Monti Romani, Ponte San Pietro

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6465
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 03 apr, 2009 10:08

Oggi vi voglio segnalare,per chi non la conosce,una località laziale molto interessante per numerose specie rinvenute e ben cristallizzate.
Si tratta della località di Ponte S.Pietro dove é presente una mineralizzazione a solfuri misti molto interessante.Le specie elencate si possono reperire sia nella discarica della miniera sia nei vari filoni in affioramento, oltre a questi si trova oro in concentrazione molto elevata da 20 gr/tonn. fino a 24 gr/tonn.all'interno di filoni di quarzo che ho campionato e fatto analizzare diversi anni fa dalla S.G.M. di Furtei,tale concentrazione ha dato esito positivo ad un eventuale sfruttamento della stessa società.
I dati sono stati oggetto anche di una pubblicazione a riguardo e riferiscono di dati mineralogici e minerogenetici circa l'affioramento in questione.

G. De Casa, A. Mannib, G. Savianob, , and M. Violob
Gold occurrence in Central Italy—the Ponte San Pietro mineralization :
Gold mineralization related to a sulphide-bearing quartz vein within Triassic phyllites has been identified in a former study of an abandoned Cu–Zn–Pb mine in southern Tuscany–northern Latium. The vein-hosted mineral assemblage includes pyrite, sphalerite, chalcopyrite, galena, arsenopyrite, and tetrahedrite; the gold content reaches up to 20 ppm. The mineralization was related to fluids characterised by moderate temperatures and moderate salinities (5–15% NaCl equivalent) and represents the highest grade of Au in the ore deposits of southern Tuscany. The difference in the estimated values of Te of primary, L+V, pseudo-secondary L+V, secondary L+V fluids inclusions reflects different components present in the solutions.

Based on these results one can conclude that euhedral quartz and pyrite deposition was related to fluids having variable salinity and chemical components.

The origin of gold in Ponte San Pietro (PSP) deposit may be related to leaching of metapelites/phyllites derived from pelitic rocks containing some amount of sulphur-bearing organic matter; it is worthy noting that quartz–marcasite bearing lenses, interstratified in Triassic phyllites, contain significant amount of visible gold. The Co, Ni, Mn, as well as the ?34S data, suggest a different origin for the phyllite-hosted marcasite, the PSP quartz-vein hosted pyrite, and for gold occurrences.

Questo é l'elenco delle specie che si possono trovare:
pirite ben cristallizzata in pentagonododecaedri fino ad un centimetro o in aggregati sferoidali
tetraedrite in cristalli lucenti fino a mezzocentimetro
quarzo in cristalli trasparenti fino ad un centimetro
sfalerite in masserelle informi rari i cristalli
boulangerite in piccoli aggregati feltrosi
siderite in cristalli disposti a covone
calcopirite in bei cristalli fino a mezzocentimetro di colore giallo oro o alterati superficialmente.
Altre specie sono in corso di identificazione presso Roma Tre.

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10758
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Luciano Vaccari » ven 03 apr, 2009 10:51

Alla faccia del campione (e della foto).
Località di certo interessante.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Marco Barsanti » ven 03 apr, 2009 11:13

Grazie, molto interessante!
Per vivere bene, le cose da non chiedersi mai sono due: come vengono fatte le salsicce e come vengono fatte le leggi (proverbio inglese)

Avatar utente
Germano
Messaggi: 86
Iscritto il: sab 14 lug, 2007 12:09
Località: Gorle (BG)

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Germano » sab 04 apr, 2009 11:38

grazie della informazione e complimenti per la foto Di Domenico

Avatar utente
roccelllans
Messaggi: 1937
Iscritto il: gio 19 apr, 2007 23:56
Località: BERGAMO
Contatta:

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da roccelllans » dom 05 apr, 2009 11:07

bene bene!!

:)

FAbio

Avatar utente
Giovanni Fraccaro
Messaggi: 2086
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 12:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy
Contatta:

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Giovanni Fraccaro » dom 05 apr, 2009 11:40

Ottimo!!
Gianni

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7219
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Massimo Russo » lun 06 apr, 2009 9:39

OK, interessante.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6465
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 07 apr, 2009 11:31

Finalmente sono di nuovo on line.Problemi con lo switch forse risolti.
Ringrazio tutti per l'interessamento a questa località,peraltro conosciuta negli ambienti laziali perchè è stata anche pubblicata sul libro "I minerali del lazio".Era solo per ricordala in quanto sù internet si possono trovare tutti i dati per quanto riguarda l'attività estrattiva fatta dalla Montecatini negli anni cinquanta.Volevo far presente che i minerali che ho trovato qualche anno fà,li ho reperiti all'interno di un grosso filone visibile solo d'estate quando l'acqua della Fiora raggiunge il suo minimo livello,allora il filone della potenza di circa due metri affiora parzialmente dall'acqua e si può fare qualche campionatura.La "vena" in questione é stata in parte asportata e quello che resta é coperto dall'acqua;quello che si vede dimostra come il filone sia composto essenzialmente da pirite massiva con qualche geode;una parte del filone,invece,presenta una mineralizzazione successiva di calcopirite con tetraedrite asportata in buona parte;il resto é formato da quarzo e pirite.E' in quella parte del filone che ho trovato i bei cristalli di tetraedrite,con non poche difficoltà,in quanto la vena si trova a pelo d'acqua e se si picchetta con lo scalpello gli schizzi di acqua mista al solfuro ti imbrattano del tutto gli abiti,quindi bisogna usare una buona tuta per non sporcarsi troppo,e poi c'é il rischio di finire in acqua;insomma una ricerca un pò complicata per i miei gusti.Nella discarica,invece,si trova molto quarzo misto a scisti metamorfici paleozoici,poco resta del filone coltivato.Negli ultimi anni tutta l'area é stata sottoposta a ZPS,in pratica ci sono i cartelli di divieto a inoltrarsi sia a destra,sia a sinistra della strada che attraversa la zona boschiva prospiciente il fiume Fiora,per cui ci sono i controlli della forestale,quindi fare molta attenzione a spicchettare con la mazzetta.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6465
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Di Domenico Dario » gio 16 dic, 2010 9:29

Una bella tetraedrite "Natalizia" per questo importante giacimento in terra laziale.

Avatar utente
Nazareno
Messaggi: 494
Iscritto il: dom 10 feb, 2008 22:18
Località: Legnano ( Mi)

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Nazareno » gio 16 dic, 2010 13:01

Vai, alla GRANDE! :thumbup: :thumbup:
Socio AMI.
La calma è la virtù dei morti.

Avatar utente
roccelllans
Messaggi: 1937
Iscritto il: gio 19 apr, 2007 23:56
Località: BERGAMO
Contatta:

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da roccelllans » mar 21 dic, 2010 15:21

cazzzzzzzarola
:shock: :shock:

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6465
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 22 mag, 2012 10:55

Rispolvero questo topic per mostrare una foto fatta di recente su un importante affioramento a solfuri misti sul fiume Fiora; si tratta del "filone" in affioramento del giacimento di Ponte San Pietro sfruttato nei primi anni cinquanta, nella parte più a monte del fiume.Nel "filone" ho reperito diversi cristalli di tetraedrite fino a mezzo centimetro, oltre a calcopirite e quarzo, non mancano boulangerite, pirrotina, pirite (melnikovite)?, gesso, sfalerite, molto abbondante, e altri solfuri come antimonite.
im382.jpg

Avatar utente
Carlo Alciati
Messaggi: 1415
Iscritto il: lun 30 ago, 2004 16:47
Località: Ivrea (TO)
Contatta:

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Carlo Alciati » mar 22 mag, 2012 12:14

Singolare questa ricerca, nel letto del torrente... :roll:
Carlo Alciati
Segretario GMI - Gruppo Mineralogico di Ivrea "Aldo Nicola"

christian7379
Messaggi: 198
Iscritto il: mar 03 mag, 2011 13:53
Contatta:

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da christian7379 » mar 22 mag, 2012 12:23

La zona con alcune foto dei minerali ivi rivenibili era citata in "Minerali del Lazio" Di Stoppani e Curti del 1982, nella zona sono presenti delle gallerie e dei filoni indagati con trincee dove era segnalata nelle vecchie relazioni l'azzurite ben cristallizzata, purtroppo non si puo essere dappertutto ma è una zona che vorrei visitare per bene!Il giacimento oltre ad avere un importanza a livello mineralogico lo riveste anche dal punto di vista archeologico in quanto si ipotizza che la ricchezza di oggetti in bronzo delle necropoli vicine sia collegato allo sfruttamento di questi filoni in antichità.
Le gallerie e le trincee ci sono ancora ma sono mal individuabili per la copiosa vegetazione presente nella zona.Bravo Dario che riporti all'attenzione località "dimenticate" ma non per questo sterili.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6465
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Monti Romani, Ponte San Pietro

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 22 mag, 2012 12:38

Grazie Cristian, in effetti é una località molto interessante, a suo tempo ho potuto scendere per qualche metro nella rimonta presente nel bosco, vicino la cabina elettrica abbandonata (che alimentava la miniera); la galleria scende giù con una bella inclinazione e i travi di sostegno in parte sono caduti, anche se la volta si mantiene bene, visto che lo scavo é fatto ortogonale alla stratificazione.Molto, però, dei minerali, si trova facilmente sul greto del torrente, l'unico problema é l'acqua ed é consigliabile farlo durante la stagione secca, d'estate, anche se c'é da dire che la zona é da un po' di anni ZPS.

Anni fa ci ho scavato parecchio e i campioni che ho reperito sono tutti in collezione, e bastano e avanzano anche se qualche altro filoncello lo devo vedere un po' meglio visto che ho trovato un cristallino esagonale di colore giallo che ho fatto analizzare, risultando un carbonato di piombo, infatti, dimenticavo la presenza di galena.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti