Distretto marmifero di Carrara

notizie, informazioni relative ad un'intera regione
Rispondi
Avatar utente
Fabrizio Frattini
Messaggi: 138
Iscritto il: ven 01 lug, 2005 8:08
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Messaggio da Fabrizio Frattini » gio 25 ott, 2007 18:05

Già, Danir sette è dire poco! :wink: Ma alla fine il risultato ha appagato tutti e tre.
Nono, le mazze le abbiamo portate da casa!
Fabrizio
La Terra ha musica per coloro che ascoltano.
[William Shakespeare]

Avatar utente
Giovanni Fraccaro
Messaggi: 2071
Iscritto il: dom 09 gen, 2005 12:04
Località: via G.Pascoli,12 10073 Cirié (TO) Italy
Contatta:

Messaggio da Giovanni Fraccaro » gio 25 ott, 2007 18:13

Danir... un altro ricco di fattore C....? :D :D :D :D :D :D
Gianni

Avatar utente
Massimo Ferrari
Messaggi: 1226
Iscritto il: mer 26 gen, 2005 22:03
Località: Modena

Messaggio da Massimo Ferrari » gio 25 ott, 2007 18:24

Vitamina? :D :D :D :D :D :D :D Ciao.
Massimo

Avatar utente
valeriano
Messaggi: 837
Iscritto il: lun 19 lug, 2004 22:59
Località: Fidenza Parma

Messaggio da valeriano » gio 25 ott, 2007 18:31

Complimenti Danir, bellissimo zolfo.
ciao a tutti Valeriano
socio fondatore A.M.I.

Avatar utente
machv83
Messaggi: 327
Iscritto il: mer 22 feb, 2006 20:34
Località: Stati Uniti d'America (per ora...)
Contatta:

Messaggio da machv83 » gio 25 ott, 2007 20:14

Mi fate venir nostalgia delle spedizioni a Carrara, uffa! :(

Chris
"Don't follow the known path, lead a new highway instead".[...] Christian Mavris

Avatar utente
maurouno
Messaggi: 141
Iscritto il: sab 28 mag, 2005 0:59
Località: udine

Messaggio da maurouno » dom 28 ott, 2007 2:07

Sto pensando all'eventualità di una sortita novembrina in quel di Carrara e dintorni; mi consigliate alcune cave da visitare? Per ricerca!
Artana e Fantiscritti mi sono sembrate ottime (vedendo i campioncini fotografati); c'è da chiedere qualche permesso particolare?
Grazie a chi vorrà darmi delle dritte.
Maurizio
PS: occhio al mio problemone... MI PERDO ANCHE CON LE PIANTINE!!!

Avatar utente
Zaffiro_xx
Messaggi: 248
Iscritto il: mer 06 set, 2006 12:25
Località: Vicenza

Messaggio da Zaffiro_xx » dom 28 ott, 2007 9:51

Ciao Mauro.

Gli esperti ti sapranno consigliare meglio, ma per quanto mi riguarda, la questione è questa: le cave nel distretto di Carrara sono molte, alcune adiacenti la strada, altre a quattro passi ed altre, a ben più di quattro, considerando anche che per alcune di loro, l'accesso in auto e bloccato da una sbarra.
Per noi, il viaggio in auto ci ha "rubato" un bel po' di ore e non potevamo permetterci di perdere tempo in "passeggiate" panoramiche (panorama fantastico), di conseguenza, si è cercato di visitare le cave più prossime alla strada ed in cui ci sia un proseguio dei lavori estrattivi.
Per il resto, il fattore c..o è determinante, anzi, ne serve una razione doppia. La prima, per trovare i campioni e la seconda, per estrarli integri. :)

Detto questo... passo la palla agli esperti.
Danir

Ogni popolo ha il governo che si merita!

Avatar utente
maurouno
Messaggi: 141
Iscritto il: sab 28 mag, 2005 0:59
Località: udine

Messaggio da maurouno » dom 28 ott, 2007 22:48

Sul fattore C... non avevo dubbi sulla sua necessaria PRESENZA.
GRAZIE.
Maurizio

Avatar utente
Fabrizio Frattini
Messaggi: 138
Iscritto il: ven 01 lug, 2005 8:08
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Messaggio da Fabrizio Frattini » mar 30 ott, 2007 13:34

Caro Maurouno, come in tutte le cave attive che si rispettino bisogna avere la fortuna di capitarci il sabato o la domenica seguenti una settimana in cui i cavatori abbiano lavorato nel buono (per noi!), vale a dire nel marmo di cattiva qualità per loro, tagliato da vene più o meno potenti di calcite e da fessure.
Come ha giustamente anticipato Danir, trovare un bel campione non è poi abbastanza, soprattuto se lo trovi nel centro di un blocco di qualche tonnellata magari posto anche in precario equilibrio su altri massi del ravaneto, puoi anche evitare di sprecare sudore e fatica, gli fai una bella foto e lo saluti.
Io aggiungerei una terza razione di fattore C per la possibile asportazione di un campione. Oltre i già citati per il ritrovamento del campione e quello riguardante la possibilità che non salti via il X prima di staccare il pezzo, nel mezzo ci sta il punto del masso in cui la parte interessante da asportare è localizzata.
Dei quarzi che abbiamo trovato quel giorno nelle cave di Lorano, purtroppo nessuno è venuto a casa con noi se non quelli sciolti, saltati via dalla matrice (uno io, una geodina di 3 XX Ale).
In definitiva, non c'è una cava o un'altra la più buona per la ricerca, se non punti a qualche specie specifica, la più buona è quella dove vedi che hanno lavorato estraendo blocchi venati e fessurati.

Per quanto riguarda i permessi a quanto so non necessita nessun permesso di ricerca, però c'è da tener conto che le cave sono private ed attive... e su questo si potrebbe aprire una discussione.

Ciao,
Fabrizio
La Terra ha musica per coloro che ascoltano.
[William Shakespeare]

Avatar utente
maurouno
Messaggi: 141
Iscritto il: sab 28 mag, 2005 0:59
Località: udine

Messaggio da maurouno » mer 31 ott, 2007 2:29

grazie Fabrizio;
in effetti la mia richiesta era più che altro rivolta a coloro che avessero frequentato la zona di recente così da poter essere più informati sullo stato attuale delle cave.
quanto al ripetuto fattore C. ormai credo sia indispensabile in quei siti ma anche altrove!!!
grazie ancora
maurizio

Avatar utente
Fabrizio Frattini
Messaggi: 138
Iscritto il: ven 01 lug, 2005 8:08
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Messaggio da Fabrizio Frattini » mer 31 ott, 2007 10:04

Ciao,
Quello che abbiamo potuto notare noi è che hanno lavorato parecchio nelle cave ultimamente, sicuramente complice di questo è stato il bel tempo dei primi 20 gg. di ottobre. La zona dove abbiamo trovato di più è stata sicuramente quella delle cave adiacenti alla strada nel vallone di Colonnata, in generale con blocchi più ricchi di fessure, anche se appunto qualche quarzo pur non portandolo via lo abbiamo trovato a Lorano.

Fabrizio
La Terra ha musica per coloro che ascoltano.
[William Shakespeare]

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3252
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Alessandro » mer 31 ott, 2007 10:10

Niente solfosali?
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
Alessio73
Messaggi: 2015
Iscritto il: mar 24 lug, 2007 10:35
Località: Jesi (An)

Messaggio da Alessio73 » mer 31 ott, 2007 11:23

Antonio, ma anche agli altri, vorrei farti una domanda in quanto sui minerali nel marmo di Carrara non sono molto ferrato. Moltissimi anni fa, ritrovai un pezzo di marmo con sopra delle spalmature verdi, che inizialmente pensai fosse della vernice. Poi lavandolo mi accorsi che la patina non era vernice ma forse "malachite", la cosa che però ho notato è che vedo ad occhio delle "superfici lucide" come se fossero delle lamine di "mica". Possibile che nel marmo si possano trovare delle "miche"?

Avatar utente
machv83
Messaggi: 327
Iscritto il: mer 22 feb, 2006 20:34
Località: Stati Uniti d'America (per ora...)
Contatta:

Messaggio da machv83 » mer 31 ott, 2007 13:33

Intervengo nella discussione perchè ho frequentato Carrara per qualche anno in maniera quasi continua.
Devo dire che, almeno nel mio caso, la proporzione della frequenza di rinvenimento di materiale OK è stata di 1 : 3 (una OK, le altre due giornata persa).
Di queste:
quarzi 1 : 2
zolfi 1 : 3
blende 1 : 4
solfosali vari 1 : 10

Triste ma vero...
Poi chiaro, il fattore C... conta molto. :D

Chris
"Don't follow the known path, lead a new highway instead".[...] Christian Mavris

Avatar utente
Fabrizio Frattini
Messaggi: 138
Iscritto il: ven 01 lug, 2005 8:08
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Messaggio da Fabrizio Frattini » mer 31 ott, 2007 17:21

Purtroppo a parte piriti sia micro che macro di solfuri e solfosali rari o comuni (es. sfaleriti) niente.

Alessio, personalmente la tua descrizione mi fa pensare alla dolomite, che tipicamente e vistosamente selliforme in taluni casi si presenta non nel classico bianco candido, ma lievemente colorata in verde chiaro con una spiccata lucentezza.
Personalmente non so se questa lieve colorazione sia dovuta ad alterazioni interne o superficiali attribuibili a presenza di malachite, ma credo sia ipotizzabile.
Credo che questo aspetto sia abbastanza comune, perché ho riscontrato vene con questi cristalli verdini almeno tre o quattro volte nel corso del nostro giro per le cave di 10 giorni or sono.
Fabrizio
La Terra ha musica per coloro che ascoltano.
[William Shakespeare]

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti