La microfotografia come e con che cosa 2

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2189
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Maurizio_T » ven 06 ott, 2017 22:29

Giuseppe Illuminati ha scritto:
ven 06 ott, 2017 21:23
( ho caricato l'immagine dal cellulare, la qualità è un po scadente..)
Come inizio non c'è male Giuseppe, habitus e colori ben distinguibili, anche le mie prime foto erano così, ci sono ampi margini di miglioramento ma tieni conto un millimetro è già una sfida impegnativa.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » sab 07 ott, 2017 8:00

Se il gruppo è all'incirca 1 mm., il campo inquadrato in questa foto è piu o meno 1.8-2 mm.; non siamo a 1 mm. di campo inquadrato con questa FF :D
Quando mi inquadri un millimetro di campo i problemi si fanno al quadrato, e qui ne vedo tanti dovuti alla messa a fuoco dei singoli piani e alle impercettibili vibrazioni trasmesse sul soffietto dallo scatto dell'otturatore.
E' proprio questo il vero problema di tutte le reflex, e non è lo specchio che si risolve al limite con il live view.
Vale la pena, allora, comprare una reflex tipo EOS 80D ? dal manuale mi son letto che ha solo il ritardo sullo specchio; e che ci faccio con una reflex che non ha le stesse caratteristiche di una Sony Alpha 7 o 6300, o anche solo di una OlympusOM-D E-M5 Mark II, quella che usa Laslo Toth tanto per intenderci ?

Giuseppe Illuminati
Messaggi: 404
Iscritto il: mar 23 nov, 2010 1:28
Località: Santa Marinella (RM)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Giuseppe Illuminati » sab 07 ott, 2017 10:56

Molto dipende dai soggetti..su cristalli contrastati ed esposti (leggesi fotogenici) problemi non ce ne sono.
Stesso setup; migliorabile in molti modi (qualche scatto in più per la parte di destra-composizione-illuminazione-ritocco su zerene ECC.) ma comunque decisamente migliore di quella precedente.
I fotogrammi sono tanto buoni quanto quelli della gadolinite, ma al momento dell'impilamento quando il soggetto è complesso partono i problemi..
Allegati
IMG_0231.JPG
Spinello, X 1mm

Avatar utente
Giors57
Messaggi: 20
Iscritto il: dom 23 dic, 2012 18:37
Località: Roma

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Giors57 » sab 07 ott, 2017 11:32

Di Domenico Dario ha scritto:
sab 07 ott, 2017 8:00
Vale la pena, allora, comprare una reflex tipo EOS 80D ? dal manuale mi son letto che ha solo il ritardo sullo specchio; e che ci faccio con una reflex che non ha le stesse caratteristiche di una Sony Alpha 7 o 6300, o anche solo di una OlympusOM-D E-M5 Mark II, quella che usa Laslo Toth tanto per intenderci ?
Premetto che non ho esperienza e non sono attrezzato per fare microfotografia quindi leggo avidamente tutto ciò che scrivete (leggendo dall'inizio ogni tanto mi faccio qualche risata per i preconcetti, che poi con il tempo si appianano) cercando di imparare qualcosa da tutti voi e ammirando i vostri risultati...
Ho invece un po' di esperienza in altri campi (birdwatching, studio, eventi, panorami...) e la scelta della fotocamera la vedo in funzione di ciò che devo fare, dell'investimento e della qualità obbiettivi che ho a disposizione e del tipo di lavorazione che eseguo sui file.
Intanto FF tutta la vita!
Personalmente i (pochi) vantaggi dei formati ridotti (1.5-2.0 X) non compensano la qualità del file (il crop lo posso fare dopo) quindi per me meglio un FF usato che un APSc nuovo.
Lavorando quasi esclusivamente in Raw + Photoshop, personalmente mi trovo meglio con i file Canon che i Nikon come fedeltà dei colori, ma i sensori Sony hanno una resa spettacolare come gamma tonale e dinamica.
Quindi se l'uso principale previsto è la microfotografia opterei per la sony alpha 7 (posso anche contare su di un tiraggio bassissimo), la 80 D per un uso più generico.

Avatar utente
ChinellatoPhoto
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 16 gen, 2012 14:58
Località: Venezia
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da ChinellatoPhoto » sab 07 ott, 2017 17:49

calma, ci sono delle macchine canon come la 7d prima e ora la 7D Mk II con i controc.... e quando avevo la inutile 5D mk II usavo sempre la 7D, visto la scarsa qualità della 5D mk II in diverse situazioni. Raw...bah, se il file JPG è di qualità elevata, basta quello, anche perchè vediamo quanti HD esterni vi dovete acquistare se solo in 10 giorni scattate oltre 20mila raw da conservare in archivio.
Mindat Gallery http://www.mindat.org/user-5018.html#2_0_0_0_0_0_

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » dom 08 ott, 2017 9:58

Foto fatta sta mattina con il microscopio Zeiss :https://www.mindat.org/photo-847720.html
Con la messa a fuoco dagli oculari e con lo spostamento micrometrico, l'mpilamento con H.F. è molto preciso; ci vogliono 27 immagini per mettere a fuoco tutto il cristallo con un FOV di 1.3 mm. in orizzontale e con l'obiettivo Luminar 16 mm. che riesce molto meglio del 10x/25 giapponese.Con Photoshop solo colore automatico niente altro trattamento.
Come vedete la fotocamera, con tanto di supporto gommato e senza alzo dello specchio, si comporta bene, e mi posso accontentare. Con il live view è la stessa cosa.
Con una Sony o una Olympus chissà come viene :D

Avatar utente
ChinellatoPhoto
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 16 gen, 2012 14:58
Località: Venezia
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da ChinellatoPhoto » dom 08 ott, 2017 10:04

qualità assai scarsina e si vede
Mindat Gallery http://www.mindat.org/user-5018.html#2_0_0_0_0_0_

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 5860
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » dom 08 ott, 2017 10:08

A questi ingrandimenti, e con un otturatore che fa glan glan che vuoi pretendere ? :D

Giuseppe Illuminati
Messaggi: 404
Iscritto il: mar 23 nov, 2010 1:28
Località: Santa Marinella (RM)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Giuseppe Illuminati » lun 09 ott, 2017 16:56

Facendo qualche test mi sono accorto che allungando l'esposizione riduco il rumore legato allo scatto.. perché?
a questo punto il problema che mi si pone è quello opposto: quello di "ridurre" l'illuminazione del cristallo.
l'uso di diaframma aiuta ma non del tutto, e purtroppo così facendo finisco per lasciare delle zone d'ombra che non riesco a focheggiare..
(o meglio che zerene non considera nel momento dell'impilamento) e che mi costringe a riprenderle manualmente nel ritocco sul programma..
Mi perdo qualche pezzo?
Allegati
gad.jpg
gadolinite, x 1.2mm

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 2882
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Luca Baralis » lun 09 ott, 2017 17:01

Su tempi di esposizione lunghi movimenti che durano una piccola frazione del totale impressionano poco il sensore e non risaltano. Prevale quindi il soggetto fermo, ma un po' di sfocato magari rimane. E' la stessa tecnica che si usa qualche volta per far scomparire i passanti in una panoramica urbana.
Per ridurre la luminosità puoi allontanare la sorgente di luce o inserire uno schermo semiopaco (tipo un foglio di carta). Però la gadolinite in foto non mi sembra sovraesposta, anzi.
Ultima modifica di Luca Baralis il lun 09 ott, 2017 17:04, modificato 2 volte in totale.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
ChinellatoPhoto
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 16 gen, 2012 14:58
Località: Venezia
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da ChinellatoPhoto » lun 09 ott, 2017 17:02

a me non risulta, che sia tempo lungo o breve, il rumore viene fuori solo se gli iso sono alti, oppure il sensore della macchina fa pena
Mindat Gallery http://www.mindat.org/user-5018.html#2_0_0_0_0_0_

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 2882
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Luca Baralis » lun 09 ott, 2017 17:06

ChinellatoPhoto ha scritto:
lun 09 ott, 2017 17:02
a me non risulta, che sia tempo lungo o breve, il rumore viene fuori solo se gli iso sono alti, oppure il sensore della macchina fa pena
Mi sa che ci hai azzeccato! A parte la qualità del sensore, probabilmente per avere tempi più brevi la macchina imposta automaticamente ISO alti.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
ChinellatoPhoto
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 16 gen, 2012 14:58
Località: Venezia
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da ChinellatoPhoto » lun 09 ott, 2017 17:10

quel che pensavo, cosa che io elimino subito gli iso automatici quando devo impostare le macchine, perchè crea solo che danni
Mindat Gallery http://www.mindat.org/user-5018.html#2_0_0_0_0_0_

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Giuseppe Illuminati
Messaggi: 404
Iscritto il: mar 23 nov, 2010 1:28
Località: Santa Marinella (RM)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Giuseppe Illuminati » lun 09 ott, 2017 17:16

ISO sono 100 fissi.. sensore di d750 non è malvagio;
il problema della foto è che per ridurre sovraesposizione devo accontentarmi delle "zone d'ombra" e restano sfocati e si può fare molto meglio;
anche perché i singoli scatti non sono malvagi, ma quando vado ad impilare viene fuori un accozzaglia di riflessi,
che per risolvere devo andare a ritoccare su zerene ma non riesco ad essere preciso come il programma quando vado a selezionare le zone a fuoco..
( illumino con un paio di lampade Ikea messe a discreta distanza e con carta forno.. ma non riesco a risolvere con questi riflessi strani. )

Giuseppe Illuminati
Messaggi: 404
Iscritto il: mar 23 nov, 2010 1:28
Località: Santa Marinella (RM)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Giuseppe Illuminati » lun 09 ott, 2017 17:18

(una cosa che ho sbagliato è il numero di scatti su questa foto quindi qualche sbavatura è dovuta da quello, ho messo spostamento 5um , ma penso sia troppo lavorando con un 20x)
e per ridurre vibrazioni utilizzo modalità mirror up, con il secondo scatto dopo 3"

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti