Lampade da miniera

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Avatar utente
Simone Ferrante
Messaggi: 281
Iscritto il: mar 20 gen, 2009 15:40
Località: Firenze

Lampade da miniera

Messaggio da Simone Ferrante » ven 25 mag, 2012 19:47

Visto che non è mai stato fatto prima mi è sembrato opportuno aprire un topic nel quale si trattasse dell'argomento,anche in maniera approfondita e secondo le conoscenze di ognuno.Considerando che l'illuminazione viaggia di pari passo nell'esplorazione mineraria e che ogni mineralogista ne possiede sicuramente almeno una come soprammobile oppure in collezione,ho deciso di aprire un topic apposito dove condividere le foto delle nostre e magari di quelle più belle che si possono trovare.

Comincio io con una magnifica Arras modello BN totalmente in ottone in uso ai geometri,agli ingegneri e al direttore delle miniere di carbone di Blanzy.Come faccio ad essere sicuro della sua appartenenza ? Semplice,la ditta Arras produsse questo modello esclusivamente per questa miniera.Diciamo quindi che sono quasi una serie numerata.Funzionava a benzina e l'accensione avveniva per mezzo di un innesco al ferro-cerio come sui normali accendini.
Allegati
arras bn.jpg
Mindat gallery: http://www.mindat.org/user-13837.html

Parla in modo sensato a uno stupido e questi ti chiamerà stupido. EURIPIDE (485 - 406 a.C.)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10663
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Luciano Vaccari » ven 25 mag, 2012 22:18

Vega sei sicuro che non ci sia già un topic?
Hai provato con il comando CERCA?
Se non c'è...è una bella idea

Ps: mi raccomando...cerchiamo di tenere le foto allegate il più leggero possibile...grazie!
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Simone Ferrante
Messaggi: 281
Iscritto il: mar 20 gen, 2009 15:40
Località: Firenze

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Simone Ferrante » sab 26 mag, 2012 16:45

Luciano Vaccari ha scritto:Vega sei sicuro che non ci sia già un topic?
Hai provato con il comando CERCA?
Se non c'è...è una bella idea

Ps: mi raccomando...cerchiamo di tenere le foto allegate il più leggero possibile...grazie!

Sicurissimo,in compenso ce n'è 2 o 3 simili sull'Amiata e 4 o 5 sull'Elba..Perchè ai suddetti creatori non si dice nulla ??

Sulle lampade ho verificato che c'è qualche accenno al nome ma niente di inerente e specifico.Potrebbe sorgere qualcosa di molto costruttivo con una partecipazione nutrita.
Ultima modifica di Simone Ferrante il dom 27 mag, 2012 17:53, modificato 1 volta in totale.
Mindat gallery: http://www.mindat.org/user-13837.html

Parla in modo sensato a uno stupido e questi ti chiamerà stupido. EURIPIDE (485 - 406 a.C.)

Avatar utente
Giorgio
Messaggi: 1246
Iscritto il: gio 21 lug, 2005 22:31
Località: Sesto Calende (VA)
Contatta:

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Giorgio » sab 26 mag, 2012 17:04

Bella la Arras, è la mia terza passione quella delle lampade, le mie sono soprattutto ceke o tedesche, ne ho appena classificate una paio con la tecnica di combustione mueseler a olio e con un piccolo camino interno... della fine del 1800!
Alcune lampade venivano realizzate tutte in ottone per non disturbare la lettura della bussola in miniera, il ferro avrebbe disturbato parecchio la lettura con strumenti così sensibili...
Quello delle lempade da miniera è comunque un tema interessante... se ci pensate cosa sarebbe un minerale senza il minatore???
Le pietre sono maestre mute: esse rendono muto l'osservatore, e il meglio che da esse si apprende non si può comunicare. J.W.Goethe

Marco Pistolesi
Messaggi: 1029
Iscritto il: lun 19 mar, 2007 22:14
Località: Piombino-Li-

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Marco Pistolesi » sab 26 mag, 2012 21:27

Le lampade oltre ai minerali e altro sono una mia passione. Ho fatto la scelta di non collezionare quelle di sicurezza per motivi di difficoltà nel reperirle e perchè quelle reperibili costano un pò ma hanno comunque un loro fascino e sono molto belle.
Io sono persuaso che lo studio dell'Istoria Naturale ben regolato, non è un balocco d'oziosi ingegni, come alcuno vi pensa; ma può influire moltissimo nei vantaggi d'una società...........
Giovanni Targioni Tozzetti (1776)

Avatar utente
Simone Ferrante
Messaggi: 281
Iscritto il: mar 20 gen, 2009 15:40
Località: Firenze

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Simone Ferrante » sab 26 mag, 2012 21:31

Esatto.L'uso dell'ottone oltre che per una questione di prestigio (potevano benissimo realizzarle in alluminio) er proprio per consentire ai geometri di effettuare rilievi senza disturbare lo strumento con metalli magnetici.Per la prima volta proprio durante la 1° guerra mondiale si impedì la realizzazione di lampade in ottone e di tutto quanto non fosse indispensabile affinchè questo metallo fosse consegnato all'industria bellica per la realizzazione dei bossoli e dei proiettili.
Il 90% delle lampade in ottone che trovi infatti sono state realizzate dopo questa data.Stesso discorso per quanto concerne la seconda.

Il sistema Muesler ovvero con camino interno serviva per 2 scopi principlamente: un miglior tiraggio e di conseguenza la produzione di una fiamma più alta a parità di combustibile.
Possiedo una Santini Aquilas italiana,in uso presso le miniere di carbone di Santa Barbara in Toscana,quando la coltivazione era effettuata in sotterraneo,Presenta proprio il sistema Muesler.Di derivazione francese Cosset Dubrulle di Lille,le Santini avevano un potere illuminante mediocre.Si rilevavano piuttosto insicure e i materiali non erano eccellenti.Furono realizzate su progetto francese in concessione per pochi anni e in un numero di esemplari inferiore ai 20000.Si tratta della prima lampada di sicurezza italiana mai realizzata ( 1900- 1920)-Oggi sono molto quotate fra i collezionisti e quelle in ottime condizioni e complete raggiungono cifre notevoli.Domani posterò alcune foto di questa e di altri modelli.
La mia collezione si incentra sui modelli Arras e Wolf principalmente,anche se possiedo altri esemplari inglesi,belgi e americani.
Mindat gallery: http://www.mindat.org/user-13837.html

Parla in modo sensato a uno stupido e questi ti chiamerà stupido. EURIPIDE (485 - 406 a.C.)

Avatar utente
Simone Ferrante
Messaggi: 281
Iscritto il: mar 20 gen, 2009 15:40
Località: Firenze

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Simone Ferrante » dom 27 mag, 2012 15:31

Marco Pistolesi ha scritto:Le lampade oltre ai minerali e altro sono una mia passione. Ho fatto la scelta di non collezionare quelle di sicurezza per motivi di difficoltà nel reperirle e perchè quelle reperibili costano un pò ma hanno comunque un loro fascino e sono molto belle.
Non amo particolarmente l'estetica delle lampade elettriche e neppure di tutte quelle a carburo.Quest'ultime però erano le più diffuse in Italia.Proprio anche la loro facilità nel reperirle mi fa desistere molto dal collezionarle.Anche perchè il loro valore rimane sempre modesto e gli esemplari in condizioni migliori non superano i 40 € di valore.Personalmente sono più attratto da quelle di sicurezza.
E' vero Marco,quest'ultime sono molto più rare,ma basterebbe che guardassi in altri contesti invece di cercare sempre nei soliti posti e vedrai che le trovi.Non sono come i funghi che crescono in una notte.
La quasi totale assenza di giacimenti di carbone in Italia coltivati negli ultimi 60 anni non ha portato all'utilizzo massiccio di quelle di sicurezza.Se si considera che nelle poche miniere aperte si prediligeva l'illuminazione elettrica ( Ribolla adoperava moltissime CEAG intorno agli anni 40/50),ciò fa capire la loro rarità.
Quelle presenti poi o erano residuati di vecchie coltivazioni minerarie o doni fatti ai vari direttori delle miniere o a personaggi illustri dell'attività estrattiva nazionale.

La prima che voglio mostrarvi è una rarissima Aquilas Santini di fabbricazione emiliana databile attorno agli anni 10/20 del secolo scorso. La lampada a sistema Muesler aveva un camino di tiraggio interno volto a migliorare la combustione dell'olio con il quale veniva alimentata la lampada.
Quest'ultima era in uso nella miniera di lignite di Santa Barbara in provincia di Arezzo.
Allegati
lampada1.jpg
Mindat gallery: http://www.mindat.org/user-13837.html

Parla in modo sensato a uno stupido e questi ti chiamerà stupido. EURIPIDE (485 - 406 a.C.)

Avatar utente
Simone Ferrante
Messaggi: 281
Iscritto il: mar 20 gen, 2009 15:40
Località: Firenze

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Simone Ferrante » dom 27 mag, 2012 15:37

Di fabbricazione tedesca questa Friemann & Wolf 400 era adoperata nelle miniere lignitifere di Lilliano e Campalli (Quercegrossa),in provincia di Siena.
Si trattava di un modello a benzina molto più perfezionato della lampada precedente.Innanzitutto era munita di 2 reticelle metalliche sovrapposte che aumentavano la sicurezza nel caso di eventuali presenz di gas.Le maglie della rete sono molto più fitte e presenta infine un sistema di riaccensione interno qualora la lampada si spenga azionabile tramite un anello posto sul fondo della.Questo sistema (brevetto Wolf) era molto utile perchè permetteva una riaccensione in sotterraneo qualora si fosse spenta senza dover tornare all'esterno in lampisteria.Costruita attorno agli anni 30 è stata adoperata fino alla chiusura della miniera (metà anni 50).
Mi è stata ceduta dal figlio di un ex minatore che ha operato in quel banco lignitifero.
Lampada di per sè abbastanza comune: la sua rarità risiede perchè è una delle poche sopravvissute della miniera presso la quale ha svolto il suo compito.
Allegati
lampada2.jpg
Ultima modifica di Simone Ferrante il dom 27 mag, 2012 15:51, modificato 1 volta in totale.
Mindat gallery: http://www.mindat.org/user-13837.html

Parla in modo sensato a uno stupido e questi ti chiamerà stupido. EURIPIDE (485 - 406 a.C.)

Avatar utente
Simone Ferrante
Messaggi: 281
Iscritto il: mar 20 gen, 2009 15:40
Località: Firenze

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Simone Ferrante » dom 27 mag, 2012 15:42

Ed ora una chicca.Una rarissima Arras KP (systeme Klein Pujol) funzionante a carburo di calcio ma munita di una rete metallica tipica delle lampade di sicurezza.Quindi annoverabile anche fra quest'ultime.Si tratta di lampade prodotte in serie limitate che non hanno mai operato in miniere di carbone nonostante avessero ricevuto l'idoneità per farlo.
E' sempre stata adoperata o per lo scavo di gallerie stradali o di miniere di minerali ferrosi e non.
Il suo potere illuminante era altissimo e se ne servirono anche gli EGOUTIERS di Parigi per le ispezioni nel sottosuolo della città.
Quest'esemplare risale attorno agli anni 30/40 del secolo scorso.
Allegati
lampada3.jpg
Mindat gallery: http://www.mindat.org/user-13837.html

Parla in modo sensato a uno stupido e questi ti chiamerà stupido. EURIPIDE (485 - 406 a.C.)

chicco83
Messaggi: 297
Iscritto il: ven 29 ott, 2010 10:18

Re: Lampade da miniera

Messaggio da chicco83 » dom 27 mag, 2012 21:05

Bellissime lampade Vega,,,,, anche io le adoro,,,

Avatar utente
BECCARI SIMONE
Messaggi: 512
Iscritto il: lun 23 lug, 2007 15:47
Località: siena

Re: Lampade da miniera

Messaggio da BECCARI SIMONE » lun 28 mag, 2012 19:02

Bravo simone. Belle, specialmente la Aquilas. Quelle di sicurezza hanno un prezzo maggiore me come metodo di funzionamento sono geniali. Ma tu lei mia le hai viste vero?

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10663
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 28 mag, 2012 19:12

BECCARI SIMONE ha scritto:Bravo simone. Belle, specialmente la Aquilas. Quelle di sicurezza hanno un prezzo maggiore me come metodo di funzionamento sono geniali. Ma tu lei mia le hai viste vero?
A me pare di aver capito che le ha in collezione.....
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
BECCARI SIMONE
Messaggi: 512
Iscritto il: lun 23 lug, 2007 15:47
Località: siena

Re: Lampade da miniera

Messaggio da BECCARI SIMONE » lun 28 mag, 2012 19:16

Si si quelle delle foto le ha in collezione!Gli stavo chiedendo se aveva visto quelle che ho io. Posso inserire anche le eventuali bibliografie sulle lampade??

Avatar utente
Simone Ferrante
Messaggi: 281
Iscritto il: mar 20 gen, 2009 15:40
Località: Firenze

Re: Lampade da miniera

Messaggio da Simone Ferrante » lun 28 mag, 2012 19:33

Quelle della foto fanno parte tutte della mia collezione.Ne ho ancora molte altre da inserire,alcune stranissime.
Ma certo,sbizzarritevi e inserite tutto ciò che vi sembra inerente l'argomento: progetti,foto delle vostre lampade,bibliografia e quant'altro.
Se non ricordo male Simone,mi rammento di alcune lampade elettriche a batteria e di qualcuna di sicurezza quando le vidi.Dimmi se sbaglio,perchè non ho la memoria fotografica.Ho il ricordo però che erano dei beglie semplarie in ottime condizioni.Se mi rinfreschi la memoria..mi fai un grande piacere :D
Mindat gallery: http://www.mindat.org/user-13837.html

Parla in modo sensato a uno stupido e questi ti chiamerà stupido. EURIPIDE (485 - 406 a.C.)

Avatar utente
BECCARI SIMONE
Messaggi: 512
Iscritto il: lun 23 lug, 2007 15:47
Località: siena

Re: Lampade da miniera

Messaggio da BECCARI SIMONE » lun 28 mag, 2012 19:40

Ne ho diverse di sicurezza della Thomas e Williams Cambrian fabbricate in Galles diverse della Friemann e Wolf, della Polnische Wetterlampe. Altre sono elettriche della Dominit, della Hersteller Friemann e Wolf. Quelle poche a carburo che posseggo sono tutte della Ricceri

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti