Mostre scambio, perchè e come stanno cambiando, perchè e come stiamo cambiando noi

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6637
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da TOSATO FABIO » lun 12 set, 2016 15:14

Nei TOP100 la galena dei Colli Euganei ci sta bene: vuol dire che appena vedo le tue scatolette top capisco che sei un sistematico che segue le località italiane e se io sono un sistematico internazionale i tuoi TOP 100 potrebbero avere poco interesse, mentre se sono un sistematico che segue le località italiane potremmo dialogare
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Andrea Canal
Messaggi: 992
Iscritto il: lun 13 ott, 2008 10:13
Località: via del gazzato 25/a Mestre Venezia

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Andrea Canal » lun 12 set, 2016 15:38

Luca Baralis ha scritto:Sull'annoso e ritrito tema della mancanza di giovani, vi invito a riflettere sul fatto che moltissimi "vecchi" collezionisti hanno cominciato da ragazzini, il più delle volte in modo poco ragionato e non continuativo (come si addice all'età!), poi hanno mollato, distratti dalla scuola, dalle ragazze, poi dal lavoro, ... per poi riprendere in età più avanzata.
Oggi però la ricerca è poco atraente ai più, per un banale motivo. A parte le difficoltà pratiche che ha ben enunciato Andrea Oppicelli, il fatto è che è sempre più difficile trovare campioni appariscenti (visibili a occhio nudo)! La ricerca dei micro, in linea di principio, non è adatta alle giovani leve: ai loro occhi appare inconcludente e poco gratificante, per non parlare dei costi (microscopio) e delle difficoltà reali di dare un nome al ritrovato.

Francamente non penso che la possibilità di utilizzare canali di scambio diversi dal rapporto diretto rappresenti un’alternativa alle Mostre scambio.
Mi è capitato di scambiare minerali via posta ma praticamente sempre con persone con le quali avevo già da prima instaurato un rapporto o che comunque mi erano state presentate da amici.
Se penso al mio percorso di crescita nel mondo della mineralogia risulta evidente che sono risultati fondamentali sia l’appartenere ad un’associazione che il frequentare altri collezionisti in occasione delle mostre scambio. Se io non avessi avuto queste fortune forse non possederei nemmeno un microscopio e la mia collezione si limiterebbe a qualche pezzo acquistato alle bancarelle o raccolto alla bene meglio in qualche gita. Si può essere autodidatti solo fino ad un certo punto e comunque mai quando si è agli inizi del proprio percorso di crescita.

In quanto al mancato ricambio generazionale ritengo che rappresenti sicuramente un grosso problema. Se però riusciamo a trovare la chiave giusta per infondere la nostra passione anche alle giovani leve la tendenza si può anche invertire. Pensiamo a Pietro che qualche anno fa è entrato in punta di piedi nel nostro mondo ed oggi si aggira per i tavoli di Cremona come mineralogista esperto. Così come ai due Luca (Toffolo e Patron) che rappresentano il futuro del mio gruppo e che qualche anno fa non avevano nemmeno visto un microscopio e oggi hanno una capacità di osservare i caratteri morfologici di un cristallo meglio di me.
Prima di sbattere la testa contro il muro e piangere come coccodrilli per il mancato ricambio generazionale proviamo a ripensare a cosa poter fare per riuscire a trasferire ai giovani la nostra passione magari le strade percorse fino ad oggi non erano quelle più adatte?

Luca non sono d’accordo che la ricerca del micro per un principiante risulta essere poco gratificante. Anzi vista la difficoltà di reperire campioni macro il mondo del micro può offrire decisamente molte più possibilità. In quanto ai costi non lo reputo un grosso problema. La scelta che abbiamo fatto al mio gruppo è stata quella di acquistare dei microscopi economici ma decorosi e di metterli a disposizione dei soci anche più giovani prestandoglieli a lungo termine ed è una scelta che per il momento sembra stia dando ottimi frutti.

Andrea
"Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e canoscenza"

Dante: inferno canto XXVI

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10737
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 12 set, 2016 15:42

Scusate, stiamo travisando...Bene discutere di queste cose, ma se andiamo sulle sottigliezze la domanda potrebbe essere: perchè non scambiano con me? Della serie "fatti la domanda e datti una risposta".

Mi piacerebbe conoscere le vostre sensazioni sull'andamento degli incontri confrontando questi ultimi con quelli di 6/7 anni or sono.

**tutto giusto quello che avete evidenziato
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10737
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 12 set, 2016 15:47

Riguardo allo scambio generazionale la cosa può avere due aspetti

1)Giovani da avvicinare alla mineralogia ce ne sono, ma non basta regalargli un pezzetto. Bisognerebbe regalargli qualcosa di più prezioso: il nostro tempo.

Accompagnarli per trasmettere un poco di passione, occhio e conoscenze, possibilmente evitando i vari:" non c'è più nulla, non si trova niente, è tutto chiuso ecc.ecc.

2)Una volta avvicinati si portano alle mostre scambio che di certo, essendo le prime, vivranno con molto entusiasmo ma....Come saranno queste manifestazioni se non ragioniamo per tempo sul come stanno cambiando?

Chissà se sono riuscito a spiegarmi questa volta?!?
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7120
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Massimo Russo » lun 12 set, 2016 16:16

In questi interventi hanno tutti un po' di ragione ... sui giovani tralascio, tranne qualche caso eccezzionale, la maggior parte ti chiede campioni esteticamente visibili e il valore veniale. Che voi trovare al Somma-Vesuvio che è parco dal 1995 e le cave non lavorano più da allora? Noi come Gruppo Mineralogico Geologico Napoletano abbiamo un permesso speciale di raccolta con i nomi dei soci depositati, con le richieste da fare via fax e di attendere le risposte che non sempre arrivano e quando arrivano ci si mette la pioggia. I giovani scappano dopo che gli hai regalato dei campioni micro che a stento vedono con una lentina e quando li porti sul campo sperano di trovare le colossali geodi con i quarzi ametista.

Per quanto riguarda le mostre scambio vedo delle grandi difficoltà per alcuni di noi. Io per esempio ho regalato la mia collezione italiana a Vanni ora curo solo la regionale, ma con cosa li scambio i campioni? Con materiale che non mi interessa? Infatti negli ultimi 15 anni ho frequentato le mostre di Cremona, Genova, Scandicci solo come visitatore, soprattutto per incontrare e salutare gli amici ... come diceva Andrea prima li conosco e magari con loro faccio gli scambi. Giusto. Ma poi vedi, anche salutare gli amici diventa economicamente pesante. Io mi sposto da Napoli ... quanto mi costa? Il viaggio (aereo o treno), l'albergo e sopratutto il vitto. Una cifra. Gli amici li posso seguire sul forum, su FB, telefono.

Per quanto riguarda le borse ... sono utili se puoi andarci almeno alla pari con le spese (ma i tavoli ti costano quasi una fortuna), sei circondato da bottegai di collanelle e di commercianti di minerali esteri ... e tu con i tuoi campioncini da microscopio sei totalmente o quasi ignorato. I sistematici e i regionali sono quasi del tutto spariti.

La morale è che bisogna trovare un qualcosa che io ancora non so quale possa essere, forse incentivare gli spostamenti (tavoli gratuiti per chi viene da fuori regione e non è un commerciante autorizzato, alberghi e ristoranti convenzionati).

Il materiale da portare è noto che chi frequenta entrambe le mostre tende a portare le seconde e terze scelte alle borse e le quinte e seste agli scambi e non credo sia per cattiveria, ma solo per compensare come dicevo prima le enormi spese da affrontare. Quello che diceva Fabio è giusto, ma dovrebbero essere tutti i campioni non dico Top 100, ma almeno Top 80 se non non si va da nessuna perte.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6374
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 12 set, 2016 16:23

Tutte belle parole, che in parte condivido, forse per nostalgia dei bei tempi della ricerca anni 70-80-90-2000 passati e scambiati nelle tante manifestazioni mineralogiche."Signori miei" abbiamo seminato bene e raccolto male e i frutti sono le mostre mercato. I giovani che collezionano minerali sono piu di quanto potete pensare; per esempio nella mia scuola ce ne sono diversi con tanto di collezione e se gli chiedi dove si trovano i minerali non sanno neanche risponderti limitandosi a dirti che li abbiamo comprati alla mostra .........o nelle bancarelle.
La televisione trasmettte documentari pieni di avventura e mistero con tanto di ricavo finale (Cacciatori di gemme).
La realta mi sembra un po cambiata e volete credere in un mondo diverso, fate pure; i figli dei fiori continuano ad esistere, le sette prolificano in attesa della venuta del paradiso e via discorrendo.........
Alla mostra di minerali di Roma dell'anno scorso ho acquistato diversi micro da collezionisti che fanno proprio le mostre scambio, pagando profumatamente campioni che difficilmente potreste trovare nelle mostre scambio.
Ma se invece "liberatizzate" la mostra di Cremona o di Canicatti, e date sia la possibilita di scambio che di vendita, non credete che tanta gente, me compreso, sarebbe interessato ad esporre?

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7120
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Massimo Russo » lun 12 set, 2016 16:30

Dario forse è proprio questo uno dei punti ... liberalizzare e non chiudersi in un riccio di puristi che aborrisce le borse. Poi vedrai che anche li ci saranno dei problemi, ma tutto è vedere di iniziare e sopratutto fare dei radicali cambiamenti ... se no si va verso l'estinzione.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6374
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 12 set, 2016 16:37

Infatti Massimo, il problema è tutto qui e non capisco il perchè continuano a fare le mostre scambio quando nel nostro paese è pieno di mostre mercato.Poi perchè una mostra scambio di micro quando sappiamo tutti il valore di certi micro alle mostre mercato. O ci si adegua o si fa la fine di Cremona.

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10737
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 12 set, 2016 17:52

Questi due ultimi interventi escono molto dal seminato...

Non si tratta di liberalizzare le mostre perchè non c'è nulla da liberalizzare.

Le mostre scambio sono una cosa, le borse un'altra.

Il misto non funziona, lo si è visto negli incontri dove tacitamente o ufficialmente si è permesso sia una cosa che l'altra. Lo scambio, per le ragioni che ho accennato nel messaggio di apertura, morirebbe del tutto, rimanendo una cosa riservata fra vecchi amici o "affaristi".

Questo topic vuole capire come fare per ravvivare un tipo di incontri molto gradito che non deve andare in contrasto con chi vuole "mercanteggiare". Basta tenere le cose distinte.

La vostra liberalizzazione sarebbe ben vista da chi vuole avere un tavolo per vendere a prezzi irrisori; abbiamo già avuto modo di saggiare questa tendenza opportunista.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10737
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 12 set, 2016 17:56

Per Dario...la fine di Cremona??

Ad oggi è ancora la più importante mostra scambio di micro che abbiamo in Italia, l'unica che fa da ponte con amici del nord Europa...

E' bene informarsi prima di sentenziare...Questa discussione, come ho specificato, è a scopo preventivo, guardando avanti.

L'auspicio sarebbe quello di avere altre Cremona in giro per l'Italia (ci sono già in alcuni posti).

Se preferisci comprare e vendere non c'è nulla di male, ma lascia stare le mostre scambio. Per il commercio esistono le borse.

Il problema distanza c'è sempre stato e ovviamente, in un momento di difficoltà economiche, la distanza aumenta rendendo impossibile certi viaggi a molte persone ma....è una causa marginale.

La "stanchezza" (passatemi il termine) si avverte a volte a livello locale...
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10737
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 12 set, 2016 18:03

Massimo non mi ritengo un purista, però amo la chiarezza.

Se vado in un incontro scambio mi aspetto di scambiare
Se vado ad una borsa compro se mi va e se posso

Non è difficile.

Se crei della confusione mischiando le cose ti assicuro che può passarti la voglia di andare anche solo come visitatore.

Poche sono le figure che mi infastidiscono al pari di chi ti mostra un pezzetto che ti interessa e poi guardando la tua roba con leggerezza ti dice che non ha trovato nulla ma se proprio lo vuoi può dartelo per x euro, assumendo quell'atteggiamento a metà fra lo spacciatore e lo sporcaccione che ha qualcosa da nascondere.. :D :D :D

Dico, sii almeno onesto e metti fuoi un cartellino con i prezzi e su scritto:" No scambi, solo vendita".
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10737
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 12 set, 2016 18:05

L'ho detto scherzando ma la poca onestà nel comportarsi la si potrebbe mettere fra le tanti possibili cause di questi cambiamenti che avanzano.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7120
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Massimo Russo » lun 12 set, 2016 18:37

Luc leggi bene tutto il papiello che ho scritto ... e comunque voi siete avvantaggiati dalle distanze non proibitive delle innumerevoli borse/scambio che avete nel giro di 200 e più Km. La nostra più vicina è Roma dove è vero che ci sono pochissimi sistematici, ma almeno non ci sono collanine e simili. Non metto quella di Napoli perchè è esseziamente un esposizione per i giovani e appassionati ... appassionati per modo di dire, vogliono solo un bel soprammobile da impolverare. Poi adcoltano Alberto Angela e la mostra diventa un deserto o quasi. Vengono alla fine più amici e parenti. I giovani ... Guardano un campione al microscopio si prendono un pezzetto omaggio e vanno via. Bisogna inventarsi qualcosa, ma cosa ... non vedo ancora alcuna proposta utile

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Mirco
Messaggi: 2011
Iscritto il: lun 24 mar, 2008 19:37
Località: Magnago (MI)

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da Mirco » lun 12 set, 2016 19:00

Sebbene non sia uno che scambia (non ancora) e neppure uno che vende (ma venderei volentieri) credo di poter dire lo stesso il mio parere sulle nuove leve descrivendovi la mia estate.

Un bel giorno mi sono messo d'accordo col Varvello (lo hanno scritto nel topic su Baveno) per fare un giro nel suo regno con mio figlio di 16 anni e un suo compagno di scuola che era venuto a trascorrere qualche giorno da noi in montagna. CASUALMENTE abbiamo incrociato anche re Nazzario, il quale ci precedeva di ben 50 mt ed è già tornato a prestazioni stambecco. Il tempo di raggiungerlo e ci stava venendo incontro con due quarzetti fumè di circa 6-7 cm di altezza... non vi dico come si sono esaltati i ragazzi!!
Dopo aver girato un po' e aver trovato qualche geode da cui hanno ricavato piccoli cristalli, il prodigo Nazzario ha loro indicato una vena che avrebbe voluto lavorare lui in seguito... ci hanno messo oltre un'ora per togliere tutti i cristalli che hanno trovato, erano due geodi una dietro l'altra tutte tappezzate di cristalli. Grazie a Sergio e Nazzario!

Poi sono andato solo con mio figlio ad un'altra cava di Villadossola (grazie Alberto), e lì ho trovato una fessura con cristalli di shorl fino a 4 cm, più un masso tappezzato di cristalli di fluorite e clinozoisite fino a 2 cm; il giorno dopo sono tornato anche con l'altra figlia che ha trovato 3 cristalli di calcite allineati lunghi 4 cm ciascuno... erano esaltati!!!

Qualche anno indietro siamo andati col Pier in alcune cave di Premia, abbandonate ma che si sono rivelate fruttuose e i ragazzi hanno voglia di tornarci!

Morale: se vogliamo avvicinare i ragazzi a questo splendido mondo dobbiamo prima di tutto fargli vedere che non è impossibile trovare qualcosa, e soprattutto farlo trovare a loro. Ben vengano quindi le gite sociali in posti anche un po' lontani (su un'auto ci stanno 4, 5 o anche 7 persone, e le spese si dividono) ma che possono fornire campioni estetici anche se mediocri o comuni. Se vuoi sfamare uno che ha fame non regalargli un pesce, insegnagli a pescare!!!

Sono sicuro che, per esempio, se gli amici di Traversella si organizzano un po' si può far trovare qualche bel pezzo ai ragazzi, e comunque a Cremona ho visto almeno 3 ragazzotti che giravano con le scatole di scatolette (oltre a Pietro, s'intende)...
Ultima modifica di Mirco il lun 12 set, 2016 19:38, modificato 4 volte in totale.
Mirco

"Molte volte le persone ci sembrano grandi solo perchè le guardiamo stando in ginocchio"

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6637
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Mostre scambio, perchè e come stanno cambiano, perchè e come stiamo cambiando noi

Messaggio da TOSATO FABIO » lun 12 set, 2016 19:06

Ritorniamo alle giornate di scambio micro ed espongo le mie idee.
1) alzare il livello della qualità = TOP 100 sul tavolo e non sotto il tavolo
2) tavolo gratis per gli under 25 anni e per chi viene dall'estero
3) seguire il modello Cremona con premi a tema (ogni anno un minerale diverso) ma ampliarlo anche ai tavoli, cioè che ogni espositore faccia una selezione del minerale X scelto per il tema della mostra in modo da creare qualche curiosità in più.
4) per alcune manifestazioni accettare anche la vendita di campioni micro (è una provocazione, ma proviamo a ragionarci, forse è solo il portare alla luce ciò che già esiste...)
5) collegamento tra AMI e gruppo organizzatore : provo a lanciare lì una proposta per esempio sconto sulle pubblicazioni AMI a chi ha il tavolo nella manifestazione

Il problema è che l'associazionismo è una strada poco frequentata perchè siamo diventati tutti solitari e pensiamo che una tastiera di computer possa sostituire lo sguardo diretto negli occhi con un nostro interlocutore , dimenticandoci che una scatolina con un campioncino mineralogico è molto fisico ma anche molto spirituale perchè in quale campioncino ci sono il nostro sudore, curiosità, viaggi, cultura, voglia di divertirsi e di entusiasmarsi per la natura.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti