Diario mineralogico

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mer 05 dic, 2018 16:18

C'è un rinvio su Monreale da domani a dopodomani... venerdì mattina tempo permettendo.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » ven 07 dic, 2018 16:29

Alla fine ci siamo stati è abbiamo osservato alcuni campioni della CRS quasi tutti piccoli appunto al microscopio. Lo ha manovrato Franco dato che io personalmente non ho ancora la mano Alla fine a dir il vero si, ma occorreva risparmiare tempo. C'era anche Giuseppe siano tornati a casa alle 2 del pomeriggio dalle 8 del mattino ovviamente compresi i viaggi.
A presto
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mar 25 dic, 2018 16:16

Buon Natale a tutti.
Allegati
an.jpg
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » sab 29 dic, 2018 17:04

Terminato anche questo 2018 che dal punto di vista mineralogico non ha brillato ma ha avuto molti spunti di interesse. Non ho parlato della mostra messinese di domenoca scorsa perché ha carattere privato e, come quella di Caltanissetta di inizio novembre non ha certamente brillato. Pochi i campioni di un certo interesse e poche anche le novità (nessun minerale insolito o nuovo di rilievo) qualche rivista mineralogica in esposizione e veramente poco altro. Forse interessante il tema sul mondo del collezionismo mineralogico, delle sue evoluzioni (non solo a livello italiano ma anche mondiale) sui minerali delle nostre dalle più piccole alle più grandi, e sui "gusti collezionistici" che vanno allargandosi... ne riparleremo il prossimo anno... colgo quindi l'occasione di porgere a voi tutti e famiglie gli auguri più fervidi per un buon 2019 e non solo dal punto di vista mineralogico.
Al prossimo anno quindi.
Allegati
aa.jpg
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » gio 24 gen, 2019 15:22

Primo inserto del 2019. Non tanto per discutere di uscite molte delle quali programmate dal 2018 e poi per una ragione o per un altra mai portate a termine, quanto per un tipo di collaborazione un poco diverso... le analisi dei minerali. Anche da questo punto di vista molto ce da fare e molta la strada da percorrere ma sembra che sotto.questo aspetto qualcosa si muova.
Per quanto concerne le foto micro, anche qui ho fatto progressi (non a livello di certi utenti qui del forum ma meglio di qualche mese fa) alcune foto sono già state inserite su fb o su Messenger, E, una volta ridimensionate, saranno pubblicate anche qui.
Saluti.
Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » sab 26 gen, 2019 10:44


Buon giorno.
Tra non molto, forse già stasera o domani, vedo di poter ridurre di "peso" alcune fotografie di minerali micro. Si tratta prevalentemente di cristalli delle dimensioni di 1-2 millimetri ma talvolta anche meno di un millimetro. Tengo a precisare che ke foto sono scattate con l'ausilio di una lente di ingrandimento x20 e il cellulare e che quindi non possono certo rivaleggiare con foto scattate con reflex e col microscopio quindi la visione di tali fotografie al PC potrebbero apparire sfocate meglio vederle col cellulare.
Saluti a tutti e alla prossima.

Enzo

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » lun 04 feb, 2019 8:59

Da qualche settimana ho iniziato a catalogare la collezione regionale siciliana che in questi ultimi anni ha avuto un notevole incremento (Anche di campioni di minerali senza nome essendo provenienti da località del tutto o quasi nuove) e quindi una catalogazione fotografica anche di minerali micro era certamente da fare. Ed è tuttora in corso be non oggi che è buoi e piove ma nei giorni di maggiore luminosità. Già esistono alcune foto anche abbastanza belle se si considera che alcuni cristalli fotografati sino submillimetrici. Consiglio di vedere tali fotografie (scattate col cellulare e una lente di ingrandimento x20) con una schermo piccolo tipo cellulare. Alcune tuttavia da me nel pc si vedono abbastanza bene malgrado tutto.
Concludo dicendo che sul topic "collezione regionale" ne ho già inserite tre foto micro e altre ne saranno inserite nei prossimi giorni.
Saluti.
Enzo

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6395
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Diario mineralogico

Messaggio da TOSATO FABIO » lun 04 feb, 2019 10:54

la regione Sicilia merita una disamina mineralogica approfondita. Enzo perchè non ti fai promotore di tale indidagine?
Le analisi sui campioni non sono un problema, eseguire le fotografie credo che puoi trovare un amico mineralogista che le può eseguire.
Poi, in funzione dei risultati delle analisi, si può eseguire eventualmente un articolo su MICRO e aggiornare anche Mindat.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » lun 04 feb, 2019 16:20

Si, sono d'accordo e ci sarebbe molto da analizzare... tra Eolie, m.Iblei e Peloritani saranno qualcosa come 400 o 500 da vedere sui circa 8000 della regionale. Ma prima occorre terminare la catalogazione. Senza catalogazione si può fare davvero poco.
Trovare qualcuno che faccia foto qui? Non credo. Sai Fabio qui quasi tutti i raccoglitori collezionisti non sanno neppure cosa sia una lente di ingrandimento... Non dico un microscopio dico una lente e mai se la portano durante ke ricerche.
Non credo quindi che possano esserci sviluppi in tal senso fatta eccezione per Tusa che ha il microscopio li al museo accessibile anche per gentilezza ma i risultati sono piuttosto simili anche per colpa della mancanza di una reflex (di tipo professionale)
Promotore di una indagine sui minerali insoliti della Sicilia? Lo faccio già da anni anzi che dico decenni anche con l'aiuto di alcuni giovani e anche naturalisti e alcuni raccoglitori di Messina che però per lavoro o impegni vari non cercano sempre. Senza di questi (giovani, messinesi e i naturalisti) di questi minerali non saprebbe nessuno nulla. Per la maggior parte questi minerali li ho/abbiamo raccolti da soli e alcuni li ho solo io (ditemi in quale regione di Italia un raccoglitore ha decine di campioni non sempre micro in suo esclusivo possesso?) Qui è così. Ed è per questo anche, che molti minerali sono senza nome raccogliere minerali in un luogo mai visitato in modo approfondito non è facile nessuno che in precedenza abbia fatto analisi o simili.
Ecco perché spesso i campioni che piazzo nelle foto a molti sembrano bufale o quasi...
Saluti e buona sera a tutti
:)
Enzo

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6395
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Diario mineralogico

Messaggio da TOSATO FABIO » lun 04 feb, 2019 21:52

Bene raccogliere, ma poi se non si capisce cosa viene raccolto, poco serve, restano solo sassi.
Ti consiglio di fare una selezione di micro provenienti da una sola località e farli analizzare,, da qualche parte si deve pure iniziare
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mar 05 feb, 2019 9:33

TOSATO FABIO ha scritto:
lun 04 feb, 2019 21:52
Bene raccogliere, ma poi se non si capisce cosa viene raccolto, poco serve, restano solo sassi.
Ti consiglio di fare una selezione di micro provenienti da una sola località e farli analizzare,, da qualche parte si deve pure iniziare
Ciao Fabio e buona giornata a tutti.
In astratto condivido a pieno le tue idee tutte giuste però non si tiene conto di un particolare. Senza una catalogazione preventiva con tanto di fotografie (sono in pratica all'inizio) non conviene iniziare analisi a meno che non vi siano dubbi della presenza di minerali potenzialmente pericolosi cosa peraltro avvenuta qualche mese fa e rivelatasi poi reale, prima occorre quindi sapere con PRECISIONE dove si trova l'affioramento dato che molti campioni sono stati trovati sui fiumi più grandi... e sai non è facile farlo senza l'aiuto di nessuno o quasi fatta eccezione per pochi che con molto coraggio si sono messi alla ricerca di questi minerali non sempre facili fa trovare .... poco serve, restano solo sassi. Non sono d'accordo qui. Semmai restano minerali senza nome non sassi l'importante è che si sappia che vi sono. Il resto ho già risposto sopra.
Saluti.
Enzo

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6887
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Diario mineralogico

Messaggio da Massimo Russo » mar 05 feb, 2019 9:56

mineralenzo ha scritto:
mar 05 feb, 2019 9:33
non conviene iniziare analisi a meno che non vi siano dubbi della presenza di minerali potenzialmente pericolosi cosa peraltro avvenuta qualche mese fa e rivelatasi poi reale
Che intendi per minerali pericolosi?

Mazzimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mer 06 feb, 2019 9:36

Intendo minerali che in qualsiasi modo possano arrecare danni alla salute. Spesso, io vado in giro con persone (giovani in primo luogo curioso di vedere come si cercano e trovano minerali e ne conosco tanti) è anche naturalisti magari esperti di piante a animali ma non più di tanto in minerali.
Ci sono poi anche alcuni collezionisti di minerali siciliani che troppo spesso non tengono conto dei rischi che certi minerali possono comportare e alcuni addirittura non li vedono neppure.


Quindi è necessario conoscere il più possibile i problemi che certi minerali possano anche potenzialmente arrecare. Si tratta in genere di certi anfiboli fibrosi da una parte, e minerali radioattivi dall'altra.

Mi sembra che andarci coi piedi di piombo sia una giusta idea peraltro condivisa da tutti.

Saluti a tutti.
Enzo

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2603
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Re: Diario mineralogico

Messaggio da bortolozzi giorgio » mer 06 feb, 2019 10:24

mineralenzo ha scritto:
lun 04 feb, 2019 16:20
Si, sono d'accordo e ci sarebbe molto da analizzare... tra Eolie, m.Iblei e Peloritani saranno qualcosa come 400 o 500 da vedere sui circa 8000 della regionale. Ma prima occorre terminare la catalogazione. Senza catalogazione si può fare davvero poco.
Trovare qualcuno che faccia foto qui? Non credo. Sai Fabio qui quasi tutti i raccoglitori collezionisti non sanno neppure cosa sia una lente di ingrandimento... Non dico un microscopio dico una lente e mai se la portano durante ke ricerche.
Non credo quindi che possano esserci sviluppi in tal senso fatta eccezione per Tusa che ha il microscopio li al museo accessibile anche per gentilezza ma i risultati sono piuttosto simili anche per colpa della mancanza di una reflex (di tipo professionale)
Promotore di una indagine sui minerali insoliti della Sicilia? Lo faccio già da anni anzi che dico decenni anche con l'aiuto di alcuni giovani e anche naturalisti e alcuni raccoglitori di Messina che però per lavoro o impegni vari non cercano sempre. Senza di questi (giovani, messinesi e i naturalisti) di questi minerali non saprebbe nessuno nulla. Per la maggior parte questi minerali li ho/abbiamo raccolti da soli e alcuni li ho solo io (ditemi in quale regione di Italia un raccoglitore ha decine di campioni non sempre micro in suo esclusivo possesso?) Qui è così. Ed è per questo anche, che molti minerali sono senza nome raccogliere minerali in un luogo mai visitato in modo approfondito non è facile nessuno che in precedenza abbia fatto analisi o simili.
Ecco perché spesso i campioni che piazzo nelle foto a molti sembrano bufale o quasi...

-------------------------
Per fare delle foto "decenti", in cui si capisca cosa si sta fotografando, non bisogna spendere molto, anche se poi bisogna fare un po' di esperienza. Se guardi le mie recenti foto degli UK di Vulcano, messe nella Collezione Regionale, posso dirti la spesa:
Microscopio Optica 150 euro,Nikon Coolpix 80 euro, lampada Ikea 10 euro. Foto singola, con macchina appoggiata a mano libera sull'oculare del microscopio. Indispensabile, poi, il "trattamento" successivo con Photoshop (o simile). Se poi ti accontenti di foto "macro", basta attaccare una semplice lente da 10x -tramite un po' di pongo - sull'obbiettivo, tirando un po' il tele e piazzando la macchina su un piccolo treppiedi; in questo modo puoi fare inquadrature di 2-3 mm., anche senza microscopio. La reflex va bene se ti doti di molti altri accessori, per cui la spesa puo' alla fine salire di molto, mentre per le foto al microscopio bisogna avere un obbiettivo con diametro non superiore a 2 cm, che si adatti bene all'oculare, cosi' da evitare la possibile vignettatura.
Tutto il materiale citato si puo' acquistare tramite internet.

mineralenzo
Messaggi: 2082
Iscritto il: ven 18 nov, 2005 9:27
Località: Palermo

Re: Diario mineralogico

Messaggio da mineralenzo » mer 06 feb, 2019 16:39

Ultimamente tempo permettendo (non solo meteorologico) mi dedico di pomeriggio quando vi è più luce a fotografare cristalli millimetrici riuscendo in certi casi a ottenere delle buone fotografie persino a cristalli più piccoli di un millimetro. Comunque grazie per le informazioni.
Dispongo proprio di una lente molto luminosa capace di 20 ingrandimenti e ne avrei anche una di 40 che però ancora è di difficile "riproduzione"
La x20 riproduce molto bene i colori per questo mi piace molto. Come macchina fotografica utilizzo quella del cellulare la cui messa a fuoco non è spesso precisa come dovrebbe ma scattando una decina di foto alla fine ottengo foto decenti che poi vengono ingrandite perdendo qualcosa ma riproducendo in modo abbastanza nitido (sui cellulari almeno) cristalli di 0.3 0.5 mm. Insomma mi accontento per ora. Fino a qualche anno fa era un miracolo riprendere nitidamente anche un cristallo di un paio di millimetri.
Saluti.
Enzo

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti