Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

dove e cosa cercare e come collezionare minerali
Avatar utente
Andrea Canal
Messaggi: 994
Iscritto il: lun 13 ott, 2008 10:13
Località: via del gazzato 25/a Mestre Venezia

Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Andrea Canal » mar 29 gen, 2013 14:59

Come aveva suggerito Fabio apro un nuovo argomento dedicato alle schede descrittive delle località mineralogiche così come io le avevo pensate.

Visto che ieri sera avevo un po' di tempo ho aggiornato la scheda relativa al complesso minerario di Valle Imperina che già avevo postato qualche tempo fa in bozza nell'altro topic. La scheda non è ovviamente completa e le foto che ho messo sono una vera schifezza (le ho fatte io :mrgreen: ) ma confido nell'aiuto di tutti gli amici che hanno visitato la zona affinché mi possano aiutare ad aggiornarla e migliorarla.
Chiederei agli amministratori del forum eliminare il topic che parecchio tempo fa era stato aperto sul complesso della Valle Imperina visto che tutte le informazioni contenute in quel topic sono presenti nella scheda allegata.

Per le prossime schede pensavo di continuare con i siti mineralogici del comprensorio agordino (al limite con qualche sconfinamento a valli vicine) così se qualche amico si troverà a passare le vacanze in tali zone avrà a disposizione una panoramica abbastanza nutrita delle possibilità di ricerca.
Se non ci sono lavori o articoli in programma pensavo ad esempio di proseguire con il Rio della Miniera in località Boscoverde nel comune di Rocca Pietore.

Andrea
Ultima modifica di Andrea Canal il mer 06 mar, 2013 10:27, modificato 1 volta in totale.
"Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"

Dante: inferno canto XXVI

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6090
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da TOSATO FABIO » mar 29 gen, 2013 15:15

In parte è un doppione della "scheda ricerca".
Secondo me è più utile suddividerla in due parti:
parte A= è la scheda da ricerca
parte B = è l'approfondimento di tutto quello che la scheda di ricerca non tratta
Facendo questo abbiamo più schede ricerca impostate con un unico standard, pèiù qualche scheda che ha anche un approfondimento sui vari temi (storico-geologico-descrittivo minerali ecc.)
Così facendo si prosegue con un progetto unitario eseguito in maniera organica, senza doppioni e senza differenziazione di standard.
Ovviamente parte A e parte B vanno insieme nel futuro DB: l'ideale è avere per ogni località una parte A e una parte B, ma se nel frattempo abbiamo una parte A per la località X possiamo sperare che in futuro ci sia una parte B.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6090
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da TOSATO FABIO » mar 29 gen, 2013 16:46

P.S. = se alleghi un pdf non tutti sono in grado di modificarlo: meglio postare un documento in word....
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Andrea Canal
Messaggi: 994
Iscritto il: lun 13 ott, 2008 10:13
Località: via del gazzato 25/a Mestre Venezia

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Andrea Canal » mar 29 gen, 2013 16:53

TOSATO FABIO ha scritto:P.S. = se alleghi un pdf non tutti sono in grado di modificarlo: meglio postare un documento in word....
Volutamente ho postato un pdf.
Se postiamo il file in word rischiamo di avere versioni contemporanee del file diverse.
Chi ha notizie utili per l'aggiornamento della scheda lo comunica alla persona, sul forum o via mp, che l'ha redatta il quale provvede alla modifica ed elimina la versione della scheda precedente.
La logica è la stessa di wikipedia. tutti possono concorrere all'aggiornamento di una voce ma mai direttamente. Le modifiche vengono fatte solamente dagli amministratori di wikipedia dopo averne valutato la correttezza.

Andrea
"Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"

Dante: inferno canto XXVI

Avatar utente
Fulvio
Messaggi: 2532
Iscritto il: ven 30 ott, 2009 17:14
Località: Bresso (Mi)

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Fulvio » mar 29 gen, 2013 19:01

Bellissima scheda Andrea, praticamente pronta per un articolo su micro, per quanto riguarda la "grafica" credo che sia quella, comprensiva di note e quant'altro, che accludo in word (altrimenti non potresti usarla), però l'ultima parola è di Tosato.....
Allegati
Esempio_scheda_AMI_Word_97-2003li_rev.3.1.doc
(227 KiB) Scaricato 59 volte
Fulvio
Socio IVM
------------------------------------------------------------------------------
La musica e i gatti sono un ottimo rifugio dalle miserie della vita.
Albert Schweitzer

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6090
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da TOSATO FABIO » mar 29 gen, 2013 20:25

Non è mia l'ultima parola ma tenderei a ottimizzare il lavoro.
Necessita armonizzare due aspetti dello stessa cosa: la descrizione di un sito mineralogico.
PARTE A = è la scheda da "ricerca"; teoricamente è più facile da comporre (ma non è di banale esecuzione) ma consentirebbe a un numero maggiore di persone di partecipare alla realizzazione.
Lo standard dsa seguire è quello già noto.
PARTE B = è il completamento auspicabile per tutte le schede da "ricerca": qui il livello di notizie da inserire è più in dettaglio e quindi necessita un approccio adeguato.

Premesso questo, lo scopo è formare un data base il più ampio possibile: personalmente preferisco avere una scheda di ricerca per un sito piuttosto che non avere nulla perchè se c'è la scheda di ricerca posso pensare che sto investendo per il futuro e molto probabilmente ci sarà un maggiore numero di persone che potranno dare informazioni per formare la PARTE B.

Quindi il mio consiglio è uniformare la grafica della PARTE A che è in sintesi la "scheda da ricerca" : stessa grafia, stessi campi, stesse modalità di descrizione, stesso modo di comporre il testo.
Poi si passa alla PARTE B che avrà la stessa grafica, solo che sarà caratterizzata da un colore diverso nella parte alta.
Si ritornerà a elencare i minerali in modo più completo con formule, descrizione accurata, fotografie dei minerali più significativi, analisi, parte storiografica, geologica e bibliografia più estesa.

Così facendo non avremo due progetti che cozzano tra loro e la gente saprà che non sono due progetti "antagonisti" (sensazione invece che si aveva all'inizio...): sono UNA UNICA COSA, UN UNICO PROGETTO: anche chi avrà solo segnalato il numero dei sentiero si sentirà partecipe di un bel lavoro.
Nella futura allocazione non vi saranno due cartelle ma una sola cartella, magari regionale.

Quindi secondo me si devono usare gli stessi caratteri tipografici, la stessa impaginazione, lo stesso modo di usare i titoli ecc. : la PARTE B sarà evidenziata visivamente da un colore diverso della linea alta e ovviamente cambiano i nomi dei redattori in basso (i contenuti si vedranno subito che sono diversi...).
Per i nomi dei redattori, se sono molti bisognerà trovare il modo di elencarli con sigle (tipo il codice AMI) per poi riportarli alla fine della scheda in modo esteso e completo.

P.S. = poi qualcuno si prenderà la briga di correggere l'ortografia e di riscrivere completamente la bibliografia... (se non ci sono volontari mi candido a questo lavoro ingrato).
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

socrate
Messaggi: 77
Iscritto il: mer 14 mag, 2008 21:48

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da socrate » mar 29 gen, 2013 20:39

Vista la prima riga, speriamo ci siano candidati. :D :D :D

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6090
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da TOSATO FABIO » mar 29 gen, 2013 21:01

L'errore è sempre dietro l'angolo: comunque quando una scheda verrà licenziata (chiusa mai perchè sarà sempre soggetta ad aggiornamenti), verrà sciacquata in Arno.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Fulvio
Messaggi: 2532
Iscritto il: ven 30 ott, 2009 17:14
Località: Bresso (Mi)

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Fulvio » mar 29 gen, 2013 21:01

TOSATO FABIO ha scritto:
Nella futura allocazione non vi saranno due cartelle ma una sola cartella, magari regionale.
Direi che regionale sarebbe ottimo
Fulvio
Socio IVM
------------------------------------------------------------------------------
La musica e i gatti sono un ottimo rifugio dalle miserie della vita.
Albert Schweitzer

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10417
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Luciano Vaccari » mer 30 gen, 2013 9:12

Bella la scheda di Andrea, ma non risponde all'idea di scheda di ricerca che pensavo....è troppo ricca di informazioni; quella è una vera scheda mineralogica...

Per come la intendo io la scheda di ricerca dovrebbe partire con il nome della zona e la cartina, meglio se si riesce ad inserirne una geografica molto dettagliata...a seguire una o due foto del sito e del punto dove cercare, una o due foto dove si vede la matrice, la discarica o il tipo di masso da lavorare e poi i minerali presenti per i quali, dove possibile, non dispiacerebbe anche qualche immagine...

Evenutali consigli su dove parcheggiare, sui giorni migliori per andare, dove e a chi chiedere permesso quando necessario, che tipo di attrezzatura portare(se vado a Romanoro la mazza pesante non serve...consigliata la plastilina per fermare i pezzi e salvaguardare la calcopirite aciculare, per fare un esempio)...il tutto risulterebbe molto comodo se potesse stare in un stampabile A4.

Utile anche la mail del delegato regionale da contattare in caso di bisogno, ovviamente con il consenso del delegato stesso.

Insomma, scindere la scheda che funge quasi da "guida che mi accompagna sul posto" dalla scheda che mi fa sapere il più possibile di quel posto, della sua storia geologica ed altro....è chiaro che le due schede devono essere complementari; una completa l'altra....questa è solo la mia idea....

Provo a farne una appena ho un attimo e la posto così poi mi date un vostro parere.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Andrea Canal
Messaggi: 994
Iscritto il: lun 13 ott, 2008 10:13
Località: via del gazzato 25/a Mestre Venezia

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Andrea Canal » mer 30 gen, 2013 9:19

Io francamente questa cosa delle due schede non la digerisco bene.
Per me la scheda dovrebbe essere una sola è la più completa possibile poi ognuno di noi, utilizza della scheda le parti che gli interessano.
Cerco di spiegarmi meglio.
Noi non siamo tutti uguali . C'è chi di un articolo, un libro o una scheda mineralogica è interessato alla descrizione del luogo di ricerca e delle sue caratteristiche perchè da buon ricercatore vuole andare a visitarlo, chi è particolarmente interessato alla parte storica, chi ha ricevuto in regalo dieci cassette di materiale proveniente dalla zona e vuole sapere quali minerali sono presenti e come sono fatti, chi si occupa del riconoscimento analitico dei pezzi e vorrebbe avere evidenze sulla loro caratterizzazione e magari vedere anche diffrattogrammi o spettri. Se dovessimo assecondare le richieste di tutti dovrebbero esserci tanti tipi di schede quanti sono i collezionisti.
Ma se la scheda contiene tutte queste informazioni allora ogni collezionista, o semplice curioso che sia, può attingervi per la parte di proprio interesse. Se voglio ad esempio le sole informazioni logistiche stamperò solo la pagina 1 e la pagina 2 e non tutta la scheda, se voglio le notizie storiche la pagina 3 e la 4, mentre se voglio la descrizione dei minerali le pagine dalla 5 alla 27 .
Faccio un parallelismo. Quasi tutti noi usiamo excel. Excel ha una valanga di funzioni che tutti noi usiamo in maniera parziale ma differente da persona a persona. C'è chi lo utilizza come foglio di calcolo, chi esclusivamente per fare grafici, chi come database ecc . Dovrebbero esistere pertanto decine di versioni del programma a seconda delle necessità di ciascun utente. Invece chi lo ha creato ci ha messo di tutto, spetta poi a noi utilizzare quello che si serve.

Questa è solamente la mia opinione non è legge.

Andrea
"Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"

Dante: inferno canto XXVI

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10417
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Luciano Vaccari » mer 30 gen, 2013 9:25

Beh, se il male è avere una unica scheda divisibile in più parti tanto meglio....basta che le informazioni inerenti alla ricerca siano stampabili a sè....poi ben venga che la scheda alla finesiaè una sola...meno lavoro e più ordine....mi piace.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6627
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Massimo Russo » mer 30 gen, 2013 9:27

... concordo con Andrea, poi se uno si porta appresso un foglio o due che importanza ha, sempre meglio che portarsi un volume.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Corrado
Messaggi: 360
Iscritto il: dom 31 lug, 2005 18:32
Località: Millesimo SV

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Corrado » mer 30 gen, 2013 12:10

Non ho seguito bene tutto il thread per cui posso aver inteso male e quindi scrivere una stupidaggine ma…
Che differenza c’è tra un articolo monografico di mineralogia su rivista e schede particolarmente articolate e dettagliate come quelle che sembra si stiano delineando ?
Secondo me solo la messa in prosa delle singole informazioni e a tal proposito mi vengono in mente le schede della sezione “località” del vecchio Micro. Ma forse è proprio quello che vogliamo, o no ?
Forse in un secondo tempo si potrebbero "prendere due piccioni con una fava" e trasformare le schede più interessanti in articoli veri e propri: gli autori per le riviste scarseggiano sempre…
Corrado

Se pensi che l'avventura sia pericolosa, prova la routine: è letale. (Paulo Coelho)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6057
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Schede descrittive delle località mineralogiche italiane

Messaggio da Di Domenico Dario » mer 30 gen, 2013 12:23

Corrado ha scritto:
Non ho seguito bene tutto il thread per cui posso aver inteso male e quindi scrivere una stupidaggine ma…
Che differenza c’è tra…
E lì STA il bello del Web, avere a disposizione una scheda tipo per dare possibilità a tutti noi di "pubblicare" online in tempo reale e sul nostro sito AMI :cheers: Dobbiamo metterci in testa che Internet é alla portata di tutto il mondo e limitarci a continuare a pubblicare su carta é limitare la divulgazione di notizie a poche persone e da pochi addetti capaci di avere quelle solite relazioni per farlo.
Invece di fare solo le schede, perché non pubblicare direttamente AMI su Internet?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti