Primizie micologiche

idee, suggerimenti, proposte, correzioni, confidenze, album dei ricordi, proposte per scambi, ecc., ecc
Rispondi
Avatar utente
Antonio Borrelli
Messaggi: 2004
Iscritto il: sab 11 feb, 2006 1:35
Località: Cassino (FR)
Contatta:

Re: Primizie micologiche

Messaggio da Antonio Borrelli » dom 26 ago, 2018 11:46

Anche quaggiù cominciano timidamente ad affacciarsi. Trovato uno ieri ma nel bosco c'erano anche funghi più colorati da vedere.
Boletus aestivalis.jpeg
Boletus aestivalis
Fuligo septica.jpeg
Fuligo septica
Antonio

"La vera saggezza sta in colui che sa di non sapere" - Socrate

Voltaggio
Messaggi: 74
Iscritto il: lun 20 ott, 2014 12:25

Re: Primizie micologiche

Messaggio da Voltaggio » mer 19 set, 2018 12:09

maledetto ingannatore lurido!
ciao a tutti
Giovanni Olivieri
Allegati
Boletus luridus.JPG

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2551
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Re: Primizie micologiche

Messaggio da bortolozzi giorgio » mer 19 set, 2018 12:15

Non capisco: il cappello sembra buono, ma il gambo sembra essere ricoperto di muffe o qualcos'altro di strano.

Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1585
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: Primizie micologiche

Messaggio da andrea oppicelli » mer 19 set, 2018 12:49

Ciao Giovanni e Giorgio.
Il fungo che hai trovato, proprio per l'ornamentazione del gambo, pare un " porcinello" - cioè del gruppo dei Leccinum.
quì ed ora

Voltaggio
Messaggi: 74
Iscritto il: lun 20 ott, 2014 12:25

Re: Primizie micologiche

Messaggio da Voltaggio » lun 08 ott, 2018 15:31

Quale è l'intruso?
boschi del monte Beigua 04-10-2018
cari saluti a tutti!
Giovanni Olivieri
Allegati
IMG_6634.JPG
IMG_6641.JPG
IMG_6636.JPG
IMG_6632.JPG

Avatar utente
Lupo Alberto
Messaggi: 838
Iscritto il: ven 11 apr, 2008 19:28
Località: Casatenovo (LC)
Contatta:

Re: Primizie micologiche

Messaggio da Lupo Alberto » mar 09 ott, 2018 6:01

Due fratellini senza l'intruso :D
20180905_110224_1.jpg
Valtellina settembre 2018.
Alberto

Socio AMI nr. 386
Socio IVM

http://www.mindat.org/user-13041.html#2_0_0_0_0__
_________________________________________________

Alla fine, Dio non ci chiederà se siamo stati credenti, ma se siamo stati credibili.
Don Andrea Gallo

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2551
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Re: Primizie micologiche

Messaggio da bortolozzi giorgio » mar 09 ott, 2018 13:16

Almeno voi trovate qualcosa. Ieri sono stato a perlustrare sopra Feltre (Dolomiti Bellunesi), fra 600 e 900 metri e, dove ogni anno in questo periodo è un fiorire di chiodini, c'era il DESERTO MICOLOGICO. Dopo due giorni di pioggia gli unici funghi visti erano alcuni "intrusi".
Sentiamo Andrea: c'è il rischio che il caldo eccessivo di settembre - e non solo, dato che ieri c'erano quasi 20 gradi - abbia seccato i miceli per quest'anno?

Avatar utente
Daniele
Messaggi: 575
Iscritto il: mer 12 gen, 2005 15:02
Località: Cafasse (TO)

Re: Primizie micologiche

Messaggio da Daniele » mar 09 ott, 2018 14:01

In attesa di Andrea, che ne sa più di me, mi verrebbe da dirti di non disperare...
Probabilmente i miceli di alcune specie stanno aspettando di "sentire" più freddo. Anche a casa mia e dintorni non si è ancora visto un chiodino, ma lo stesso vale per alcuni "posti" a porcini dove i porcini vengono solo quando fa già più freddo, mentre ne ho trovati poco distante sotto ceppaie meno "selettive" per la temperaura. Idem per Amanita muscaria, ancora assente (cominciano a uscire phalloides e pantherina). Negli stessi siti invece abbondanza di russule, Boletus scaber, Xerocomus, più Lactarius vari e grande abbondanza di altre specie. Per esperienza quando le temperature scenderanno qualcosa spunterà... magari impiegano qualche giorno in più ad attivarsi ma i miceli in un modo o nell'altro sopravvivono. In bocca al lupo.

Avatar utente
andrea oppicelli
Messaggi: 1585
Iscritto il: sab 26 gen, 2013 7:23
Località: Genova

Re: Primizie micologiche

Messaggio da andrea oppicelli » mar 09 ott, 2018 21:29

Belli e buoni quelli di Giovanni e di Alberto.... escluso l'intruso.
Non sono andato per funghi in questo mese...ma oggi si. Improvvisando sulla spiaggia; è stato troppo bello il tempo ed il mare oggi che non ricordo una giornata di mare così terso e ricco di branchi di pesci che si spingevano sino a riva (qualcuno mi ha detto che fanno così quando ci sono i tonni in agguato); mi son fatto un lungo bagno godurioso circondato da acciughe
rps20181009_211403.jpg
Il fungo è del genere serpentinosus :)
Per rispondere a Giorgio e Daniele aspetto l'arrivo del micologo e poi vi saprò dire che aria tira
...ecco che è arrivato..
Bisogna attendere qualche pioggia per i porcini dalle parti di Giorgio sui colli Euganei; mai disperare semmai imparare a conoscere bene gli autunnali.
Eppoi che conta se non ci sono funghi commestibili...godiamoci il momento ed ascoltiamo nel bosco : c'è molto
quì ed ora

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2551
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Re: Primizie micologiche

Messaggio da bortolozzi giorgio » mar 09 ott, 2018 23:29

Quella dei colli Euganei non l'ho capita, visto che distano più di 100 Km. dalla Valle Canzoi (BL), dove vado io di solito in questo periodo e non esistono porcini :? Comunque da sempre mi dedico molto agli autunnali, che di solito a Treviso trovo a volte anche a fine dicembre al Campo di atletica o in altri siti, ma attualmente non ce n'è la minima traccia.

Avatar utente
Lupo Alberto
Messaggi: 838
Iscritto il: ven 11 apr, 2008 19:28
Località: Casatenovo (LC)
Contatta:

Re: Primizie micologiche

Messaggio da Lupo Alberto » mer 10 ott, 2018 6:08

Nei boschi qui da noi in Brianza i chiodini sono ancora latitanti.
Solitamente in questo periodo avrebbero dovuto essere già abbondantemente presenti, sui ceppi di robinia non si vede ancora la presenza delle classiche “muffe” biancastre che indicano una loro crescita imminente.
Credo che questo sia dovuto alla carenza di acqua ma soprattutto al caldo ancora eccessivo.
Attendiamo acqua e calo delle temperature.
Alberto

Socio AMI nr. 386
Socio IVM

http://www.mindat.org/user-13041.html#2_0_0_0_0__
_________________________________________________

Alla fine, Dio non ci chiederà se siamo stati credenti, ma se siamo stati credibili.
Don Andrea Gallo

Avatar utente
Pasquale Antonazzo
Messaggi: 2448
Iscritto il: sab 03 mar, 2007 22:08
Località: Torino
Contatta:

Re: Primizie micologiche

Messaggio da Pasquale Antonazzo » mer 10 ott, 2018 10:56

andrea oppicelli ha scritto:
mar 09 ott, 2018 21:29
Belli e buoni quelli di Giovanni e di Alberto.... escluso l'intruso.
Non sono andato per funghi in questo mese...ma oggi si. Improvvisando sulla spiaggia; è stato troppo bello il tempo ed il mare oggi che non ricordo una giornata di mare così terso e ricco di branchi di pesci che si spingevano sino a riva (qualcuno mi ha detto che fanno così quando ci sono i tonni in agguato); mi son fatto un lungo bagno godurioso circondato da acciughe
rps20181009_211403.jpg
Il fungo è del genere serpentinosus :)
Per rispondere a Giorgio e Daniele aspetto l'arrivo del micologo e poi vi saprò dire che aria tira
...ecco che è arrivato..
Bisogna attendere qualche pioggia per i porcini dalle parti di Giorgio sui colli Euganei; mai disperare semmai imparare a conoscere bene gli autunnali.
Eppoi che conta se non ci sono funghi commestibili...godiamoci il momento ed ascoltiamo nel bosco : c'è molto
Da grande appassionato di pesca quale sono ti dico che i pesci si radunano a riva quando ci sono predatori nelle vicinanze, vale a dire tonni,
barracuda, lampughe e pesci serra.
Gli ultimi 2 (specie pelagiche) sì avvicinano a fine estate ed in autunno,nel periodo della riproduzione, e sarebbe sufficiente una sardina innescata su un grosso amo legato con cavetto d'acciaio lanciata a 40/50m dalla riva per fare (con il 100% Delle probabilità) una bella grigliata.

E purtroppo questa percentuale di successo è dovuta al surriscaldamento dei mari, con le specie tropicali che attraversano il canale di Suez facendo razzie dei nostri pescetti mediterranei.
Magari potessi andare a pesca in questo periodo :|
PASCOTTE Socio AMI n° 310.

"Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace; poi il valore dei campioni raccolti è un valore affettivo da condividere con gli altri appassionati se hai dei doppioni da poter scambiare"M. Deidda

Avatar utente
Roberto Bracco
Messaggi: 2238
Iscritto il: lun 18 apr, 2005 10:42
Località: Savona

Re: Primizie micologiche

Messaggio da Roberto Bracco » mer 10 ott, 2018 12:33

Voltaggio ha scritto:
lun 08 ott, 2018 15:31
Quale è l'intruso?
boschi del monte Beigua 04-10-2018
cari saluti a tutti!
Giovanni Olivieri
Spettacolari i porcelli!!! L'intruso si direbbe Amanita Citrina, cattiva ma non tossica.
Roberto Bracco - AMI Liguria

Perché seguire il calcio, quando accanto c'è lo scandio e poco più in là il vanadio?

Avatar utente
liliano
Messaggi: 456
Iscritto il: ven 02 ago, 2013 23:03

Re: Primizie micologiche

Messaggio da liliano » lun 15 ott, 2018 17:55

Questo e l'ultimo che ho trovato..
Ultimo e unico.
Però e` bello.
E ho dovuto usare la corda per poterlo raccoglie re......
Allegati
rps20181015_175344_567.jpg
Fungo prcino . Ritrovamento e foto Liliano...
_____________________________________________________________
chi ti fa sorridere ti allunga la vita senza saperlo...........

Avatar utente
bortolozzi giorgio
Messaggi: 2551
Iscritto il: ven 22 apr, 2005 22:40
Località: Treviso

Re: Primizie micologiche

Messaggio da bortolozzi giorgio » mar 16 ott, 2018 14:04

Qui a Treviso, dopo oltre un mese, sono ricomparsi al campo sportivo, sopra uno strame di foglie di carpino, alcuni prataioli, che ho definiti Psalliota obruptibulba, secondo il nome che dava il Cetto 40 anni fa. Li ho mangiati altre volte, però durante la cottura emanano un odore non troppo piacevole, rispetto ad altri prataioli (sarà il terreno in cui crescono?).
Cosa dicono gli esperti?
Allegati
Psalliota obruptibulba.JPG

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti