Minerali fasulli e bidoni

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere
Rispondi
Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7251
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Messaggio da Massimo Russo » lun 03 lug, 2006 10:02

Perché Marco parli di scorrettezze? Il venditore specifica che i cristalli sono di sintesi e gli eventuali acquirenti o non hanno letto bene (peggio per loro vale per esperienza) l'avviso o sono collezionisti di cristalli sintetici. Vi sono ben altre scorrettezze in giro e sopratutto nelle mostre (ma ritorniamo a cose già dette e ridette in questo forum).

Ciao.
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7251
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Messaggio da Massimo Russo » lun 03 lug, 2006 11:19

Certo che ti ci metti anche tu a fare le pulci. E fai bene. Ciao Marco.

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Messaggio da Marco Barsanti » lun 03 lug, 2006 12:27

A proposito di "bidoni": forse qualcuno qui sa un poco di più sui "falsi" di zolfo nativo siciliano che diversi anni addietro comparvero alle mostre, e che poi si "rivelarono"(?) di origine artificiale... C'è qualcuno che sa dire qualcosa a proposito?

paolo
Messaggi: 96
Iscritto il: mar 07 mar, 2006 12:11
Località: Paolo Gianinoni - Via B.Umiliana n.9 - 50124 Firenze
Contatta:

Messaggio da paolo » lun 03 lug, 2006 12:35

Ciao Marco, mi sembra di aver letto non moltissimo tempo fa sulla Rivista Mineralogica Italiana un articolo sugli zolfi "fasulli" (Non sono sicurissimo si trattasse proprio della RMI... la memoria non è granchè... purtroppo). Adesso sono al lavoro e non posso essere più preciso. Appena posso, se non ci avranno già pensato altri prima di me, ti faccio avere notizie più precise sull'articolo in questione.
Paolo

Avatar utente
Marco E. Ciriotti
Messaggi: 26875
Iscritto il: ven 25 giu, 2004 11:31
Località: via San Pietro, 55 I-10073 Devesi/Cirié TO - Italy
Contatta:

Messaggio da Marco E. Ciriotti » lun 03 lug, 2006 12:41

Paolo, ricordi bene. Si tratta di un articolo scritto da Renato Pagano e relativo proprio alla denuncia dei falsi solfi siciliani.
Marco E. Ciriotti

«Things are interesting only in so far as they relate themselves to other things»

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Messaggio da Marco Barsanti » lun 03 lug, 2006 12:46

Perbacco! Ecco dove ricordavo di avere anche letto qualcosa! Anch'io sono fuori per lavoro ma quando rientro approfondirò...

Grazie per l'"illuminazione"!

paolo
Messaggi: 96
Iscritto il: mar 07 mar, 2006 12:11
Località: Paolo Gianinoni - Via B.Umiliana n.9 - 50124 Firenze
Contatta:

Messaggio da paolo » mar 04 lug, 2006 8:14

Ciao Marco e AMIci tutti buongiorno.
Mi scuso ma nelle copie della Rivista Mineralogica Italiana che ho attualmente a casa non sono riuscito a trovare l'articolo in questione. Se altri non ti daranno più tempestive informazioni di quelle che, malauguratamente non riuscirò a darti io, domani, mercoledi, dovrei andare in sede al Gruppo di Scandicci e poter dare una controllata a tutte le riviste che abbiamo in biblioteca. Mi scuso ancora per il ritardo e spero che questo non ti crei particolari difficoltà.
Paolo

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Messaggio da Marco Barsanti » mar 04 lug, 2006 8:36

Ciao Paolo,

grazie comunque ma non preoccuparti: non c'è nulla nè di urgente nè di vitale.. Cerco solo conferme e di sapere "com'è andata a finire" la cosa..

Se devi ammattire nella ricerca non preoccuparti: a casa le riviste della Rivista Mineralogica Italiana le ho praticamente tutte (a parte i primi ciclostilati). Ho solo bisogno di essere a casa e, soprattutto, di tempo per trovare l'articolo...

:lol:

Avatar utente
sergio mascia
Messaggi: 243
Iscritto il: sab 03 lug, 2004 18:02
Località: cagliari

Messaggio da sergio mascia » mar 04 lug, 2006 20:14

A proposito di bidoni e dintorni, il sottoscritto è “fortunato possessore” di un’ autentica “chicca”, di cui penso qualcuno, perlomeno Massimo Russo per affinità cittadina, sia a conoscenza.
Si tratta di un bel contenitore in legno (regalatomi circa 15 anni fa da un parente di ritorno da un viaggio a Napoli convinto di farmi cosa gradita) contenente la bellezza di 24 “minerali” di dimensioni sui 3x3 cm, indicati come “MINERALI DEL VESUVIO-ERUZIONE DEL 1944” (tradotto anche in inglese, francese e tedesco, con indescrivibili errori).
La cassettina contiene nell’ordine (i nomi in maiuscolo sono, pari pari, quelli indicati all’interno della cassetta; le note descrivono quello che realmente vi è contenuto):
- OLIVINA: un pezzo di roccia calcitica frammista a miche brune; di olivina nemmeno l’ombra;
- SANIDINO: ancora una matrice calcitica in cui si scorgono dei granati, o meglio dei frammenti di granato;
- SILICIO DI CARBONIO: nessun commento (avete presente quello che vendono i polacchi come “carboro”?)
- ZOLFO: un pezzo di quello venduto comunemente in drogheria a uso agricolo;
- SILVESTRITE: un pezzo di lava nerastra vetrosa;
- CALCITE: saccaroide bianca… nessun altro commento;
- POMICE: autentica!
- IDOCRASIO: col vecchio nome della vesuviana è indicato un pezzo di mica compatta con qualche granato, rotto; di vesuviana nemmeno l’ombra;
- COVELLINA: uno degli esempi più eclatanti… di falso totale… come covellina viene spacciato un pezzo di solfato di rame (cristallizzato a dovere in cristalli blu), quello famoso degli esperimenti di chimica alle scuole medie;
- EMATITE: autentica!
- MIMETITE: un vero gioiello… falso… dei cristallini gialli tetraedrici (!) associati a cristalli rossi (per intenderci tipo realgar, ma non è realgar), “fatti crescere” su un pezzo di lava bruniccia (ci sarebbe da complimentarsi con chi è riuscito ad ottenere tanto)… se i cristalli fossero autentici e in natura esistessero minerali simili, sarebbe uno dei pezzi migliori della mia collezione!!!
- LAVA ROSSA: un pezzetto di lava marroncina e stop;
- MICA NERA: un ammasso di lamelle che includono qualche cristallino di nefelina mal formato… perlomeno autentico;
- BIOTITE: come sopra con incluso qualche granato… rotto;
- MUSCOVITE: come sopra (praticamente identico);
- MALACHITE: come malachite è indicato un altro prodotto di laboratorio, cristalli verdi di composizione indecifrabile “fatti crescere” su lava bruna;
- ORNEBLENDA: un ammasso di mica nera senza nient’altro;
- PIROSSENI: solito ammasso di miche verdi con granati… sempre rotti;
- LEUCITE: autentica!… anche se non c’è un cristallo intero;
- OSSIDIANA: autentica! … e li sfido a riprodurla;
- PIRITE: un pezzo massivo di 3x4 cm; potrebbe essere una pirite toscana o di qualunque altro posto;
- GRANATO: e fanno quattro… quattro pezzi di mica con i soliti granati rotti;
- CELESTINA: un pezzo di pomice e… zolfo (fantasia agli estremi);
- GESSO: lenticolare, autentico!

In definitiva un gran bel “pacco”; ogni altro commento mi pare superfluo.

Avatar utente
Antonio Borrelli
Messaggi: 2207
Iscritto il: sab 11 feb, 2006 1:35
Località: Cassino (FR)
Contatta:

Messaggio da Antonio Borrelli » mer 05 lug, 2006 2:56

Sergio sei in buona compagnia!
Anche a me hanno regalato una scatola simile, in una versione 'light' contenente solo otto presunti minerali. Tra questi solo la calcite, la mica e forse l'olivina sono autentici.
In più però 6-7 anni or sono quando ero agli albori della mia passione per i minerali mi è stato venduto del carborundum in bei cristalli esagonali di 4 cm spacciato per covellina. :oops:
E direi che in realtà qui ogni commento è proprio superfluo!

Antonio

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 7251
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Messaggio da Massimo Russo » mer 05 lug, 2006 9:36

Cari AMIci ho segnalato più volte sul forum di minerali venduti al cratere come vesuviani che vesuviani non sono: pirite, quarzo, agata colorata, ecc., rocce come l'ossidiana lipariota, minerali di sintesi su lava: solfato di rame spacciata come covellina, dicromato di potassio (non ricordo per che cosa), altri sali vari e l'immancabile carborundum per ematite o covellina.
Purtroppo è sotto gli occhi di tutti e anche se una volta l'ho fatto presente, nulla è cambiato. Attenzione.
Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
sergio mascia
Messaggi: 243
Iscritto il: sab 03 lug, 2004 18:02
Località: cagliari

Messaggio da sergio mascia » mer 05 lug, 2006 13:09

Oltre ai bidoni vesuviani ne posso raccontare uno locale visto anni fa in una mostra da queste parti: cavansiti di Poona (rosette sciolte) incollate sulla stilbite di Montresta (Oristano-Sardegna). Le didascalie dicevano all'incirca: gemellaggio Sardegna - India.
Perlomeno il bidone era dichiarato...

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Messaggio da Marco Barsanti » mer 05 lug, 2006 14:57

Eccezionale la storia del berillo!

L'anno scorso un amico mi ha portato dalla Sardegna delle scoleciti (di Poona, sigh!) di oltre 3 cm, incollate in quel "basalto" vacuolare con la calcite (dato per proveniente da Noragugume!) - Da film!

Avatar utente
VARVELLO
Messaggi: 2223
Iscritto il: ven 21 ott, 2005 15:08
Località: Stresa
Contatta:

Messaggio da VARVELLO » mer 05 lug, 2006 15:07

Nel mio secondo viaggio in Brasile, nella piazza centrale di Ouro Preto, in un negozio chic, c'era bello esposto un pezzo di ematite di qualche chilo con un topazio imperiale di tre centimetri piazzato proprio al centro, con , intorno al cristallo di topazio, ben evidente, della limatura di ematite a occludere il buco del trapano!
Il pezzo era in vendita per la modica cifra di 3.500 dollari!
Varvello
(un cercasass a zonzo per il mondo)

paolo
Messaggi: 96
Iscritto il: mar 07 mar, 2006 12:11
Località: Paolo Gianinoni - Via B.Umiliana n.9 - 50124 Firenze
Contatta:

Messaggio da paolo » gio 06 lug, 2006 8:32

Dopo alcune ricerche in biblioteca andate a vuoto e la sempre maggior convinzione di avere una memoria veramente scarsa, sono riuscito a trovare l'articolo relativo agli zolfi (o forse, più correttamente? solfi) artificiali.
Quello che avevo in mente io, effettivamente, non è presente sulla Rivista Mineralogica Italiana, bensì sul Mineralogical Record, volume 33, numero 2, marzo-aprile 2002.
L'articolo è opera del dott. Renato Pagano, come ben ricordava l'AMIco M. Ciriotti.
Leggendo l'articolo e nelle referenze non ho trovato evidenza di una sua pubblicazione anche sulla Rivista Mineralogica Italiana che, ovviamente, non escludo. A questo proposito vorrei anche aggiungere che ho dato una controllata veloce a tutte le copie della Rivista Mineralogica Italiana che sono riuscito a trovare ma nè in questo caso e nemmeno nell'indice generale della stessa Rivista Mineralogica Italiana per il periodo 1967-1994, sono riuscito a trovare traccia dello stesso articolo o di uno a esso similare.
Spero di avere, almeno in parte, risposto alla curiosità di Marco.
Paolo

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti