La microfotografia come e con che cosa 2

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5858
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » gio 06 mag, 2010 17:34

L'Amico Luigi Mattei (Luiss) usa un sistema afocale,e forse,é il miglior sistema per fare ottime foto in poco tempo.Il microscopio,però,deve essere di buona qualità;é su questo discorso che cercherei di rivolgere più attenzione e su questo Lui é un esperto indiscusso.
Ciao e buon lavoro.

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2183
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: MBS-10 + MFU

Messaggio da Maurizio_T » gio 06 mag, 2010 22:11

A questo punto la mente mi prude, sperimentare per sperimentare metto altra carne al fuoco, secondo voi è possibile aggiungere un diaframma al terzo tubo del micro? La soluzione del cartoncino forato, seppure funzionante, mi sembra poco tecnologica ed ha il difetto di essere fissa.
Pensavo di avviare questo esperimento recuperando un diaframma da un vecchio obiettivo, chissà, potrebbe funzionare e farci risparmiare i 16000€ dello Zeiss :wink: .
Purtroppo ora sono impegnato a realizzare una slitta micrometrica che sia davvero micrometrica e il tempo da dedicare allo smanettamento è sempre poco, ma mi ripropongo di farci una seria pensata.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2151
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: MBS-10 + MFU

Messaggio da Roberto Bracco » gio 06 mag, 2010 22:32

Maurizio_T ha scritto:A questo punto la mente mi prude, sperimentare per sperimentare metto altra carne al fuoco, secondo voi è possibile aggiungere un diaframma al terzo tubo del micro? La soluzione del cartoncino forato, seppure funzionante, mi sembra poco tecnologica ed ha il difetto di essere fissa.
Pensavo di avviare questo esperimento recuperando un diaframma da un vecchio obiettivo, chissà, potrebbe funzionare e farci risparmiare i 16000€ dello Zeiss :wink: .
Purtroppo ora sono impegnato a realizzare una slitta micrometrica che sia davvero micrometrica e il tempo da dedicare allo smanettamento è sempre poco, ma mi ripropongo di farci una seria pensata.
Diaframma... di mestiere dovrebbe stare nel piano focale dell'obiettivo, se lo metti lassù mi sa che avrai solo della vignettatura, ma una prova non costa niente! Mi sa che nei $$ dello Zeiss ci sta qualcosina oltre il diaframma...
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 5788
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: MBS-10 + MFU

Messaggio da TOSATO FABIO » ven 07 mag, 2010 6:26

Giusto golagiò.
Sergio Pegoraro che fa eccellenti foto (vedi articolo sulla montetrisaite nella R.M.I.) usa reflex digitale Canon + obiettivo Canon MPE65+ soffietto, il tutto fissato in verticale al muro che è a fianco del tavolo.
Il tavolo è bello stabile in quanto vi è su di esso quantità di libri, computer ecc.
Sicuramente le vibrazioni le ha ridotte al minimo e questo consente una qualità di foto superiore: come luce usa sia il flash, sia le fibre ottiche credo.
Lui fotografa costantemente sotto il millimetro.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2183
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: MBS-10 + MFU

Messaggio da Maurizio_T » ven 07 mag, 2010 8:42

Roberto Bracco ha scritto: Diaframma... di mestiere dovrebbe stare nel piano focale dell'obiettivo, se lo metti lassù mi sa che avrai solo della vignettatura, ma una prova non costa niente! Mi sa che nei $$ dello Zeiss ci sta qualcosina oltre il diaframma...
Certo, infatti quella sullo Zeiss era solo una battuta :wink:
Indubbiamente il diaframma va messo sul piano focale, infatti non intendevo metterlo proprio alla fine del tubo adattatore ma dove si forma il fuoco, ovvero un pò più sotto.
Nel mio micro (Optika SZM-2) è possibile smontare tutto il tubo fino alla base della testata, quindi il piano focale dell'obiettivo dovrebbe essere facilmente intercettabile.
Per il diaframma o si recupera un iride completo del sistema di chiusura da un vecchio obiettivo, oppure c'è qualcosa di commerciale sul sito COMA di Lolli che viene usato per astronomia (va adattato meccanicamente).

E' chiaro che questa, al momento, è solo una pensata ma... tutto nasce da un pensiero, no?
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5858
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: MBS-10 + MFU

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 07 mag, 2010 8:58

Proprio ieri sera ho finalmente messo a punto un nuovo sistema ,molto più pratico e più immediato,semplice da fare poco costoso e dai risultati superiore a qualsiasi microscopio in commercio.Posso solo anticiparvi che il sistema é costituito da un obbiettivo 28 mm F.2,5 di buonissima qualità della Tamron,un soffietto e un oculare autocostruito a fortissima estrazione pupillare circa 3 o 4 cm,che consente di coprire,senza vignettature,tutto il fotogramma di qualsiasi compatta che abbia uno zoom di almeno 105 mm..Il sistema é molto comodo,perché prima si vede quello che si deve fotografare,molto bene,come se fosse un microscopio,e poi appogiando la digitale si fa la foto con tempi veloci.Con questo sitema ci vuole una compatta da almeno 14 Mp.che al momento non ho,ma dalle prove fatte con la vecchia Coolpix sembrano immagini fatte con un digitale da 10Mp,la risoluzione é molto buona e la profondità dell'immagine é superiore al sistema tradizionale con la reflex.Se poi si usa Helicon le foto sono al top e non vi stò a raccontare balle.Quindi senza andare a spendere cifre esagerate e con un po di inventiva,ma soprattutto un po di conoscenza di ottica microscopica,si riesce ad evitare di spendere soldi inutilmente,visto che per noi é solo un Hobby.Finora non avevo mai sentito nessuno parlare di sistema afocale,ma parlandone con Luigi che lo usa danni con il microscopio mi sono fatto un idea che é poi l'idea che ho sviluppato per fare questo progetto.

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2151
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: MBS-10 + MFU

Messaggio da Roberto Bracco » ven 07 mag, 2010 9:22

Cancrinite: molto, molto bene, se l'obiettivo regge gli ingrandimenti è un'ottima strada, e complimenti per l'oculare! Non è facile progettarne e metterne insieme di decenti, anzi se ci racconti qualcosa... così mi faccio qualche esperimento per il microscopio visuale...
Un sistema afocale analogo (ob+soff+oc+comp) l'avevo descritto agli albori di questo forum, vedi "primi passi nel multifocus". Poi sono passato alla reflex e ho migliorato il parco obiettivi ma di soddisfazioni me ne ha date un bel po'.
Solo qualche perplessità sui megapixel: la qualità d'immagine dipende da quanto è buono il sensore, se poi per scrivere qualcosa sul depliàn lo dividono in 6, 8 o 57 mega è un'altra storia... più piccolo il pixel più grosso il rumore!

Maurizio: In linea di principio ok, ma bisogna fare i conti che qualsiasi apertura laterale nel tubo può avere effetti letali per la luce diffusa che ti entra, poi deve sempre restare la possiblità di mettere a fuoco l'area più interessante a tutta apertura, e posizionare o chiudere il diaframma senza supattare / cialoccare tutto l'apparato.

A questo punto traslocherei anche il tutto su un altro topic.
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2183
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: MBS-10 + MFU

Messaggio da Maurizio_T » ven 07 mag, 2010 9:50

Si, sarebbe meglio spostare la discussione in un topic più specifico tipo "La microfotografie come e con che cosa" anche per dargli maggiore risalto, Luc che ne dici?

Bene Fabio, la tua soluzione è interessante e semplice, magari se ci dici come hai costruito l'oculare ti saremmo grati, anche perchè tali estrazioni non credo si trovino facilmente in commercio.
Rimane comunque da valutare bene quello che dice Roberto per il rumore, secondo me oltre gli 8-10 Mp sarebbe meglio orientarsi sul full frame delle reflex, dove lo spazio tra un pixel e l'altro garantisce una maggiore immunità.

Tornando alla questione diaframma, che non so se realizzerò mai a causa del poco tempo disponibile :( , lo vorrei mettere fisso adattandolo tra la testata e il tubo portaoculare fotografico, in modo da poter lavorare in stop down, guardando e fuocheggiando a tutta apertura e chiudendo al momento dello scatto, è per questo che mi era venuta l'idea di prendere un obiettivo e modificarlo in modo da ricavarne un tubo diaframmato che mantenga la possibilità di aprire o chiudere.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5858
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 07 mag, 2010 12:58

Maurizio-T ha scritto:
Bene Fabio, la tua soluzione è interessante e semplice, magari se ci dici come hai costruito l'oculare ti saremmo grati, anche perchè tali estrazioni non credo si trovino facilmente in commercio.
A parte che non sono Fabio ma Cancrinite ovvero Di Domenico Dario :D
ma a me sembra che "gli altri" quelli che fanno i "professionisti"non rivelino così facilmente,anche via MP,come fanno ad illuminare,che tipo di illuminazione o quale attrezzatura usano,e a parte il Maestro,mi sembra che quasi tutti seguano questa via,o mi sbaglio?
e da una parte mi sembra anche giusto,visto quanto costa la ricerca in termini di tempo e alle volte anche denaro!
Comunque sia la base di partenza è un idea ormai diffusa,ma quella dell'oculare no,e si tratta di trovare le lenti giuste per raggiungere lo scopo e qui la cosa la vedo difficile per molti di voi :(
Comunque non voglio fare il difficile,avete mai sentito parlare di oculari ortoscopici?credo di si.
Il mio l'ho costruito con due doppietti acromatici uguali,pezzi di ricambio di produzione militare americana,adottati dall'esercito italiano sui cannocchiali da puntamento,ancora imballati;le lenti sono di una qualità e di un vetro difficilmente riscontrabili su produzioni commerciali,il che la dice lunga sulla resa dei colori e sulla nitidezza dell'immagine;ho anche provato quelli dei telescopi,ma non hanno questa elevata estrazione pupillare e questa qualità.Come vedete ognuno di noi provando e riprovando alla fine riesce a trovare una soluzione,che magari per gli altri risulta difficile riuscire ad eguagliare,ma può essere una base di partenza,magari,per sviluppare un idea ancora migliore.
Volevo anche aggiungere che fotografare è un divertimento per tutti noi che amiamo la micromineralogia e per favore non mi và più di sentire parlare di attrezzature costose,di chissà quali trucchi o quali metodi complicati per raggiungere chissa quali livelli dal momento che molti fotografi alla fine e visto le difficoltà incontrate,sono tutti finiti ad usare il multifocus,strumento tecnologico utilissimo,come direbbe qualcuno ad "effetto scansione",ma che non ha niente a che vedere con LA VERA FOTOGRAFIA dove l'effetto dello sfocato unito alle ombre e alle luci crea quella sensazione reale sù come i nostri micro apparirebbero ai nostri occhi.
Comunque sia é un mio personale e libero punto di vista,per il resto andiamo avanti e continuamo a divertirci nel nostro mondo in miniatura.

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2151
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Roberto Bracco » ven 07 mag, 2010 15:58

Molto interessante, gli oculari ortoscopici sono un po' "passati di moda" - parlo dell'ambito astronomico - perchè non hanno quella visuale tipo oblò di Star Trek che adesso va per la maggiore (ormai si è rotto il fatidico muro dei 100° apparenti), ma come qualità d'immagine li considero difficilmente superabili. Hai trovato i vetri da uno dei rivenditpri americani di surplus?

Il discorso illuminazione a mio parere non è così esoterico, si tratta poi di usare sorgenti il più diffuse possibile, scatole bianche, gusci di plexiglass opalino, carta da lucidi... alla fine di tutto il requisito principale è non patire mal di schiena a rigirare il pezzo 1001 volte mentre ti cavi gli occhi nel mirino...

Sul multifocus ho invece paura che quando scendi sotto i 3mm di FOV la lotta sia perduta a meno di avere veramente dei soggetti piatti... anche il migliore degli obiettivi è soggetto alla natura ondulatoria della luce! Sta a chi elabora non farsi prendere la mano e lasciare un aspetto più "naturale" possibile.
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 1753
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Mirco » ven 07 mag, 2010 16:25

Cancrinite ha scritto:...ma quella dell'oculare no,e si tratta di trovare le lenti giuste per raggiungere lo scopo ...
Quando frequentavo l'università avevo due materie che non mi piacevano: campi elettromagnetici e fisica II, in particolare la parte di ottica geometrica, quindi chiedo a voi che ne macinate più di me. La domanda è semplice: nel sistema microscopio formato da oculare-tubo-obbiettivo, qual è secondo voi quella che influenza di più la profondità di campo?? Mi spiego: se dovessi lavorare su uno solo di questi 3 elementi per cercare aumentare la distanza tra il campione e l'obbiettivo (e quindi credo anche la profondità di campo), cosa mi converrebbe toccare secondo voi??
Cancrinite ha scritto: ...Volevo anche aggiungere che fotografare è un divertimento per tutti noi che amiamo la micromineralogia ....per il resto andiamo avanti e continuamo a divertirci nel nostro mondo in miniatura.
Scusa il collage, ma ti quoto in pieno.
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5858
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 08 mag, 2010 8:41

Roberto sei uno dei pochi che ci capisce qualcosa e ti ringrazio per tutti gli approfondimenti in materia di ottica che con competenza riesci a fare,in modo semplice,a tutti noi. :P
Sul sito Funsci c?é una cosa "simile" facile da realizzare,non ingrandisce molto e poi non da una immagine con quella profondità che invece ho con l'oculare che ho costruito.questo é il link:http://www.funsci.com/fun3_it/pupilla/alta.htm
Per quanto riguarda le lenti,si tratta materiale dismesso dal'Esercito Italiano che ho avuto fortuna di trovare da uno sfascio di materiale ferroso,insieme a molti bei binocoli ho trovato un pacco dove,imballate nel loro astuccio originale del 1953 con una scritta che indicava EyeLens,c'erano questi doppietti del diametro di 38 mm. un po più convessi rispetto ai doppietti per obbiettivi.Ho poi scaricato una scheda sù un sito americano dove ho trovato le distanze da utilizzare e il diametro del diaframma interno,poi l'ho montato.
Per quanto riguarda il discorso profondità,ma più che profondità direi Effetto tridimensionale dell'immagine,o plasticità,avete mai provato a guardare in un binocolo con oculari tipo Kelner,a tre lenti,e in uno con oculari tipo Erfle a sei lenti,credo che ci sia una gran bella differenza!

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5858
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 08 mag, 2010 10:47

Comunque sia e a parte tutti i discorsi che ho finora fatto vi faccio vedere una foto,l'unica,di quello che riesce a fare questo sistema.Premetto che la foto l'ho fatta con la Coolpix 4500,4 Mp,appoggiandola con le mani sopra l'oculare,l'opera non è ancora ultimata,ma il cristallo,anzi la terminazione del cristallo di meno di un millimetro,rende bene il discorso precedente.
P.S.la foto é l'originale e provate ad ingrandirla.

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 1753
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Mirco » sab 08 mag, 2010 11:02

Cancrinite ha scritto:Per quanto riguarda le lenti,si tratta materiale dismesso dal'Esercito Italiano che ho avuto fortuna di trovare da uno sfascio di materiale ferroso,insieme a molti bei binocoli ho trovato un pacco dove,imballate nel loro astuccio originale del 1953
:bootyshake: :bootyshake: :bootyshake: :bootyshake: :bootyshake: :bootyshake: Fortunello!!

Bel risultato!
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 2876
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Luca Baralis » sab 08 mag, 2010 20:59

In tema di costruzioni ottiche fai-da-te, mi rimane sempre la convinzione che i risultati siano fortemente dipendenti dalla precisione della realizzazione. Quanto possono influire i difetti di allineamento, complanarità e simili la cui eliminazione non è alla portata dell'hobbista medio?
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti