FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6611
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Di Domenico Dario » mer 11 nov, 2020 10:08

E le microvibrazioni come le vedi con la wemacro ?
Io le vedo tramite gli oculari, e non sono dovute solo dallo specchio, ma anche dalle tendine.Poi tanti scatti per fare cosa ? La messa a fuoco la devi vedere direttamente sul soggetto e non con calcoli empirici stabiliti sullo spostamento della slitta o dal monitor di un portatile.Poi ci sono fotocamere che non hanno problemi di vibrazioni che si ripercuotono sulla slitta, ma quelle costano....e allora tu avresti risolto tutti i problemi ?
Invece vedo notevoli miglioramenti sul colore e sui riflessi nella foto di Gigionaz con quelle nuove lampade :shock:

Avatar utente
gigionaz
Messaggi: 291
Iscritto il: sab 16 lug, 2011 0:42
Località: La Spezia
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da gigionaz » mer 11 nov, 2020 10:56

Di Domenico Dario ha scritto:
mer 11 nov, 2020 10:08
E le microvibrazioni come le vedi con la wemacro ?
Io le vedo tramite gli oculari, e non sono dovute solo dallo specchio, ma anche dalle tendine.Poi tanti scatti per fare cosa ? La messa a fuoco la devi vedere direttamente sul soggetto e non con calcoli empirici stabiliti sullo spostamento della slitta o dal monitor di un portatile.Poi ci sono fotocamere che non hanno problemi di vibrazioni che si ripercuotono sulla slitta, ma quelle costano....e allora tu avresti risolto tutti i problemi ?
Invece vedo notevoli miglioramenti sul colore e sui riflessi nella foto di Gigionaz con quelle nuove lampade :shock:
Grazie Dario. Adesso devo montare dei/un trimmer per tarare l'intensità.
Wemacro: io mi faccio la fantasia che sul binario possa essere messo il campione lasciando fissa la camera e l'ottica. Si può? Le vibrazioni per le tendine un giorno spariranno per diffusione della tenologia. Speriamo.
Gianandrea Ghirri, La Spezia. ghirri at libero.it - Imparare è una cosa entusiasmante perchè non ha una fine: Consigli & Critiche sempre benaccetti.

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2524
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mer 11 nov, 2020 11:04

“E le microvibrazioni come le vedi con la wemacro ?
Io le vedo tramite gli oculari, e non sono dovute solo dallo specchio, ma anche dalle tendine.”
Le vedo come le vedevo prima, cioè sul monitor, e puoi dire quello che vuoi ma vedere l’immagine sul monitor è 50 volte meglio che vederla sugli oculari. Nel mio specifico caso usando la wemacro non ho la possibilità di vedere sul monitor lo scatto appena fatto, ma tutti gli altri ci riescono (problema della mia nonnina 1000D che presto mi saluterà..) quindi semplicemente imposto, guardando sullo schermo del pc, il primo e l’ultimo scatto e poi fa tutto da sé. Tutto questo mentre io sono a farmi i fatti miei sul divano o mentre preparo sotto al microscopio un altro campione oppure processo un’altra foto senza stare lì a girare la manopola del traslatore o del microscopio, tanto quando ha finito di scattare “fa un fischio”.


“Poi tanti scatti per fare cosa ? La messa a fuoco la devi vedere direttamente sul soggetto e non con calcoli empirici stabiliti sullo spostamento della slitta o dal monitor di un portatile. “
Mi chiedo come mai non abbia mai fallito fino ad ora con nessuno, col mio 10X uno scatto ogni 9 micron e passa la paura. Prima col traslatore manuale era una tacchetta alla volta (10 micron) con tutte le inevitabili imprecisioni e vibrazioni dovute al lavoro manuale, ora con l’elettronica e la meccanica di precisione se vuoi 9 micron di intervallo puoi stare sicuro che saranno 9 micron. Con il digitale non è un problema fare 100 foto al posto di 30, tanto mica paghi per svilupparle!

“Poi ci sono fotocamere che non hanno problemi di vibrazioni che si ripercuotono sulla slitta, ma quelle costano....”
Oltre all’estrema precisione nel movimento le vibrazioni sono ridotte a quasi niente dal ritardo dello scatto. Nel mio caso ho deciso di usare 6 secondi tra l’avanzamento dello step e lo scatto della fotocamera che con la 1000D non può essere ritardato rispetto al movimento dello specchio come nei modelli più evoluti (che poi con 1/30 – 1/150 di secondo vorrei vedere tutto ‘sto micromosso come si vede... )

“e allora tu avresti risolto tutti i problemi ?”
quanto pare no, visto che continui a criticare ogni cosa io faccia/dica.
Dario parla di tecnica, dimmi che le mie foto non TI piacciono, che le inquadrature TI fanno schifo ma non stare sempre a spalare cacca sul modo in cui IO faccio le foto. Se un giorno vorrai mettere alla prova la Wemacro possiamo provare a fare la stessa foto sullo stesso campione.
Io, come tanti altri, non cambierò modo di fotografare solo perché ti ostini a criticare il modo e non il risultato.


P.s. Quanto erano belli i tempi in cui gli unici problemi erano “troppi riflessi”, “troppo buia”, “io avrei inquadraco così”, “la foto è giallina” e “lo sfondo è grigio”.
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6874
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da TOSATO FABIO » mer 11 nov, 2020 11:19

potrebbe andare peggio... potrebbe piovere
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
gigionaz
Messaggi: 291
Iscritto il: sab 16 lug, 2011 0:42
Località: La Spezia
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da gigionaz » mer 11 nov, 2020 14:39

TOSATO FABIO ha scritto:
mer 11 nov, 2020 11:19
potrebbe andare peggio... potrebbe piovere
Sì! :joker:

Comunque, Pasquale, se io dovessi mettere il binario in verticale sotto la camera già montata e fargli muovere il campione, lasciando fissa l'ottica, con ritardo tra movimento dello pecchio e apertura delle tendine a mio piacere, con campione, per lo più, thumb... il tutto fissato al muro... Immagino sia possibile, no?
Ciao
Gianandrea
Gianandrea Ghirri, La Spezia. ghirri at libero.it - Imparare è una cosa entusiasmante perchè non ha una fine: Consigli & Critiche sempre benaccetti.

Giuseppe Illuminati
Messaggi: 579
Iscritto il: mar 23 nov, 2010 1:28
Località: Santa Marinella (RM)

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Giuseppe Illuminati » mer 11 nov, 2020 18:25

Meglio muovere l'ottica e lasciare fermo campione/illuminazione; ti troveresti differenze sulle ombre e sulla luce in generale.

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2524
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mer 11 nov, 2020 18:57

Esatto, dovresti rendere le lampade solidali al campione. :)
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Angelo Brambilla
Messaggi: 69
Iscritto il: gio 29 gen, 2015 21:31
Località: Concorezzo (MB)

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Angelo Brambilla » mer 11 nov, 2020 19:05

Ottima scelta Pasquale!
Io mi sto ancora arrabattando con il metodo da te descritto: spostamento micrometrico manuale, 10 secondi di delay, scatto; spostamento, delay, scatto; … colpo di sonno che manda a ramengo il tutto (l’età e l’ora tarda fanno brutti scherzi), .... e si ricomincia.
Una domanda : stai usando il wemacro in orizzontale o in verticale ?
Un caro saluto

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2524
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mer 11 nov, 2020 19:14

Ma quello è sicuramente il metodo meno economicamente impegnativo di tutti! L'unico accessorio necessario è il traslatore che costa una cinquantina di euro.
Per semplicità e comodità lavoro in verticale, si ha meno ingombro ed è tutto a portata di mano.
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6611
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Di Domenico Dario » mer 11 nov, 2020 19:54

Su spostamenti millimetrici del portacampione con ottica fissa non ci sono problemi se il fascio luminoso é abbastanza aperto; e con questi faretti le foto vengono molto bene e senza quei fantasmi sui bordi dei cristalli.Sulle microvibrazioni, che nel mio caso vedo benissimo dagli oculari, ho risolto il problema ammortizzando il microscopio e il terzo tubo porta reflex anche senza ritardo sullo specchio ( che sulla mia non c'e').Sul fatto del verticale o orizzontale, sui micro vedo che quasi tutti usano il verticale; l'orizzontale va bene sui macro per lo spazio per una migliore illuminazione.Per quanto riguarda lo stack, ogni obiettivo ha una risoluzione che purtroppo decade con il tiraggio di conseguenza cambia la messa a fuoco perché si riduce l'apertura e se non lo vedi sugli oculari o su un monitor come si fa a fare una esatta messa a fuoco con una slitta wemacro programmata con un determinato passo stabilito su una determinata distanza di messa a fuoco e sulla base di una ipotetica risoluzione che cambia con il tiraggio, non so se sono stato chiaro ?

Avatar utente
gigionaz
Messaggi: 291
Iscritto il: sab 16 lug, 2011 0:42
Località: La Spezia
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da gigionaz » mer 11 nov, 2020 23:18

In effetti è vero, non ci avevo pensato. Spostare il campione comporta una variazione della luminosità.
Però è, nel mio caso, accettabile. Anche ora sposto il campione a mano (cioè, muovendo con le dita il cursore della microslitta) e HF mi dà segnale di variazioni di luminosità solo con il 4X. Con il 10x e il 20x non si accorge di niente. Però è vero. Di tanto in tanto scatto col macro Canon 50mm e lì si vedrà per forza.

Ma wemacro garantisce stabilità anche spostando una reflex e l'ottica in verticale?
Angelo Brambilla ha scritto:
mer 11 nov, 2020 19:05
Ottima scelta Pasquale!
Io mi sto ancora arrabattando con il metodo da te descritto: spostamento micrometrico manuale, 10 secondi di delay, scatto; spostamento, delay, scatto; … colpo di sonno che manda a ramengo il tutto (l’età e l’ora tarda fanno brutti scherzi), .... e si ricomincia.
[...]
Succede anche a me, con tempistica uguale :D

Comunque, non sia che non approfitti per postare un micro:
Mimetite-Pyromorphite da Clara

https://www.mindat.org/photo-1103743.html

In verticale rende meglio a mio parere.

Ciao!
Gianandrea Ghirri, La Spezia. ghirri at libero.it - Imparare è una cosa entusiasmante perchè non ha una fine: Consigli & Critiche sempre benaccetti.

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2524
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mer 11 nov, 2020 23:27

Ha una stabilità a dir poco disarmante, non ricordo dove ma avevo letto che è in grado di sorreggere e spostare senza problemi fino a qualche chilo. Impostando qualche secondo di ritardo tra l'avanzamento e lo scatto le vibrazioni puoi anche fare a meno di considerarle.

Ma ne approfitto anche io.. :D un anatasio dalla valle Spluga:
https://www.mindat.org/photo-1103745.html
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
gigionaz
Messaggi: 291
Iscritto il: sab 16 lug, 2011 0:42
Località: La Spezia
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da gigionaz » mer 11 nov, 2020 23:44

Pasquale Antonazzo ha scritto:
mer 11 nov, 2020 23:27
Ha una stabilità a dir poco disarmante, non ricordo dove ma avevo letto che è in grado di sorreggere e spostare senza problemi fino a qualche chilo. Impostando qualche secondo di ritardo tra l'avanzamento e lo scatto le vibrazioni puoi anche fare a meno di considerarle.

Ma ne approfitto anche io.. :D un anatasio dalla valle Spluga:
https://www.mindat.org/photo-1103745.html
Ottimo allora, sia la montatura che potrò fare, sia l'anatasio :D

Grazie
Gianandrea Ghirri, La Spezia. ghirri at libero.it - Imparare è una cosa entusiasmante perchè non ha una fine: Consigli & Critiche sempre benaccetti.

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 2135
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Mirco » gio 12 nov, 2020 6:13

Pasquale Antonazzo ha scritto:
mer 11 nov, 2020 23:27
....Ma ne approfitto anche io.. :D un anatasio dalla valle Spluga:
https://www.mindat.org/photo-1103745.html
Bello anche il gioco di ombre sulle facce, bravo!!
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
Antonio Borrelli
Messaggi: 2247
Iscritto il: sab 11 feb, 2006 1:35
Località: Cassino (FR)
Contatta:

Re: FOTO DI MINERALI (PARTE 5)

Messaggio da Antonio Borrelli » gio 12 nov, 2020 17:44

Pasquale Antonazzo ha scritto:
mer 11 nov, 2020 23:27
Ma ne approfitto anche io.. :D un anatasio dalla valle Spluga:
https://www.mindat.org/photo-1103745.html
Molto bello ma non mi piace l'orientazione che hai scelto per fotografare il cristallo :wink:
Antonio

"La vera saggezza sta in colui che sa di non sapere" - Socrate

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite