La microfotografia con il microscopio

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
Luca Toffolo
Messaggi: 25
Iscritto il: lun 26 mag, 2014 14:00
Località: Mestre (VE)

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Luca Toffolo » mar 14 ott, 2014 20:07

Foto molto belle, Dario. Quanto è grande (o piccolo) il cristallo o il campo inquadrato?

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » mer 15 ott, 2014 8:48

Luca, ti ringrazio :P il cristallino è lungo all'incirca 1,5 mm., ad occhio nudo non lo vedi, ci vuole sempre un lentino 10X.
A volte scrivo cose che do per scontato e ripensandoci su mi sono dimenticato una cosa molto importante per fare il multifocus con il microscopio.Dal terzo tubo, l'immagine viene trasferita, all'interno del blocco oculari del microscopio con uno specchietto, inserito tramite il movimento di un asticella esterna.Questa operazione comporta la scomparsa dell'immagine dall'oculare destro; di conseguenza non si vede piu la messa a fuoco dall'oculare e si deve fare tutto dal mirino della fotocamera reflex.Nei microscopi professionali questo inconveniente è stato superato con uno prisma particolare che permette di deviare l'immagine sia sul terzo tubo che sull'oculare destro facilitando la messa a fuoco per fare il multifocus.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » gio 16 ott, 2014 13:29


Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 20 ott, 2014 11:20

Sull'interfacciamento della fotocamera con il terzo tubo si è detto tanto e le soluzioni possono essere diverse.Riuscire a fotografare allo stesso modo guardando con i propri occhi dagli oculari sembrerebbe impossibile; eppure qualcuno riesce ad ottenere delle gran belle foto con il microscopio senza però dire in quale modo, o per lo meno solo il tipo di fotocamera che ha adoperato per fare le sue foto.A questo punto verrebbe da chiedersi se è meglio una fotocamera compatta o una reflex, e quale metodo di interfacciamento migliore per ottenere delle immagini di una certa profondita molto vicine a quelle osservate dagli oculari?
Ho fatto qualche prova a mano libera con la compatta Nikon P7700 e sono rimasto sorpreso dalla elevata tridimensionalità che solo impilando tanti frame riesco ad ottenere con altri sistemi.
Stessa cosa con la reflex........
Conclusione, l'oculare fa parte integrante del progetto ottico e la resa dello strumento è determinata non solo dall'obiettivo e dallo zoom ma anche dall'accoppiamento dell'oculare progettato per compensare le aberrazioni dell'obiettivo.In poche parole, sul terzo tubo va posto un oculare dello stesso tipo degli oculari dove si guarda e non un duplicatore come ho fatto finora o come propongono sui depliants per adattare le dimensioni del sensore.
Qualcuno suggerisce oculari proiettivi al posto dell'oculare standard, e dove lo trovo un oculare proiettivo che si adatta a quel microscopio? chi me lo dice che quell'oculare andra bene? non è meglio utilizzare l'oculare in dotazione? dalle prove sembrerebbe proprio di si, quindi? Facciamo un po di chiarezza per capirci qualcosa; l'oculare è parte integrante del progetto, è un insieme di lenti progettate per essere accoppiate con il sistema zoom e l'obiettivo e non si possono ottenere dei buoni risultati solo accopiando obiettivo e zoom alla fotocamera tramite il terzo tubo, ci vuole l'oculare, quello suo di progetto.
Un esempio su un soggetto di 1mm. con la Nikon P7700:
im753.jpg
Dimenticavo di far notare che quella è una foto singola e non tre quattro foto impilate con H.F. e il soggetto l'ho misurato con un calibro, piu o meno 1mm. a mala pena lo vedi con un lentino 10X.

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3488
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Luca Baralis » lun 20 ott, 2014 14:11

Di Domenico Dario ha scritto:... l'oculare fa parte integrante del progetto ottico e la resa dello strumento è determinata non solo dall'obiettivo e dallo zoom ma anche dall'accoppiamento dell'oculare progettato per compensare le aberrazioni dell'obiettivo...
... l'oculare è parte integrante del progetto, è un insieme di lenti progettate per essere accoppiate con il sistema zoom e l'obiettivo e non si possono ottenere dei buoni risultati solo accopiando obiettivo e zoom alla fotocamera tramite il terzo tubo, ci vuole l'oculare, quello suo di progetto.
Il discorso mi pare sensato, ma dipende sempre dal microscopio. Su uno strumento di fascia bassa parlare di "progetto ottico" mi pare persino eccessivo.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 21 ott, 2014 9:02

Luca non sono tanto convinto che dipenda solo dal microscopio; ieri ho fatto parecchie prove interfacciando con l'oculare la reflex sul terzo tubo del microscopio, ebbene, i risultati ottenuti sono i medesimi applicando il duplicatore di focale al posto dell'oculare, quindi non mi ero sbagliato prima a farlo in questo modo più semplice.Quindi presumo che la compatta dia risultati migliori con il microscopio; ora si trata di capire il perchè :wink:

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 21 ott, 2014 9:32

Altro esempio con la Nikon P7700 sull'oculare del microscopio:
im754.jpg
Dall'immagine si vede chiaramente che non c'è aberrazione, l'obiettivo della compatta è fisicamente appoggiato sull'oculare a mano libera.

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3488
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Luca Baralis » mar 21 ott, 2014 9:52

Quello che volevo dire è che su un microscopio "economico" la scelta degli oculari e a maggior ragione di quello opzionale sulla terza uscita, è dettata sicuramente da criteri economici e di disponibilità, piuttosto che da considerazioni evolute di carattere ottico.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 21 ott, 2014 10:02

Luca hai qualche possibilita di provare a sostituire i tuoi oculari con degli Zeiss 10X/25? qualche tempo fa ho postato delle prove fatte con un microscopio Bresser ICD con oculare 10X/20 a grande campo versione cinese, e le foto non erano malaccie con la reflex e credo che con la compatta vengano meglio.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » mer 22 ott, 2014 9:36

Luca ha scritto:
Quello che volevo dire è che su un microscopio "economico" la scelta degli oculari e a maggior ragione di quello opzionale sulla terza uscita, è dettata sicuramente da criteri economici e di disponibilità, piuttosto che da considerazioni evolute di carattere ottico.
C'è gente che fa delle foto stupende con microscopi economici, vai a vedere qualche sito francese, poi ne riparliamo :P Non è l'ottica del microscopio, ma l'interfacciamento che va fatto con tanti tentativi e tante prove.........un piccolo esempio con un Bresser:
im260.jpg

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 2065
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Mirco » lun 03 nov, 2014 8:26

Giusto per rimanere in tema di oculari, non è che qualcuno ne ha un paio da vendere? Volevo mettere in pista il Nikon che ho comprato tempo fa e mi servirebbero quelli da 30 mm di diametro, 10 o 15 o 20x, magari con una pupilla abbastanza alta... se avete qualcosa del genere mi mandate un MP?? grazie a tutti
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 03 nov, 2014 9:29

Ne ho un paio a grande campo 10X/20 presi qualche anno fa per 100 euri dalla Gemmarum Lapidator alla mostra di Roma, sono abbastanza buoni e su Ebay li trovi anche a meno:
oculari.jpg

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 2065
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Mirco » lun 03 nov, 2014 13:03

... che sono gemelli di quelli della Optika, sbaglio? (Gli M-602 è M-625 se non ricordo male)
Che dici, secondo te 10X é sufficiente o dovrei andare sui 15X-20X?? Perché col 10X trovo anche il micrometrico (il M-602 appunto), da 15X è 20X non c'è.
Il micro fa 0,4X-4X
Ultima modifica di Mirco il lun 03 nov, 2014 18:27, modificato 1 volta in totale.
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 03 nov, 2014 13:13

Si, sono uguali e i 10X sono sufficienti, oltre vedi poco e male.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6553
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 12 gen, 2015 12:35

Finalmente ho un microscopio fotografico che fa foto stupende con una semplice modifica sull'obiettivo principale; basta con soffietti, obiettivi e quant'altro :cheers:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti