intenderci), mi rispose se sono matto. Bisognava salire al quarto (il terzo è da tempo franato) e attraverso dei camini verticali con scalette in ferro arrugginito, raggiungere un framezzato, e da lì calandosi per le condotte in ferro del aria compressa (allora usata per i trapani) si avrebbe raggiunto il posto!!!
LE CONDIZIONI ATTUALI DI RICERCA IN GALLERIA SIA A VIGNOLA CHE A CINQUEVALLI SONO PREGIUDICATE DALLE LORO PESSIME CONDIZIONI!!!"
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10745
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » gio 26 ott, 2006 16:03

Certo Fabio.
Condivido.
Breve storiella.
Lo scorso novembre mi sono recato presso l'ofiolite di Sasso Puzzino, presso Renno, comune d Pavullo nel Frignano, Modena, Emilia-Romagna, Italia... (meglio di un cartellino).
L'ofiolite ha una notevole estensione verticale tant'è che prima di scendere alla base abbiamo visitato il cappello, la cima per intenderci.

Sono rimasto solo pochi minuti perchè essere vicini ad un "salto" di almeno 30 o più metri mi inquietava.
Una volta scesi con il mio AMIco Ivan abbiamo avuto la fortuna di imbatterci in una geode di analcime che ci ha regalato cristalli centimetrici, come dire "prudenza premiata"!?!

A parte la battuta finale, se avessi trovato qualcosa di interessante là in cima avrei puntato a tornarci con misure di sicurezza a seguito (corde).

Non so se sono eccessivamente prudente o non così appassionato come credo, ma per parafrasare alcuni miei parenti abruzzesi: "la pelle è la numero 1".
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6671
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Messaggio da TOSATO FABIO » gio 26 ott, 2006 16:13

Tanto per fornire notizie utili, potrebbe essere interessante fare dei piccoli messaggi in cui un forumista indica per il posto X quali rischi oggettivi X-Y ci sono e quali misure di sicuerzza-prudenza bisogna adottare.
Esempio
MINIERA VIGNOLA (TN)
accessi alle gallerie vietati e chiusi / non chiusi; all'interno i vari livelli comunicanti solo a grave rischio, solo con proprie scale, ecc.
discarica accessibile, pendenza media.

Fabio

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10745
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » gio 26 ott, 2006 17:16

OK Fabio buona idea.
Allora citerei il Sasso delle Lucine, idrotermalite nota per la jamborite, millerite, reevesite, vaesite, anatasio, goethite aciculare, sfalerite, ecc...
in località Castelluccio di Moscheda, comune di Montese, prov. di Modena Emilia Romagna, Italia.

L'idrotermalite si raggiunge solo se si conosce la zona perchè è nascosta da un boschetto e giace in mezzo a un campo, a ridosso di un lieve pendio collinare.

L'unica precauzione sarebbe di non andare da soli, perchè in caso di infortunio o malore, è veramente difficile essere visti; cosa saggia come riporta il mitico "Guida ai Minerali" è quello di comunicare a qualcuno dove si va, così che in caso di grave ritardo nel rientrare, chi ci conosce può venirci a cercare.

Quanto scritto vale per tutti i posti da noi frequentati e anche se sembra banale, ritengo che possa essere utile ribadirlo.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
kakuna
Messaggi: 267
Iscritto il: lun 21 ago, 2006 15:27

Messaggio da kakuna » gio 26 ott, 2006 21:22

Bella idea questa del riepilogo dei rischi.

Secondo me sarebbe meglio fare una cosa del genere, cioè una tabella con i seguenti dati.

nome luogo;
come arrivare (breve descrizione);
rischi e accorgimenti (ad esempio: sacche di anidride carbonica...);
cosa portare (funi, stivali, lampade...);
in che punto cercare (anche una piccola immagine con la mappa della zona);
minerali che si trovano (attenzione, quelli più comuni, secondo me sono inutili liste di 50 minerali che non troverai mai, indicherei quindi solo i minerali che si possono realmente trovare, in modo che un giorno dico "toh, voglio trovare la galena", e so dove andare);

È un po' complicato, bisognerebbe fare una specie di topic modificabile da tutti che contiene la tabella, e così ognuno può aggiungere roba (un po' tipo wikipedia ma più semplice).

Allo stesso tempo la vecchia tabella dovrebbe essere salvata per sicurezza da qualche parte.

Il problema di un forum normale è che non si può avere tutto sott'occhio, così sarebbe tutto più ordinato!

Sarebbe davvero utile e interessante! Che ne pensate?
Alfredo Neri

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6671
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Messaggio da TOSATO FABIO » gio 26 ott, 2006 21:55

L'idea è bella Kaku ma complessa.
Fin dall'inizio io avevo un'idea di un DB per località che si componeva appunto in mappa, notizie logistiche, minerali rinvenibili (C-PC-R-MR-RR), punti interessanti e rischi oggettivi.
Chissà forse in futuro.
Per ora in questo topic limitiamoci a indicare per singola località i rischi oggettivi, che poi magari copieremo in una "scheda completa della località X-X-Z"
Fabio

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3246
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Alessandro » gio 26 ott, 2006 22:18

Posti pericolosi ne esistono anche all'aperto non solo necessariamente in galleria.
Ad esempio a me capitò anni fa, a Solfiere miniera attinente a Pereta di Scansano (GR), di essere con un mio amico alla ricerca dello zolfo fumarolico che si deposita in una buca profonda 3-4 metri.
Pur sapendo di osservare certi valori, pressione atmosferica condizioni del vento temperatura dell'aria, ecc., tutto questo non bastò.
Scendendo per primo in detta buca (ci sono dei gradini), con le fumarole quasi a zero come vapori (in pratica giornata quasi ideale) in pochi secondi mi sentii senso di nausea e svenimento. Fortunatamente la prontezza del mio amico fu di afferrarmi per un braccio e di tirarmi sù.
Successivamente sapemmo dal guardiano di Pereta che tanti decenni fa alcuni minatori ci hanno rimesso la vita in quelle buche, a testimonianza di ciò rimangono l'erba bruciata e ossa di istrici mano a mano che ci si avvicina a quella buca.
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10745
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » ven 27 ott, 2006 8:54

a testimonianza di ciò rimangono l'erba bruciata e ossa di istrici mano a mano che ci si avvicina a quella buca.
Sembra l'anfiteatro dell'inferno dantesco... comunque mi pare un'ottima e utile testimonianza Alessandro.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3246
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Alessandro » ven 27 ott, 2006 9:44

Completando il quadro su Pereta, direi che non è un posto pericoloso (a parte quanto già scritto sopra); ci sono due discariche e due valloni.
Si può ancora reperire peretaite, klebelsbergite, coquandite, valentinite, metastibnite e gearksutite.
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
domenico
Messaggi: 5635
Iscritto il: gio 30 set, 2004 11:40
Località: Garbagnate Milanese (Mi)
Contatta:

Messaggio da domenico » ven 27 ott, 2006 9:53

E nei massi con parecchio quarzo, ma molto più raramente può trovarsi la minyulite.
Ciao.

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6671
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Messaggio da TOSATO FABIO » ven 27 ott, 2006 13:32

Inserite per favore solo i rischi oggettivi, non la mineralogia dei luoghi. E' un doppione di altri topic.
Fabio

Avatar utente
domenico
Messaggi: 5635
Iscritto il: gio 30 set, 2004 11:40
Località: Garbagnate Milanese (Mi)
Contatta:

Messaggio da domenico » ven 27 ott, 2006 13:53

Hai ragione Fabio, ecco qua.

Il pericolo sta che i blocchi con la minyulite sono molto duri, per cui se ti scappa il martello ti puoi fare male ad un dito.
Ciao caro Socci, ciao a tutti.

Quando i byte mancheranno CANCELLARE

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3246
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Alessandro » ven 27 ott, 2006 13:57

Hai perfettamente ragione Fabio, ci ha deviato il kakuna con la sua richiesta.
Ciao.
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7155
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Messaggio da Massimo Russo » ven 27 ott, 2006 14:29

Cari AMIci eccomi qua di ritorno dall'Isola di Vulcano lavoro e bagni (31°C)

Zone del Napoletano

Ricerca in falesia nei Campi Flegrei: Monte di Procida e Isola di Procida pericolosissime per versanti instabili (frequenti franamenti anche di notevoli dimesioni).

Zone del Somma-Vesuvio (oltre che area parco, vietatissime), tutte le cave sono discariche spesso non autorizzate di materiale di ignota natura.

Zona dell'avellinese: Mefite di Ansanto pericolosisime per accumulo di anidride carbonica.

Attenzione si rischia la vita!!!

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti