Minerali dell'Umbria

notizie, informazioni relative ad un'intera regione
Rispondi
Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Federico » lun 30 gen, 2012 22:05

Salve a tutti,
spero mi perdonerete per la qualità della foto ma è stata fatta con un 100 macro canon dato che la compatta attaccata al microscopio ha il sensore rotto

Campione di 1,2 cm x 3 cm
cristalli di 0,1 mm

base calcite romboedrica minore di 0,1 mm
cristalli trasparenti ad habitus prismatico.
non reagisce con acidi e riga l'acciaio
Quarzo.
Allegati
IMG_6152b.jpg
IMG_6160b.jpg
socio A.M.I. n° 300
www.gumpassisi.it

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6492
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 31 gen, 2012 8:54

Quarzo.

Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Federico » mar 31 gen, 2012 12:38

Di Domenico Dario ha scritto:Quarzo.
Per l'appunto avevo dimenticato di scriverlo. Molto interessante perchè viene dalle Marne a Fucoidi
socio A.M.I. n° 300
www.gumpassisi.it

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6492
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Di Domenico Dario » mar 31 gen, 2012 12:56

Potrebbe essere di origine idrotermale di bassa temperatura, c'é qualche sorgente termale nella zona?

Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Federico » mar 31 gen, 2012 18:22

No, non ci sono sorgenti termali: ci sono molte sorgenti. Praticamente le sorgenti che danno acqua a mezza Umbria.
Comunque c'è anche un interessantissima mineralizzazione a gesso di alcuni piani di faglia in maiolica, molto probabilmente la sorgente di questi solfati è da andar a ricercare in profondità.
Non appena trovo studi di tettonica e geochimica al riguardo li inserisco.
Molto interessante comunque la genesi di questa mineralizzazione in mezzo a una serie carbonatica.
socio A.M.I. n° 300
www.gumpassisi.it

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6492
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Di Domenico Dario » mer 01 feb, 2012 10:49

Continua cosi Federico, che prima o poi trovi qualcosa di nuovo, lo stesso metodo lo applico da molti anni e le sorprese non si fanno attendere; di solito cerco dove si pensa che non c'é niente perché non segnalato e invece quando non te lo aspetti...... :cheers: Mi stavo chiedendo, chissà quanti Colle Fabbri ci sono da scoprire e quanti Polino e San Venanzo; io credo che l'Umbria deve ancora dare molto se c'é l'interesse di qualcuno del posto,...... vai avanti cosi Federico.

Avatar utente
vulpeca
Messaggi: 97
Iscritto il: lun 05 mag, 2008 13:05
Località: Ancona

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da vulpeca » mer 01 feb, 2012 12:13

Qualcosa di simile l'ho trovata anche io nella maiolica (vedi post riguardo le Marche) nel monte Martino (gruppo S.Vicino) nella stessa zona della miniera di manganese.
Il quarzo pero non è jalino ma amorfo.
Appena posso metto le foto .
Ciao Daniele
Il valore di un sorriso non ha prezzo

Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Federico » mer 01 feb, 2012 12:40

Grazie Dario.
L'Umbria ha molto da dare e come dici te i piccoli corpi vulcanici Ultra-alcalini sono ricchi di misteri.
Uno su tutti Colle Fabbri, molto discusso anche come origine.
Ora, purtroppo, il campione è veramente piccolo parliamo di pochi cm quadrati e dovrò tornare su quella scarpata stradale al piu presto, dopo lo scoglimento della neve che sta facendo da ieri sera.
Un saluto
ps: ciao Daniele sono curioso di vedere i quarzi che mi dici: ho visto su mindat le foto di Alessio del quarzo di Pecorile. Molto interessante.
socio A.M.I. n° 300
www.gumpassisi.it

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6492
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Di Domenico Dario » mer 01 feb, 2012 12:58

Federico ha scritto:
L'Umbria ha molto da dare e come dici te i piccoli corpi vulcanici Ultra-alcalini sono ricchi di misteri.Uno su tutti Colle Fabbri, molto discusso anche come origine.
Pochi metri quadrati di una vulcanite rarissima sulla terra con tantissime specie fanno si che anche l'Umbria é una regione ricca di minerali, e Colle Fabbri é un unicum nella mineralogia del nostro paese e dovrebbe essere maggiormente valorizzato.

Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Federico » mer 01 feb, 2012 15:06

Di Domenico Dario ha scritto:Federico ha scritto:
L'Umbria ha molto da dare e come dici te i piccoli corpi vulcanici Ultra-alcalini sono ricchi di misteri.Uno su tutti Colle Fabbri, molto discusso anche come origine.
Pochi metri quadrati di una vulcanite rarissima sulla terra con tantissime specie fanno si che anche l'Umbria é una regione ricca di minerali, e Colle Fabbri é un unicum nella mineralogia del nostro paese e dovrebbe essere maggiormente valorizzato.
il problema della valorizzazione è il territorio stesso e chi ci abita.
Basta vedere San Venanzo: li c'è una bella struttura museale inserita in diversi contesti e percorsi regionali ma stenta a decollare.
Motivi: San Venanzo è fuori mano e lontano dal turismo di massa della regione Umbria (di tipo prettamente religioso).
Colle Fabbri avrebbe un vantaggio rispetto a San Venanzo. la vicinanza con Spoleto, città d'arte con un buon flusso turistico.
Problema tecnico: la dimensione dell'affioramento non consente la possibilità di fare ricerche per un gran numero di persone e nemmeno di poter accogliere tanti interessati alla materia.
Si dovrebbe cercare di metterlo in rete ad altri geositi di interesse del territorio: l'area dei monti Martani ne è piena.
un saluto
Federico
socio A.M.I. n° 300
www.gumpassisi.it

Avatar utente
roccelllans
Messaggi: 2320
Iscritto il: gio 19 apr, 2007 23:56
Località: BERGAMO
Contatta:

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da roccelllans » ven 03 feb, 2012 15:07

A San Venanzo hanno fatto un lavoro superlativo, museo, casa studio e località da invidia!!!!

Avatar utente
Francesco Bernardini
Messaggi: 526
Iscritto il: lun 15 ott, 2007 19:21
Località: provincia di Rimini

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Francesco Bernardini » sab 04 feb, 2012 9:32

roccelllans ha scritto:A San Venanzo hanno fatto un lavoro superlativo, museo, casa studio e località da invidia!!!!
Soldi buttati!

Io sono un forte appassionato di minerali, ma vado controcorrente, i giovani non conoscono e qundi apprezzano la mineralogia, un po' per via delle mode attuali che sicuramente non aiutano e molto anche perchè insieme alla paleontologia non sono sicuramente studiate e pubblicizzate dalle scuole, medie in poi.
Solo alle elementari qualche maestro a volte da qualche spunto ai bambini.

Io sono stato con altri amici a cercare micro a San Venanzo ed insieme si era sottolineato il fatto che anche li si erano buttati i soldi della comunità per costruire un insediamento che è costato soldi per farlo ne costerebbe altri per fare manutenzione (che non sembra si faccia, quindi il tutto andrà in malora) e non penso che possa interesssare più che qualche centinaio di persone in tutta Italia vista l'alta specificità della cosa.
Sicuramente come sempre accade ci sarà stato qualche privato interesse ad attrarre dei fondi pubblici, per un'opera creata e dimenticata, perchè non giustificata, da una domanda che è praticamente inesistente perchè sia utile, ameno che per una esigua elite .

Quei soldi era meglio usarli per altre cose.

Avatar utente
Federico
Messaggi: 636
Iscritto il: lun 16 gen, 2006 13:41
Località: Valfabbrica - Umbria
Contatta:

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Federico » sab 04 feb, 2012 12:00

Visto che collaboro con i gestori del museo di San Venanzo posso intervenire e dire quello che effettivamente non va.
il lavoro di valorizzazione è eccellente, ma non c'è gestione nè cura degli affioramenti. Il sentiero non è curato in alcuni punti.
il museo è stato finanziato 2 volte tramite bandi europei che attualmente non si fanno più.

Soldi buttati: non la penso così: un' opera simile e ben fatta non è mai buttata al vento; sta a chi la gestisce cercare di non buttare quello che è stato fatto.
Gestione dei fondi del bando: si poteva far meglio prevedendo anche la manutenzione.

Stesso problema lo hanno anche altre realtà simili qui in Umbria.
Faccio l'esempio del museo che gestisco per il Parco del Subasio con l'ultimo finanziamento europeo (2006 - lo stesso che per San Venanzo) si sono acquistati 2 microscopi, una digitale con connessione al microscopio e due sale nuoove del museo con de-umidificatori (problema della struttura - è umidissima)
Risultato: dopo 6 anni
1 microscopio è quasi da buttare dato che le lenti si sono ammuffite: fondi per ripararli non ci sono. (l'associazione ne avrebbe ma questa è un altra polemica).
digitale: sensore rotto
proiettore: lampada finita
lavagna luminosa: soldi buttati...... mai usata... nuova tecnologia già superata nel 2006; che ci faremo? mha!!!
vibroincisore e compressore per restauro : ..... (spariti - si sa dove sono ma non si può dire)
scanner: mai usato
computer e stampante: che disastro ogni tanto si brucia un pezzo

di solito cerco di farlo con soluzioni alternative: ovvero con materiale personale.
Ma cosi non va bene.

La stessa popolazione non niente per il museo e per il parco: se non lo sentono "loro" come proprietà collettiva.... se lo deve sentire proprio la cooperativa che gestisce il museo che ha un contratto per farlo?????
Ultima modifica di Federico il dom 19 feb, 2012 23:13, modificato 1 volta in totale.
socio A.M.I. n° 300
www.gumpassisi.it

Avatar utente
Francesco Bernardini
Messaggi: 526
Iscritto il: lun 15 ott, 2007 19:21
Località: provincia di Rimini

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da Francesco Bernardini » sab 04 feb, 2012 14:37

Federico al mio" soldi buttati" ti sei già risposto da solo.

Ovviamente il clientelismo locale è strettamente legato al riscontro elettorale, è quello che in piccolo ci ha portato al disastro dell'economia nazionale.

Ogni comune anche di 500 abitanti ha la sua elargizione per museo, mostre, associazioni, ecc.ecc. la vedo come Monti, troppo " buonismo" 8) (eufemismo) da parte dei partiti :? ci ha portato a non aver soldi per mettere in sicurezza crinali dei monti, ripulire fiumi, non aver soldi per pensioni, tagliare soldi per asili scuole, ecc.ecc.piuttosto che buttar soldi per mulini a vento preferirei averli per cose più utili e fondamentali.

Troppi sprechi per uno Stato che è fortemente indebitato.

Qui in zona ci sono molti comuni che hanno musei che non sono mai aperti perchè non hanno fondi per aver personale e manutenzione, molto meglio aver una struttura unica a livello che so provinciale ed aver un riscontro di interesse e visite che porti ad aver una validità dell'esistenza del progetto, oltre che dovrebbero aver un'indipendenza economica, come accade all'estero.

Avatar utente
roccelllans
Messaggi: 2320
Iscritto il: gio 19 apr, 2007 23:56
Località: BERGAMO
Contatta:

Re: Minerali dell'Umbria

Messaggio da roccelllans » dom 05 feb, 2012 21:46

Che dire, peccato, l'invidia rimane comunque!!!!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti