Vetri utilizzati come sigillanti

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2321
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Vetri utilizzati come sigillanti

Messaggio da Pasquale Antonazzo » ven 03 feb, 2017 20:04

Negli scorsi mesi ho redatto con una collega di corso una relazione sull'analisi dell'adeguatezza di un materiale vetroceramico, a base di allumina, ossido di yttrio, ossido di calcio, ossido di stronzio, ossido di boro, silice e ossido di magnesio, all'utilizzo come sigillante nelle celle a combustibile ad ossido solido. Con questo non voglio pontificare su quanto fatto, ma se qualcuno fosse curioso di vedere come si svolge la caratterizzazione ingegneristica (comunque non completa) di un materiale ecco qui come si procede..

Disponibile a dare qualsiasi tipo di spiegazione se richiesta..
Allegati
HJ3 for SOFC (Antonazzo-Luceri).pdf
(1.94 MiB) Scaricato 34 volte
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 5833
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Vetri utilizzati come sigillanti

Messaggio da TOSATO FABIO » sab 04 feb, 2017 19:47

Cavoli, non sapevo che esistesse la la microscopia riscaldante.
Quale è la ricaduta in termini di applicazioni industriali?
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2321
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: Vetri utilizzati come sigillanti

Messaggio da Pasquale Antonazzo » sab 04 feb, 2017 20:45

Praticamente si utilizza per trovare la temperatura alla quale avviene il massimo ritiro di un compatto di polveri..


In parole povere:
immaginiamo una ciotola di polvere di argilla (quello che si chiama "verde ceramico") che vogliamo far "indurire" in forno.. il processo di indurimento avviene perchè i vari granuli si saldano tra di loro (per via di processi diffusivi allo stato solido e non per fusione) diminuendo quindi il volume totale dell'oggetto da sinterizzare, tramite questo microscopio si ottengono informazioni sulla massima temperatura a cui si può portare il verde prima che questo cominci a "fondere" e quindi deformarsi.
Se guardi le immagini che ci sono dei profili del compatto di polveri si vede una notevole diminuzione del volume prima che il cilindretto cominci a deformarsi (temperatura di sfera e di mezza sfera).
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2321
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: Vetri utilizzati come sigillanti

Messaggio da Pasquale Antonazzo » sab 04 feb, 2017 20:54

PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti