Analysis and visualization of vanadium mineral diversity and distribution

database, nuove specie, discrediti,
ridefinizioni, classificazioni, ecc.
Rispondi
Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 24838
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Analysis and visualization of vanadium mineral diversity and distribution

Messaggio da Marco E. Ciriotti » gio 29 mar, 2018 9:33

Prossima pubblicazione.

Referenza:
▪ Liu, C., Eleish, A., Hystad, G., Golden, J.J., Downs, R.T., Morrison, S.M., Hummer, D.R., Ralph, J.P., Fox, P., Hazen, R.M. (2018): Analysis and visualization of vanadium mineral diversity and distribution. American Mineralogist, 103, (in press).
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Corrado
Messaggi: 368
Iscritto il: dom 31 lug, 2005 18:32
Località: Millesimo SV

Re: Analysis and visualization of vanadium mineral diversity and distribution

Messaggio da Corrado » gio 29 mar, 2018 16:10

Letto!
Interessante articolo di statistica e predizione mineralogica, sulla falsa riga degli altri già pubblicati.
Gambatesa “number one” e Molinello (che non comprendeva ancora la molinelloite) è al terzo posto nella speciale classifica dei siti con più specie vanadifere.
Secondo il modello matematico usato dagli autori mancano all’appello almeno 88 nuovi minerali di vanadio la cui distribuzione favorirebbe siti tipo i nostri.
Il raggruppamento 7, così come indicato dagli autori, rappresenta la giacitura dei legni fossili e il nostro di Molinello ha già dato un eccellente contributo alla diversificazione vanadifera.
La caccia continua…
Corrado

Se pensi che l'avventura sia pericolosa, prova la routine: è letale. (Paulo Coelho)

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2235
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: Analysis and visualization of vanadium mineral diversity and distribution

Messaggio da Roberto Bracco » gio 29 mar, 2018 16:19

Abbiamo solo da cercare...
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 24838
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: Analysis and visualization of vanadium mineral diversity and distribution

Messaggio da Marco E. Ciriotti » gio 29 mar, 2018 19:06

Oggidì i minerali con vanadio come elemento essenziale sono 250 (mindat segnala numeri diversi, ma include specie non valide e fa anche un po' di confusione tra elemento essenziale e non).
Sul totale delle specie valide 5340 è il 4.68%.
In tempi lunghi (oltre i 20 anni) sarebbe teoricamente prevedibile un aumento del 20% di valide specie minerali (senza variazione dei criteri selettivi IMA CNMNC) con vanadio come elemento essenziale.
C'è però un problema di cui questi lavori evoluzionistici non tengono conto che è l'esaurirsi delle miniere (non convenienza allo sfruttamento minerario per bassi tenori o per costi di coltivazione troppo elevati), conseguente chiusura e, in un buon numero di casi, l'impossibilità di ricercare minerali per protezione (archeomineralogia e geotopi) e completo risanamento delle discariche.
Questo fattore, che è vero non è mondiale, ma limitato al momento sostanzialmente alla sola Europa e solo in misura parziale (ma totale è destinayo a diventarlo), potrebbe incidere in maniera negativa per almeno la metà della crescita.
Tenuto conto di questi fattori io prevedo (in tempi lunghi) la scoperta di ulteriori 65 nuovi minerali di vanadio.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 24838
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Re: Analysis and visualization of vanadium mineral diversity and distribution

Messaggio da Marco E. Ciriotti » gio 05 lug, 2018 15:02

Referenza:
▪ Liu, C., Eleish, A., Hystad, G., Golden, J.J., Downs, R.T., Morrison, S.M., Hummer, D.R., Ralph, J.P., Fox, P., Hazen, R.M. (2018): Analysis and visualization of vanadium mineral diversity and distribution. American Mineralogist, 103, 1080–1086.

Abstract:
We employ large mineralogical data resources to investigate the diversity and spatial distribution of vanadium minerals. Data for 219 approved species (http://http://rruff.info/ima, as of April 15, 2016), representing 5437 mineral species-locality pairs (http://http://mindat.org and other sources, as of April 15, 2016), facilitate statistical evaluation and network analysis of these vanadium minerals. V minerals form a sparse, moderately centralized and transitive network, and they cluster into at least seven groups, each of which indicates distinct paragenetic process. In addition, we construct the V mineral-locality bipartite network to reveal mineral diversity at each locality. It shows that only a few V minerals occur at more than three localities, while most minerals occur at one or two localities, conforming to a Large Number of Rare Events (LNRE) distribution. We apply the LNRE model to predict that at least 307 ± 30 (1σ) vanadium minerals exist in Earth’s crust today, indicating that at least 88 species have yet to be discovered—a minimum estimate because it assumes that new minerals will be found only using the same methods as in the past. Numerous additional vanadium minerals likely await discovery using micro-analytical methods. By applying LNRE models to subsets of V minerals, we speculate that most new vanadium minerals are to be discovered in sedimentary or hydrothermal non-U-V ore deposits other than igneous or metamorphic rocks/ore deposits.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti