Microscopio: consigli per l'acquisto

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Avatar utente
Francescomine
Messaggi: 54
Iscritto il: mar 03 mag, 2005 22:34
Località: Gualtieri (RE)
Contatta:

Microscopio: consigli per l'acquisto

Messaggio da Francescomine » mar 20 feb, 2007 15:43

Riprendo un vecchio argomento trattato qualche tempo fa.
Stò valutando la possibilità di cambiare il mio steremicroscopio con uno più professionale.
Intendevo comunque acquistarne uno usato, per non incidere troppo nella mia debole economia domestica.
Tra le varie marche importanti, ho individuato due strumenti che potrebbero fare al caso mio; il Leica GZ4 e un Olympus (SZ40).
Chi mi può consigliare tra i due, quale scegliere o darmi consigli su altri validi strumenti.
Premetto che mi piacerebbe anche avvicinarmi al mondo della microfotografia....
Ringrazio tutti per l'aiuto che vorrete darmi.
Francesco.

Avatar utente
SarahElba
Messaggi: 1631
Iscritto il: mer 08 mar, 2006 16:44
Località: COMO
Contatta:

Messaggio da SarahElba » mar 20 feb, 2007 16:17

... Mi aggrego alla domanda di Francesco, essendo anche io interessata a un buon microscopio ma non troppo "expensive", e alla microfotografia. :D

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 24159
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 20 feb, 2007 16:32

Premesso che la migliore microfotografia di micro-minerali (bisognerebbe chiamarla più correttamente macrofotografia di microminerali) la si ottiene senza l'uso del microscopio (ma con l'impianto di apposito soffietto per l'ottenimento degli ingrandimenti voluti), il poco spendere fa un po' a pugni con una buona resa fotografica.

Comunque si possono ottenere ottime foto anche con l'uso del microscopio (Gamboni docet), ma serve un microscopio di buona qualità e sopratutto un impianto di illuminazione di altrettanto buona resa.

Mi fermo qui e lascio lo spazio per le risposte ai numerosi fotografi (con entrambe le tecniche) che frequentano questo forum.

Va da sè che le risposte più attese sono quelle dei fotografi che usano l'abbinamento macchina digitale con lo stereomicroscopio per l'ottenimento delle loro foto.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Francescomine
Messaggi: 54
Iscritto il: mar 03 mag, 2005 22:34
Località: Gualtieri (RE)
Contatta:

Microscopio Leica GZ4

Messaggio da Francescomine » mar 20 feb, 2007 22:24

Nessuno conosce il microscopio Leica GZ4?

Avatar utente
enrifoto
Messaggi: 1073
Iscritto il: ven 09 giu, 2006 17:37
Località: Treviolo, via Roma, 95 - 24048 (BG)

Messaggio da enrifoto » mar 20 feb, 2007 23:00

Non ho il piacere di conoscerti, comunque ti saluto cordialmente.
Non conosco il microscopio che indichi, io voglio darti un consiglio, se vuoi fare delle buone fotomicrografie, lascia perdere il microscopio perchè essenzialmente è nato per guardare con gli occhi e non per fotografare.
Se vuoi comperati una reflex digitale, più soffietto e magari tubi di prolunga, aggiungi obbiettivi invertiti, buona luce al tungsteno e tanta
ma tanta pazienza. Ciao.
Enrico

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 24159
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 20 feb, 2007 23:38

Come vedete, cara Sarah e caro Francesco, il maestro Enrico Bonacina la pensa come me!

La soluzione per buone foto è quella da lui indicata.

Il microscopio è comunque indispensabile per vedere con gli occhi. Ma allora basta un microscopio, discretamente buono, che arrivi a 40-50 ingrandimenti e lo si può trovare nuovo a prezzi abbordabili.

Per le foto, se si vogliono foto di qualità, da buona a eccelsa, occorre orientarsi diversamente.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
SarahElba
Messaggi: 1631
Iscritto il: mer 08 mar, 2006 16:44
Località: COMO
Contatta:

Messaggio da SarahElba » mer 21 feb, 2007 2:36

Grazie mille a Marco a a Enrico!
... Certo, sono assolutamente d'accordo che purtroppo la qualità necessiti di spese più consistenti...
Comunque anche Antonio, facendo foto al microscopio, ha dei risultati splendidi secondo me :) ... quindi tengo a mente le due soluzioni, dove senz'altro la migliore sarà quella consigliata da Marco e Bonacina e cioè un'ottima attrezzatura fotografica. Ma anche un buon microscopio mi pare possa fare la sua parte (tenendo conto che non pretenderei mai, almeno all'inizio, dei risultati come quelli del sommo maestro :D ). Quindi, perdonatemi se pongo un'altra domanda, ma non conoscendo i vari costi, quale sarebbe la soluzione con cui poter spendere un po' meno? E soprattutto, potreste darmi un'idea di un costo plausibile, onde evitare di spendere, magari, inutilmente di più?

Spero che queste informazioni possano interessare anche a Francesco... anzi, scusa se ho "invaso" il tuo topic con le mie domande, ma ho approfittato per non aprirne un altro. :)

Grazie a tutti sin d'ora!

Sarah

Avatar utente
Fabrizio Adorni
Messaggi: 780
Iscritto il: lun 14 ago, 2006 20:26
Località: Fidenza (Parma)

Messaggio da Fabrizio Adorni » mer 21 feb, 2007 2:45

Ciao Sarah, bentrovata. :P
Ti dico solo che se si va accanto ai soffietti questi non sono a buon mercato e non è facile nemmeno trovarli in rete.
Questo è il motivo per cui da tempo sto vagliando le possibilità di acquistare una reflex digitale da adattare al soffietto che già possiedo.
'notte.
Antonio latita!
Fabrizio Adorni

Associazione Micro-mineralogica Italiana
Gruppo Mineralogico Pal. Nat. Parmense

Avatar utente
Piero Brizio
Messaggi: 387
Iscritto il: dom 18 feb, 2007 21:10
Località: Torino

Messaggio da Piero Brizio » mer 21 feb, 2007 10:20

Ciao Fabrizio.

mi sembra sia sempre più facile trovare su e-bay o presso qualche rivenditore i famosi "anelli adattatori" che rendono possibile l'uso di aggiuntivi e/o obiettivi su corpi macchina di produzione diversa.

Io ho dovuto aspettare parecchio per trovare la macchina Olympus 4/3 (ho scelto la e-330 per vari motivi macrofotografici) con l'anello adattatore che mi permettesse di usarla con il soffietto Olympus OM e con i tubi di prolunga Leika o T42: l'anello l'han tenuto nascosto in Italia per mesi (probabilmente per costringere gli utenti ad acquistare materiale 4/3 nuovo con relativa spesa). L'anello l'ho pagato 99 euro in quanto originale ma ora cominciano ad arrivare parecchi compatibili a ben meno della metà.

Consiglio: tu sai che soffietto e vecchi obiettivi hai, scegli la macchina digitale dei tuoi sogni (Nikon, Canon od Olympus - credo che a parità di prezzo le prestazioni siano paragonabili) e infine cerca l'anello [secondo me usare vecchi soffietti ed obiettivi già conosciuti aiuta nei primi momenti di uso di corpi macchina totalmente nuovi].

Sperando di averti presto nel mondo dei macrofotografi ti saluto.

A presto.
Piero

-------------------------

Piero Brizio
Torino

Cercare. Cercherò... Cercar bisogna!

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 24159
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mer 21 feb, 2007 10:52

Piero, ti andrebbe di dire, con poche parole, agli attenti lettori, qual'è il tuo mestiere? (Of course senza obbligo alcuno!).
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Massimo Ferrari
Messaggi: 1198
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 22:03
Località: Modena

Messaggio da Massimo Ferrari » mer 21 feb, 2007 11:20

Ciao Sarah.

Se sarai a Bologna, vieni al tavolo AMI e sarà mio piacere metterti a parte della mia piccola esperienza in materia (specie di microscopi). In ogni caso, se avrai la pazienza e la bontà di girare un poco sul forum, gli interventi, anche miei, sull'argomento non mancano. E questo è anche il motivo per cui, ho scelto di non ripetere in questa risposta, ciò che già ho scritto altrove.
Cordiali saluti.
Massimo Ferrari

Avatar utente
Piero Brizio
Messaggi: 387
Iscritto il: dom 18 feb, 2007 21:10
Località: Torino

Messaggio da Piero Brizio » mer 21 feb, 2007 12:32

Ciao

Ogni desiderio di Marco (in campo mineralogico) è un ordine.
Più difficile il modo perchè raccontare una vita in poche parole non è molto semplice ma ci provo.

Nel 1965 ho cominciato a studiare fotografia diplomandomi, poi sono passato a studiare chimica, laureandomi. Dal 1976 insegno fotografia, cinematografia, fotomeccanica ed editoria multimediale in un Istituto Tecnico per Periti Fotografi di Torino: l'IIS Bodoni.

Dagli inizi degli anni '80 ho seguito il passaggio dalla fotomeccanica (arte di retinare e selezionare immagini per la stampa tipografica) all'editoria prima elettronica, poi multimediale [elaborazione con Photoshop impaginazione con QuarkXPress e InDesign, ecc...]; poi è toccato -'90- alla cinematografia e dalle cineprese e proiettori si è passato all'elettronica [oggi DV e programmi di montaggio tipo Premiere e FinalCut]. Dal 2000, stiamo passando dalla fotografia tradizionale - alogenuri d'argento - al digitale [con annessi e connessi materiali e problemi].

Vi è però un aspetto del mio carattere che mi frega: mi piace capire le cose ma non mi piace poi "farle". Ricordo negli anni '70 quanto ho penato per fare le mie prime fotografie di minerali al microscopio (Micro Galileo, macchina Exacta VX1000, illuminatori PhotoPhlood, con pellicole Ektachrome da 25 ASA): quando è uscito il primo rullino decente - quattro o cinque immagini "passabili" - e la cosa aveva dimostrato che avevo "capito" come si faceva ho smesso di farlo. La macchina è poi diventata una Olympus OM2, provato e riuscito e basta. Oggi la macchina è una Olympus e-330 digitale e sto provando a risolvere i soliti problemi per ottenere un "buon lavoro". Quando avrò risolto chissà...

Spero che lo spirito che anima questo forum mi costringa a lavorare per qualcuno e per qualcosa in modo che possa produrre qualcosa che possa servire a qualcuno.

Mal che vada verso il 2010 ci sarà di nuovo qualcosa di nuovo da studiare per poterlo capire e insegnare a chi allora avrà bisogno di me. Oltre credo dovrebbe arrivare la pensione.

Sperando di aver accontentato Marco vi saluto e un altro giorno, forse in un altro topic, vi racconterò la mia storia mineralogica [a meno che non mi sotterriate con qualche Mb di messaggi contrari].

Riciao e a ripresto.
Piero

-------------------------

Piero Brizio
Torino

Cercare. Cercherò... Cercar bisogna!

Avatar utente
domenico
Messaggi: 5620
Iscritto il: gio 30 set, 2004 11:40
Località: Garbagnate Milanese (Mi)
Contatta:

Messaggio da domenico » mer 21 feb, 2007 13:01

Molto bello questo discorso, novità assoluta, complimenti.

(Volevo sapere se hai la scheelite di Baveno?)

Ciao.

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 24159
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mer 21 feb, 2007 13:02

Spero che lo spirito che anima questo forum mi costringa a lavorare per qualcuno e per qualcosa in modo che possa produrre qualcosa che possa servire a qualcuno.
Preso! Inserito immediatamente nel gruppo di lavoro di Micro.
Le cose da fare non mancano e sono certo che i due Piero (Piero A e Piero B) non potranno che portare migliorie di tutti i tipi alla rivista della nostra associazione.

Per il 2008 si pensava a un ri-look del logo AMI e di Micro! Le idee tue al riguardo (come quelle di tutti gli altri AMIci) non possono che essere di utilità.

Ognuno può dire la sua (aprirò, dopo Bologna, un apposito topic in merito).

PS: QuarkXPress è lo strumento attualmente usato per l'impaginazione di Micro. Io ho imparato a usarlo alla "fai da te". Magari una lezioncina...
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Piero Brizio
Messaggi: 387
Iscritto il: dom 18 feb, 2007 21:10
Località: Torino

Messaggio da Piero Brizio » mer 21 feb, 2007 14:01

Ciao.

Grazie DOM: credo di averla anche se lo "spirito collezionistico" prevede sempre la possibilità di migliorarla; chissà come sarà la scheelite del Varvello, mah...

La grafica della rivista ed il restyling del marchio sono già stati presi in cura da Piero A. il quale, mi sa, si rifarà vivo quando tornerà dall'Egitto.

Devo correre in ospedale per mia madre e ho paura che per qualche giorno non mi sentirete più. Trattatemi bene i vostri mineralini.

A presto.
Piero

-------------------------

Piero Brizio
Torino

Cercare. Cercherò... Cercar bisogna!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite