La microfotografia con il microscopio biologico

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
Avatar utente
Slag
Messaggi: 639
Iscritto il: sab 16 gen, 2016 16:05

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Slag » sab 18 mar, 2017 21:44

Ciao amici...

Mooooolto occupato da un pò, ma ho fatto qualche foto oggi, volevo metterle su mindat, ma non mi funziona?... Vi metto un bel rame cristallizzao e una interessante Nantokite cristallizzata che ho fotografato prima che sparisca :D
Vengono da Baratti, le ho prese nell'acqua due o tre scorie, ma no nel parco, più lontano.
Il campo fotografato nei due casi é di 3,5mm con l'obbiettivo da 24mm.

Alla prossima!! :wink:
Allegati
2017-03-18-16.33.54 ZS PMax_photoshop_net.jpg
Nantokite, Baratti, Italia. FOV 3,5mm
2017-03-18-13.25.13 ZS PMax_photoshop_net.jpg
Rame, Baratti, Italia. FOV 3,5mm
Colleziono minerali scorie metallurgiche cambio pezzi interessanti.
Colleziono minerali monti Livornesi, cambio pezzi interessanti e/o novità.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6493
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 07 apr, 2017 8:48

Ho tolto tutte le lenti dal deviatore a cuboprisma del microscopio :
zeiss.jpg
la qualita delle foto è decisamente migliorata e anche l'ingrandimento è aumentato oltre a una maggiore luminosità.Quello che vedo dagli oculari viene direttamente proiettato sul sensore dal cuboprisma sul terzo tubo.

Avatar utente
Enotria
Messaggi: 77
Iscritto il: dom 25 mar, 2012 11:05
Località: Ferrara
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Enotria » gio 20 apr, 2017 16:58

.


Mamma mia, quanto mi sono perso di questo Forum !


Avevo smesso di seguirlo diverso tempo fa, quando il discorso microscopio per micro fotografia era forse prematuro rispetto alla fotografia classica e, solo oggi, su suggerimento di rsandro, tornando qui, mi ritrovo con 37 pagine di note sulla microscopia.

Complimenti a Dario, che ha innescato e ottimamente sviluppato questo filone sulla micro fotografia e che permette ottime immagini e la possibilità di spingere l'ingrandimento fino ai limiti ottici dei 1000x ed oltre.

Con tanto materiale che avete già sviluppato, per ora mi riservo di tacere e leggere tutto quello che avete prodotto, poi spero di potervi raggiungere e di poter collaborare con voi.

Per ora bravi, molto.

:wave:
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6493
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » gio 20 apr, 2017 18:09

Be' un complimento cosi non me l"aspettavo :P
Ben tornato Andrea :cheers:

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6633
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Massimo Russo » gio 20 apr, 2017 19:38

Ben tornato Andrea

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2386
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Maurizio_T » gio 20 apr, 2017 20:38

Bentornato Andrea, non ti avevo perso di vista, ho seguito tuoi interventi anche sul forum degli entomologi :wink: , sicuramente il tuo contributo a quanto Dario ha già sviluppato sarà prezioso.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
rsandro
Messaggi: 172
Iscritto il: mar 14 dic, 2004 10:06
Località: Roma

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da rsandro » gio 20 apr, 2017 21:48

Ben tornato Andrea :cheers: :cheers:

e grazie per aver dato ascolto alle mie preghiere !

Quindi ringraziate anche me per il suo ritorno.....ahahahahah!!!! :D :D :D

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6313
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da TOSATO FABIO » gio 20 apr, 2017 23:10

Bentornato Andrea
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Enotria
Messaggi: 77
Iscritto il: dom 25 mar, 2012 11:05
Località: Ferrara
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Enotria » ven 21 apr, 2017 0:02

.

Grazie a tutti voi per l'accoglienza.

Ho due anni da recuperare: me ne vado a leggere tutto quello che nel frattempo vi siete detti e poi vedo di rimettermi in pari.

:wave:
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)

Avatar utente
Enotria
Messaggi: 77
Iscritto il: dom 25 mar, 2012 11:05
Località: Ferrara
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Enotria » sab 22 apr, 2017 8:28

.

Leggendo le discussioni precedenti è evidente che uno dei primi argomenti è il reperimento di obiettivi adatti.
Ottiche che oltre che avere qualità fondamentali come risoluzione e resa del colore di tutto rispetto, devono presentare anche una abbondante distanza di lavoro, in modo da agevolare l'illuminazione per episcopia.

Obiettivi che non sono introvabili, anzi, talvolta vengono proposti sui mercati dell'usato, solo che essendo poco conosciuti, spesso vengono trascurati.

Penso quindi che possa tornare utile alcune note sugli obiettivi che ho utilizzato:

Obiettivo Ingr. an. Dist. Lav. Note
------------------------------------- ------------------------------- --------------- -------------------------------------
Nikon PL 1,2 0,03 30 Con o senza diaframma
Watson 2,75 42 Piatto
Inglese 3,5 35 Piatto, senza scritte
Leitz 10 0,18 18
Zeiss UD 16 0.17 16 Corto
Leitz L 20 15 Diaframma
Leitz L 32 0,40 7 Diaframma
Leitz UMK 50 0,60 5 Diaframma, Corto
Leitz Fl Ks 53 0,95 1 Immersione
Leitz Fl Ks 100 1,32 0.6 Immersione
Zeiss Luminar 40mm 4 45 Diaframma, RMS
Zeiss Luminar 25mm 6,4 20 Diaframma, RMS
Zeiss Luminar 16mm 10 14 Diaframma, RMS
Leitz 3,5 0,10 20 Corto, LT 170
Olympus Mplan 2,5 0,05 52 Corto, Metal.
Olympus Mplan LWD 40 0,55 4 Metal.
Unitron 3 0,10 50 Corto, LT 170, x misurazione
Zeiss Microtar f 90mm 6,3 ? 210 Corto
Reichert NeuPolar f 50 mm 3,5 60 Diaframma, Corto
Leitz f 20 mm 8 22 Corto

Nella tabella, l'ordine dei dati è Tipo obiettivo, Ingrandimento, Ap.Num., Dist. Lavoro in mm, Note. La distanza di lavoro è approssimata, spesso non mi è stato possibile misurarla con precisione.

Come vedete si tratta spesso di obiettivi particolari, costruiti per esigenze speciali, ma che hanno in comune una distanza di lavoro piuttosto elevata.
La contropartita a questa caratteristica, naturalmente, è data da una diminuzione spesso della apertura o dalla ridotta protezione da luci parassite o da particolari esigenze di utilizzo.

Immagine


Se poi il soggetto da fotografare è piatto o non ha sporgenze particolari, è anche possibile utilizzare i grossi obiettivi a specchio, che permettono una buona illuminazione laterale anche ad alti ingrandimenti. Anche in questo caso sono da privilegiare quelli con una distanza di lavoro più abbondante.
Per l'utilizzo di questi particolari obiettivi, è però necessario l'impiego di particolari microscopi per metallurgia, oppure di particolari illuminatori a led da auto costruire.

:wave:
Ultima modifica di Enotria il sab 22 apr, 2017 16:17, modificato 1 volta in totale.
Andrea

URL: http://spazioinwind.libero.it/andrea_bosi/index.htm

Ogni oggetto ha la sua storia,
. . . io non vendo oggetti,
. . . . . . io racconto storie. (Enotria)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6493
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 22 apr, 2017 9:45

Il Leitz 10x/0.18 ha una distanza di lavoro di 5 mm. Ho l'eccezionale 6x/0.18 Leitz con una WD di 14 mm. quindi.....
Ottima tabella Andrea :thumbright:
Poi vi faccio vedere alcune modifiche per aumentare la luminosità (lente relay) e di conseguenza la risoluzione delle immagini in afocale con sensore da 24 Mp.

Avatar utente
ChinellatoPhoto
Messaggi: 3314
Iscritto il: lun 16 gen, 2012 14:58
Località: Venezia
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da ChinellatoPhoto » sab 22 apr, 2017 18:05

continuano esperimenti con il 10x, inizio a notare che più si avvicina l'inquadratura e più sparisce l'effetto sfocato intorno, mentre su soggetti grandi, oltre i 4 mm e a largo campo persiste la cosa, quindi simili obiettivi meglio usarli con cristallo molto ravvicinato, notare il crop

Sphalerite, Pyrite - Lengenbach Quarry, Fäld, Binn Valley, Wallis, Switzerland

3.15 mm orange Sphalerite crystal. Collection & Photo Matteo Chinellato
Allegati
SVIZ79_5min.jpg
Mindat Gallery http://www.mindat.org/user-5018.html#2_0_0_0_0_0_

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Avatar utente
beppe finello
Messaggi: 455
Iscritto il: lun 12 set, 2005 23:01
Località: Torino

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da beppe finello » sab 22 apr, 2017 18:57

Senza lente di tubo da 200 avrai sempre risultati non all'altezza dell'obiettivo, leggiti un po di tipoic in giro scritti da gente che usa i Mitutoyo da 7 o 8 anni. Il 70-200 lo usano in parecchi.

Avatar utente
ChinellatoPhoto
Messaggi: 3314
Iscritto il: lun 16 gen, 2012 14:58
Località: Venezia
Contatta:

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da ChinellatoPhoto » sab 22 apr, 2017 19:03

beppe finello ha scritto:
sab 22 apr, 2017 18:57
Senza lente di tubo da 200 avrai sempre risultati non all'altezza dell'obiettivo, leggiti un po di tipoic in giro scritti da gente che usa i Mitutoyo da 7 o 8 anni. Il 70-200 lo usano in parecchi.
la resa va bene già così, tanto per capire un crop su file non trattato, oltre che come detto non vado a spendere altri soldi, se uno dovesse prendersi il 70-200 della foto dovrebbe spendere altri 2600 euro extra
Allegati
SVIZ79_5m.jpg
Mindat Gallery http://www.mindat.org/user-5018.html#2_0_0_0_0_0_

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6493
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con il microscopio biologico

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 22 apr, 2017 19:15

Credo che avete sbagliato ad inserire gli ultimi messaggi su questo topic :?:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti