La microfotografia con obiettivi da ingranditore

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Avatar utente
beppe finello
Messaggi: 430
Iscritto il: lun 12 set, 2005 23:01
Località: Torino

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da beppe finello » lun 14 nov, 2016 0:21

Maurizio_T ha scritto:...i faretti IKEA sinceramente fanno schifo, Pasquale ora ti devi concentrare su questo aspetto, inizia a fare prove con illuminazioni diverse, ci sono dei faretti a LED con attacco a baionetta che funzionano bene e restituiscono una discreta resa cromatica.
Non sono d'accordo, da un po di tempo ho praticamente abbandonato la fibra ottica ed utilizzo 3 faretti IKEA; la resa cromatica è molto buona anche con soggetti difficili; addirittura contrariamente a tutti gli altri LED che ho provato, non modifica il colore dei minerali di REE tipo synchtsite-(Ce) o monazite-(Ce) e anche i verdi vengono restituiti con la giusta cromia. Unica accortezza, schermare il tutto con uno o due rotolini di carta da forno e impostare la TC corretta.
Allego la foto di una zeunerite che ho fatto pochi minuti fa a conferma di quanto dico.
Zeunerite 1024x683 - Pret Basso quarry, Montoso, Bagnolo Piemonte, Cuneo Province, Italy - FOV 2,58mm.jpg
Zeunerite - Pret Basso quarry, Montoso, Bagnolo Piemonte, Cuneo Province, Italy - FOV 2,58mm

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2199
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Maurizio_T » lun 14 nov, 2016 8:44

beppe finello ha scritto: Non sono d'accordo, da un po di tempo ho praticamente abbandonato la fibra ottica ed utilizzo 3 faretti IKEA; la resa cromatica è molto buona anche con soggetti difficili; addirittura contrariamente a tutti gli altri LED che ho provato, non modifica il colore dei minerali di REE tipo synchtsite-(Ce) o monazite-(Ce) e anche i verdi vengono restituiti con la giusta cromia. Unica accortezza, schermare il tutto con uno o due rotolini di carta da forno e impostare la TC corretta.
Allego la foto di una zeunerite che ho fatto pochi minuti fa a conferma di quanto dico.

Zeunerite 1024x683 - Pret Basso quarry, Montoso, Bagnolo Piemonte, Cuneo Province, Italy - FOV 2,58mm.jpg
[/quote]

Io invece non mi ci sono trovato bene, tra l'altro ho riscontrato differenze di TC tra lotti e se questo è normale per un prodotto così commerciale per noi è molto nocivo, dopo lunghe ricerche ho trovato dei faretti da 7,5 Watt, 500 Lumen e TC 6500°K con cui mi ci trovo abbastanza bene ma, dopo tante sperimentazioni se dovessi dire qual'è la migliore fonte di illuminazione risponderei sena esitazione "le alogene", ho usato per un annetto le Osram Xenophot con le quali nessun LED regge il confronto, le Xenophot hanno un riempimento di Xeno che garantisce un CRI di 95... e ho detto tutto. Le ho usate anche con le fibre ottiche ma ho notato un abbassamento della TC forse dovuto alla qualità delle fibre, probabilmente con quelle al quarzo la musica cambierebbe ma... anche il prezzo sob!

Purtroppo il rovescio della medaglia delle alogene lo conosciamo, ingombro, temperature elevate etc., pertanto ci si deve per forza arrangiare con i LED ma sinceramente per me è un compromesso.

In ogni caso molto bella la foto (e il campione) ma se ben ricordo hai una D800 giusto? Sarebbe interessante rifarla con gli stessi faretti ma con una D3100, chissà che risultato avremmo in termini di controllo della TC... :wink:
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2166
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Roberto Bracco » lun 14 nov, 2016 9:06

Già... anch'io mi sto dibattendo tra i vecchi faretti e una fibra che ho recentemente acquisito... la fibra a braccio doppio è sicuramente più facile da posizionare e va molto bene per i cristalli imbucati e gli obiettivi con poca distanza di lavoro, ma anche col doppio diffusore i campioni più "metallici" tipo solfosali di Lengenbach non finiscono mai di sparare malefici riflessi.
Quando ho un po' di tempo (uah uah uah, buona questa Bracco, raccontacene un'altra!) riproverò coi faretti...
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2199
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Maurizio_T » lun 14 nov, 2016 10:47

Roberto Bracco ha scritto:Già... anch'io mi sto dibattendo tra i vecchi faretti e una fibra che ho recentemente acquisito... la fibra a braccio doppio è sicuramente più facile da posizionare e va molto bene per i cristalli imbucati e gli obiettivi con poca distanza di lavoro, ma anche col doppio diffusore i campioni più "metallici" tipo solfosali di Lengenbach non finiscono mai di sparare malefici riflessi.
Quando ho un po' di tempo (uah uah uah, buona questa Bracco, raccontacene un'altra!) riproverò coi faretti...
Questo è un difetto congenito delle fibre ed è dovuto alla natura puntiforme dell'emissione, con i diffusori risolvi poco, e poi c'è fibra e fibra, scartando quelle in plastica che sono una sola, da prove fatte con la lampada Xenophot ho verificato che quelle in vetro hanno una sensibile attenuazione e introducono dominanti gialle, quelle in quarzo (ho provato LEICA e SCHOTT) sono le migliori in assoluto, ottima trasmissione della luce e nessuna alterazione della TC, ma i costi sono proibitivi, un doppio braccio al quarzo con lenti collimatrici costa diverse centinaia di Euro.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2287
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mar 15 nov, 2016 1:57

Così, giusto per unire l'utile al dilettevole..
Allegati
rid.jpg
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5903
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 15 nov, 2016 7:00

Ma non andava bene quel montaggio precedente con la base del microscopio, la stessa che adopero con il grandangolo e il duplicatore con ottimi risultati da diversi anni, rispetto a questa che hai realizzato con pezzi comprati qua e la e assemblati alla meno peggio ?
Non era meglio un bel soffietto a doppia slitta montato su una bella e solida colonna, invece dei tubi dove sei costretto ogni volta a svitarli per cambiare ingrandimento ?
La proposta è interessante, ma non vedo niente di nuovo e 170 Euri mi sembrano spesi male, visto gli stessi risultati ottenuti precedentemente.

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2287
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mar 15 nov, 2016 10:29

Di Domenico Dario ha scritto:Ma non andava bene quel montaggio precedente con la base del microscopio, la stessa che adopero con il grandangolo e il duplicatore con ottimi risultati da diversi anni, rispetto a questa che hai realizzato con pezzi comprati qua e la e assemblati alla meno peggio ?
Non era meglio un bel soffietto a doppia slitta montato su una bella e solida colonna, invece dei tubi dove sei costretto ogni volta a svitarli per cambiare ingrandimento ?
La proposta è interessante, ma non vedo niente di nuovo e 170 Euri mi sembrano spesi male, visto gli stessi risultati ottenuti precedentemente.
Dario non mi sembra proprio siano assemblati alla meno peggio.. Lo erano prima quando usavo lo stativo del microscopio e infatti se guardi bene immagini lo si capisce.. Non sono ipergalattiche come quelle di hede ma mi sembrano (in tutta onesta) molto migliori di tante foto caricate qui sul forum..
Ora che ho cominciato so bene che un soffietto faccia comodo ma ogni cosa a suo tempo, visto che comunque a livello di qualità di immagine non mi da nulla di nuovo..
Capitolo cash.. Sono 170 Dario, ti ricordi quante me ne avevate dette quando vi chiedevo come allestire un set a costi contenuti?
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2199
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Maurizio_T » mar 15 nov, 2016 11:01

Lo stativo per ingranditore è meglio della base da microscopio, permette un'escursione maggiore in altezza, è molto più versatile nell'uso e si presta facilmente a modifiche ed espansioni future.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2287
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mar 15 nov, 2016 11:09

Maurizio_T ha scritto:Lo stativo per ingranditore è meglio della base da microscopio, permette un'escursione maggiore in altezza, è molto più versatile nell'uso e si presta facilmente a modifiche ed espansioni future.
Nello specifico quello che ho io è uno stativo da riproduzione fotografica, è molto solido e le uniche vibrazioni a cui non da il meglio di se sono quelle dovute al passaggio degli autobus sui dossi artificiali proprio sotto casa, in più abito al 6° piano..
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5903
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 15 nov, 2016 11:17

Maurizio_T ha scritto:
Lo stativo per ingranditore è meglio della base da microscopio, permette un'escursione maggiore in altezza, è molto più versatile nell'uso e si presta facilmente a modifiche ed espansioni future.
E' logico che una maggiore escursione in altezza è piu comoda, ma a vedere quello stativo con quella fotocamera e quei tubi montati a sbalzo su una slitta in alluminio, e cremagliera in alluminio, su una colonna a sezione rettangolare montata su una tavola di truciolato non mi sembra alquanto stabile da vibrazioni. Senza il traslatore micrometrico non è che ti puoi mettere a fare il multifocus usando solo la cremagliera con la fotocamera e i tubi sbalzati in quel modo, e daje!

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2199
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Maurizio_T » mar 15 nov, 2016 11:40

Di Domenico Dario ha scritto: E' logico che una maggiore escursione in altezza è piu comoda, ma a vedere quello stativo con quella fotocamera e quei tubi montati a sbalzo su una slitta in alluminio, e cremagliera in alluminio, su una colonna a sezione rettangolare montata su una tavola di truciolato non mi sembra alquanto stabile da vibrazioni. Senza il traslatore micrometrico non è che ti puoi mettere a fare il multifocus usando solo la cremagliera con la fotocamera e i tubi sbalzati in quel modo, e daje!
Dario, hai ragione, ma considera che questo è il primo sistema messo in opera da Pasquale e, nonostante sia per certi aspetti migliorabile, fa bene il suo lavoro, e le foto che il nostro amico ha postato ne sono la prova, inoltre dimostra che la microfotografia è alla portata di tutti, io vedo che alcuni si scoraggiano al cospetto delle nostre attrezzature, che diciamocelo, sono abbastanza complesse e costose, Pasquale è partito da zero con entusiasmo e grande volontà (come noi all'epoca) e questo deve essere un incentivo a chi volesse iniziare con pochi mezzi e spese contenute.

Per me è un buon inizio, è una piattaforma che così com'è fa foto di tutto rispetto, tuttavia permette di evolversi migliorando la tecnica e le attrezzature, ma ci vogliono tempo e soldi, ci siamo passati tutti no? Il mio "Setup Senza Compromessi" è stato un punto di arrivo, la sua realizzazione però ha richiesto lavorazioni meccaniche ed elettriche non alla portata di tutti, ma anche io sono partito con un accrocco non molto dissimile da quello di Pasquale, e se ben ricordo anche tu, porta pazienza, il giovane promette :wink:
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5903
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 15 nov, 2016 11:54

Ma io non discuto sulla "buona volonta" di Pasquale, scrivo quello che mi viene in mente, da smanettone navigato con qualche anno di esperienze sulle spalle, su quello che vedo dalle foto.
Per quanto riguarda le stack shot in vendita su Amazon, mi sembra che sono fatte per un uso orizontale su cavalletto, o no?

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2287
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mar 15 nov, 2016 12:03

Non ho la presunzione di sentirmi invincibile e non credo neanche lontanamente che sia il mio sistema definitivo, ma ripeto che così com'è fa il suo valido lavoro.. In prospettiva futura ci sono diverse idee, dal crearmi un elevatore micrometrico automatico a(sul quale sono già al lavoro in realtà), ad appesantire la struttura, minurmindi luminarie, cambiare corpo macchina ecc ecc.. Quindi ho solo iniziato..
Grazie Maurizio.. Hai colto del segno..

Giusto per chiarire una cosa... Ho appena seguito una conferenza al poli di un mio Professore che ha ricevuto un premio da IBM per una ricerca sui sensori di gas polimerici (nasi artifiali per dirla facile) e un docente di conoscenza AMI ha chiesto in poche parole come ci si comporterà con i detector di gas in bassissime concentrazioni (come i cani che fiutano le tracce odorose di una persona che sta per avere una crisi epilettica).. La risposta è stata semplice "è solo un punto di partenza"... E comunque vi ricordo che anche quando edison invento la lampadina disse " ho inventato una cosa che spreca energia, non so se sara mai utile" o giù di li.. Quindi.. Datemi tempo e avrò anche io un sistema senza compromessi, e vi assicuro che le foto non avranno difetti ottici.. Non saranno sgranate e non avranno rumore di fondo........... Come molte di quelle viste finora, e non solo mie.....
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5903
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 15 nov, 2016 12:12

Pasquale Antonazzo ha scritto:
Quindi.. Datemi tempo e avrò anche io un sistema senza compromessi, e vi assicuro che le foto non avranno difetti ottici.. Non saranno sgranate e non avranno rumore di fondo........... Come molte di quelle viste finora, e non solo mie.....
Pasquale sei sempre il solito ragazzo un pochino presuntuosetto :P
Di tempo ne hai, ma per studiare e non per pensare a queste cazzate............ecco l'ultima parte te la potevi risparmiare.
La chiudo qui con questo topic per me obsoleto.
Ciao.

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2287
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia con obiettivi da ingranditore

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mar 15 nov, 2016 12:15

Vivrò bene ugualmente senza i tuoi messaggi..
Ti faccio solo notare che niente di quello che scrivi è costruttivo.. :wink:
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti