Meteorologia

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » mar 06 gen, 2015 17:27

Buon anno a tutti, anno nuovo topic nuovo che avrà come tema la meteorologia, una scienza giovane ma molto importante per la nostra società. Miliardi di persone in tutto il mondo dipendono (da sempre alcuni) ai capricci del clima per vivere... Un ritardo un'assenza o al contrario un'abbondanza di piogge possono fare la differenza in certe parti del mondo. Allora perchè non sapere in anticipo quello che avverrà?
Alla prossima.
Enzo.
Enzo

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 2879
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Meteorologia

Messaggio da Luca Baralis » mar 06 gen, 2015 19:55

In proposito mi sembra anzi che oggi come oggi abbiamo un eccesso di nformazioni: previsioni a lungo termine di dubbia attendibilità, previsioni a breve termine rigorosamente diverse 8) da sito a sito (o da canale a canale TV) e con variabilità max oraria... Non fai in tempo a dire a qualcuno "domani non usciamo che piove di brutto", che ti risponde: "Ma no, guarda che il sito XXY da sole pieno...".

:wink:
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » gio 08 gen, 2015 17:43

Luca Baralis ha scritto:In proposito mi sembra anzi che oggi come oggi abbiamo un eccesso di nformazioni: previsioni a lungo termine di dubbia attendibilità, previsioni a breve termine rigorosamente diverse 8) da sito a sito (o da canale a canale TV) e con variabilità max oraria... Non fai in tempo a dire a qualcuno "domani non usciamo che piove di brutto", che ti risponde: "Ma no, guarda che il sito XXY da sole pieno...".

:wink:
Si, è vero, e quasi sempre dipende dai "modelli" che indicano temperature, venti e situazioni bariche presenti, future e anche... passate! Ve ne sono molte, ma le principali e le più tenute in considerazioni dai previsori sono tre:

modello europeo
modello americano
modello canadese

Purtroppo questi 3 modelli pur offrendo scenari meteo simili, a volte notevolmente, e che cambiano di run in run (variazioni ad est o ad ovest per esempio) puo cambiare in certe zone il tempo. Quindi il previsore deve tener conto, oltre ai modelli, anche alla direzione e all'intensità dei venti sia in quota che al suolo, all'orografia del territorio, alle temperature del mare e aria e infine all'umidità relativa!!! mica poco.
Alla prossima
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » ven 09 gen, 2015 15:54

Ciao a tutti, questa volta vi parlerò dei meteo-appassionati... Sono sicuro che per alcuni di voi questa possa già essere una sorpresa! Ebbene si, ci sono e sono presenti ovunque anche in Italia e sono pure più dei pestasassi... Numerose sono le associazioni (da cittadine a nazionali) con tanto di siti web e links di collegamento a siti meteo di controllo, webcam meteo, stazioni meteo di utenti e/o associati (alcuni meteoappassionati hanno una o più stazioni meteo che gestiscono personalmente e che sono visualizzate online) che, a livello locale, offrono dati abbastanza precisi sul microclima di una zona. Questi siti meteo sia cittadini, regionali, nazionali hanno tutti un forum libero a tutti dove i m appassionati possano dire la loro sul clima e sul tempo passato presente e futuro.
Continua.
Alla prossima
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » dom 11 gen, 2015 17:20

Ciao a tutti, tornando ai meteo appassionati (che amano i fenomeni estremi meteo) e si dividono in
freddofili e caldofili, amano scrivere i loro dati e opinioni nei forum meteo che durante episodi meteo particolari assaltano i forum a decine anche di notte inserendo filmati e foto a volte. Un classico di questi forum sono i nowcasting che raccolgono i dati e hanno durata mensile e stessa durata hanno i topic modellistici che accendono discussioni accese cosi come l'immancabile topic "meteolagne e/o meteolamenti" che a volte è piacevole leggere. Sono in ogni caso forum interessanti e culturalmente validi.
Alla prossima... Le nubi.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » lun 12 gen, 2015 16:31

Salve, le nubi sono costituite da particelle pìccolissime di acqua liquida o ghiaccio a quote maggiori o entrambi e si dividono in 2 principali:
strati e cumuli, i primi legati all'aria calda ì secondi all'aria fredda. In meteorologia vi sono spesso abbreviazioni e questo vale anche per nubi. Eccovi la lista delle principali nubi:

cirri
cirrostrati
cirrocumuli
altostrati
altocumuli
cumuli
strati
stratocumuli
nembostrati
cumulonembi

La condensazione del vapore acqueo per raffreddamento o per una brusca diminuzione della pressione atmosferica sono alla base dell'origine delle nubi.
I cirri nubi alte di aspetto a piume sono composte di ghiaccio alte fra 7- 8 km.
Gli as e ac variano fra 4-6 km ghiacciati non portano piogge come i c e spesso velano il cielo (il sole appare fioco).
Alla prossima
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » mar 13 gen, 2015 17:04

Salve fra le nubi medio basse vi sono gli stratocumuli capaci di portare piogge non troppo intense ne durature mentre i nembostrati, nubi spesse e anche estese portano piogge deboli o moderate per molte ore, sono tipiche dei fronti caldi. Poi i cumuli tipici dei fronti freddi ma a volte anche caldi, e soprattutto i cumulonembi nubi a grande sviluppo verticale (la sommità di tali nubi è di ghiaccio e può superare i 10 km di altezza) entro la quale i venti salgono e scendono, forti, portandosi dietro anche i chicchi di grandine che in questo modo si ingigantiscono fino a raggiungere dimensioni maggiori di un uovo di gallina. Sono le nubi dei temporali, delle trombe marine e d'aria e delle forti piogge
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » lun 19 gen, 2015 16:33

Ciao a tutti, ora che abbiamo visto quali sono e in generale quali effetti portano i principali tipi di nubi vediamo cosa sono e che producono i fronti (perturbazioni) che nei settori che ci riguardano (Europa) procedono da ovest verso est quasi sempre, in seno alle correnti a getto atlantiche governate dalla bassa pressione islandese chiamato anche vortice polare che "comanda" il tempo in Europa. Le altre figure bariche che fanno a tratti e/o durante alcune stagioni sono l'anticiclone delle Azzorre a sud ovest, l'A africano a sud, e l'A russo-siberiano ad est e nord est.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » mar 20 gen, 2015 16:45

A seconda della posizioni di tali figure bariche abbiamo determinate situazioni meteo (vale per l'Italia e per l'Europa) che possono essere piovose, nevose, ventose siccitose ecc... L'importante da considerare è, che i fenomeni sono sempre gli stessi o quasi, a parità di condizioni.
In inverno, ad esempìo, le correnti atlantiche scendono di latitudine ed entrano nel Mediterraneo portandosi dietro le perturbazioni atlantiche apportatrici di piogge. Sia pure con le correnti atl. pìù a nord tale situazione avviene anche in autunno e talvolta primavera.
Alla psossima.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » gio 22 gen, 2015 16:17

Prima di procedere occorre tenere in considerazione qualche fattore. Primo che nell'emisfero nord che nelle zone di bassa pressione (vortici ciclonici) i venti vorticano intorno al centro in senso ANTIORARIO mentre nelle zone di alta pressione (anticicloni) i venti, più deboli, girano in senso ORARIO, quindi come le lancette dell'orologìo.
Secondo, che la meteorologia usa spesso abbreviazioni vediamone qualcuna che poi userò anche io: alte e basse pressioni vengono abbreviate rispettivamente in A e B quindi la celebre alta pressione delle azzorre ad esempio, diventa A Azzorre. Le abbreviazioni sono quasi sempre maiuscole.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » sab 24 gen, 2015 15:42

Altre abbreviazioni riguardanti le nubi.
Ìniziamo dalle più alte ì cirri Ci, di aspetto sottile striato e bianche essendo formate da ghiaccio, cosi come i cirrostrati Cs, e i cirrocumuli Cc, i primi velano il cielo ma il sole è sempre visibile e il cielo appare celeste biancastro, i secondi, sempre bianchi appaiono come tante macchiette.
Simili ai Cc ma più bassi (5-6 km) vi sono gli altocumuli Ac che sono più grandi e bianchi al contorno grigi al centro e gli altostrati stesse caratteristiche dei Ac ma estesi in lunghezza e il sole appare come attraverso un vetro smerigliato senza lasciare ombre (differenza con i Cs). Ora passiamo a nubi più basse i cumuli Cu, di aspetto a cavolfiore ma anche di forme irregolari, sono nubi sviluppate in senso verticale biancastre se poco spesse, altrimenti scure e in grado di portare rovesci (piogge a volte intense ma non durature) e i nembostrati Ns, nubi la cui base puo trovarsi al di sotto di 2 km e estese spesso centinaia.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » sab 24 gen, 2015 15:43

sono le nubi dei fronti caldi, portano piogge estese e persistenti in genere deboli al massimo moderate che possono durare molte ore.
I cumulonembi Cb, sono nubi legate ai fronti freddi, massicce e estese in altezza, meno in larghezza. Possono raggiungere altezze ben sopra i 10 km e al loro interno il vento é molto forte (sale e scende) e data l'altezza la parte superiore del Cb è composta di ghiaccio (come i Ci) quella inferiore semplice vapore acqueo. Sono responsabili di piogge forti, grandinate, trombe d'aria (se sul mare trombe marine) e temporali. Sono nubi molto osservate dai meteorologhi proprio per i danni che possono portare specie in estate-autunno.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » lun 26 gen, 2015 17:30

Cìao a tutti, dato che oggi ho problemi con le foto, parlo dei fronti o perturbazioni che da noi arrivano dall'Atlantico in genere deboli per poi rinvigorirsi nel Mediterraneo peraltro rallentati nella loro avanzata verso E dall'A africana e anche dal fatto che questi fronti spesso "scavano" una depressione sul Med. nord occidentale in particolare sul mar Ligure,che poi scende verso SE a volte ESE.
Più volte è stato detto che una perturbazione è composta da due fronti caldo seguito dal freddo e ognuno dei due ha determinate nubi carattestiche che li compongono e... li PRECEDONO e questo può essere utile per conoscere in anticipo di qualche ora il tempo che farà... ma la prossima volta.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » gio 29 gen, 2015 16:12

Ciao a tutti, dopo queste semplici spiegazioni meteo, è giunto il momento di stabilire per una qualunque zona il possibile tempo delle successìve ore (4-6 ore circa) cosa molto utile per i pestasassi ma anche per chi si avventura in campagna e/ò montagna a piedi.
Perchè avviene che, magari contro previsioni, ci troviamo sotto la pioggia o il temposale? A me è successo ma non solo non mi sono bagnato, ma sono anche riuscito a trarne vantaggìo... Come? ... Ve lo dirò la prossima volta.
Saluti
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1678
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Meteorologia

Messaggio da mineralenzo » lun 02 feb, 2015 10:56

Ciao a tutti, conoscere un po meglio la meteo può essere molto importante anche al di fuori del campo mineralogico. ma conoscere il tempo per chi di meteo ne conosce poco può essere difficile occorre avere "occhio" e riconoscere i tipi di nubi (anche i sottotipi a volte) presenti in un datn momento in cielo. Non sono la per caso ogni nube si origina in determinate condizioni di pressione e temperatura e permettono quindi di prevedere nelle prossime ore il tempo che farà.
Enzo

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 3 ospiti