La microfotografia come e con che cosa 2

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10497
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Luciano Vaccari » ven 14 mag, 2010 10:43

Caro artmediastudio(Michele se non erro)
La risposta di Dario è chiara...non basta dire: prendi questo, quello e quest'altro e poi montali così e cosà...e il gioco è fatto....
Nei nostri racconti dovrebbe saltare subito all'occhio che si arriva a certi risultati finali dopo prove e riprove.
Dario fra l'altro aveva già un ottimo sistema per fotografare, eppure lo ha modificato, migliorato...

Vabbè, lui non si dà pace per natura :D :D :D :D
Però è così che funziona...nulla di impossibile, al contrario, ma nemmeno troppo semplice o banale da realizzare.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6100
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 14 mag, 2010 13:20

Torniamo a noi.Mi é stato chiesto quali oculari si possono usare? Vi ricordo che il mio é autocostruito ma credo che questo debba andare bene.
http://www.unitronitalia.it/baader-hyperion-b.htm

Avatar utente
Daniele
Messaggi: 573
Iscritto il: mer 12 gen, 2005 15:02
Località: Cafasse (TO)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Daniele » ven 14 mag, 2010 13:21

Complimenti a Dario per il risultato ottenuto col suo "sistema"!
Ultima modifica di Daniele il ven 14 mag, 2010 14:04, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Fulvio
Messaggi: 2532
Iscritto il: ven 30 ott, 2009 17:14
Località: Bresso (Mi)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Fulvio » ven 14 mag, 2010 13:35

Cancrinite ha scritto:Torniamo a noi.Mi é stato chiesto quali oculari si possono usare? Vi ricordo che il mio é autocostruito ma credo che questo debba andare bene.
http://www.unitronitalia.it/baader-hyperion-b.htm
Ringrazio per il link a cui ho già dato un'occhiata che poi approfondirò, ma temo di aver ancora bisogno (ovviamente se possibile) di un'informazione come si collega l'oculare al soffietto? Lo chiedo perchè quando si tratta di obbiettivi, soffietti, anelli invertitori ecc. da collegare ad una reflex non ho problemi, ma in questo specifico caso non rieco ad immaginare come fare. vero che potrei chiederlo al vendirore, credo.
Comunque ancora grazie.
P.S. Ancora complimenti per la realizzazione che dalla foto postata è decisamente più che valida.
Fulvio
Socio IVM
------------------------------------------------------------------------------
La musica e i gatti sono un ottimo rifugio dalle miserie della vita.
Albert Schweitzer

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6100
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 14 mag, 2010 13:45

In effetti non é per niente facile,dato che sulla parte dove si monta il corpo macchina,c'è un attacco a baionetta.Un idea,pensandoci bene,ci sarebbe e basterebbe prendere un tubo di prolunga,di quelli con attacco maschio e femmina,e smontare la parte maschio per inserire un anello filettato;tutto questo per non rovinare quello del soffietto.Potrebbe essere un idea :wink:
Sul mio ho smontato l'attacco a baionetta maschio e ho montato un anello con una filettatura femmina 49 di diametro passo M1,fatta al tornio.

Avatar utente
Fulvio
Messaggi: 2532
Iscritto il: ven 30 ott, 2009 17:14
Località: Bresso (Mi)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Fulvio » ven 14 mag, 2010 14:37

Grazie, tra la tua risposta e il link sugli oculari ho capito come fare per collegare il soffietto all'oculare medesimo. Buona l'idea del tubo di prolunga modificato, basta filettarlo con il passo dell'oculare che si sceglie. Bene credo che ci proverò, anche se non garantisco di riuscirci, però la cosa mi attira, e poi visto che possiedo già un 28mm Yashica f. 2.8 insieme al soffietto credo che valga la pena di provarci visto che il costo degli oculari Hyperions non è certo da svenimento, il più è scegliere quello più adatto e collegarlo.
Fulvio
Socio IVM
------------------------------------------------------------------------------
La musica e i gatti sono un ottimo rifugio dalle miserie della vita.
Albert Schweitzer

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2241
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Maurizio_T » ven 14 mag, 2010 14:44

EstiKazi!!! Sulla qualità Baader non si discute, tant'è che le macchie solari oso guardarle al tele solo attraverso i loro filtri. In realtà un oculare ortoscopico ce l'ho, potrei tentare con quello.
Però, però io sono una capa tosta e sto ancora tentando di ricavare qualche buona foto dal mio micro, non tanto per mero accanimento ma perchè questa strada mi permette di approfondire alcune cosette interessanti, per esempio: da una serie di tentativi (disastrosi) che ho fatto con la tecnica afocale sfruttando l'adattatore Optika comprensivo di oculare fotografico, mi sono reso conto che uno dei più grossi nemici della qualità è costituito dalle riflessioni parassite, che sulla digitale hanno effetti devastanti, mooolto più che con la pellicola. E' ovvio che anche il micromosso ha una componente negativa sostanziale, ma bisogna affrontare i problemi uno alla volta.
Insomma dalle prove in corso mi sto rendendo conto che forse i vetri non hanno tutta la colpa che gli si attribuisce, quindi sto cercando di migliorare quel che c'è di migliorabile sul versante riflessi spuri, non so se i risultati fotografici verranno e sono consapevole che non potranno superare quelli ottenuti da Dario con il suo sistema, ma di sicuro ne beneficerà l'osservazione oculare, inoltre avrò imparato qualcos'altro da mettere nella bisaccia della conoscenza.
Quando avrò finito la cura, se i risultati saranno degni, preparerò un lavoretto che potrà essere utile a chi possegga un micro di fascia media.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2219
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Roberto Bracco » ven 14 mag, 2010 15:43

Maurizio_T ha scritto: Insomma dalle prove in corso mi sto rendendo conto che forse i vetri non hanno tutta la colpa che gli si attribuisce, quindi sto cercando di migliorare quel che c'è di migliorabile sul versante riflessi spuri, non so se i risultati fotografici verranno
Non tutta... ma attenzione anche a quello che c'è sopra, se le ottiche sono degli anni '970 o anteriori può benissimo darsi che i trattamenti antiriflesso non siano proprio all'altezza!
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 1846
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Mirco » ven 14 mag, 2010 16:42

Riprendo solo ora a leggere il topic dopo alcuni giorni di astinenza forzata... complimentoni a Dario, la mullite fotografata è uno spettacolo sia come colori che come profondità di campo... hai veramente fatto un mezzo miracolo con poca spesa.
Una domanda da perfetto ignorante: io ho in giro un obbiettivo di una vecchia Canon AE1 con la scritta CANON LENS FD 50mm 1:1.8 S.C. , dici che si può usare per cercare di ottenere qualcosa di simile ai tuoi risultati?? Volevo fare qualche esperimento, ma sapere almeno se si può arrivare da qualche parte con quanto ho a disposizione è già incoraggiante... il soffietto lo volevo sostituire con una coppia di tubi (stavolta anneriti all'interno :D) montati uno dentro l'altro in modo da poter scorrere, dici che è una cattiva idea??
Ancora complimenti, a te e a tutti quelli che coi loro suggerimenti e link stanno facendomi cambiare idea sulle foto.
Ciao
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3121
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Luca Baralis » ven 14 mag, 2010 23:27

Mirco ha scritto:... il soffietto lo volevo sostituire con una coppia di tubi montati uno dentro l'altro in modo da poter scorrere, dici che è una cattiva idea??
Perchè no, se riesci a realizzare lo scorrimento in parallelismo e a tenuta di luce.
Credo che dovresti anche pensare ad un sistema di blocco dei due tubi.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 1846
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Mirco » sab 15 mag, 2010 15:04

Luca Baralis ha scritto:Perchè no, se riesci a realizzare lo scorrimento in parallelismo e a tenuta di luce.
Credo che dovresti anche pensare ad un sistema di blocco dei due tubi.
Non dovrebbero esserci grossi problemi, volevo usare della fibra o del teflon neri, visti i diametri in gioco non dovrebbe essere un problema. Una domanda da profano: non ho mai visto un soffietto, quanto dovrebbe essere la lunghezza "normale"?? Nel senso, da un minimo di ... ad un massimo di ... ? + o - ?? Per il blocco ci avevo già pensato, incastrerei un dado quadro nella parte interna del tubo maggiore, con un foro passante in modo di avere un angaletto esterno che, stringendo, fa pressione sul tubo interno.
Unica cosa credo che dovrò smontare la AE1 in modo da usare la ghiera di aggancio dell'obbiettivo.
Qualcuno sa dirmi se l'obbiettivo di cui ho parlato 2 post addietro è utilizzabile a questo scopo??
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2219
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Roberto Bracco » sab 15 mag, 2010 19:30

Di solito i soffietti hanno una corsa sui 150 mm, non è difficile trovarne anche di buoni in giro, sicuro che valga la pena costruire il sistema?
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3121
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Luca Baralis » sab 15 mag, 2010 19:44

Sicuro soprattutto che valga la pena smontare la AE1?

In ogni caso, Roberto ha ragione, soffietti funzionanti ed economici sono facili da trovare così come gli adattatori per obbiettivi e corpo macchina. Ma se ha i voglia di "bricolare", perchè no?
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 1846
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Mirco » sab 15 mag, 2010 20:14

Roberto Bracco ha scritto:Di solito i soffietti hanno una corsa sui 150 mm, non è difficile trovarne anche di buoni in giro, sicuro che valga la pena costruire il sistema?
I patti con mia moglie sono chiari: un hobby non rende e non costa... e poi mi manca sempre un dato: :director: CHE MI DITE DELL'OBBIETTIVOOOO!!!

Roberto Bracco ha scritto:Di solito i soffietti hanno una corsa sui 150 mm...
Ok, 150 mm, ma mi sai dire quale sarebbe la lunghezza minima? Dalle informazioni trovate su internet non riesco a capirlo :? :? :?
Luca Baralis ha scritto:Sicuro soprattutto che valga la pena smontare la AE1?
Stavo osservando bene l'attacco dell'obbiettivo, non credo che la smonterò, l'attacco è banale :D :D , farlo sul tornio sarà facile e veloce...
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
Maurizio_T
Messaggi: 2241
Iscritto il: mer 17 dic, 2008 14:46

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Maurizio_T » sab 15 mag, 2010 21:54

La lunghezza dipende dal soffietto, il mio che è un Elicar misura 40mm a pacco e 160mm alla massima estensione. Sul discorso autocostruzione, io che sono un fanatico del fai da te sconsiglierei farsi i tubi di prolunga. I problemi da risolvere sono diversi, primo l'assoluta impermeabilità alla luce, secondo la stabilità meccanica che è il fattore più importante, se l'accrocco non riesce a mantenere il parallelismo obiettivo-macchina non avrai mai buoni risultati.
E' vero che l'hobby non rende e non deve costare ma questo vale solo in teoria perchè ci sono cose che giocoforza vanno comperate e oggi un set di tubi non costa una cifra iperbolica, specie sed usato. Tra l'altro i tubi non servono automatici perchè in macro è sempre preferibile lavorare in manuale.
In ogni caso preferirei il soffietto per la flessibilità d'uso e la posibilità di variare senza soluzione di continuità il rapporto di ingrandimento.
"Quelli che s’innamoran di pratica senza scienzia son come ‘l nocchier ch’entra in navilio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada" (Leonardo)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti