FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1761
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da andrea oppicelli » mer 06 nov, 2019 3:16

Massimo Russo ha scritto:
mar 05 nov, 2019 7:12
franco ha scritto:
lun 04 nov, 2019 23:17
La seconda è interessante, specie sul perché si formano queste ematiti. Una volta avevo letto qualcosa sul perché e mi pare di ricordare che aveva a che fare con la differente velocità che hanno i componenti di cristallizzarsi tra centro e periferia. O mi sbaglio. La memoria fa cilecca.
Corretto Franco

Massimo
Interessante foto e relativo quesito.
Allora chiedo se qualcuno è in grado di dare almeno un barlume di semplice spiegazione, altrimenti non si capisce una cippa.... Per il trattato semmai dopo.

salvatore
Messaggi: 1192
Iscritto il: lun 07 feb, 2011 14:12
Località: Montesilvano PE

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da salvatore » mer 06 nov, 2019 15:05

La velocità di cristallizzazione varia nelle diverse direzioni,ad esempio prendendo in esame un cubo è evidente che gli spigoli sono maggiormente distanziati dal cento del cubo rispetto al centro delle facce,è chiaro che il cubo (esempio di pirite) mentre si forma è un cubo in accrescimento,la velocità di accrescimento è maggiore lungo la direzione dei vertici delle facce poi sugli spigoli e la più bassa lungo la direzione del centro delle facce.
Spero di essere stato chiaro.

Se la velocità di cristallizzazione fosse costante al variare della direzione si formerebbe una sfera.

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2506
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mer 06 nov, 2019 18:15

In parole molto semplici, andando un po' più nel dettaglio rispetto a quello che ha detto Salvatore, è una questione di quanta energia viene liberata durante la crescita del cristallo. Immaginiamo un cubetto che vuole aggrapparsi in qualche modo ad un cristallo in crescita, se questo trova un buco in una superficie planare e lo va a chiudere libera l'energia corrispondente a 5 facce, e quanto è maggiore l'energia liberata più è stabile il cristallo che si forma. Se invece la superficie è "completa" e non ha tanti buchi da tappare allora il nucleo scivola sulla superficie (libererebbe l'energia corrispondente ad una sola faccia, quindi poca) fino a raggiungere un difetto che gli permetterebbe di liberarne di più, statisticamente sui bordi del cristallo. Le complicazioni nascono se si considera concentrazione, sottoraffreddamento, temperatura, pressione, tensione superficiale ecc ecc.
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda


Avatar utente
enrifoto
Messaggi: 1260
Iscritto il: ven 09 giu, 2006 17:37
Località: Treviolo, via Roma, 95 - 24048 (BG)

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da enrifoto » mar 12 nov, 2019 16:47

Sempre di Cavradi (CH), la prima un'associazione di XX tabulari, https://www.mindat.org/photo-1012412.html,
la seconda una particolarità, https://www.mindat.org/photo-1012413.html.
Buona visione.
Enrico.
http://www.mindat.org/user-13835.html#2

Presta l'orecchio a tutti, la tua voce a qualcuno,
senti le idee di tutti, ma pensa a modo tuo.

L.Chiappino
Messaggi: 518
Iscritto il: mer 26 nov, 2008 21:29

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da L.Chiappino » mer 13 nov, 2019 11:05

gruppi di cristalli di pascoite di color arancio dalla yellow cat mesa https://www.mindat.org/photo-1012493.html

HEDE FREDERIC
Messaggi: 304
Iscritto il: dom 12 giu, 2016 10:13

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da HEDE FREDERIC » mer 13 nov, 2019 21:08


L.Chiappino
Messaggi: 518
Iscritto il: mer 26 nov, 2008 21:29

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da L.Chiappino » gio 14 nov, 2019 11:21

un piccolo cristallo incolore e molto complesso di cryolite da MSH ( per ottenere la foto sono state scattate 540 singole foto) www.mindat.org/photo-1012665.html

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6357
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Di Domenico Dario » gio 14 nov, 2019 17:41

A che serve fare 540 foto ?

L.Chiappino
Messaggi: 518
Iscritto il: mer 26 nov, 2008 21:29

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da L.Chiappino » gio 14 nov, 2019 18:11

Se non lo sai tu io non lo so (io non me ne intendo), forse in questo caso a dare profondità alla foto e far intravedere parte della matrice per dare un po' meno l'impressione di un cristallo galleggiante nel vuoto?
In ogni caso Serge ha fatto diversi tentativi con questo cristallo e se ha scelto questa soluzione è perchè è quella che ha dato un risultato migliore
ciao
Luigi

HEDE FREDERIC
Messaggi: 304
Iscritto il: dom 12 giu, 2016 10:13

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da HEDE FREDERIC » gio 14 nov, 2019 21:34

per ottenere la foto sono state scattate 640 singole foto..... 640 x 3.5 um = 2.2 mm depth of field for 1.6 mm field of view ;). Low resolution image.

Natropyrochlore

https://www.mineral-forum.com/message-b ... p?id=95223

salvatore
Messaggi: 1192
Iscritto il: lun 07 feb, 2011 14:12
Località: Montesilvano PE

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da salvatore » gio 14 nov, 2019 23:17

640 :shock:

HEDE FREDERIC
Messaggi: 304
Iscritto il: dom 12 giu, 2016 10:13

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da HEDE FREDERIC » ven 15 nov, 2019 7:09


L.Chiappino
Messaggi: 518
Iscritto il: mer 26 nov, 2008 21:29

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da L.Chiappino » ven 15 nov, 2019 10:23

cristalli incolori di tapiaite dalla Jote mine type ed unica località www.mindat.org/photo-1012747.html

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6357
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 16 nov, 2019 8:08

Caro Luigi conosco molto bene l'argomento sul multifocus visto che fotografo, non dico tutti i giorni, ma quasi anche se non lo dimostro sul web come fate voi dato che non ho nessun interesse di postare foto a perditempo. Tornando sulla foto di Serge, 540 foto per ottenere un immagine sfocata e sgranata mi sembra una fesseria; diversa é l'immagine di Frederic dove la risoluzione di quell'obiettivo impone un numero considerevole di immagini; la differenza però si vede ! Io focheggiando ad occhio dagli oculari con il microscopio biologico Zeiss, essendo parfocale con il sensore della fotocamera, vedo perfettamente la messa a fuoco dell'obiettivo, che risulta molto più precisa dei vostri calcoli empirici, e non ho bisogno di fare tutti questi scatti. L' unico problema é un leggero micromosso dello specchio della mia reflex che non é ritardato; per il resto ottengo più o meno gli stessi risultati con molto meno foto.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti