Le mie prime foto con compatta digitale

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
gianluca85
Messaggi: 16
Iscritto il: mer 02 apr, 2008 10:46

Le mie prime foto con compatta digitale

Messaggio da gianluca85 » mar 22 apr, 2008 23:19

Salve a tutti,


avevo detto (anzi scritto) che avrei provato a fare delle foto a minerali con la mia compatta digitale dato che mi sembrava ne avesse le possibilità (arriva a 1 cm in macro).
La strumentazione usata è una compatta digitale S1050 Samsung, treppiedi economico e lampada da scrivania come fonte di luce.
Ho scelto campioni con cristalli piccoli in modo da mettere alla prova la mia macchinetta.
Ecco i risultati:

- rame nativo, il cristallo più grosso misura 2x3 mm

- dioptasio, il cristallo misura 2 x 3 mm, non capisco perché sia venuta una colorazione più sul blu che sul verde, forse è l'eccessiva illuminazione ma da visto di persona è assolutamente verde.

- microlite, il cristallo misura 2-3 mm, non riesco a capire che specie sia quella in prismetti verdini, suggerimenti sono ben accetti.
Allegati
rame.jpg
Rame nativo in cristalli con interlaminature d'argento.
Località Keweenaw, Michigan, USA. Coll. e foto G. Pagano.
dioptasio.jpg
Dioptasio. Loc. Tsumeb, Namibia. Coll. e foto G. Pagano
microlite.jpg
Microlite, cristallo su albite e ?
Loc. Mawi, Laghman Province Afghanistan
Coll. e foto G. Pagano

gianluca85
Messaggi: 16
Iscritto il: mer 02 apr, 2008 10:46

Messaggio da gianluca85 » mar 22 apr, 2008 23:23

Ecco l'ultimo.
Il cristallo misura 4-5 mm.
Allegati
spinello.jpg
Spinello. Cristallo singolo.
Loc. Mogok, Birmania
Coll. e foto G. Pagano

Avatar utente
Giovanni Fraccaro
Messaggi: 2016
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 12:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy
Contatta:

Messaggio da Giovanni Fraccaro » mar 22 apr, 2008 23:40

Non male le foto.

I cristalli insieme alla microlite mi ricordano delle elbaiti.

Per il dioptasio che sembra blu, già successo a qualcuno, ma non mi ricordo il perchè, ma capita (forse per via dell'esposizione alla luce artificiale?).
Gianni

Marco Pistolesi
Messaggi: 1022
Iscritto il: lun 19 mar, 2007 22:14
Località: Piombino-Li-

Messaggio da Marco Pistolesi » mar 22 apr, 2008 23:45

Ciao Gianluca.
Che caratteristiche ha la tua digitale S1050 Samsung?
Ciao.
Marco

gianluca85
Messaggi: 16
Iscritto il: mer 02 apr, 2008 10:46

Messaggio da gianluca85 » mar 22 apr, 2008 23:58

Ciao,

la mia Samsung S1050 è una compatta 10 Megapixel con macro fino ad 1 cm solo se però l'obbiettivo è alla minima focale (a cui corrisponde il campo inquadrato di una 35 mm con normale formato 24x36).
È completamente automatica ma c'è la possibilità di regolare tutto manualmente: dalla messa a fuoco ai tempi d'integrazione, diaframmi, sensibilità sensore, e penso tutto.
Ha anche la funzione di rimozione dello striscio delle immagini (funziona solo per piccole strisciate, meccanismo software), 45 Mb di memoria interna espandibile con schede SD.
Può fare anche da videocamera ed include un registratore vocale, monitor esterno da 3 pollici.
Poi non ricordo altro, ma se cercate su google potete trovare qualunque informazione.

Marco Pistolesi
Messaggi: 1022
Iscritto il: lun 19 mar, 2007 22:14
Località: Piombino-Li-

Messaggio da Marco Pistolesi » mer 23 apr, 2008 0:03

Ciao Gianluca.
Grazie per la risposta, adesso faccio i raffronti con la mia Coolpix L1.

Ciao e buonanotte.
Marco

Avatar utente
Fabrizio Adorni
Messaggi: 780
Iscritto il: lun 14 ago, 2006 20:26
Località: Fidenza (Parma)

Messaggio da Fabrizio Adorni » mer 23 apr, 2008 2:48

Ciao Gianluca,

se queste sono le prime... bè, è un bel programma! :P

Ciao.
Fabrizio Adorni

Associazione Micro-mineralogica Italiana
Gruppo Mineralogico Pal. Nat. Parmense

Avatar utente
Alessio73
Messaggi: 1946
Iscritto il: mar 24 lug, 2007 10:35
Località: Jesi (An)

Messaggio da Alessio73 » mer 23 apr, 2008 9:38

Nella prima foto i cristalli verdi sono "tormalina".

gianluca85
Messaggi: 16
Iscritto il: mer 02 apr, 2008 10:46

Messaggio da gianluca85 » lun 28 apr, 2008 19:36

Incoraggiato dai vostri complimenti ho deciso di postare ancora in questa sezione con questo esemplare davvero difficile, non sono riuscito a far venire tutto a fuoco e non so quanto potesse giovare chiudere il diaframma completamente (ovvero ancora di uno stop): pseudobrookite.
Allegati
pseudo-brookite.JPG
Pseudobrookite
Loc. Thomas Range, Utah, USA
Il cristallo maggiore misura 4 mm ma è stato preso in angolo.
Il gruppo fotografato è circa 8 mm.
Coll. e foto G. Pagano
Ultima modifica di gianluca85 il lun 28 apr, 2008 19:40, modificato 1 volta in totale.

gianluca85
Messaggi: 16
Iscritto il: mer 02 apr, 2008 10:46

Messaggio da gianluca85 » lun 28 apr, 2008 19:39

E ancora la henmilite, anche qui è strana la colorazione, con la normale illuminazione è blu scuro, sotto forte luce artificiale anche ad occhio sembrava più "nera".
Allegati
Henmilite.jpg
Henmilite.
Cristallo di 1,5 mm massimo da spigolo a spigolo opposti.
Loc. Fuka mine, Bitchu-cho (Bicchu-cho), Takahashi, Okayama Prefecture, Chugoku Region, Honshu Island, Japan
Coll. e foto G. Pagano

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 24159
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » lun 28 apr, 2008 19:43

Gianluca, evidentemente qualcosa non va: il colore della henmilite (ho corretto i tuoi nomi, entrambi sbagliati) è decisamente blu. Qualche taratura da fare...

Per come si devono scrivere i nomi dei minerali vedasi: http://forum.amiminerals.org/viewtopic.php?t=148
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

mineralenzo
Messaggi: 1797
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Le mie prime foto con compatta digitale

Messaggio da mineralenzo » gio 05 feb, 2009 13:55

Ciao a tutti, anche io mi sono dato da fare in fatto di fotografie di minerali... e leggendo questo topic (per il dioptasio) mi è venuto in mente che qualche problema di colori l'ho pure io. Anche qualche problema con i minerali chiari trasparenti in particolare! a volte risultano troppo chiari...
Avete qualche idea??
saluti
Enzo :)
Enzo

Avatar utente
roccelllans
Messaggi: 1935
Iscritto il: gio 19 apr, 2007 23:56
Località: BERGAMO
Contatta:

Re:

Messaggio da roccelllans » gio 05 feb, 2009 16:55

Fabrizio Adorni ha scritto:Ciao Gianluca,

se queste sono le prime... bè, è un bel programma! :P

Ciao.
Concordo!!!!


Fabio

Avatar utente
Fulvio Malfatto
Site Admin
Messaggi: 728
Iscritto il: gio 24 giu, 2004 16:32
Località: Roppolo (BI) - Italy
Contatta:

Re: Le mie prime foto con compatta digitale

Messaggio da Fulvio Malfatto » sab 07 feb, 2009 8:04

Il dioptasio è una brutta bestia, ed i generale il verde è il colore più difficile da rendere perfettamente. Anche sulla pellicola, un tempo, i fotografi passavano ore a discutere sul verde della Fuji, a detta di molti migliore di quello di Agfa e Kodak.
Sul dioptasio ho avuto anche io delle belle ore di discussione. Alla fine l'unica è partire con una perfetta taratura del bianco prima di scattare, se la tua macchina lo permette: fotografi ripetutamente un foglio bianco o grigio neutro, con la sorgente di luce che userai successivamente, ma con diverse impostazioni della temperatura colore, fino a quando ottieni un risultato neutro, che non tenda né al rosso, se usi luce ad incandescenza, né al blu se usi fluorescenti. A quel punto scatti , e se sei fortunato, bene, altrimenti prendi il pezzo, lo metti vicino al video, e vai di postprocessing fino a riottenere il verde giusto.
Io mi sono fatto l'idea che le frequenze verdi, essendo al centro del campo di frequenze del visibile, sono quelle più sensibili ad eventuali spostamenti in alto o in basso delle dominanti di luce che usi per illuminare: anche in natura di giorno la vegetazione risalta, al mattino ed alla sera (dominanti rosse) o con il cielo coperto (dominante blu) si tende a perdere il dettaglio degli alberi nei paesaggi.
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2201
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: Le mie prime foto con compatta digitale

Messaggio da Roberto Bracco » sab 07 feb, 2009 12:35

Fulvio Malfatto ha scritto: Io mi sono fatto l'idea che le frequenze verdi, essendo al centro del campo di frequenze del visibile, sono quelle più sensibili ad eventuali spostamenti in alto o in basso delle dominanti di luce che usi per illuminare: anche in natura di giorno la vegetazione risalta, al mattino ed alla sera (dominanti rosse) o con il cielo coperto (dominante blu) si tende a perdere il dettaglio degli alberi nei paesaggi.
Giustissimo e sacrosanto! Confermo anche che gli ultimi anni della pellicola li ho passati con Fuji...
Anche con tutti i bilanciamenti posibili però avere il "verde più verde" rimane sempre questione di fortuna. Su certi pezzi (dioptasio ma anche cornwallite, brochantite...) ho dovuto rinunciare.
Roberto
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti