Quarzi in collezione, curiosità

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Rispondi
Avatar utente
gianniperacchi
Messaggi: 718
Iscritto il: sab 12 ago, 2006 18:25
Località: via Cesare Battisti, 113 - 24025 Gazzaniga, Bergamo
Contatta:

Messaggio da gianniperacchi » mer 19 set, 2007 18:59

Non raramente, nell'Ossola, si trovano anche "corrosi", come se prima dsi fossero cristallizati e poi disciolti in "acido".
Ultima modifica di gianniperacchi il mar 22 gen, 2008 17:06, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Giovanni Fraccaro
Messaggi: 2087
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 12:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy
Contatta:

Messaggio da Giovanni Fraccaro » mer 19 set, 2007 22:05

cancellato
Ultima modifica di Giovanni Fraccaro il gio 11 dic, 2008 22:00, modificato 1 volta in totale.
Gianni

Tiberio Bardi
Messaggi: 1486
Iscritto il: gio 04 gen, 2007 10:25
Località: Via Delle Poggiole 409 - Quarrata (PT)

Messaggio da Tiberio Bardi » gio 20 set, 2007 9:28

Cristalli simili, ma non eguali, si rinvengono/rinvenivano in diverse zone della Toscana.
Tiberio Bardi
Presidente AMPP Associazione Mineralogica Prato-Pistoia

Avatar utente
Cristian Biagioni
Messaggi: 177
Iscritto il: mer 08 set, 2004 21:00
Località: borgo a mozzano (LU)

Messaggio da Cristian Biagioni » gio 20 set, 2007 10:46

Gli ultimi cristalli di quarzo fotografati da Gianni Peracchi ricordano vagamente i quarzi "gommoidi" del Colle Palombaia, all'Elba, studiati da Antonio e Giovanni D'Achiardi, dal Bombicci e dal Rath. Sono curiosi cristalli arrotondati derivanti probabilmente da fenomeni di dissoluzione e ricristallizzazioni avvenuti in più momenti, legati a variazioni temporanee della solubilità della silice nei fluidi idrotermali.
Cristian

geocronite
Messaggi: 825
Iscritto il: lun 02 lug, 2007 13:14
Località: nepi (Vt)
Contatta:

Messaggio da geocronite » gio 20 set, 2007 12:02

Al Colle Palombaia, ho effettuato numerose escursioni, e anche se il Colle è interessato a grandi formazioni di arenaria, potenzialmente interessante per il rinvenimento di fessure cristallizzate, ho rinvenuto solamente della micro fessure di quarzo ma dei famosi quarzi citati nemmeno l'ombra. Mentre in un'altra zona (sopra la discoteca "Club 64") esistono numerosi scavi dove si rinvengono con una certa "facilità" i suddetti quarzi.
Se qualcuno al Colle Palombaia ha rinvenuto qualche cristallo gli sarei grato se me ne dà conferma (probabilmente io ho girato la zona sbagliata!)
Grazie.
fabio
Socio GMR
libero ricercatore

Avatar utente
Cristian Biagioni
Messaggi: 177
Iscritto il: mer 08 set, 2004 21:00
Località: borgo a mozzano (LU)

Messaggio da Cristian Biagioni » gio 20 set, 2007 12:20

I campioni che ho visto io erano conservati nelle collezioni del Museo di Storia Naturale dell'Università di Pisa...
Cristian

Avatar utente
paolo grosso
Messaggi: 734
Iscritto il: ven 28 ott, 2005 21:22
Località: via San Rocco,38-10080 San Benigno C.se -To
Contatta:

Messaggio da paolo grosso » gio 20 set, 2007 12:21

Anche se non è il mio minerale preferito sono molto belli. Complimenti Gianni.

Avatar utente
gianniperacchi
Messaggi: 718
Iscritto il: sab 12 ago, 2006 18:25
Località: via Cesare Battisti, 113 - 24025 Gazzaniga, Bergamo
Contatta:

Messaggio da gianniperacchi » gio 20 set, 2007 19:07

Su questa particolarità di solchi, concentrati sulle terminazioni dei cristalli, vorrei, se possibile, un vostro parere (non c'erano altri minerali sopra, poi asportati).
Potreste anche aiutarmi ad ipotizzare con più precisione la provenienza, dato che ho solo l'indicazione, assai generica, di Monte Bianco e dirmi almeno se è aostano od altro.
Grazie mille in anticipo.
Allegati
DSCN2874.JPG
Quarzo fumè, cristallo maggiore 130(da "punta a coda")x 55 mm, Monte Bianco, Italia (?), collezione e foto G. Peracchi
Ultima modifica di gianniperacchi il mar 16 ott, 2007 14:45, modificato 1 volta in totale.

frac28
Messaggi: 286
Iscritto il: mar 17 lug, 2007 18:02
Località: Milano

Messaggio da frac28 » gio 20 set, 2007 21:03

Sono bellissimi, davvero...

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6750
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Messaggio da TOSATO FABIO » gio 20 set, 2007 21:13

Potrebbero essere vacui lasciati da pacchetti di "clorite"?
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Giorgio
Messaggi: 1246
Iscritto il: gio 21 lug, 2005 22:31
Località: Sesto Calende (VA)
Contatta:

Messaggio da Giorgio » ven 21 set, 2007 9:12

Concordo pienamente con Fabio, tracce di clorite che si è staccata nel lavaggio... poi dire che è versante italiano o francese è un altro paio di maniche!!! Bello comunque il pezzo nonostante quelle "butterature" superficiali! Certo che la "clorite" ne fa di dispetti!!!
Le pietre sono maestre mute: esse rendono muto l'osservatore, e il meglio che da esse si apprende non si può comunicare. J.W.Goethe

Avatar utente
ale
Messaggi: 399
Iscritto il: mar 08 ago, 2006 10:25
Località: Mestre (VE)

Messaggio da ale » ven 21 set, 2007 10:58

Ex "clorite"? Quoto!
Alessandro M.

Avatar utente
claudiok1961
Messaggi: 685
Iscritto il: lun 24 lug, 2006 15:09
Località: via Vamba Luigi Bertelli, 16. - 50135 Firenze (FI)
Contatta:

Messaggio da claudiok1961 » ven 21 set, 2007 12:51

Secondo me viene dalla zona del Triolet. Diciamo più in generale dal gruppo delle Grandes Jorasses (includendo quindi la cresta di Rochfort, l'Argentiere, Triolet, etc...); sarei invece propenso a escludere la zona del Bruillard, Bianco vero e proprio, e pure il Piccolo Bianco dove i cristalli fumè non solo sono ben più rari ma di solito non si trovano ben scuri (come mi sembrano dalla foto) e solitamente non così zonati. Confermo anche che la leggera butteratura è "ex clorite" comunissima sui pezzi della zona.

Avatar utente
gianniperacchi
Messaggi: 718
Iscritto il: sab 12 ago, 2006 18:25
Località: via Cesare Battisti, 113 - 24025 Gazzaniga, Bergamo
Contatta:

Messaggio da gianniperacchi » ven 21 set, 2007 14:31

Interessante l'ipotesi della "clorite".
Però è strano poichè i "solchi" sono distribuiti sulle teste di tutti i cristalli principali e non sul prisma e, soprattutto, perchè, osservandoli al microscopio, non si riscontra la ben che minima traccia di mica residua.
Ma supponendo che di "ex clorite" si tratti, come sarebbe stato possibile eliminarla completamente?
Grazie ancora per i vostri pareri.
Ultima modifica di gianniperacchi il ven 21 set, 2007 15:29, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Giovanni Fraccaro
Messaggi: 2087
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 12:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy
Contatta:

Messaggio da Giovanni Fraccaro » ven 21 set, 2007 15:09

cancellato
Ultima modifica di Giovanni Fraccaro il gio 11 dic, 2008 22:01, modificato 1 volta in totale.
Gianni

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti