Liguria: forum di mineralogia ligure

notizie, informazioni relative ad un'intera regione
Rispondi
Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26182
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Murialdo e i suoi minerali

Messaggio da Marco E. Ciriotti » ven 20 mag, 2005 12:58

La partzite è una nuova specie individuata in campioni della miniera dei Pastori di Murialdo, Savona. Rinvenuta, non raramente, in squamette e incrostazioni giallo-verdi su cristalli di tennantite alterati e in parziale o totale sostituzione degli stessi.

L'individuazione è a vista per comparazione su campioni analizzati della miniera di Monte Avanza.

Questa fase, sino a poco tempo fa ritenuta dubbia, è stata studiata e ben caratterizzata su campioni della Stiria (Ertl & Branstätter, 2000).

Referenza:
• Ertl, A. & Branstätter, F. (2000): Über den „Protopartzit" bzw. „Thrombolith" aus dem Magnesitsteinbruch Veitsch, Sattlerkogel, Steiermark, Österreich. Joannea - Mineralogie, 1, 27-30.

Abstract:
An olive-green earthy secondary mineral on tetrahedrite from the magnesite quarry at Veitsch, Sattlerkogel, Styria, Austria, could be identified by X-ray powder diffraction as well as analytical scanning electron microscopy as partzite with the formula (Cu2+,As3+,Fe2+,Zn2+)2(Sb5+,Fe3+)2O6(O,OH,F). The lattice constant a of this cubic mineral was determined to be 10.295(10) Å. Possibly, partzite occurs more frequently in fahl-ore-bearing parageneses than is commonly thought.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

marti
Messaggi: 71
Iscritto il: gio 21 apr, 2005 13:50

Messaggio da marti » lun 25 lug, 2005 18:15

Ciao a tutti, mi interesserebbe sapere quali membri del gruppo della carfolite sono stati ritrovati in Liguria e, se esistono, i relativi riferimenti. Grazie!

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26182
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » lun 25 lug, 2005 18:59

Alberto,
escludendo dal computo la vandiocarpholite, a me risulterebbero segnalati i seguenti ritrovamenti di carfolite.

Molinello:
• Marchesini, M. & Pagano, R. (2001): The Val Graveglia manganese district, Liguria, Italy. The Mineralogical Record, 32, 349-379; 415

Gambatesa:
• Brevi segnalazioni. Rivista Mineralogica Italiana, 1/1979, 24-27;
• Palenzona, A. (1980): Ritrovmento di nuovi minerali di Mn nei giacimenti della Val Graveglia (Liguria). Rivista Mineralogica Italiana, 2/1980, 40-45;
• Boscardin, M. (1986): Ferrocarfolite nell'Ossola - Primo ritrovamento. Rivista Mineralogica Italiana, 1/1986, 17-21;
• Pipino, G. (1984): Gambatesa, l'ultima miniera della Liguria. Rivista Mineralogica Italiana, 4/1984, 131-142;

Val Graveglia:
• Bottoni, G. (1980): Notizie bibliografiche su minerali italiani. Rivista Mineralogica Italiana, 3/1980, 69-72.

La carfolite, naturalmente, è anche descritta ne "I nostri minerali. Geologia e mineralogia in Liguria".

Ti segnalo anche le seguenti referenze di località contigue:
• Ganne, J., Bussy, F., Vidal, O. (2003): Multi-stage garnet in the internal Briançonnais Basement (Ambin Massif, Savoy): New petrological constraints on the blueschist-facies metamorphism in the Western Alps and tectonic implications. Journal of Petrology, 44, 1281-1308.
• Goffè, B. (1986): Le faciès à carpholite-chloritoide dans la couverture briançonnaise des Alpes Ligures: un témoin de l’histoire tectonométamorphique régionale. Memorie della Società Geologica Italiana, 28, 461-479.
• Fügenschuh, B., Loprieno, A., Ceriani, S., Schmid, S.M. (1999): Structural analysis of the Subbriançonnais and Valais units in the area of Moûtiers (Savoy, Western Alps): paleogeographic and tectonic consequences. International Journal of Earth Sciences, 88, 201-218.
• Scaini, G., Mottana, A., Abraham, K. (1976): Ferrocarpholite from Colle Ciarbonet (Cottian Alps). Mineralogical Magazine, 40, 900-902.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2296
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Messaggio da Roberto Bracco » mar 26 lug, 2005 11:18

Ciao a tutti,
prima della scoperta della K-carfolite la Liguria aveva la serie completa.
In proposito il nostro giornaletto ha pubblicato due note abbastanza esaustive:

Marchesini, M. Segnalazione di un minerale del gruppo della carfolite a Busalla (GE). Notiziario 3M Club Mineralogia e Paleontologia, 8, 4 (1994)

e

Bracco, R. Monografie sui minerali liguri: il gruppo della carfolite. Notiziario di mineralogia del Ferrania Club, 17, 20-21 (2003).

Termini Mg-e Fe- carfolite, nelle formazioni descritte da Goffè e riprese dal Piccoli sul librone della provincia di Cuneo, sono diffusi nelle valli Bormida e al momento ci sono 3 località sicure (Osiglia: Mg- prevalente, Vetria: probabilmente Fe-, Ponte di Romana: Fe- analizzata).
Alle stesse serie geologiche appartiene probabilmente in origine anche il ritrovamento di Busalla, magnesiocarfolite in un antico erratico ricementato in conglomerati pliocenici.
La carfolite Mn- invece è esclusiva della val Graveglia e intorno al 2000 a Gambatesa era quasi comune.

Roberto

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26182
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » mar 26 lug, 2005 11:44

La magnesiocarfolite ligure è citata anche in:

• Boscardin, M. (1986): Ferrocarfolite nell'Ossola - Primo ritrovamento. Rivista Mineralogica Italiana, 1/1986, 17-21.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2649
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Re: Murialdo e i suoi minerali

Messaggio da bortolozzi giorgio » gio 26 ott, 2006 16:47

Marco E. Ciriotti ha scritto:Sposto in questa sezione la segnalazione di Gianluca Armellino sulle specie rinvenute alla miniera dei Pastori di Murialdo, Savona, in quanto alcuni campioni di questa località saranno a breve allo studio. In questa sezione verranno segnalate le risultanze analitiche e un eventuale articolo di aggiornamento potrà essere pubblicato su Prie (e/o Micro).
Qualche novità è possibile: nel deposito è presente tennantite alterata che potrebbe dar luogo alla formazione di rare specie tra cui la cualstibite. La località era inserita tra quelle in cui, potenzialmente, la cualstibite poteva essere presente. Per le altre quattro località sinora indagate, in ben due la specie (finora considerata rarissima: un paio di rinvenimenti alla sola località tipo della Grube Clara) è stata trovata anche in apprezzabili cristallizzazioni "globulari" formate da microcristalli trigonali, da incolori ad azzurro.
Invito Corrado, Gianluca e tutti gli amici liguri a verificare se insistono altri campioni interessanti da sottoporre ad analisi e - in tal caso - decidere come procedere.

Ecco il messaggio di Harry postalizzato in precedenza nella sezione "Ricerca e collezione":

"CNMI - Miniera dei Pastori, Murialdo, Savona: elenco specie

--------------------------------------------------------------------------------

Allego l'elenco dei minerali ad oggi riscontrati alla piccola, ma localmente famosa, ricerca mineraria dei Pastori.
Compaiono solo le specie individuate sul campo e analizzate, mentre sono tralasciate quelle che figurano nella vecchia letteratura e mai confermate (fluorite e chalcocite).

AGARDITE-(Y)
ALBITE
ANATASE
ANGLESITE
ARSENOPYRITE
AZURITE
BEUDANTITE
BORNITE
BROCHANTITE
CALCITE
CERUSSITE
CHALCOPHYLLITE
CHALCOPYRITE
"Chlorite"
CHRYSOCOLLA
CUPRITE
GALENA
GYPSUM
HYDROZINCITE
LANGITE
LAVENDULAN
LINARITE
MALACHITE
MIMETITE
MUSCOVITE
ORTHOCLASE (varietà adularia)
PITTICITE
POSNJAKITE
PYRITE
QUARTZ
SCORODITE
SPHALERITE
SULFUR
TENNANTITE

Gianluca Armellino"

Referenza:
• Palenzona, A., Armellino, G., Bulgarelli, G. (1994): Le agarditi della Liguria. Rivista Mineralogica Italiana, 4/1994, 354-356.


Ho rivisto recentemente i miei campioni provenienti dalla miniera Pastori, dove sono stato solo una volta oltre 15 anni fa. Oltre alla partzite (già citata da Ciriotti) ho trovato la serpierite (tipici xx ) associata alla langite.
Altre specie, a mio parere, potrebbero saltar fuori da qualche mio campione (materiale però scarso). Per questo motivo stimolerei i possessori di maggior materiale ad osservare con molta pazienza i loro pezzi, per cercare di trovare in maggior abbondanza quello che ho già visto io. Sicuramente ci sarebbero delle sorprese (tipo la cualstibite), dato che Murialdo assomiglia abbastanza al Monte Avanza, per il quale siamo riusciti quasi a raddoppiare le specie in soli 10 anni.

Avatar utente
Corrado
Messaggi: 385
Iscritto il: dom 31 lug, 2005 18:32
Località: Millesimo SV

Messaggio da Corrado » gio 26 ott, 2006 17:26

Forse mi sono perso qualche puntata sulle ultime specie rinvenute e correttamente determinate alla miniera dei Pastori e quindi in tal caso vogliate scusare il mio intervento.
Altrimenti vorrei ricordare che, premesso che concordo nel fatto che partzite, serpierite e forse anche la rara cualstibite potenzialmente come molte altre specie potrebbero essersi formate in detta miniera, è anche vero che le stesse ben difficilmente si potrebbero discernere visivamente da altre che sono sicuramente presenti.
In particolare la partzite potrebbe non essere distinguibile dalla beudantite terrosa e/o compatta che spesso ricopre le tennantiti (As domina su Sb) e la serpierite dalla langite di seconda generazione (più volte confermata con analisi) o dalla posnjakite.
Scusate ma sono particolarmente sensibile sul fatto che non ci sia proliferazione di specie liguri non documentate.
Corrado

Se pensi che l'avventura sia pericolosa, prova la routine: è letale. (Paulo Coelho)

Harry
Messaggi: 18
Iscritto il: sab 15 gen, 2005 16:40
Località: Via Piani del Monastero, Millesimo (SV)
Contatta:

Messaggio da Harry » gio 26 ott, 2006 21:28

Credo che Giorgio sia stato un po' troppo superficiale nel modo di esprimersi, un conto è affermare di aver trovato delle specie molto simili a partzite, serpierite e cualstibite, altro è dare per scontato e ufficializzare di averle trovate, anche perchè, per finire poi su un tavolo con tanto di cartellino il passo è veramente breve.
Per il resto, se le ipotesi di Giorgio venissero poi confermate da risultati analitici, sarei ben contento di mettere in collezione degli UM che conservo da vent'anni.
Gianluca Armellino

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2649
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Murialdo

Messaggio da bortolozzi giorgio » sab 28 ott, 2006 11:10

Harry ha scritto:Credo che Giorgio sia stato un po troppo superficiale nel modo di esprimersi, un conto è affermare di aver trovato delle specie molto simili a partzite, serpierite e cualstibite, altro è dare per scontato e ufficializzare di averle trovate, anche perchè, per finire poi su un tavolo con tanto di cartellino il passo è veramente breve.
Per il resto, se le ipotesi di Giorgio venissero poi confermate da risultati analitici, sarei ben contento di mettere in collezione degli UM che conservo da vent'anni.
La partzite è stata definita come tale, oltre un anno fa, proprio su questo Forum, da Ciriotti, per somiglianza con quella di Monte Avanza, della quale c'è l'analisi che la conferma.
Per quanto riguarda la serpierite, se volete potrei confonderla con la devillina (che penso molto più rara) ma non con la langite, sia pure di decima generazione.
Per la cualstibite, rimando ad eventuali analisi su materiale di altri collezionisti, che appunto stimolo a guardare bene nei loro pezzi, alla ricerca di altre possibili specie.
Tra quelle non segnalate - se sbaglio correggetemi - penso di avere anche la kaolinite, che quasi sempre viene snobbata ma comunque è una specie valida.
In definitiva, ribadisco l'invito per chi ha molto materiale, ad osservarlo con attenzione. Tra qualche mese, magari in occasione della giornata micro della Liguria, si potrebbero selezionare tutti i campioni papabili per essere considerati specie nuova per la località e procedere alle relative analisi in un unico blocco.

Avatar utente
Corrado
Messaggi: 385
Iscritto il: dom 31 lug, 2005 18:32
Località: Millesimo SV

Messaggio da Corrado » sab 28 ott, 2006 13:26

Caro Giorgio,

innanzitutto ti voglio rassicurare : noi Liguri (mi sento di rappresentare anche gli altri appassionati) non snobbiamo alcun minerale che venga ritrovato sul nostro territorio prediletto.
Anche la kaolinite dei Pastori quindi, qualora (insisto), correttamente determinata, sarebbe molto interessante per tutti noi : attualmente infatti l’unica località documentata è la miniera di Libiola.
Potrei poi proseguire con una battuta e , premesso che non sono assolutamente esperto dei minerali del Monte Avanza ma ho visto un po’ di campioni, dire: “guardate bene le spalmature sulla tetraedrite perché sono di beudantite, per somiglianza con quelle dei Pastori”. Tu probabilmente obietteresti che però al Monte Avanza sono state analizzate e io ti risponderei che ai Pastori pure !
E così via per le altre potenziali specie che citi.
Dici bene però che l’incontro di febbraio a Genova dove spero vorrai essere dei nostri, sarà l’occasione per poter vedere questi UM ed eventualmente farli analizzare.
Stai certo che sarai corteggiatissimo….
Corrado

Se pensi che l'avventura sia pericolosa, prova la routine: è letale. (Paulo Coelho)

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2649
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Murialdo e Monte Avanza

Messaggio da bortolozzi giorgio » lun 30 ott, 2006 12:11

Corrado ha scritto:Caro Giorgio,

innanzitutto ti voglio rassicurare : noi Liguri (mi sento di rappresentare anche gli altri appassionati) non snobbiamo alcun minerale che venga ritrovato sul nostro territorio prediletto.
Anche la kaolinite dei Pastori quindi, qualora (insisto), correttamente determinata, sarebbe molto interessante per tutti noi : attualmente infatti l’unica località documentata è la miniera di Libiola.
Potrei poi proseguire con una battuta e , premesso che non sono assolutamente esperto dei minerali del Monte Avanza ma ho visto un po’ di campioni, dire: “guardate bene le spalmature sulla tetraedrite perché sono di beudantite, per somiglianza con quelle dei Pastori”. Tu probabilmente obietteresti che però al Monte Avanza sono state analizzate e io ti risponderei che ai Pastori pure !
E così via per le altre potenziali specie che citi.
Dici bene però che l’incontro di febbraio a Genova dove spero vorrai essere dei nostri, sarà l’occasione per poter vedere questi UM ed eventualmente farli analizzare.
Stai certo che sarai corteggiatissimo….

Caro Corrado,
vorrei aggiungere ancora qualcosa sull'argomento delle nuove scoperte nelle località dove ci sono stati molti collezionisti a cercare.
Quando nel 1995 è uscito l'articolo di Dondi e Puggioli sulla RMI, relativo al Monte Avanza, le specie daloro segnalate in totale erano 23, delle quali 6 non certe. In questi 10 anni, con una gita annuale sul posto, sono riuscito a portare questo numero a circa 60 specie, grazie al fatto che qualcuno dell'AMI si è interessato per fare analizzare quello che a me sembrava nuovo e interessante.
Dato che si continua a trovare ogni anno qualche specie nuova, non è ancora uscito l'articolo su Micro, che apparirà forse nel 2008.
Tra le specie rare ti cito:camerolaite, cianofillite, cualstibite, ferrisurite, gartrellite, parnauite, rosiaite, sabellite e una "claraite like" che sta facendo sudare gli analisti che le si sono avvicinati.
D'altra parte, per stare su specie più comuni, la tetraedrite di M.Avanza non era tutta lei, dato che è stata trovata anche la tennantite (il discorso si potrebbe magari invertire per Murialdo). La beudantite, tuttavia, non è stata ancora diagnosticata (la bindheimite sì, che è molto simile); magari salterà fuori nelle ultime analisi in corso.

Quindi consiglierei di non contare solo su di me per eventuali nuove specie a Murialdo, ma di provare a cercarle anche voi liguri. Se a febbraio non avrete trovato la serpierite e la kaolinite, fammi un fischio e. se non verrò a Genova, te le spedirò assieme ad altri UM (o UK) della stessa località.

Avatar utente
Corrado
Messaggi: 385
Iscritto il: dom 31 lug, 2005 18:32
Località: Millesimo SV

Messaggio da Corrado » lun 30 ott, 2006 12:17

Mi arrendo...
Corrado

Se pensi che l'avventura sia pericolosa, prova la routine: è letale. (Paulo Coelho)

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3248
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Messaggio da Alessandro » mer 08 nov, 2006 12:13

Avrei da fare un paio di domande (sperando che questo topic sia giusto per Gambatesa).
Nella mia piccola collezioncina ligure mi risulta di possedere tre specie o varietà che non vedo nell elenco di mindat riguardo a Gambatesa.
Un campione di agardite, stranamente etichettato "agardite-Ca" un altro con caryophillite associato con della fantomatica "Ca-kutnahorite" che dedurrei si tratti della varietà manganocalcite e infine della pyrobelonite indicata come provenienza Gambatesa (GE) ma non presente su Mindat.
grazie in anticipo per chi mi deluciderà.
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2296
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Messaggio da Roberto Bracco » mer 08 nov, 2006 13:35

Ciao Alessandro,
rapidamente:
l'agardite-(Ca) adesso si chiama zàlesiite ed è presente a Gambatesa in diverse giaciture, la tua potrebbe essere una corteccia di legno fossile con altri arseniati, giusto?
La "kutnohorite" viene presa più come aggregato estetico, analogamente ai campioni quasi identici che escono dal Kalahari, che come specie vera e propria. Dovrebbe trattarsi di miscele o intercrescite di calcite e rodocrosite.
La pyrobelonite è sicura e detrminata e su mindat c'è con tanto di foto (credo persino che il campione di Wolfsried sia di mio ritrovamento!).
Ultima modifica di Roberto Bracco il mer 08 nov, 2006 19:18, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
domenico
Messaggi: 5634
Iscritto il: gio 30 set, 2004 11:40
Località: Garbagnate Milanese (Mi)
Contatta:

Messaggio da domenico » mer 08 nov, 2006 13:40

Ciao Big Bracco, se il Topic del Tosato è il più visitato (fa rima), sicuramente quelli sulla Liguria sono i più serviti, bene e alla svelta; non si fa nemmeno in tempo (quasi) a porre la domanda (GRAZIE).

Però ho visto una cosa allarmante riguardo alla kutnohorite,
cioè c'è o non c'è oppure; quei fascicoli belli, quei fusoletti bianchi, ecc. sono come dici tu calcite al più manganesifera?

(PS: fammi finire la domanda prima di rispondere, grazie!!!)
E ciao.
:D :D :D :D :D :D

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti