La cava di macine di “Roca Fourà"

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
Avatar utente
alpeCristel
Messaggi: 61
Iscritto il: mer 23 nov, 2005 14:34
Località: Abruzzo

La cava di macine di “Roca Fourà"

Messaggio da alpeCristel » ven 30 nov, 2007 15:37

Salve a tutti, come promesso inserisco due foto sulla cava la cui attività è durata fino agli inizi del 1900.

Poco distante da Borgone in Val di Susa, al centro di una parete rocciosa si trova questa cava dalla quale venivano estratte delle macine da mulino.
Allegati
roca fourà -ingresso.jpg
agosto07 204.jpg
dall'interno.jpg

Avatar utente
alpeCristel
Messaggi: 61
Iscritto il: mer 23 nov, 2005 14:34
Località: Abruzzo

Messaggio da alpeCristel » ven 30 nov, 2007 15:40

È stata proprio l’estrazione delle macine che ha dato origine alla caverna: sul soffitto, sulle pareti e sul pavimento della grotta si vedono ancora oggi delle macine incompiute.
Ultima modifica di alpeCristel il ven 30 nov, 2007 15:47, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
alpeCristel
Messaggi: 61
Iscritto il: mer 23 nov, 2005 14:34
Località: Abruzzo

Messaggio da alpeCristel » ven 30 nov, 2007 15:41

Per raggiungere la cava:

dalla stazione FS di Borgone risalire la stradina che porta a Chiampano. In prossimità della palestra di roccia imboccare la mulattiera che porta direttamente alla cava. Occorre arrampicarsi su dei gradini ficcati nella roccia per superare più facilmente alcuni punti di una parete liscia. È interessante vedere questa grotta ed è curioso come nello stesso filone ci sia dello gneiss durissimo e contemporaneamente delle lamelle di mica molto friabili (già durante la salita per la mulattiera si incontra moltissimo materiale di color argento).

Nel primo tratto della mulattiera è interessante vedere dei bellissimi muraglioni a secco (come non se ne costruiscono più) e delle vigne con i pali in gneiss lavorati a mano (cose d’altri tempi). La visita in questa località, essendo facilmente raggiungibile, potrebbe essere un’alternativa da fare con la famiglia durante le prossime festività, neve permettendo.

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10172
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » ven 30 nov, 2007 16:51

Grazie Alpecristal... è affascinante vedere la sagoma delle macine... un profano del settore potrebbe pensare che siano fossili delle prime ruote dei nostri antenati. :D :D :D :D :D

A parte la battuta, cosa offre di interessante questa ex cava?
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6407
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Messaggio da Massimo Russo » ven 30 nov, 2007 17:03

Molto interessante, grazie del reportage.

MaxVes
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
alpeCristel
Messaggi: 61
Iscritto il: mer 23 nov, 2005 14:34
Località: Abruzzo

Messaggio da alpeCristel » ven 30 nov, 2007 17:41

"cosa offre di interessante questa ex cava?"

Nulla. L’ho segnalato semplicemente come una curiosità, una delle tante che la Val di Susa ci offre. Per me, come dicevo sopra, è stato interessante vedere la scistosità dei micascisti rapportato alle spesse lastre dello gneiss. E poi, come ho avuto modo di documentarmi, ho letto che la differenza non sta nella composizione mineralogica (benchè lo gneiss abbia mediamente più feldspati) ma nel tipo di fratturazione. Per il resto non c’è altro se non per il caratteristico paesaggio della zona che comunque è interessante vedersi.

Saluti cordiali.
albertina pelissero
Ultima modifica di alpeCristel il ven 30 nov, 2007 20:40, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Giovanni Fraccaro
Messaggi: 1979
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 12:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy
Contatta:

Messaggio da Giovanni Fraccaro » ven 30 nov, 2007 18:46

Mai dire mai.
Una volta le cave di Borgone hanno fornito interessanti campioni... macro.
Adesso con occhio micro... tutto è possibile.

Grazie per la segnalazione Albertina.
Gianni

Avatar utente
squitty
Messaggi: 64
Iscritto il: mer 19 ott, 2005 14:06
Località: Giaglione Fr. Santo Stefano Val Susa-Torino-

Rocche montonate di Borgone

Messaggio da squitty » ven 30 nov, 2007 19:43

Bene bene si parla delle rocche montonate di Borgone. Interessante argomento di archeologia che unisce roccia e vita quotidiana umana.
Da come vedo è stata presentata ottimamente in precedenza. Lasciando a parte il discorso delle cave di metagranito di Borgone che diedero in passato campioni eccellenti di "axinite", le macine di Borgone sono molto famose. Lo sfruttamento poteva essere effettuato ricavando pietra morbida "micascisti argentei" dalla pietra dura "metagranito". La cava di Roccafurà (rocca forata per i non piemontesi) entra nella roccia per circa 20 metri per una larghezza media di 10 metri. Le dimensioni medie delle mole da mulino grezze erano di diametro di 130 cm e spesse mediamente 30 cm. Non a caso il toponimo Molere (vicino a Borgone) indica il luogo di fabbricazione delle mole da mulino. Inoltre vi sono diversi massi erratici come ad esempio in località Arca di Maometto su cui vi sono scolpite macine non staccate dal masso ma sgrossate per diametro e spessore. Inutile fornire foto e mappatura del sito in quanto è già stato fatto dalla nostra amica in precedenza. Ciao.

Avatar utente
alpeCristel
Messaggi: 61
Iscritto il: mer 23 nov, 2005 14:34
Località: Abruzzo

Messaggio da alpeCristel » ven 30 nov, 2007 20:49

Grazie delle precisazioni, Squitty.

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10172
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 03 dic, 2007 9:20

E grazie a te della risposta Albertina.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Messaggio da Federico » lun 03 dic, 2007 21:16

Bel reportage archeometrico. Grazie Albertina.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti