Appennino Emiliano

notizie, informazioni relative ad un'intera regione
Rispondi
Avatar utente
Massimo Ferrari
Messaggi: 1168
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 22:03
Località: Modena

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Massimo Ferrari » lun 18 ago, 2014 8:03

FATEMI SAPERE!!!!!!!!! POTREI ESSERCI ANCH?IO????

Avatar utente
valeriano
Messaggi: 864
Iscritto il: lun 19 lug, 2004 22:59
Località: Fidenza Parma

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da valeriano » lun 18 ago, 2014 12:29

certamente .
ciao a tutti Valeriano
socio fondatoreA.M.I.
Gruppo Mineralogico Paleontologico Naturalistico Parmense

franco
Messaggi: 1893
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da franco » mar 21 ott, 2014 15:12

Un bel campioncino di millerite, con anatase, da Sasso delle Lucine, ricevuto in regalo da Big Luciano. :P :P
http://www.mindat.org/photo-642092.html

Avatar utente
Pietro Grandi
Messaggi: 479
Iscritto il: gio 19 apr, 2012 19:00
Località: S.Lazzaro di Savena (Bo)
Contatta:

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Pietro Grandi » mar 21 ott, 2014 17:35

Secondo me sono sphaleriti....le ho trovate uguali nel Limentra conccolore rosato
<<È più facile scindere un atomo che abolire un pregiudizio>>. Albert Einstein
Pietro Grandi
Socio AMI N° 514
Socio Gruppo Mineralogico Ossolano n°561
http://www.mindat.org/user-25914.html?floc=3210#0

Avatar utente
Massimo Ferrari
Messaggi: 1168
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 22:03
Località: Modena

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Massimo Ferrari » mar 21 ott, 2014 18:15

[quote="Pietro Grandi"]Secondo me sono sphaleriti....le ho trovate uguali nel Limentra conccolore rosato[/quote

Scusa Pietro, ma a prescindere dall'essere i cristallini rosati sfalerire ( sicuramente più probabile come giustamente affermi) o anatasio, hai guardato bene la "millerite"? No perchè, a me sembra di colore molto scuro ,
per non dire grigio-metallico proprio.Quindi, o siamo davanti ad una foto scattata con una luce che ha, in qualche modo, falsato il ben noto giallo- ottone del minerale o c'è qualcosa che mi parrrebbe non tornare.Vorrei
a questo proposito sentire il tuo gradito parere, come anche quello di Big Luciano. e ovviamente di chi ha postato la foto.Grazie e salutoni.Massimo

franco
Messaggi: 1893
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da franco » mar 21 ott, 2014 19:02

Io ho fotografato il campione ricevuto da Big Luciano, senza alcun intervento da parte mia. Il fatto che i cristalli siano scuri è stata una mia scelta fotografica, per avitare riflessi indesiderati. Penso anch'io che il campione sia stato acidato. Sfalerite o anatase? Osservando a forte ingrandimento (100%), le piccole facce mi fanno pensare al sistema tetragonale. Però questa osservazione non è sufficiente.

Avatar utente
Pietro Grandi
Messaggi: 479
Iscritto il: gio 19 apr, 2012 19:00
Località: S.Lazzaro di Savena (Bo)
Contatta:

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Pietro Grandi » mar 21 ott, 2014 19:05

a occhio si nota che il campione è stato acidato quindi che la millerite perda il suo colore o la sua lucentezza originaria è ovvio....bisogna ricordare che spesso la millerite è ricoperta da altre fasi di Ni (jamborite, reevesite) che durante l'acidazione si alterano completamente, solo in un caso solo riuscito a salvare la jamborite dall'acidazione. comunque secondo me è sphalerite, dal momento che, da come si nota dalla foto, il tipo di vena idrotermale è quella tipica ad alveare, dove generalmente si possono trovare millerite, vaesiti, reevesiti, jamboriti, calciti, quarzi e sphaleriti....le brookiti e gli anatasi in genere nelle nostre ofioliti si trovano nelle fessure a prevalenza di quarzo e che non formano geodi ad alveare, per capirci http://www.mindat.org/photo-203527.html , dove si può benissimo notare la matrice a microcristalli di quarzo. Ricordo inoltre che nel Bolognese e nel Modenese l'associazione anatasio/brookite con minerali di Ni è molto rara....a me è capitato solo una volta di trovare un cristallo di anatasio associato a millerite (Rio Stancalasse).
<<È più facile scindere un atomo che abolire un pregiudizio>>. Albert Einstein
Pietro Grandi
Socio AMI N° 514
Socio Gruppo Mineralogico Ossolano n°561
http://www.mindat.org/user-25914.html?floc=3210#0

franco
Messaggi: 1893
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da franco » mer 22 ott, 2014 7:31

Pietro, la determinazione della sfalerite e dell'anatase nei tuoi campioni è stata fatta attraverso un'analisi? O è solo frutto di osservazione? Quello che ho io, morfologicamente e anche la lucentezza mi fa pensare piuttosto all'anatase. Dalla tua parte c'è solo la paragenesi, che ti spinge a indicare come presente la sfalerite, paragenesi che non esclude al cento per cento la presenza dell'anatase, no? Intanto, ho modificato la descrizione in Mindat. Così è meglio, Pietro?

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10748
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Luciano Vaccari » mer 22 ott, 2014 12:09

Dunque, stando alla foto fatico a dire se il campione è stato acidato, ma non è da escludere....

Di millerite acidata ne ho parecchia e il colore è sempre rimasto il suo....ho invece molte milleriti da geodi frsche che presentano una colorazione scura senza aver mai toccato acido....esiterei a dare regole precise dove a volte non ce ne sono, essendo un ambiente dove spesso si trovano fasi in alterazione, come dice Pietro, tutto è possibile.

Pee l'anatasio/sphalerite....partendo dal presupposto che Franco ha aggiustato i colori come più gli tornava comodo, la chiarezza di quei cristalli e il fatto che siano tabulari mi farebbe propendere più per l'anatasio che, al sasso, non è raro trovare ben cresciuto sui cristalli di millerite (cioè, capita..ma è molto raro :D :D :D :D )

Se dovessi pensare alla sphalerite il dubbio mi verrebbe solo perchè è cresciuto ai "piedi" della millerite, ma di solito ha l'aspetto più "grumoso"....

Dal sasso , ad oggi, non ho mai trovato sphalerite con abito ben evidente; di solito si tratta di gruppetti mescolati fra loro, e il colore è molto più acceso e tendente all'arancione scuro. ripeto, dovrei rivedere il campione da vivo...

Comunque l'è bel..... ;)
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

franco
Messaggi: 1893
Iscritto il: gio 24 feb, 2005 19:22
Località: Fano (PU)

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da franco » mer 22 ott, 2014 13:17

Comunque l'è bel..... ;)
L'è propri bel!! Luciano, grazie :lol:

Avatar utente
Pietro Grandi
Messaggi: 479
Iscritto il: gio 19 apr, 2012 19:00
Località: S.Lazzaro di Savena (Bo)
Contatta:

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Pietro Grandi » mer 22 ott, 2014 14:33

Luc....ti devo tirare le orecchie!!?? :D :D
i cristalli tabulari di anatasio delle nostre ofioliti sono così.... http://www.mindat.org/photo-211941.html
<<È più facile scindere un atomo che abolire un pregiudizio>>. Albert Einstein
Pietro Grandi
Socio AMI N° 514
Socio Gruppo Mineralogico Ossolano n°561
http://www.mindat.org/user-25914.html?floc=3210#0

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10748
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Luciano Vaccari » mer 22 ott, 2014 14:58

Mmmmm, facciamo così, non le orecchie ma il collo te lo tiro io :

a giorni ti posto un campione del sasso delle lucine con un cristallo di millerite in epitassia su vaesite...e a fare da bandiera 2 cristallini tabulari di anatasio....così mentre mi spiego meglio tu soffri :D :D :D
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Massimo Ferrari
Messaggi: 1168
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 22:03
Località: Modena

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Massimo Ferrari » mer 22 ott, 2014 15:07

Luciano Vaccari ha scritto:Dunque, stando alla foto fatico a dire se il campione è stato acidato, ma non è da escludere....

Di millerite acidata ne ho parecchia e il colore è sempre rimasto il suo....ho invece molte milleriti da geodi frsche che presentano una colorazione scura senza aver mai toccato acido....esiterei a dare regole precise dove a volte non ce ne sono, essendo un ambiente dove spesso si trovano fasi in alterazione, come dice Pietro, tutto è possibile.

Pee l'anatasio/sphalerite....partendo dal presupposto che Franco ha aggiustato i colori come più gli tornava comodo, la chiarezza di quei cristalli e il fatto che siano tabulari mi farebbe propendere più per l'anatasio che, al sasso, non è raro trovare ben cresciuto sui cristalli di millerite (cioè, capita..ma è molto raro :D :D :D :D )

Se dovessi pensare alla sphalerite il dubbio mi verrebbe solo perchè è cresciuto ai "piedi" della millerite, ma di solito ha l'aspetto più "grumoso"....

Dal sasso , ad oggi, non ho mai trovato sphalerite con abito ben evidente; di solito si tratta di gruppetti mescolati fra loro, e il colore è molto più acceso e tendente all'arancione scuro. ripeto, dovrei rivedere il campione da vivo...

Comunque l'è bel..... ;)
Grazie Luciano per aver , come dire, "appoggiato" il mio dubbio.Il fatto è che anch 'io, indipendentemente dal discorso sphalerite-anatasio ho parecchi campioni di millerite acidati ( alcuni anche da me personalmente) ma un
colore così scuro,ferme restando le scelte fotografice, mai l'ho visto. Credo quindi che , un'analisi,fatto salvo l'"aggiustamento" fotografico di Franco, potrebbe esser utile.Poi si sa,anzi coi minerali, non si sa mai ( e qui sta il bello e perchè no,il divertente l''imprevisto è sempre dietro l'angolo.
P:S Comunque l'è bel ....ma davvero!!!

Avatar utente
Massimo Ferrari
Messaggi: 1168
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 22:03
Località: Modena

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Massimo Ferrari » mer 22 ott, 2014 15:11

Luciano Vaccari ha scritto:Mmmmm, facciamo così, non le orecchie ma il collo te lo tiro io :

a giorni ti posto un campione del sasso delle lucine con un cristallo di millerite in epitassia su vaesite...e a fare da bandiera 2 cristallini tabulari di anatasio....così mentre mi spiego meglio tu soffri :D :D :D
No...dai...non farlo.In un pollaio di vecchi Cappp....( Oops, volevo dire galli) un galletto giovane e preoarato come lui...vuoi proprio eliminarlo??? Via, per il brodo... c'è tempo .( spero).

Avatar utente
Pietro Grandi
Messaggi: 479
Iscritto il: gio 19 apr, 2012 19:00
Località: S.Lazzaro di Savena (Bo)
Contatta:

Re: Appennino Emiliano

Messaggio da Pietro Grandi » mer 22 ott, 2014 17:05

E io ti invio le foto delle blende del Limentra. ...ma se alla fine siete così convinti sul titanio....calcolate che c'è anche la brookite. ..che è più facile che abbia un aspetto tabulare
<<È più facile scindere un atomo che abolire un pregiudizio>>. Albert Einstein
Pietro Grandi
Socio AMI N° 514
Socio Gruppo Mineralogico Ossolano n°561
http://www.mindat.org/user-25914.html?floc=3210#0

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti