Coronavirus

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
Avatar utente
DonLucre
Messaggi: 597
Iscritto il: sab 30 mag, 2015 18:03
Località: Lecce

Re: Coronavirus

Messaggio da DonLucre » mar 23 feb, 2021 15:05

Questa notizia mi ha fatto montare il nervoso:

https://www.ilsole24ore.com/art/coronav ... a-AD0CxSLB

Io mi chiedo: ma ci voleva Draghi per arrivare a prendere una decisione del genere? Perché se si attivano ora, la produzione di vaccini anti-covid all'interno di stabilimenti ubicati in Italia non potrà partire prima di 8-10 mesi se non di più. Ma non poteva pensarci prima quella specie di governo che abbiamo avuto l'anno scorso? Invece di pensare al bonus monopattino, al bonus bicicletta, al bonus vacanze e a tutte quelle altre pu##@n@#e che hanno partorito, non potevano invece convocare Farmindustria per porre le basi di una produzione autoctona di vaccini? Troppo pochi i neuroni funzionanti in quel governo mi sa...
Donato Lucrezio

L’ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili. Il pessimista sa che è vero. (Oscar Wilde)

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7416
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Coronavirus

Messaggio da Massimo Russo » mar 23 feb, 2021 15:30

Non ci aveva pensato nessuno ne da sinistra, ne da destra e ne da centro. Draghi è un tecnico pratico e senza paura dei commenti degli elettori

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2930
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Re: Coronavirus

Messaggio da bortolozzi giorgio » mar 23 feb, 2021 16:22


mineralenzo
Messaggi: 2532
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Coronavirus

Messaggio da mineralenzo » ven 26 feb, 2021 8:32

Effettivamente si, si poteva pensarci prima... ma si sa che in Italia si va a rilento. Anche come idee.
Intanto malgrado i vaccini con i quali siamo anche indietro, il numero dei nuovi positivi resta sempre elevato e anzi tende leggermente a salire, vedremo cosa succederà a breve ma una cosa è certa occorrerà tenere alta la guardia se non altro per uscirne fuori per l'estate (uscirne fuori inteso come una situazione meno allarmante).
Enzo

Avatar utente
DonLucre
Messaggi: 597
Iscritto il: sab 30 mag, 2015 18:03
Località: Lecce

Re: Coronavirus

Messaggio da DonLucre » ven 26 feb, 2021 23:31

Se qualcuno si chiede perché in Italia si prendono provvedimenti anti-covid in ritardo, chiudendo sempre il recinto dopo che i buoi sono scappati, una buona risposta può ottenerla leggendo il commento ai dati di oggi pubblicato su https://lab24.ilsole24ore.com/coronavirus/. Di seguito un estratto dell'interessante analisi relativa al metodo utilizzato per valutare i "colori" delle regioni:

"I dati ufficiali, sulla base dei quali vengono assegnate le fasce di rischio epidemiologico delle singole Regioni, scontano come sempre una settimana di ritardo rispetto alla situazione attuale. Chi legge assiduamente questa rubrica non sarà sorpreso né dalla crescita dei casi, né dalla rapidità con cui l’effetto si sta manifestando: ne abbiamo parlato più volte, nelle ultime settimane, sottolineando come i numeri portassero esattamente in questa direzione. Si chiude oggi la nostra settimana epidemiologica (20-26 febbraio) che da inizio epidemia rileviamo dal sabato al venerdì successivo: domani ne vedremo il dettaglio, come ogni sabato, ma ne anticipiamo le principali evidenze. A livello nazionale il numero totale dei nuovi casi è salito a 108.136 con un incremento del 29,26% sulla settimana precedente, che si era chiusa con 83.652 nuovi positivi: un valore che, nel periodo appena terminato, è stato ampiamente superato dopo soli 6 giorni di rilevazione. Passiamo ad alcune delle Regioni più popolose, e quindi in grado di generare numeri più importanti, partendo dalla Regione più colpita, la Lombardia: nell’ultima settimana epidemiologica i nuovi casi sono stati 20.614, in crescita del 38,04% sulla settimana precedente (che si era chiusa a sua volta con un incremento del 16,96%). In Campania i nuovi casi sono stati 13.062, con un incremento del 46,63% sui 7 giorni precedenti (che si erano chiusi con un calo dell’8,31%). In Emilia Romagna 13.103 nuovi casi nell’ultima settimana mobile, in rialzo del 36,76% sul periodo precedente (anche quello chiuso con un rialzo dell’8,52%). Infine il Veneto, con 6.906 nuovi casi e una crescita del 61,58% sulla settimana epidemiologica 13-19 febbraio, che si era chiusa con un calo dei nuovi casi del 10,24%. Evidenziamo ancora una volta la necessità di procedere a restrizioni ed allentamenti sulla base di dati aggiornati, e non riferiti a un periodo compreso tra 5 e 12 giorni prima per i dati generali (15-21 febbraio) e addirittura tra 10 e 24 giorni per il valore dell’Rt: che proprio oggi è stato confermato dall’Iss stabile a 0.99 ma calcolato come valore medio, sui soli soggetti sintomatici, in relazione al periodo 3-16 febbraio. Se guardiamo ai valori di Rt puntuale, che abbiamo calcolato ogni giorno nello stesso intervallo 3-16 febbraio con il metodo K-N modificato, osserviamo una totale corrispondenza con quanto indicato oggi dall’Iss: ma ne abbiamo ricevuto indicazione con 10 giorni di anticipo. Per arrivare ad avere una stima ufficiale dell’Rt odierno dovremo quindi attendere quasi 2 settimane: mentre dal calcolo dell’Rt puntuale sappiamo che il valore alla sera del 25 febbraio era già salito a 1.21. Questi ritardi sono incompatibili con la rapidità del Sars-CoV-2, come peraltro bene evidenziato dai dati che abbiamo sintetizzato a proposito delle singole Regioni: l’attribuzione alle fasce di rischio avviene di fatto, con uno scostamento di soli due giorni rispetto alle nostre rilevazioni, facendo riferimento non all’ultima settimana epidemiologica bensì a quella precedente, e con un Rt che risale a 2-3 settimane prima. I valori espressi in tempo reale dal contagio sono oggi completamente differenti da quelli usati per l’inserimento nelle diverse fasce a colori: che per Campania e Veneto segnavano valori in calo rispettivamente dell’8,31% e del 10,24% a fronte di una crescita come abbiamo visto del 46,63% e del 61,58% nei sette giorni successivi, periodo che ci offre un’immagine recente dell’andamento epidemico. Altrettanto ritardata e dunque imprecisa è la valutazione relativa a Lombardia ed Emilia Romagna, dove le crescite del 16,96% e dell’8,52% sono in realtà diventate molto più importanti, ovvero +38,04% e +36,76% negli ultimi 7 giorni. Con queste modalità, che regalano al virus una settimana di tempo, fermare il contagio è impossibile. Ma forse non è più questa la priorità, visto che negli ultimi giorni è stato ufficialmente indicato come obiettivo primario “evitare il lockdown”: traguardo che si raggiunge in modo naturale centrando il vero obiettivo, ovvero bloccare il virus. Senza riuscirci continueremo a contare infezioni, ricoveri e decessi. Con l’attuale tasso di letalità espresso dalla Covid-19 in Italia (2,3% negli ultimi 30 giorni, fonte Iss) passare ad una media quotidiana di 20.000 infezioni significa accettare 460 morti al giorno nelle settimane successive. Salute pubblica ed economia non sono, e non saranno mai, in contrasto: sono invece strettamente legate e interdipendenti. Lo sviluppo dell’andamento epidemico non si combatte sulla base di quello che è accaduto, ma di quello che sta accadendo e soprattutto di quello che potrebbe accadere. Utilizzare dati vecchi equivale a tuffarsi in una piscina vuota perché, una settimana prima, era piena." (Fonte: https://lab24.ilsole24ore.com/coronavirus/)
Donato Lucrezio

L’ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili. Il pessimista sa che è vero. (Oscar Wilde)

mineralenzo
Messaggi: 2532
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Coronavirus

Messaggio da mineralenzo » sab 27 feb, 2021 10:23

Invece mi sa che salute ed economia sono in contrasto! Eccone se lo sono. La migliore soluzione sarebbe chiudere tutto ma appunto l'economia non lo permette.
In questo periodo coi vaccini che vanno come vanno, con decisioni prese in ritardo intanto la variante covid procede spedita come del resto i dati degli ultimi giorni sembrano confermare.
Enzo

Avatar utente
ChinellatoPhoto
Messaggi: 2933
Iscritto il: lun 16 gen, 2012 14:58
Località: Venezia
Contatta:

Re: Coronavirus

Messaggio da ChinellatoPhoto » lun 01 mar, 2021 10:51

abbiamo solo governi di incapaci che pensano solo alla loro panca, che sia destra o sinistra, non rendendosi conto della massa di lavoratori che stanno chiudendo ogni giorno e dopo pretendono pure che gli si paghi le tasse...ma tanto gli italiani sono solo caproni, fino a che non gli tolgono il Calcio loro mica fanno manifestazioni o rivoluzioni tipo i francesi.
Mindat Gallery http://www.mindat.org/user-5018.html#2_0_0_0_0_0_

Ho sempre pensato che la fotografia sia come una barzelletta: se la devi spiegare non è venuta bene.
Ansel Adams

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti