La microfotografia con il microscopio biologico

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2189
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Maurizio_T » ven 03 feb, 2017 13:40

Certo, tempi bassi minore pericolo di mosso, ma non dimentichiamo che si lavora ad alti ingrandimenti e c'è anche il micromosso che è pure più pernicioso, secondo me il sistema di accoppiare la fotocamera direttamente al micro non va d'accordo con la microfotografia perchè la fotocamera lavora troppo a sbalzo e, a meno che non sia una mirrorless, introduce essa stessa vibrazioni oltre a prenderne dal mondo esterno.

E se Krebs, che è uno che lavora anche a 50 e 100x, adotta il sistema disaccoppiato ci sarà pure un valido motivo.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 5789
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da TOSATO FABIO » ven 03 feb, 2017 15:32

Scusa avevo dimenticato il "Di".
Il microscopio è da biologia solo che non osservo i minerali con la torretta binoculare, tutto qui.
Ritengo che i problemi riguardanti la fotografia sono i medesimi e quindi, al tubo per il terzo occhio collego direttamente la fotocamera o interpongo un oculare oppure l'obiettivo della reflex oppure niente?
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 2879
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Luca Baralis » ven 03 feb, 2017 16:16

Maurizio_T ha scritto:
ven 03 feb, 2017 11:57
Infatti Dario, nei setup high end, come quelli di Charles Krebs, la fotocamera è disaccoppiata dal micro, e viene sostenuta da una colonna indipendente.
Cioè:
supporto indipendente ed obbiettivo accostato (afocale)?
o supporto indipendente e raccordo flessibile tra micro e fotocamera?
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2189
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Maurizio_T » ven 03 feb, 2017 16:30

Luca Baralis ha scritto:
ven 03 feb, 2017 16:16
Maurizio_T ha scritto:
ven 03 feb, 2017 11:57
Infatti Dario, nei setup high end, come quelli di Charles Krebs, la fotocamera è disaccoppiata dal micro, e viene sostenuta da una colonna indipendente.
Cioè:
supporto indipendente ed obbiettivo accostato (afocale)?
o supporto indipendente e raccordo flessibile tra micro e fotocamera?
Krebs usa entrambi i sistemi, l'afocale separa completamente la fotocamera, nell'altro caso pur non essendoci un disaccoppiamento completo il soffietto assorbe molte delle vibrazioni provenienti dal micro. In foto un paio di esempi, da notare la robustezza delle colonne per la fotocamera.
Allegati
images.jpg
images.jpg (11.84 KiB) Visto 1044 volte
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 2879
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Luca Baralis » ven 03 feb, 2017 19:26

OK grazie della precisazione.
Osservo però che anche se fotocamera e microscopio sono disaccoppiati, di fatto però appoggiano sullo stesso tavolo. Alla fine non sono sicuro che sia così diverso da un collegamento rigido tra fotocamera e microscopio.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 04 feb, 2017 8:28

Con i miei ingrandimenti non credo che possa avere i problemi di Charles Krebs che va ben oltre.Le foto che faccio mi soddisfano molto sia come colore che come tridimensionalità; poi non ne devo fare chissa quante per avere la profondita di messa a fuoco che mi serve; devo solo metterle sul Web e non stamparle.Il problema del micromosso credo di averlo risolto con quegli anelli di gomma che interpongo tra il corpo macchina e l'oculare.Credo che il mio problema sia dovuto ai tempi troppo lunghi che fanno solo aumentare il rumore digitale ( rumore di luminanza e di crominanza ).Ho notato che il problema sulla mia fotocamera economica si manifesta sotto 1/6 di secondo, in parte dovuto alla fotocamera e in parte al sistema ottico interposto tra obiettivo e fotocamera (cuboprisma, sistema ottico di parfocalità e oculare).Di conseguenza c'è una accentuata granulosità, se vogliamo dire, sulle facce di alcuni cristalli poco lucenti, mentre su quelli a facce lisce si nota poco.
Fabio Tosato Ha scritto:
la domanda è questa: al raccordo tra microscopio e fotocamera interpongo qualche obiettivo?
Devi metterci un oculare di buona qualità, un 10x/23, o meglio 25, va piu che bene; poi se ci vuoi mettere la fotocamera con obiettivo o senza, o la videocamera questa è una scelta tua.

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2189
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Maurizio_T » sab 04 feb, 2017 13:01

Luca Baralis ha scritto:
ven 03 feb, 2017 19:26
OK grazie della precisazione.
Osservo però che anche se fotocamera e microscopio sono disaccoppiati, di fatto però appoggiano sullo stesso tavolo. Alla fine non sono sicuro che sia così diverso da un collegamento rigido tra fotocamera e microscopio.
Certo Luca, la soluzione migliore sarebbe disaccoppiare anche i supporti, nell'impossibilità di attuare ciò io metterei sotto il micro una base smorzante, devo dire tuttavia che se osservi le foto di Krebs ti renderai conto che i suoi setup funzionano alla grande già così.
Di Domenico Dario ha scritto:
sab 04 feb, 2017 8:28
Con i miei ingrandimenti non credo che possa avere i problemi di Charles Krebs che va ben oltre.
Concordo Dario, nel nostro casi direi che 20X sono già un limite mentre per gli entomologi e biologi 50X e 100X sono la normalità, c'è da dire anche che i loro soggetti non presentano le difficoltà tipiche dei microminerali.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 04 feb, 2017 17:14

Risolto, ho inserito un anello di gomma sul portaoculare inserito sul terzo tubo, isolando di fatto dalle vibrazioni trasmesse dallo specchio la fotocamera; poi ho aumentato l'illuminazione con altri due faretti.

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 5789
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da TOSATO FABIO » sab 04 feb, 2017 19:38

Grazie Dario della risposta.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » gio 23 feb, 2017 13:47

Per averla fatta con un microscopio biologico e con quel doppietto acromatico e con tutte le altre lenti in mezzo, credo di potermi accontentare.Ho risolto il problema dello specchio della reflex che mi introduceva del rumore; ora vediamo come si comporta con gli altri obiettivi :https://www.mindat.org/photo-805652.html

paperinik
Messaggi: 138
Iscritto il: lun 26 dic, 2011 19:26
Località: ROMA
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da paperinik » gio 23 feb, 2017 22:27

:bounce: :bounce: :bounce:

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 28 feb, 2017 10:45

Ho tolto il platorello e ho inserito una base gommata con vari spessori di gomma e di metallo che posso aggiungere o togliere in base alle dimensioni del campione da fotografare.In primo piano gli obiettivi di corredo e l'"obiettivo" doppietto dove si vede bene la distanza di messa a fuoco sul campione :
microscopio1.jpg
Altra foto inserita su Mindat :https://www.mindat.org/photo-806876.html

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » gio 09 mar, 2017 8:12

Ci si diverte un mondo a guardare e a fotografare con il biologico, e che foto escono fuori :shock:
Tra il sistema afocale e con il solo obiettivo c'è una bella differenza sia nella praticità che nei risultati che si ottengono.L'oculare in parte compensa le aberrazioni cromatiche introducendo una certa profondità all'immagine ripresa con la fotocamera e il suo obiettivo e i risultati sono davvero migliori.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 10 mar, 2017 9:44

Un esempio di immagine singola ripresa dall'oculare sul terzo tubo con obiettivo grandangolare 28 mm., ridimensionata senza ritocco :
prova9.jpg
Il campo inquadrato è di 6 mm.; con 5 scatti metti tutto a fuoco.
Non male direi........

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 10 mar, 2017 10:50

Altro esempio senza fotoritocco, stesso campo inquadrato, con 5 foto :
prova10.jpg

particolare ingrandito dalla stessa foto elaborata :
prova11.jpg

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti