Il mio diario... escursioni

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » mer 20 dic, 2017 14:58

Eppure vicino alla "nostra" passione per i sassi ve ne sono altre con relative collezioni all'apparenza
facilmente trovabili... solo a prima vista però.
Le collezioni di rocce (per estensione anche di sabbie, fossili e meteoriti). Sono simili ma diversi tra loro e paradossalmente più difficili da rinvenire e non solo personalmente. Iniziamo dalle rocce che sembrerebbero banali... ma il collezionista cerca "versioni rare" di rocce magari dalle forme irregolari o stravaganti (simili ai minerali sotto questo aspetto è cosa non possibile per quanto concerne fossili e meteoriti) talvolta lavorate dall'uomo sotto forma di manufatti anche antichi (per i più grossi collezionisti anche delle vere e proprie sculture magari fatte scolpire di proposito a livello personale) e a volte associate a minerali o a fossili e possono anche avere pure meteoriti. Più semplici proprio i meteoriti e anche i fossili ma specialmente i primi non facilmente accessibili. Conosco direttamente qualcuno che raccoglie fossili e in secondo luogo anche minerali mentre rocce a parte qualche meteorite non ne conosco e neppure per le sabbie siano esse derivate da deserti, fiumi, spiagge e vulcani.
Saluti e alla prossima.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » gio 21 dic, 2017 15:39

È il viaggio tra le collezioni continua... con chi colleziona "appunti di collezionisti" si avete letto bene. Io ne parlerò per il settore che ci riguarda ma riguarda anche altre collezioni e raccolte.
Tutti conosciamo come funziona il sistema quando qualcosa di nuovo arriva in qualunque modo in collezione occorre catalogarlo e il modo più semplice è quello di scrivere i dati che si conoscono a numerazione sul campione nuovo arrivato ecc ecc.
C'è chi colleziona proprio queste "scritte" vero e propri appunti sugli oggetti in esame. Si tratta di collezioni rare in ogni caso almeno quanto quelle delle rocce o delle sabbie. Questa poi tende ad esaurirsi perché oggigiorno si fa tutto al pc e con tanto di fotografie. Le tecnologie cambiano tutto...
Saluti e buone feste.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » ven 22 dic, 2017 15:50

Passiamo a qualcosa vicino ai minerali ma in un altro senso. Collezioni di gemme e pietre dure.
Anche questa per ovvi motivi non è molto comune ma esiste. Ovviamente chi raccoglie questi soggetti, deve avere conoscenze approfondite in fatto di pietre e deve talvolta essere in grado nei limiti del possibile, di cercarle personalmente. Sotto certi aspetti somiglia al raccoglitore-collezionista di minerali ma predilige quei minerali che si presentano limpidi e trasparenti o con giochi di luce interni dovute a particolari incisioni. Ma non è così facile avere dalla stessa località i tre campioni (a volte 2) dello stesso tipo che richiede questa collezione un campione su matrice (non necessariamente cristallizzato ma se lo è meglio) uno dal fiume sotto forma di ciottolo è uno ovviamente sfaccettato. È non cercano le pietre anche belle da gioielleria. Preferiscono campioni quali fluorite, calcite, calcedonio, persino celestina barite ecc.... tutte pietre che non si trovano in commercio se non a titolo collezionistico in generale perché troppo rare o troppo tenere. Le fanno sfaccettare da persone qualificate ma c'è chi se le lavora da solo o con determinati tagli "personalizzati".
Buone feste.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » lun 25 dic, 2017 16:38

Cambiamo collezione parliamo di una che ha fatto la felicità oltre che di adulti anche di molti giovani. È molto recente e risale alla "realizzazione" di questo oggetto delicato rettangolare e variopinto che dalla metà dell'800 dall'Inghilterra si è esteso in pratica in pochi anni a tutto il mondo. Mi riferisco ai francobolli, nuovi o usati (usati si intende timbrati) che all'inizio piacevano molto ai ragazzi ma che poi un autentico esercito di persone si sono dedicate alla raccolta di questi particolari pezzetti di carta fatta peraltro di cotone i po come le banconote e gli assegni.
Oltre ai francobolli veri e propri vi sono anche i servizi che altro non sono che francobolli particolari per particolari utilizzazioni tipo pacchi postali, pacchi in concessione, segnatasse, posta aerea, posta prioritaria. Poi ci sono gli interi postali che sono vere e proprie cartoline con il francobollo già stampato sopra ma anche lettere pieghevoli tipo buste, chiamate biglietto postale o aereogramma anche questi due con il francobollo già stampato sopra e che possono anche avere una tematica propria.
Continua Buon Natale a tutti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » lun 01 gen, 2018 14:32

Ma prima di parlare di filatelia occorre fare una puntatina sulle caratteristiche del collezionista filatelico leggermente diverso da collezionisti di altri oggetti. Coloro che cercano francobolli infatti li cercano in base agli stati a cui appartengono, almeno in generale, e anche degli stati vicini se ci sono quindi facendo riferimento all'Italia (alla quale farò riferimento qui ma vale per qualunque stato straniero) sarebbero Italia appunto, San Marino e Vaticano e talvolta Malta.
Le collezioni possono essere terminate o no a seconda delle possibilità economiche o anche della difficoltà di ritrovamento. Ma non è un obbligo avere una collezione completa e poi c'è da dire che alcune collezioni non sono complete per nessuno tipo la collezione Repubblica (essendo tuttora in emissione anno dopo anno) mentre il regno è completa così come gli "antichi stati" dell"800.
Alla prossima Buon anno.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » mer 24 gen, 2018 14:50

Sempre restando in tema filatelico esistono anche collezioni tematiche di francobolli ma in genere questi collezionisti a differenza dei classici, ricercano emissioni a tema da tutto il mondo di francobolli sia nuovi che usati. Temo ve ne sono moltissimi, treni, auto, vedute, fuori, animali e... minerali e tantissimi altri.
Ovviamente possono avere anche collezioni inerenti al tema ma certamente una passione per quel tema di certo.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » gio 25 gen, 2018 14:35

Un'altra collezione affine ai francobolli riguardano gli interi postali, che altro non sono che cartoline postali, aereogrammi, biglietti postali.
Sono cartoline a tema con francobollo già stampato sull'angolo in alto a sinistra. Chi fa questa collezione in genere fa anche quella dei francobolli veri e propri. Cartoline biglietti e aereogrammi hanno per il giorno di emissione, come avviene per i francobolli, un timbro speciale ma solo per il giorno di uscita (timbro primo giorno) oppure per manifestazioni speciali timbri particolari solo per le zone in cui si svolge la manifestazione (zona, città) e per un periodo di uno o più giorni dei timbri chiamati speciali. Questo timbri possono essere apposti, sopra uno o più francobolli anche in buste normali o cartoline apposite non necessariamente legate all'eall'evento ma meglio se lo sono. Esistono quindi anche questi collezionisti e anche qui rientrano nel tematico in certi casi.
Continua
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » sab 27 gen, 2018 17:27

E ora passiamo alle collezioni di cartoline illustrate... le classiche cartoline con le vedute paesaggistiche o con monumenti. Questo tipo di collezione è abbastanza di moda e le cartoline non sono necessariamente dello stato di appartenenza bensì a livello mondiale e talvolta hanno anche il francobollo incollato e regolarmente timbrato dato che sono cartoline viaggiare e proprio le viaggiare sono le più ricercate. Possono anche avere timbri speciali (annulli speciali). Ovviamente le cartoline antiche sono le più ricercate anche se, la rarità delle cartoline dipende anche (per le cartoline antiche) dalla presenza o meno di particolari (molte zone riprese possono avere subito variazioni nel corso degli anni e questo ne migliora la richiesta). Esistono poi cartoline un po speciali: cartoline pubblicitarie ad esempio, di propaganda e militari e specislmente quelle antiche della prima e seconda guerra mondiale sono molto ricercate anche se non sempre sono rare e poi interessanti le cartoline (spedite e inviate con tanto di timbri) dai fronti. Collezionisti del genere non sono difficili da trovare anche se meno di un tempo.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » mer 21 feb, 2018 14:15

Un altro tipo di collezione abbastanza comune riguarda le monete (numisnatica) che a differenza dei francobolli è più estesa in termini di territorio. Difatti i collezionisti spesso cercano monete a livello mondiale o quasi, dato che le monete vengono coniate una volta all'anno.
Anche per le monete come per i francobolli esistono le uscite ordinarie e quelle commemorative ma sono più rare rispetto a quelle folateliche. C'è chi le colleziona e le varie zecche talvolta le emettono esclusivamente a scopo collezionistico oltre che per utilizzo. Le monete devono essere diciamo perfette per interessare il collezionista e devono essere acquisite direttamente dalla banca di emissione senza circolare. Tali monete sono dette "fior di conio".
Per ora mi fermo qui alla prossima.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » ven 02 mar, 2018 16:52

Oltre alle monete classiche che "circolano" ne esistono altre che vengono emesse dalle zecche dei vari stati a scopo collezionistico. Sono monete lucide e specchianti (infatti sono dette a "fondo specchio") hanno un valore facciale simbolico e spesso sono coniate in metallo nobile. Sono monete commemorative poi vi sono le emissioni collezionistiche di monete "annue" uguali in tutto e per tutto a quelle circolanti ma emesse on una particolare custodia come del resto lo sono anche quelle commemorative a scopo collezionistico.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » lun 21 mag, 2018 9:53

Sempre in tema numismatico vi sono poi le banconote da collezione (Per chi può permettersele ;) ). Queste collezioni sono in parte "incorporate" dai collezionisti di monete e possono avere Valenza extra nazionale, spesso continentale se non mondiale. Non è tuttavia una delle collezioni più comuni e neppure più conosciute un po come le collezioni di schede telefoniche che hanno avuto un boom nei decenni precedenti e che adesso sono quasi del tutto sparite.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 1813
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » gio 24 mag, 2018 10:06

Concludo il viaggio collezionistico con brevi citazioni dato che poi si continuerà con le uscite passeggiate visite e via dicendo.
Di collezioni ve ne sono tantissime e sotto molti aspetti possono anche essere interessanti, (scatole di fiammiferi o di sigari/sigarette, accendini e accendisigari, modellini di auto, treni, aerei navi e anche di astronavi magari fantascientifiche legate a questo o quel film, oggetti appartenuti ad attori cantanti e che fanno parte della storia di un paese o legate a certe epoche ecc... potrei continuare all'infinito) certo potremmo discutere fino alla fine dei tempi sui motivi per i quali persone di ogni ceto sociale, età e sesso, si dedichino a questi singolari passatempi ma resta il fatto che essi servono a motivare l'interesse verso ciò che ci circonda per conoscere come siamo o eravamo o la natura che ci circonda.

Saluti.
Enzo

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti