Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Avatar utente
Enotria
Messaggi: 77
Iscritto il: dom 25 mar, 2012 11:05
Località: Ferrara
Contatta:

Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Enotria » mer 24 set, 2014 9:02

Dopo gli articoli sulla visione microscopica delle inclusioni nei minerali trasparenti e nelle pietre preziose, facciamo una pausa digestiva e passiamo ad un articolo che piacerà, almeno spero, a chi si diverte ad auto costruire la propria attrezzatura.

Set Focus.pdf
(966.84 KiB) Scaricato 210 volte

:cheers:
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2364
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Maurizio_T » mer 24 set, 2014 9:32

Ottimo lavoro Enotria, hai realizzato uno Stackshot prototipico, ci manca solo un display per controllare meglio i valori impostati e le funzioni associate, con Arduino comandare un LCD non dovrebbe essere difficile :wink:, sicuramente il tuo progetto è adattabile ad una slitta di precisione per la fotografia con soffietto, basta un po' di manualità.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6301
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da TOSATO FABIO » mer 24 set, 2014 11:36

Eccellente lavoro
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3549
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Alessandro » mer 24 set, 2014 14:09

meno male che non tutti i cervelli scappano all'estero :)
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
Enotria
Messaggi: 77
Iscritto il: dom 25 mar, 2012 11:05
Località: Ferrara
Contatta:

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Enotria » mer 24 set, 2014 22:54

Maurizio_T ha scritto:... hai realizzato uno Stackshot prototipico, ci manca solo un display per controllare meglio i valori impostati e le funzioni associate, con Arduino comandare un LCD non dovrebbe essere difficile ....
Certamente, quando faccio un prototipo io riduco tutto all'essenziale, in modo da rendere più facile la realizzazione ed invogliare maggiormente gli indecisi.

Una volta che uno è partito con la realizzazione, non sarà certo un problema ampliarla e renderla più adatta alle singole necessità.

Attualmente il Set Focus è progettato per avere il minimo di componenti aggiunti, ma in altre realizzazioni ho utilizzato con facilità sia display LCD, sia celle di memoria per mantenere le impostazioni anche in mancanza di alimentazione, quindi penso che per voi non sia certamente un problema ottenere uno strumento molto più completo e soddisfacente.
Set_Focus.jpg
Componenti aggiuntivi, cablaggio con Arduino.

:cheers:
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2364
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Maurizio_T » gio 25 set, 2014 8:32

Razzolando nel web in passato ho trovato diversi progetti simili al tuo, tutti però peccano nella presentazione purtroppo lacunosa, cosa che ne rende avventurosa la realizzazione da parte di chi non mastica l'elettronica al 100%, io stesso non mi ci sono cimentato per mancanza di tempo, anche se ho sempre covato il pensiero di riesumare il saldatore dalla mia elettro-valigia, acquistare un Arduino e farmi uno stackshot di mia mano ma... ma poi ho vinto la slitta Cognisys al concorso INET ed ho trovato la pace dei sensi :wink: .

Dato l'interesse che suciterebbe proporrei, per mettere in grado di replicare il progetto anche a chi non mastica elettronica a pranzo e a cena (ma un minimo di domestichezza con gli elettroni è necessaria :wink: ), che tu produca uno schema elettrico di dettaglio ed una lista parti, tenendo in conto anche che di schede Arduino c'è ne sono diverse versioni, inoltre pubblicare il codice per la programazione, poi chi volesse cimentarsi potrebbe imparare il linguaggio, che mi risulta essere facile, e divertirsi spendendo un decimo di quanto costa una slitta commerciale.

Questo ovviamente se sei d'accordo.

Per la parte meccanica la storia diventa un po' più complessa, sia dal punto di vista realizzativo sia da quello dell'integrazione con lo stackshot, ma ne possiamo riparlare.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Enotria
Messaggi: 77
Iscritto il: dom 25 mar, 2012 11:05
Località: Ferrara
Contatta:

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Enotria » gio 25 set, 2014 18:34

Maurizio_T ha scritto:Razzolando nel web in passato ho trovato diversi progetti simili al tuo, tutti però peccano nella presentazione purtroppo lacunosa, cosa che ne rende avventurosa la realizzazione da parte di chi non mastica l'elettronica al 100%

Se ho un cruccio è proprio quello di aver scoperto Arduino troppo tardi, ma molti di voi sono pronti ed al momento giusto per sfruttarlo e per divertirsi.

:twisted: "Si ma, un appassionato di fotografia, cosa potrebbe farsene di Arduino ?": :twisted:

Ma, a parte il suo Set Focus personalizzato, potrebbe subito fare un flash stroboscopico, sarebbe un ottimo esercizio propedeutico e certamente sarebbe anche utile.
Se poi fosse un fotografo naturalista, sai quanti servo comandi potrebbe fare per acchiappare il passaggio di un animale o una centralina intelligente che gestisce la fotocamera.
E poi c'è la vostra fantasia: possibile che non vi venga in mente nulla che valga la pena di essere realizzato ?

:twisted: "Ma va, sono tutte cose che ci sono già, basta comprarle, e di sicuro vanno anche meglio !" :twisted:

A certo che si possono comperare, però costano e non poco. Sul fatto poi che vadano meglio ho qualche dubbio: vai tranquillo che se uno se le progetta e se le costruisce, sa anche benissimo come sfruttarle al massimo e, sopra tutto, le fa come vuole lui.

Secondo me, invece, il problema è un altro: di sicuro fra gli utenti del Forum ve ne sarebbero due o tre che parteciperebbero volentieri, ma tutti gli altri che fanno ?

Certo si potrebbe fare un mini corso che, partendo da zero in programmazione e zero in elettronica, ci portasse con esempi graduali e successivi a fare le cose più semplici, poi il futuro non lo sa nessuno: la maggior parte si stuferà, qualcuno invece si divertirà moltissimo nel fare cose strampalate ed inutili, di sicura sapremo qualche cosina in più.

:twisted: "Ma va, io sono un appassionato di minerali, non mi interesso neppure di fotografia, tu cosa mi puoi proporre con il tuo Arduino ?" :twisted:

Non lo so, ma almeno li guarderai i tuoi minerali, o no ?
Li farai pure ammirare ai tuoi amici, orgoglioso della tua collezione e dei tuoi pezzi rari ?

Ed allora perché non gestire la tua esposizione, creando una specie di visita guidata: la scheda logica potrebbe gestire le diverse luci che mettono in evidenza i tuoi pezzi più belli, un commento memorizzato potrebbe illustrare il percorso, al momento giusto spegnerebbe le luci principali ed accenderebbe gli spot UV sui minerali luminescenti e tu li a godere del hoooo generale dei tuoi ultimi amici.
Una serie di sensori verrebbero attivati dall'avvicinarsi delle persone ed ecco che il piedistallo gira lentamente ed uno spot puntato su di un minerale all'improvviso si accende creando mille riflessi sulle pareti.

:bounce: :bounce: :bounce: Basta un po' di fantasia, che ce vò ? :bounce: :bounce: :bounce:


:twisted:"Si, si, sarà anche bello, ma la fatica di imparare il linguaggio di programmazione, io non so neppure l'inglese !" :twisted:

Ma figurati !
Prova a capire cosa fa questo pezzetto di programma:

void Scatto()
{
delay(1000); // Ritardo 1 secondo
digitalWrite(12,HIGH); // Attiva Prescatto
delay(100); // Ritardo 100 millisecondi
digitalWrite(13, HIGH); // Attiva Scatto e Accende il Led
delay(500); // Ritardo n secondi
digitalWrite(13, LOW); // Disattiva Scatto
digitalWrite(12, LOW); // Disattiva Pre Scatto
delay(2000); // Ritardo n secondi
}


E' poi così difficile ?
Stai comandando un relè che fa scattare la tua reflex: premi il pulsante di scatto leggermente attivando la lettura esposimetrica e la messa a fuoco e, dopo un decimo di secondo, premi a fondo scattando la foto.
Poi dai tempo un paio di secondi perché il povero Set Focus raggiunga la posizione per lo scatto successivo.

Fate voi.

Io, parlandone, mi sono riappassionato alla programmazione delle schedine logiche ed ho rimesso in auge la mia scheda Arduino.

Cosa ci farò non ne ho la più pallida idea, ma di certo non mi annoio.


:cheers:
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)

Avatar utente
agi
Messaggi: 628
Iscritto il: mar 22 gen, 2013 13:46
Località: Via Monte Grappa 13, 20010 San Giorgio su Legnano (MI)
Contatta:

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da agi » gio 25 set, 2014 19:14

di sicuro fra gli utenti del Forum ve ne sarebbero due o tre che parteciperebbero volentieri, ma tutti gli altri che fanno ?
purtroppo da questo mi tiro fuori, non so perché ma se io avvito una lampadina questa per dispetto non funziona :? :? :?
per ora mi accontento di seguire per quello che posso :)

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2364
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Maurizio_T » ven 26 set, 2014 8:33

Enotria, un suggerimento: il ritardo tra lo scatto e l'avanzamento del carrello per la posa successiva dovrebbe essere programmabile in modo operativo da pannello in quanto essendo in microfotografia l'alzo posticipato dello specchio obbligatorio (circa un secondo), il valore di due secondi che hai impostato potrebbe essere insufficiente per il ciclo totale, da prove fatte ritengo che 3-5 sec siano un valore di sicurezza per non trovarsi il motore che parte durante l'esposizione.

Bisogna poi rendere programmabile, operativamente, anche il ritardo tra lo stop del motore e lo scatto successivo, che ti garantisce di smorzare efficacemente le vibrazioni dovute sia all'inerzia conseguente lo stop del carrello che all'alzo dello specchio, io ho impostato 5 sec, che è indubbiamente un tempo lungo se fai tanti scatti, ma quando vai a 10x è meglio stare tranquilli.

PS - mi stai facendo venire la voglia di mettere mano con l'Arduino, mi piacerebbe rivivere i tempi degli smanettamenti con i breadboard, i transistors e i micrologici, ma il tempo è troppo poco e sto resistendo eroicamente alla provocazione :D
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
beppe finello
Messaggi: 437
Iscritto il: lun 12 set, 2005 23:01
Località: Torino

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da beppe finello » gio 06 nov, 2014 0:53

Caro Enotria anch'io sto cercando di costruire uno stativo dotato di dispositivo per riprendere lo stack di immagini in modo automatico. Ho comprato su ebay uno "Z axis CNC router" dotato di motore passo passo con fattore di forma Nema 17 e per l'elettronica ho optato per una Arduino Uno ed un controller con cip TB6560 della Toshiba a bordo.
Premetto che di elettronica capisco meno di niente, comunque la scelta del controller l'ho fatta in base a quello che ho letto qua e la sulla rete, considerando le caratteristiche del motore che richiede un voltaggio per fase di 1.95 V ed una corrente per fase di 3.0 A.
A fatica sono riuscito a collegare (spero in modo corretto) i vari cavetti alle due schede, ma ora che devo settare i DIP switch per fornire la giusta quantità di corrente al motore e devo stabilire le caratteristiche dell'alimentatore, non so che pesci pigliare. Ti sarei pertanto molto grato se volessi dare un'occhiata allo schema allegato consigliandomi su come devo procedere.
Per il controllo del dispositivo sarei intenzionato ad utilizzare il PC collegato alla USB della Ardino con un programmino scritto in C++ che comanda gli step ed apre una shell in cui eseguo NKremore che mi consente di vedere in Live view quello che devo fotografare, setta tutti i parametri della fotocamera ed aziona l'otturatore.
Grazie sin d'ora
Beppe
linear slide nema 17.pdf
(918.26 KiB) Scaricato 74 volte

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6612
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Massimo Russo » gio 06 nov, 2014 7:34

Wow ragazzi, che meraviglia state volando in alto ... e c'è chi dice che il forum è morto. Questo topic vi assicuro che è letto anche da soli appassionati di microfotografia. E' un valore aggiunto che solo noi abbiamo. Io su questo sono una capra lo ammetto, ma c'è tanto da imparare e studiare. Il bello è che è tutto merito dei nostri soci che diffondono le loro esperienze ... e vi assicuro che ci vuole tempo e passione ... ed è tutto gratis. Approfittatene. Chiedete e non siate timidi. Grazie a tutti voi.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Enotria
Messaggi: 77
Iscritto il: dom 25 mar, 2012 11:05
Località: Ferrara
Contatta:

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Enotria » gio 06 nov, 2014 23:34

Ottimo il progetto di Beppe, tieni comunque presente che invece che muovere tutto l'insieme reflex + soffietto + obiettivo, puoi muovere il solo piano dell'oggetto, con molto meno sforzo e con più stabilità.

Molto bello il servo, dove l'hai trovato su eBay ?

Per le regolazioni ed i collegamenti, oltre ai data set, puoi guardare su YouTube, vi sono diversi filmati illustrativi.

Complimenti per la realizzazione

:cheers:
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2364
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Maurizio_T » ven 07 nov, 2014 8:13

E' sempre preferibile muovere il complesso fotografico piuttosto che il campione, e poi la linear slide di Beppe sopporta benissimo carichi ben superiori ad una reflex + soffietto, la Stackshot che è basata sullo stesso principio meccanico e adotta anch'essa un NEMA 17 può muovere carichi fino a 4,5Kg.

Nei motori stepper la capacità di carico nominale diminuisce quando, per aumentare la risoluzione, effettui il pilotaggio a "mezzo passo", tuttavia è una funzione che implementerei nel programmino in quanto può essere utile quando si voglia andare su ingrandimenti estremi (es. 20x).

Lo smorzamento delle vibrazioni introdotte dallo spostamento di carichi con peso significativo, come un gruppo fotocamera/soffietto/obiettivo, si ottiene efficacemente tarando opportunamente il ritardo tra lo stop del motore e lo scatto successivo di cui parlavo qualche post fa.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6452
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 08 nov, 2014 8:08

Complimenti ad Andrea e a Beppe per le geniali realizzazioni :P

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10738
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Set Focus: un aiutante nella macro fotografia.

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 10 nov, 2014 16:10

Eccellente realizzazione, bravo Beppe!!!
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti