Il mio diario... escursioni

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » mer 22 mag, 2019 15:29

Buon pomeriggio. In questi giorni dovrà essere portata a termine una uscita di minerali (prossimi giorni) Qua di un mese dopo le tre uscite cosiddette di fine aprile nei settori tra Tripi, Montalbano, Santa Barbara, San Cono, Basicò e Barcellona. La due giorni della triplice escursione avvenuta il 26 aprile con due uscite e il 27 colon una solo in mattinata non ha portato quella stanchezza che io immaginavo.

L'idea poi di farla il giorno dopo il 25 con la solita classica grigliata all'aperto :D forse ho anche mangiato un po troppo (I soliti eccessi delle feste, belli ma non quando si deve fare una due escursioni il giorno dopo) ma non ho avuto nessun tipo di conseguenze e neppure gli altri.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » mer 22 mag, 2019 17:05

Eccoci qui. La partenza, in jeep, è stata un po in ritardo sul programma a renne dovuto essere alle 7.30 poi è stata alle 8.30! I soliti ritardi che hanno fatto cambiare i piani della escursione che si sarebbe dovuta concludere in mattinata come poi è stato (circa le 13). Il cambio di programma co ha portato nei pressi di Basicò prima e San Cono dopo Poi sono arrivate le scampagnate in mezzo alla campagna più isolata nei pressi di Tripi, ma pur sempre a quasi 10 km da Tripi. Qui tra controlli camminate anche a piedi si è proceduto lungo una mulattiera di cui non abbiamo trovato la fine è siccome la vegetazione si era fatta troppo alta anche per la jeep si è preferito procedere a piedi per qualche centinaio di metri e vedere se in questa zona affioravano rocce metamorfiche o quarziti: cammina cammina... nulla e il tempo passava. Abbiamo deciso di nonn inoltrarci troppo dato che di questa mulattiera si sapeva poco. Avrebbe dovuto scendere lungo un fiumiciattolo che dall'alto si vedeva bene, così come si vedevano alcuni affioramenti di rocce giallastre decisamente sospette (nella parte alta solo arenarie, ma li sotto ad occhio parevano altri tipi di rocce) ma vi era da fare ancora molta strada almeno un paio di chilometri in mezzo all'erba alta... Abbiamo deciso di desistere anche perché lo scopo era il controllo e certamente di zone da controllare nei Peloritani occidentali e Nebrodi orientali non mancano di certo.
Per ora lascio
Alla prossima.
Allegati
st.jpg
Inizio. Fin qui tutto facile
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » ven 24 mag, 2019 8:53

Fin li tutto facile... finché eravamo in strada asfaltata... tuttavia non sempre le stesse sono asfaltare nel bel mezzo delle montagne specialmente poi in zone di ricerca.nella fotografia su può notare come sia alta l'erba e come occorreva stare attenti a non finire in qualche buca. Questa mulattiera infatti proprio per l'erba, non permetteva di vedere il fondo stradale. Lunga oltre 3 km e sempre la stessa come la vedete dalla foto, presentava anche, qua e là, qualche masso che comunque con la jeep era facilmente superabile. Si procedeva a velocità molto limitata (10 km ora massimo) quindi alla fine, per evitare rischi e controllare meglio abbiamo deciso di procedere a piedi. Lo scopo principale era quello di arrivare axdelke rocce affioranti appena sopra il fiumiciattolo sottostante e situate a circa 200 metri più in basso di dove eravamo noi.
Allegati
46.jpg
Osservate quanto è alta l'erba localmente superava il mezzo metro di altezza
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » ven 24 mag, 2019 13:01

E allora tutti a piedi! Abbiamo lasciato la jeep (in mezzo alla strada tanto li auto non ne passano di certo) e via a piedi cosa per altro non facile. La visibilità molto limitata sul terreno a causa delle erbe folte e larghe rendeva ogni passo incerto. I massi e i pietroni sul terreno piuttosto instabili ad ogni passo potevano fare inciampare cosa che è successa a me, pur non cadendo e poi a loro uno dietro l'altro nel giro di 5 minuti. Ad eccezione di Ciccio che stava per cadere, pur fermandosi in tempo con le mani, gli altri sono solo inciampati. Lo scopo era di raggiungere le rocce sottostanti e poi il rio sottostante ma vedendo che la strada continuava sempre con le stesse insidiose caratteristiche e che cominciava a farsi tardi, abbiamo deciso dopo un paio di centinaia di metri poco più di tornare indietro. Fino al punto in cui sumisno arrivati non si sono osservate rocce metamorfiche ma solo sedimentarie di tipo arenaceo. Sono certo tuttavia che più in basso rocce metamorfiche erano presenti... troppo più in basso. Non restava quindi che tornare indietro in direzione fiume.
Allegati
65.jpg
Ecco un altro controllo Ciccio con una arenaria, mentre più su salendo la collinetta Daniele controllava che non fossero metamorfiti
64.jpg
Qui si nota la scarpata durante un controllo di routine dopo essere scesi dalla jeep.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » ven 24 mag, 2019 13:22

Sempre sulla stessa strada ma all'inizio due chilometri indietro e già visto all'andata vi era un affioramento... ma non di metamorfiti bensì di queste antichissime costruzioni (probabilmente tombe dal tipo di nicchie scavate nella roccia di tipo arenaceo) ancora in da se di scavo e quindi non accessibili al pubblico. Si tratta probabilmente di un piccolo settore della città perduta di Abaceno che con alta probabilità dovrebbe trovarsi nei territori intorno a Tripi, ma di cui non si conosce finora con precisione la sua ubicazione precisa.
Sia per scarsità di tempo che per il fatto che il sito era inaccessibile per i lavori di messa in luce tuttora attivi siamo andati avanti dato che il tempo stringeva e ancora devevamo fare poco meno di venti chilometri per raggiungere il fiume.
Allegati
44.jpg
Ecco i ruderi la roccia è arenaria.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » sab 25 mag, 2019 13:19

Lungo la srrada (poco meno di una centina di chilometri) che pirtava al fiume le osservazioni di tipo mineralogico-scientifico sono continuate e sono state condotte principalmente da me.
Alcuni affioramenti lungo la strada di gneiss e di micascisti poco oltre Tripi e di filladi nella strada che difendeva al fiume Novara hanno rallentato il viaggio. I primi (gneiss e talvolta micascisti) non hanno portato a ritrovamenti di minerali interessanti essendo tali rocce piuttosto compatte mentre le filladi contenenti quarziti promettevano meglio perché interessate da venire idrotermali e quindi, oltre ai minerali classici quali quarzo, siderite ecc si sono aggiunti anche alcuni solfuri ancora in fase di controllo. Un dicco, presente in queste formazioni ad un crbtinaio di metri dal fiume, contenuto entro le filladi composto di quarzite dallo spessore medio di 40-50 cm correva orizzontalmente per parecchi metri ad una altezza di almeno 3.5 metri. Dato che la parete era rapidissima al momento si sono controllare le rocce a terra e quelle a portata di mano sulla parete rocciosa (filladi con filoni strato che partivano dal dicco più in alto) e vi erano entro ste rocce diversi solfuri e qualche carbonato oltre che quarzo. Bisognerà, la prossima volta, raggiungere le quarziti anche se si trovano oltre i 3 metri.
Allegati
13.jpg
Veduta dei luoghi parzialmente controllati ma che potrebbero le prossime volte riservare sorprese.
77.jpg
Qui eravamo non lontanissimi da Tripi entro una grotticella con una grossa vasca di 3x3 metri circa. E qui che si trovano gneiss e talvolta micascisti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » sab 25 mag, 2019 13:25

Ed ecco due affioramenti metamorfici uno di gneiss e uno di micascisti sempre nei pressi delle vasche. Questi affioramenti, comunque; non sono stati controllati per bene. Non posso escludere a priori che non abbiano minerali in qualche cavità, specialmente micro. Macro non credo fatta eccezione per feldspato e ortoclasio.
Allegati
55.jpg
Affioramento di tipo micascistoso passante a gneiss
53.jpg
Questi sono gneiss a tutti gli effetti. Cosa non rara nei Peloritani settori settentrionali.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » sab 01 giu, 2019 13:09

Buon fine settimana a tutti. Eravamo rimasti, nella prima escursione di aprile (mattina del 26 aprile) che dovevamo scendere al fiume come poi abbiamo fatto. Lungo la strada abbiamo incontrato anche alcune rocce metamorfiche che sono senza dubbio da rivedere e quindi il fiume di Novara che come sempre, quando ci si prende la mano e l'occhio a quel punto salta sempre qualcosina fuori sia i termini di minerali (anche micro ma sempre) e anche alcune sorprese o aggiormenti. In ogni caso vi sono cose da aggiornare riguardo le "quarziti" specie quelle rosa che non sono affatto quarziti ma più essenzialmente veri e propri pegmatoidi. Le rocce che le accompagnano non lasciano nessun dubbio in merito e si sono aggiunte anche le "quarziti a calcedonio" così chiamate per la somiglianza col calcedonio. La zona dovrà essere controllata meglio perché con troppa facilità si trovano quarziti con varie cavità prevalente riempite di cristalli di quarzo, siderite, ankerite, e molti altri solfuri. Ci sono anche feldspati, granati e pirosseni abbastanza bene cristallizzati.
Ma intanto si era fatto tardi e occorreva tornare indietro la ricerca controllo è durata poco più di mezz'ora sufficiente però a fare luce su alcuni punti oscuri di queste misteriose zone.
Allegati
20190524_095831.jpg
Un momento di ricerca
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » mar 04 giu, 2019 12:40

Ed eccoci al pomeriggio per la seconda escursione non tanto di ricerca ma di controllo. Insomma poco più di una passeggiata. Il luogo è il torrente Elicona neppure tanto lontano da Montalbano. Qui si è effettuata la "visita" al vecchio mulino abbandonato da oltre un secolo ma sempre un pezzo di storia a livello locale. Le rocce qui attorno sono tutte arenarie senza minerali significativi a volte vi sono anche argilliti, ed eccezionalmente (trasportate) metamorfiti. Dato che già al mattino era stata effettuata una escursione più impegnativa il pomeriggio occorreva andare piano anche perché il giorno dopo, di mattina, se ne sarebbe portata a termine un'altra anche questa di controllo.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » mar 04 giu, 2019 12:58

La discesa con la jeep ha avuto luogo il primo pomeriggio e giusto lungo la mulattiera alcuni pezzi di rocce metamorfiche tra cui anche quarziti, hanno portato al ritrovamento non certo interessante ma sempre da registrare di alcuni quarzetti sicuramente provenienti dal torrente Novara. Poco dopo siamo arrivati al torrente Elicona, ove nelle vicinanze giace un vecchio mulino di cui ormai resistono alcuni ruderi. Quello in pietra reggono bene mentre la costruzione ormai è andata. Varie piante l'hanno invasa tra cui le piante di more che con le loro spine hanno rallentato e ferito anche, il passo. La parte bassa a cui si accede da un ingresso a semisfera tipo galleria alto poco più di un metro che quindi faceva camminare curvi e bisognava stare attenti a non inciampare o scivolare sui massi di arenaria presenti a terra. Controllate anche le arenarie e argilliti per vedere se vi era la succinite (ambra) entro le quali talvolta si trova ma non vi era così come non vi erano altri minerali. Poi un giretto con la jeep risalendo verso Santa Barbara passando poi per il Pellizzaro fino a ritornare a Montalbano.
Saluti.
Allegati
7y.jpg
Da questo buco che parte dal di sopra ove vi era la costruzione quasi demolita si faceva scendere il grano che bmveniva poi trasformato in farina nella galleria di sotto.
e4.jpg
Sempre in galleria di cui si vedono i "muri" squadrati con i soliti blocchi dipinti a terra.
5i.jpg
Un momento di ricerca sulle arenarie
6y.jpg
Alcuni blocchi di arenaria taluni erano pure dipinti. Su questi e altri presenti in galleria era facile inciampare o scivolare
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » gio 06 giu, 2019 13:17

Terza uscita il giorno dopo il 27 aprile nei dintorni di Barcellona-terme Vigliatore, seguendo un fiumiciattolo (uno dei tre più vicini) sul letto del quale erano presenti metamorfiti con i soliti quarzi diversi da quelli del Novara, ma anche calcite aragonite e localmente analcime, pirite e limonite e qualche siderite. Non è da escludere a priori che vi sia anche dell'altro approfondendo la ricerca.
Lungo i lati del fiume tuttavia, non sempre affioravano rocce metamorfiche talvolta prevedevano rocce sedimentarie. Scarso, al momento, il controllo ravvicinato dei lati d3l fiume. Ricerche approfondite in tal senso si faranno nei prossimi mesi tempo permettendo.
Saluti a tutti.
Allegati
mo.jpg
Alcune foto riprese dall'auto
uy.jpg
Altamura foto.
kl.jpg
sd.jpg
Un affioramento vicino al ponte di rocce sedimentarie
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » ven 07 giu, 2019 13:03

Adesso passiamo a maggio che ha visto due eventi che riguardano il nostro hobby. Il primo è stato portato a termine il 29 maggio (anche l'altro stesso giorno) da Franco Tusa, presidente della associazione "La Tormalina" che aveva progettato e portato a termine una gita scolastica con tanto di professori e alunni nelle zone zolfifere, inserisco questi link da Facebook (ricordo che per cederlo occorre essere su facebook) presi dalla pagina di Franco stesso.

https://m.facebook.com/story.php?story_ ... 4128325192

Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2148
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Il mio diario... escursioni

Messaggio da mineralenzo » dom 09 giu, 2019 14:40


Buona domenica. In contemporanea (Sempre 29 maggio 2019) oltre alla gita scolastica portata e termine da Franco e di cui ne ho parlato sopra, di pomeriggio io e Giuseppe ne abbiamo effettuato un altra, a Lercara Friddi, approfittando anche del tempo piuttosto fresco e molto nuvoloso (era anche gocciolato quel pomeriggio a Lercara) con lo scopo, più che altro, di vedere come si sarebbe comportato Giuseppe alla sua seconda uscita ufficiale dopo quella di giugno 2018 a Monreale.
Nel complesso ha dimostrato di essere efficiente ma anche prudente due qualità che quando avrà fatto la dovuta esperienza gli sarà certamente di aiuto sua a lui che a chi lo accompagnerà. Ottimo e paziente collaboratore, ha dimostrato di saperci fare quando sia necessario anche in termini di aiuto e collaborazione.
Intanto occorre precisare che il luogo che personalmente non frequento da anni è decisamente peggiorato! È divenuto anche più pericoloso. Alcuni massi sono divenuti instabili e qua e là si sono avuti crolli in genere piccoli ma sufficienti a spaccare la testa nel caso ci si trovasse sotto. Massi traballanti possono favorire scivoloni. Poi l'erba molto alta quasi ovunque intorno al mezzo metro localmente di più non permetteva di vedere facilmente il terreno cosa pericolosa in questa zona e questo non ha permesso di raggiungere le zone interne per intenderci quelle delle celestine azzurre centimetriche e gran parte delle rocce che contengono gesso.
Alla prossima.


Enzo

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti