I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1141
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da andrea oppicelli » gio 28 lug, 2016 23:20

Molto interessante Donato.
A questo punto la curiosità mi ha stimolato a ricostruire il tragitto della sabbia dalle vostre considerazioni .
Tali sabbie nere presenti sporadicamente nelle sabbie adriatiche pugliesi verrebbero proprio dalle rocce dell' estinto vulcano Vulture come supponeva Pasquale. Del resto il Vulture e' in Basilicata e dalle sue pendici discendono torrenti che si gettano nel fiume Ofanto che sfocia in Adriatico vicino a Barletta, il gioco di correnti riportate da Marco chiude il cerchio.
Alle pendici del Vulture vi è una cittadina dal nome " Rionero in Vulture" il cui nome deriva proprio da un ruscello di colore nero affluente dell' Ofanto che attraversa rocce tufacee vulcaniche pozzolaniche di colore scuro.

Forse è così, rimane il mistero .......in attesa di prove scientifiche :)
Est modus in rebus (Orazio)

Ho imparato che tutti quanti vogliono vivere sulla cima della montagna, senza capire che la vera felicità sta nel modo di salire quel pendio ( Gabriel Garcia Marquez)

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6534
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Massimo Russo » ven 29 lug, 2016 7:21

le analisi isotopiche chiariranno il "mistero" ... comunque se fosse materiale di origine vulcanica come sembrerebbe a occhio anche io propenderei per il Vulture, più vicino geograficamente.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6306
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 29 lug, 2016 8:33

Ho trovato questa pubblicazione che parla di queste sabbie presso San Cataldo http://www.academia.edu/6576080/Tra_ter ... _Margiotta
"Sulla provenienza delle sabbie nere di San Ca-taldo dai depositi vulcanici del Monte Vulture,portate al mare dal fiume Ofanto e distribuite lungo la costa dal ramo discendente della correnteadriatica ......."

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6534
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Massimo Russo » ven 29 lug, 2016 10:51

Grazie Dario,
in effetti il lavoro in una nota cita: "L’analisi delle sezioni sottili della malta impie-gata nel molo in cementizio è stata effettuate dal dott. Guido Ventura, dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma, al quale si rivolge un sentito ringraziamento per la collaborazione. I componenti della malta sono risultati di natura molto eterogenea, con prevalenza di granuli di rocce calcaree fossilifere, frammenti malacologici e granuli di quarzo e di minerali vulcanici (clinopirosseni) che presentano un elevato grado di rimaneggiamento e arrotondamento, caratteristica che fa ipotizzare un lungo processo di trasporto fluviale. Si può ipotizzare che nell’impasto sia stata utilizzata sabbia reperita in loco che, come gia evidenziato, ha origine vulcanica ed ha subito processi di trasporto fluviale prima di raggiungere l’Adriatico".

Guido è un mio carissimo collega che prima lavorava a Napoli e poi trasferitosi a Roma.
La nota spiegherebbe bene la presenza di granuli di aspetto poco cristallino e l'assenza di magnetite che essendo più pesante si deve essere accumulata da qualche parte del percorso lungo il fiume.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

andrea.cristofalo
Messaggi: 255
Iscritto il: mar 21 lug, 2009 13:55
Località: Roma

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da andrea.cristofalo » ven 29 lug, 2016 11:40

Premesso che questa analisi delle sabbie mi sta mandando ai pazzi, e che riterrò Marco responsabile per questa mia prossima mania :lol: :lol: :lol:

Mi stava venendo in mente l'affioramento di punta delle "pietre nere" nei pressi del lago di Lesina sul Gargano.

Non ci può essere qualche attinenza?

Non si tratta sempre di prodotti eruttivi?
Andrea

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6534
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Massimo Russo » ven 29 lug, 2016 12:11

non credo provenga da li, l'affioramento è molto piccolo; inoltrei presunti pirosseni, sono minerali pesanti e non riuscirebbero a fare 300 Km di costa ... più un quasi trasporto in massa come nel caso dei fiumi ... Angelo dove sei ... perché non ci aiuti? :D :D :D

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Slag
Messaggi: 637
Iscritto il: sab 16 gen, 2016 16:05

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Slag » ven 29 lug, 2016 19:34

Buonasera,

Rientro adesso dal lavoro e...Mi sembra che stiamo avanzando abbastanza bene! :cheers:

Grazie Donato e Dario per le preziose informazioni!

Massimo, per le magnetiti, io qualche cristallino l'ho trovato nella sabbia di Bari, pochi é vero.

Per l'affioramento del Gargano, per me la distanza ci potrebbe anche stare...Poi gli affioramenti, appunto affiorano, bisogna vedere anche cosa c'é sotto e se può essere o no eroso da fiumi sotterranei etc...

Comunque sembrerebbe che la pista quasi confermata sia quella del Volture...Aspettiamo qualche altra documentazione e le analisi isotopiche!! Non vedo l'ora :wink:

Vi ringrazio tutti per l'interesse portato a questo soggetto e per le varie ipotesi che sono uscite fuori per queste sabbie pugliesi. Era un pò quello che speravo quando ho aperto questo nuovo argomento :P
Speriamo che altri amici postino o spediscano dei campioni da discutere qua :cheers:
Ultima modifica di Slag il ven 29 lug, 2016 19:49, modificato 1 volta in totale.
Colleziono minerali scorie metallurgiche cambio pezzi interessanti.
Colleziono minerali monti Livornesi, cambio pezzi interessanti e/o novità.

Avatar utente
Slag
Messaggi: 637
Iscritto il: sab 16 gen, 2016 16:05

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Slag » ven 29 lug, 2016 19:41

andrea oppicelli ha scritto:Complimenti Marco per la pazienza!
Bello tutto quanto hai selezionato, che fatica.
I granuli che sono al centro della mia foto li vedo di colore scuro quasi nero, più arrotondati e non hanno trasparenza, li ho anche osservati con la luce dal basso. La maggior parte degli altri li vedo di color bruno con varie tonalità e risultano trasparenti.
Ho ricevuto il tuo campione! Non ho ancora aperto la busta :D Ti mando questo messaggio e la apro.
Stasera ci dò un'occhiata sicuramente :P Vi ridico più tardi cosa ci ho visto al microscopio...
Colleziono minerali scorie metallurgiche cambio pezzi interessanti.
Colleziono minerali monti Livornesi, cambio pezzi interessanti e/o novità.

Avatar utente
Slag
Messaggi: 637
Iscritto il: sab 16 gen, 2016 16:05

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Slag » ven 29 lug, 2016 19:42

andrea.cristofalo ha scritto:Premesso che questa analisi delle sabbie mi sta mandando ai pazzi, e che riterrò Marco responsabile per questa mia prossima mania :lol: :lol: :lol:

Mi stava venendo in mente l'affioramento di punta delle "pietre nere" nei pressi del lago di Lesina sul Gargano.

Non ci può essere qualche attinenza?

Non si tratta sempre di prodotti eruttivi?
Attenzione! Mi avevi detto in un messaggio precedente che eri psicopatico e ora mi daresti la colpa a me!! :lol: :lol:
Colleziono minerali scorie metallurgiche cambio pezzi interessanti.
Colleziono minerali monti Livornesi, cambio pezzi interessanti e/o novità.

Avatar utente
Slag
Messaggi: 637
Iscritto il: sab 16 gen, 2016 16:05

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Slag » ven 29 lug, 2016 22:12

andrea oppicelli ha scritto:Belli Massimo i granuli visti così e con le misure!
La sabbia e' della località le Cesine.
Aggiungo anche questa con i granuli scuri proveniente da una località 10 km a sud di quella : presso ristorante Rokamel a Roca vecchia comune di Melendugno sempre in provincia di Lecce . I granuli sono simili. Ho ancora altra località li vicino ed i granuli sono identici con scarsissima componente magnetica
Andrea, e gli altri...

Ho passato una mezz'ora sul campione di Andrea e i granelli sono abbastanza più levigati del campione di Bari...Questo lascia immaginare che anche se probabilmente hanno la stessa origine, devono essere stati trasportati per anni e anni nelle correnti adraiatiche.
Pochissime forme pseudo-cristalline sono presenti nel tuo campione.
I granelli verde più chiaro, probabilmente non sono neanche delle olivine, ma dei pirosseni, come quelli più scuri.
PS : se fossero veramente olivina i granelli verde chiaro trasparente, ci potrebbe stare perchè la densità de l'olivina é 3,2-3,6, se si guarda la densità dei granelli più giù elencata...Nella stessa riflessione potremmo anche ipotizzare degli anfiboli...
Certi granelli di forma pseudoprismatica levigati sono quasi neri e altri verde trasparente.
Posso affermare con certezza che ci sono anche rari granati (niente di cristallizzato da questa prima osservazione)
Se ci immaginiamo un percorso più lungo e una erranza nelle correnti adriatiche, si spiega anche il fatto che abbiamo perso nel campione di Lecce, le magnetiti, le ilmeniti e gli zirconi che sono troppo pesi per poter arrivare fino a Lecce :wink:
Se si fa un conto con i minerali di Lecce in rapporto a quelli di Bari e la densità dei minerali, per me tutto diviene logico :

- Magnetite 5,2
- Ilmenite 4,8
- Zircone 4,5

E poi quelli che ci sono nei due campioni :

- Granati 3,5 Lecce e Bari _ Granati più pesi (3,5-4,3) solo a Bari per questo pochi granati a Lecce
- Pirosseni 3,3 Lecce e Bari
- Anfiboli ? 3-3,2 Lecce e Bari

è la mia ipotesi confrontando i due campioni 8) :wink:
Colleziono minerali scorie metallurgiche cambio pezzi interessanti.
Colleziono minerali monti Livornesi, cambio pezzi interessanti e/o novità.

Avatar utente
Slag
Messaggi: 637
Iscritto il: sab 16 gen, 2016 16:05

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Slag » sab 30 lug, 2016 13:23

DonLucre ha scritto:Lungo i litorali sabbiosi del Salento non è raro osservare dei livelli di sabbie nere, la cui colorazione non c'entra nulla con il catrame scaricato in mare dalle petroliere. Molti anni fa, ricordo di averle viste anch'io queste sabbie nere lungo la spiaggia di Torre dell'Orso (circa una diecina di km a sud delle Cesine). Sono sostanzialmente delle concentrazioni di minerali femici che si raggruppano per erosione selettiva (ad opera delle mareggiate), essendo molto più pesanti dei granuli di sabbia a composizione carbonatica o quarzoso-feldspatica. Dovrei riesumare le pubblicazioni scientifiche che raccoglievo e consultavo quando facevo il geologo e forse troverei qualche riferimento più preciso riguardo l'interpretazione fatta da alcuni autori circa la genesi di questi materiali e la loro probabile provenienza. Ma così, andando a memoria, ricordo che alcuni autori hanno correlato questi minerali con i depositi e l'attività vulcanica del Monte Vulture. Nei prossimi giorni, se trovo un po' di tempo, mi metto a ravanare giù in cantina tra le vecchie pubblicazioni ammuffite e vedo se trovo qualche lavoro che parla di questa roba.
Rileggendo quello che ha scritto DonLucre, e non conoscendo il termine minerali femici...Sono andato a cercare sul net e ho trovato delle informazioni che corrispondono alla mia ipotesi. Tra l'altro questa tabella che vi metto in foto :
Allegati
image.jpg
Colleziono minerali scorie metallurgiche cambio pezzi interessanti.
Colleziono minerali monti Livornesi, cambio pezzi interessanti e/o novità.

Avatar utente
Slag
Messaggi: 637
Iscritto il: sab 16 gen, 2016 16:05

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Slag » sab 30 lug, 2016 23:04

Buonasera,

devo ammettere che preferisco guardare la sabbia di Bari che la TV :D Allora, piano piano, ho trovato altri zirconi ottaedrici verdi, quasi neri...Sembrava magnetite, ma no! Sono trasparenti...
Mi sembra anche di avere trovato infine un cristallo di olivina...
Continuo e metterò altre foto quando avrò una bella quantità di elementi selezionati :wink:
Colleziono minerali scorie metallurgiche cambio pezzi interessanti.
Colleziono minerali monti Livornesi, cambio pezzi interessanti e/o novità.

Avatar utente
Slag
Messaggi: 637
Iscritto il: sab 16 gen, 2016 16:05

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Slag » dom 31 lug, 2016 20:17

Buonasera
Siccome parecchi amici mi hanno domandato come facevo per tirare fuori i microminerali dalle sabbie, vi metto sempre per il campione di Bari la foto della scatolina di 2x2cm con dentro più di 100 cristallini che sono già separati per minerale.
Si vedono i micro mucchietti nella scatolina!
Allegati
image.jpeg
Colleziono minerali scorie metallurgiche cambio pezzi interessanti.
Colleziono minerali monti Livornesi, cambio pezzi interessanti e/o novità.

Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1141
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da andrea oppicelli » mer 03 ago, 2016 12:53

Marco hai una grande pazienza e perseveranza.

Aggiungo,per variare leggermente, questo strano campione.
Si tratta di concrezioni calcaree e probabilmente di altri sali
che si sono stratificati piano piano su granellini di sabbia o altri detriti.
Lo raccolsi nei sedimenti all' interno delle vasche calcaree delle cascate del Mulino sul torrente Gorello presso Saturnia. Il torrente e' di acqua calda termale generata da emanazioni vulcaniche sotterranee.
Questi granellini sono delle dimensioni di 2-3 mm, ma ve ne sono altri molto più grandi anche di qualche centimetro.
Allegati
image.jpg
Est modus in rebus (Orazio)

Ho imparato che tutti quanti vogliono vivere sulla cima della montagna, senza capire che la vera felicità sta nel modo di salire quel pendio ( Gabriel Garcia Marquez)

Avatar utente
Slag
Messaggi: 637
Iscritto il: sab 16 gen, 2016 16:05

Re: I minerali dei sedimenti/sabbie e altro

Messaggio da Slag » gio 04 ago, 2016 22:12

andrea oppicelli ha scritto:Marco hai una grande pazienza e perseveranza.

Aggiungo,per variare leggermente, questo strano campione.
Si tratta di concrezioni calcaree e probabilmente di altri sali
che si sono stratificati piano piano su granellini di sabbia o altri detriti.
Lo raccolsi nei sedimenti all' interno delle vasche calcaree delle cascate del Mulino sul torrente Gorello presso Saturnia. Il torrente e' di acqua calda termale generata da emanazioni vulcaniche sotterranee.
Questi granellini sono delle dimensioni di 2-3 mm, ma ve ne sono altri molto più grandi anche di qualche centimetro.
Hei Andrea,

Non male questo campione, e interessante!
Penso che sia lo stesso processo che crea le rare sabbie oolitiche.
Una soluzione hipersatura di carbonato di calcio che in certe condizioni speciali precipita sui granelli di sabbia microscopici e strato dopo strato li ricopre completamente.
Nella natura questo fenomeno si produce rarissimamente in pochissime località nel mondo.
Famose le sabbie delle Bahamas, Cuba oppoure del Great Salt Lake negli USA.
Io ho un campione di sabbia oolitica che é antropogenica. A Rosignano Solvay, la fabbrica che produce la soda, riversa in mare le acque hipersature che creano le famose correnti calde hipersature che incontrando l'acqua di mare più fredda precipitano sui granelli di sedimento.
In questo caso i granelli "recenti" non hanno avuto il tempo di avere la forma arrotondata quasi sferica degli ooliti naturali.
Vi metto due foto tratte dal mio libro ove si vede una sabbia oolitica di Cuba e una sezione fine di un'altra del Great Salt Lake. La foto di quest'ultima mi é stata concessa dall'università di Friburgo qua in Svizzera.
Svela tutti gli strati necessari di precipitato che occorrono a formare queste sfere e granelli molto arrotondati.
Nella tua sabbia il processo é appena iniziato e nelle vasche le correnti sono assenti, per questo l'aspetto più rozzo dei granelli.
Sicuramente che tutto questoi lo sapevi, ma scrivo per tutti quelli che non lo sapevano :wink:
Per quelli che non lo sanno :
Gli ooliti si formano quando una corrente calda hipersatura di carbonato di calcio incontra regolarmente una corrente più fredda. La differenza di temperatura importante fa precipitare il carbonato di calcio su un granello di sabbia o altro (frammento di conchiglia..etc.)
Questo processo ripetuto, forma deglis strati come in una cipolla (vedi foto) fino a che il granello diviene quasi sferico e molto levigato e brillante.
PS : Rientro tardissimo la sera questi tempi, ma continuo sulla sabbia pugliese :D
Allegati
image.jpg
campo circa 4mm
image.jpg
campo foto circa 1mm. foto fatta al biologico, si vede bene al centro il granello originario e poi gli strati successivi depositati.
Colleziono minerali scorie metallurgiche cambio pezzi interessanti.
Colleziono minerali monti Livornesi, cambio pezzi interessanti e/o novità.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite