Diario mineralogico

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7309
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Massimo Russo » lun 25 mag, 2020 20:42

Se così fosse sarebbero nuovi e il discorso andrebbe approfondito

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

mineralenzo
Messaggi: 2476
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » ven 29 mag, 2020 15:50

Forse, ma intanto nessuno ci fa caso, anche perché non si tratta di qualcosa di importante!
Insomma un altra faccia della stessa medaglia.
Enzo

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7309
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Massimo Russo » ven 29 mag, 2020 18:10

Non sono d'accordo se si tratta di specie non presenti nei database allora il discorso andrebbe approfondito, se invece si tratta di soecie comuni non conosciute nella zona allora le università non ci perdono ulteriore tempo... Per questo ci potrebbe essere il servizio riconoscimento AMI

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

mineralenzo
Messaggi: 2476
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » sab 30 mag, 2020 14:09

Massimo Russo ha scritto:
ven 29 mag, 2020 18:10
Non sono d'accordo se si tratta di specie non presenti nei database allora il discorso andrebbe approfondito, se invece si tratta di soecie comuni non conosciute nella zona allora le università non ci perdono ulteriore tempo... Per questo ci potrebbe essere il servizio riconoscimento AMI

Massimo
Ciao Massimo, ancora non ho la certezza assoluta al 100% di come esattamente stanno le cose ma di certo cin quei due minerali, entrambi pirosseni, chiamiamolo pirosseno 1 e pirosseno 2 ancora non ho i nomi. Dato che le analisi sono state portate a termine e credo da tutti i punti di vista insomma fatte bene, non riesco a capire come mai i nomi non si sappiano. Questo è il punto. In base ai fatti sopra citati, tenendo conto dei vari fattori, vi sono soltanto due possibilit

1
Che semplicemente non abbiano riportano i nomi dei due tipi di pirosseni (che presto inserirò anche qui le relative fotografie)
2
Che, pur avendo eseguito le analisi e quant'altro, questi due minerali presentino caratteristiche diverse (fisiche o chimiche) da quelle degli altri pirosseni conosciuti e che quindi non sia stato possibile dare loro un NOME. Ma c'è di peggio, oltre a questi due vi sono almeno altri 5 minerali tra cui almeno due (ad occhio) sembrano pirosseni anche quelli e uno è addirittura rosato tendente al rosso. Degli altri 5 purtroppo non so proprio nulla e neppure del minerale azzurrino si sa qualcosa.
Quindi, Massimo, se le cose stanno così si tratta di specie diverse, a livello mondiale, di pirosseni.

Ma o prima o poi si saprà la verità...
Enzo

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6583
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 01 giu, 2020 8:29

Quell' affioramento é di natura antropica, é una discarica di lavorazione del vetro fatta dagl'arabi. E poi tutto sto gran mistero su quello che trovi e ti sembra tutto nuovo, mai trovato prima....ma se sei cosi sicuro fai fare le analisi come tutti noi facciamo da anni nelle nostre zone di ricerca.Questa Sicilia tanto misteriosa, che continui a descrivere con le tue foto postate qui, e per quello che vedo in fatto di specie cristallizzate, c'e' da mettersi le mani sui capelli ! I misteriosi e inaccessibili monti Peloritani...e che saranno mai ? la catena dell' Himalaya? sei troppo complicato per i miei gusti 😊
ciao

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10784
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 01 giu, 2020 12:13

Dario mi pare che tu sia troppo riduttivo nei confronti di Enzo...ognuno fa con quello che trova, e l'entusiasmo non va mai fermato
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6583
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Di Domenico Dario » lun 01 giu, 2020 13:49

Risolutivo, altro che riduttivo; il riduttivo lo fa lui verso chi fa seriamente ricerche in Sicilia da molti anni con ritrovamenti significativi per la regione.Dare per scontato che non ci siano altri ricercatori molto attivi sull' isola che trascurano queste fantomatiche zone che solo lui conosce é un po troppo peccare di presunzione.La Sicilia é una delle regioni con il più alto numero di pubblicazioni geologiche e mineralogiche insieme alla Sardegna. Ho una raccolta di cartografie aggiornate su tutta la Sicilia, dall'Etna agl'Iblei con una marea di informazioni; sul web c'e' di tutto e solo lui dice che non c'e' interesse e non si conosce niente.....assurdo !

mineralenzo
Messaggi: 2476
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » lun 01 giu, 2020 19:59

Si è vero, quell'affioramento è di origine antropica, ma il discorso non cambia. I risultati non sono chiari e anzi non si sa di preciso se si sia lavorato il vetro o milto più probabilmemte la calce.
Incertezza quindi anche per quanto riguarda il tipo di lavorazione, me lo ero scordato questo aspetto.
Mai trovato prima? Mai trovato prima a livello collezionistico e in senso generale, ma può essere che qualche minerale per davvero non sia stato trovato prima, e non mi riferisco neppure ai Nebrodi o ai Peloritani.
Per quanto riguarda le foto, trovami qualcuno che qui o altrove posti delle foto più insolite di minerali di Sicilia eccezion fatta per i classici con le solite provenienze...
Poi ti pongo una domanda: oltre a me quanti colleghi siciliani hanno qui postato campioni di minerali di questa regione, dove QUI intento i topic dedicati ai minerali di Sicilia già aperti da quasi due anni? Credo nessuno!!! E super finire si alcuni settori dei Nebrodi/Peloritani sono difficili da raggiungere in auto ci vuole una 4x4 minimo è non tutti l'hanno altrimenti bisogna fare come Francesco, forse l'unico che ha avuto il coraggio cm di affrontare tali situazioni anche se, giunto di mattina sul posto, poi ha dovuto camminare molto e alla fine si è accampato il tenda!!! L'unico modo è questo.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2476
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » lun 01 giu, 2020 20:19

No, Dario non è ne riduttivo ne risolutivo e neppure io sono riduttivo nei confronti di nessuno dato che direttamente o indirettamente li conosco tutti quelli che cercano minerali qui e che in questi settori alcuni molti anni fa ci sono anche andati a fare qualche giretto vedono impalliditi di fronte ad alcune difficoltà che hanno trovato.
Purtroppo devo dire che in Sicilia si ritrovamenti se ne sono fatti solo nelle zone conosciute (che poi tali minerali vedi fluoriti azzurre di Termini o bariti su quarzi e company di Giuliana e zone limitrofe erano già conosciute) se ne sono fatte poche a parte qualche minerale etneo tipo Biancavilla e ibleo tipo Palagonia e ultimamente anche Pachino) ma di certo sono zone poco conosciute dal punto di vista mineralogico.
A parte qualche sparuto gruppo ne vedo pochi andare in giro per cercare minerali qui se non per andare nei soliti posti.
Ci saranno anche tante cosa sul web, ma resta il fatto che molti minerali trovati tra Novara di Sicilia, San Basilio, Rodì, Milici, Portella Pirtusa, Tripi, Montalbano, Gioiosa, e tantissimi altri luoghi non ho trovato tutte queste informazioni su ritrovamenti ne sul web ne sulle biblioteche sia regionali sia universitarie. Certo se parliamo di Fiumedinisi, Aci Castello, Nicolosi, Poggio Balate, Palagonia, Cozzo Disi, Giumentaro, Grasta, Muculufa, le cose cambiano
Enzo

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6583
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 02 giu, 2020 9:00

Ti si farà un bel monumento in piazza come l'unico cercatore di sassi della Sicilia 😃😃
Fatti un giretto su Fb; di cercatori di minerali siciliani ce ne sono parecchi e trovano minerali davvero belli e da quanto vedo si danno molto da fare anche in fotografia micro.
ciao e continua a cercare.

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10784
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Luciano Vaccari » mar 02 giu, 2020 9:46

Enzo questa volta l'appunto lo faccio a te. Per quanto bello e ricco possa essere il forum, non è qui che si riversano tutti i cercatori e collezionisti italiani. Su FB come dice Dario e in rete in generale c'è davvero molto di più. Pochi partecipanti ai topic sui minerali della tua isola nel forum, non significa che ci siano pochi tuoi conterranei che si dedicano a questa attività.
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

mineralenzo
Messaggi: 2476
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mar 02 giu, 2020 14:19

:D :D :D
Monumenti? E perché? Per miei meriti? Non ne ho almeno per adesso.
Ci sono altri che cercano, su questo nessun dubbio ma con una differenza; cercano in località conosciute che poi sono sempre le stesse che si conoscono alcune da decenni, altre da secoli, con tanto di documentazioni presenti in vari archivi e biblioteche. Vedi, Dario, da almeno 30 anni Ora da qualche anno non più, sono stato un assiduo visitatore di biblioteche sia comunali che regionali oltre che universitarie riguardanti geologia e minerali, mi sono trovato tra le mani libri libroni e riviste che ad elencarle tutte non riuscirei, alcune che riguardano le principali miniere di zolfo siciliane le ho saldate ci sarebbe voluta una vita intera e forse di più, e non ho trovato quadi nulla su quelle zone tranne una breve fazione tra Tripi e Montagnareale e i capi... Calava, Tindari, d'Orlando oltre Fiumedinisi di cui vi sono parecchi trattati. Ma a noi interessano parte dei Nebrodi e la restante parte dei Peloritani e di quasti settori non ce molto in giro tranne qualche accenno. Questo per quanto riguarda libri e persino manoscritti appartenenti anche alla fine del 700...
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2476
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mar 02 giu, 2020 14:36

Per quanto riguarda internet non è che poi la cosa migliori poi più di tanto. Mi si dice "fatti un giretto su Fb" rispondo lo faccio ogni giorno e vedo decine e decine... di minerali diversi tra di loro come un servizio di piatti piani e fondi bianchi in cui l'unica differenza è il timbro del vasaio.
Si li ho visti i minerali di zolfo, celestina, calcite, aragonite, gesso, barite, fluorite, con qualche zeolite di Palagonia e Biancavilla, e infine gli ormai conosciutissimi quarzi con calcite e barite di Palazzo Adriano, Giuliana, Contessa, casteldaccia, ecc...
Micro? Ne ho visti veramente pochi delle Eolie a livello siciliano quadi nessuno dei Peloritani solo alcuni, rari, di Fiumedisi, di San Giorgio, di Barcellona, di Tripi, e finora nulla di più. Qualche micro più presente riguarda Palagonia e Biancavilla oltre che Aci Castello/Ciclopi/Aci Trezza, e qualche altro eccezionale campione di altre località ma veramente raro trovarne uno. Aggiungo inoltre una zona vicino ad Augusta insomma davvero poco molto poco. Troppi minerali classici ultraconoscitissimi e talvolta neppure troppo belli per quello che tali settori hanno prodotto.
Tutto quanto scritto qui sopra riguardante internet riguarda non solo Facebook ma anche ricerche sul web, ma anche fotogeafie postate su Mindat (non sempre da collezionisti locali) di minerali, micro e macro.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2476
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mar 02 giu, 2020 14:39

Luciano Vaccari ha scritto:
mar 02 giu, 2020 9:46
Enzo questa volta l'appunto lo faccio a te. Per quanto bello e ricco possa essere il forum, non è qui che si riversano tutti i cercatori e collezionisti italiani. Su FB come dice Dario e in rete in generale c'è davvero molto di più. Pochi partecipanti ai topic sui minerali della tua isola nel forum, non significa che ci siano pochi tuoi conterranei che si dedicano a questa attività.
È vero non significa che ci siano pochi raccoglitori però al di certo non ve ne sono tanti, e non tutti si mettono zaino in spalla e via alla ricerca....
Enzo

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6583
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Di Domenico Dario » mer 03 giu, 2020 13:50

Quando mi trovi qualcosa di nuovo, magari pubblicato su qualche rivista del settore allora tutto quello che hai detto troverà una giustificazione.Al momento non vedo niente, oltre al fatto che non so chi sei, e non so se hai mai pubblicato qualcosa sulla tua Sicilia.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti