Riconoscere minerali

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere
Gio Gio 2018
Messaggi: 33
Iscritto il: mar 06 mar, 2018 8:34

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da Gio Gio 2018 » lun 16 apr, 2018 14:02

Grazie a tutti. Sono d'accordo con tutti voi. Sarebbe più economico comprare i minerali su internet o su eBay. Per quanto riguarda il partecipare ad una mostra, non tutti ne hanno la possibilità.
Ma per chi è al primo approccio con i minerali non sa come destreggiarsi agli acquisti su internet. Ho cominciato questa collezione e vorrei portarla a termine anche se ho capito che sarà molto dispendioso. Poi magari arricchiró la mia raccolta con minerali di qualità migliore. Grazie per il vostro aiuto e spero mi sarete ancora di aiuto per dissipare i miei dubbi, se sarà possibile. La collezione continua. Allego altri minerali.
Allegati
IMG_Malachite.jpg
Malachite
IMG_Dolomite Rosa.jpg
Dolomite Rosa
IMG_Heulandite.jpg
Heulandite
IMG_Granato.jpg
Granato
IMG_Epidoto.jpg
Epidoto

Avatar utente
Massimo Russo
Messaggi: 6740
Iscritto il: mar 29 giu, 2004 12:00
Località: via Consalvo, 120/A, I-80125 Napoli
Contatta:

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da Massimo Russo » lun 16 apr, 2018 14:28

Malachite OK
Heulandite OK
Granato OK

Dolomite boh sembra un sasso
Epidoto boh sembra un granito forse le spalmature verdi non cristalline potrebbero essere anche epidoto, ma è una schifezza

Massimo
---------------------------------------
Massimo Russo
INGV - Osservatorio Vesuviano

"Un minerale senza nome è solo un inutile pezzo di pietra" (Massimo Russo)

Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6221
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da TOSATO FABIO » lun 16 apr, 2018 14:57

Sfatiamo un mito.
Collezionare minerali non è costoso.
E' ovvio che ci si deve orientare verso una collezione costituita da pezzi non museali, ma sicuramente si possono trovare pezzi molto belli e mineralogicamente significativi già con 5 euro se non a meno.
Spesso nelle giornate e borse mineralogiche ci sono dei venditori che vendono delle cassette a 10-20 euro contenenti tanti "sassi" provenienti da una data località e da cui si possono trarre campioni molto interessanti.
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10532
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 16 apr, 2018 17:50

Concordo, la mania della rarità e la caccia al pezzo più bello ha portato a toccare certe cifre, ma una collezione, specie se vuol essere rappresentativa, si può fare davvero con poco...
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10532
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 16 apr, 2018 17:51

Gio Gio, oltre al nome cerca di dare MOLTA importanza alla località...Avere un granato da...??? boh equivale ad avere un sasso senza significato
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

salvatore
Messaggi: 989
Iscritto il: lun 07 feb, 2011 14:12
Località: Montesilvano PE

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da salvatore » lun 16 apr, 2018 20:06

cerca di dare MOLTA importanza alla località...Avere un granato da...??? boh equivale ad avere un sasso senza significato




Non è vero,è meglio avere un bel granato che non conosci la provenienza invece di un granato brutto del quale conosci la provenienza.
Certo che è meglio conoscere la provenienza.

Tu collezioni minerali o località ?

Non ti far prendere dal collezionare minerali di località famose perchè se i pezzi sono belli costano una fortuna se sono brutti costano caro.

Esempio le tormaline dell'Isola D'Elba un cristallo su matrice di due centimetri costa caro ed è una cagata (tormaline di due centimetri sono assolutamente insignificanti) .....uhhhhh sai come se la tirano quelli che ne hanno qualcuna!

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10532
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da Luciano Vaccari » mar 17 apr, 2018 10:39

Salvatore, l'eleganza non ti manca :D :D :D :D :D

Io colleziono minerali ma se non conosco la località di provenienza il loro valore "collezionistico" (non economico, quello non mi interessa) diminuisce parecchio.

Ognuno deve comunque essere libero di fare come crede
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3136
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da Luca Baralis » mar 17 apr, 2018 12:01

I campioni identificati come "epidoto" sembrano frammenti di rodingite: una roccia costituita prevalentemente da granato (è detta anche granatite) e silicati di calcio, tra cui diopside, epidoto, clinozoisite e "cloriti". E' un campione di roccia, piuttosto che di minerale.
Da un punto di vista mineralogico-collezionistico gli unici campioni di interesse possono essere l'heulandite (quasi di sicuro indiana) e il granato. Sono infatti abbastanza ben cristallizzati e rappresentativi, diciamo anche belli a vedersi (con tutti i limiti di una valutazione estetica soggettiva).
La malachite è invece una crosta di scarso interesse, priva di caratteristiche estetiche e cristallografiche riconoscibili, piuttosto rovinato anche.
La dolomite è più fresca, ma è un campione massivo. Non è privo di una sua logica collezionistica comunque.
Come puoi immaginare, e hai visto dalle altre risposte, sono considerazioni del tutto personali. Lo standard dei campioni in collezione dipende da molti fattori: quello che trovi sul campo (a cui in genere ci si affeziona anche se sono delle ciofeche :roll: ), alla tua idea di collezione, a quanto sei disposto a spendere per gli acquisti, ...
Concordo con Luciano e con gli altri: alle mostre o anche sfruttando acquisti on line si può mettere insieme una collezione iniziale con una spesa relativamente contenuta. Per motivi di costo (specie se si compra on line) consiglio di concentrarsi su esemplari di modeste dimensioni (i cosidetti thumbnail o miniature), con una buona cristallizzazione, e con una precisa indicazione della località di provenienza.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
DonLucre
Messaggi: 316
Iscritto il: sab 30 mag, 2015 18:03
Località: Lecce

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da DonLucre » mar 17 apr, 2018 12:23

Ho dubbi sulla malachite. L'aspetto e la tonalità del verde non sono proprio dei più tipici ed inoltre, se il pezzo appartiene alla collezione Minerali e Gemme della RBA Italia, è improbabile che sia malachite, perché in quella collezione questo minerale era inserito in versione burattata.

La dolomite potrebbe essere, ma è spatica, massiva... Potrebbe essere della dolomite rosa del Marocco. Potrebbe... Se ci fossero dei cristalli sarebbe più facile riconoscerla...

Heulandite e granato mi sembrano OK. Il granato mi sembra del tipo andradite, forse melanite (se è proprio nero). Mi ricorda quelli che provengono dal Mali...

Uno dei due campioni indicati come epidoto (quello con le macchie verdi) è verosimilmente un pezzo di unakite, roccia costituita prevalentemente da ortoclasio (rosa) e epidoto (verde). L'altro pezzo, quello tutto rosa, sembra ortoclasio spatiforme, ma è difficile averne certezza...
Donato Lucrezio

L’ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili. Il pessimista sa che è vero. (Oscar Wilde)

Gio Gio 2018
Messaggi: 33
Iscritto il: mar 06 mar, 2018 8:34

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da Gio Gio 2018 » mar 17 apr, 2018 13:32

Grazie. Allegherò foto più chiare spero.
Il nome ai minerali è dato da "Minerali e gemme da tutto il mondo". Ho chiesto il vostro aiuto per capire se il nome dato è corretto.
Per quanto riguarda la provenienza è importante, a volte determinante per riconoscere un minerale.
L'Epidoto in questione proviene dal Madagascar, la Dolomite Rosa dal Marocco, la Malachite dallo Zaire.
Allegati
1523964707656-1923608477.jpg
Epidoto
15239646766811621839873.jpg
Malachite
1523964625670484402844.jpg
Dolomite Rosa

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3136
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da Luca Baralis » mar 17 apr, 2018 15:21

Dall'ultima foto sposo la tesi di Donlucre: il rosso è K-Feldspato (ortoclasio o microclino), non granato. Ma "epidoto" sembra proprio fuori luogo.
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
DonLucre
Messaggi: 316
Iscritto il: sab 30 mag, 2015 18:03
Località: Lecce

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da DonLucre » mar 17 apr, 2018 18:30

Luca Baralis ha scritto:
mar 17 apr, 2018 15:21
Dall'ultima foto sposo la tesi di Donlucre: il rosso è K-Feldspato (ortoclasio o microclino), non granato. Ma "epidoto" sembra proprio fuori luogo.
Tieni presente che queste raccolte sono piene di errori di classificazione, a volte ereditati dalle partite di minerali acquisite, in altri casi verificatisi nella fase di confezionamento dei fascicoli. Negli anni passati ne ho completate tante e di errori grossolani ne ho visti, dal quarzo al posto dell'apofillite, allo zolfo infilato al posto della malachite o alla dolomite spacciata per siderite o alla cianite nera data per taramite.

Nel caso specifico, se hanno frantumato dei blocchi di unakite per distribuirli come epidoto (come credo), è verosimile che siano capitati dei pezzi in cui uno dei due minerali costituenti è molto prevalente sull'altro.
Donato Lucrezio

L’ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili. Il pessimista sa che è vero. (Oscar Wilde)

Avatar utente
DonLucre
Messaggi: 316
Iscritto il: sab 30 mag, 2015 18:03
Località: Lecce

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da DonLucre » mar 17 apr, 2018 20:20

Gio Gio 2018 ha scritto:
mar 17 apr, 2018 13:32
L'Epidoto in questione proviene dal Madagascar, la Dolomite Rosa dal Marocco, la Malachite dallo Zaire.
Nel caso della collezione della RBA Italia, ho potuto constatare che molte delle provenienze dichiarate sono errate. Non tutte per carità, ma molte sì. Ciò è legato a vari motivi. Innanzitutto il gran numero di edizioni. Questa collezione credo che sia giunta alla settima se non decima edizione. I minerali sono sempre gli stessi, così come le provenienze dichiarate. Ma nella realtà ad ogni edizione si pongono problemi di approvvigionamento. Per poter raggiungere il numero di pezzi necessario a coprire la tiratura dell'opera vengono spesso acquistati più stock di un medesimo minerale provenienti da differenti zone del mondo. Quindi alla fine tutto dipende da quello che ti capita nel fascicolo che acquisti. A volte la provenienza è giusta, a volte è sbagliata...
Donato Lucrezio

L’ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili. Il pessimista sa che è vero. (Oscar Wilde)

salvatore
Messaggi: 989
Iscritto il: lun 07 feb, 2011 14:12
Località: Montesilvano PE

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da salvatore » mar 17 apr, 2018 22:50

Luciano Vaccari ha scritto:
mar 17 apr, 2018 10:39
Salvatore, l'eleganza non ti manca :D :D :D :D :D

Io colleziono minerali ma se non conosco la località di provenienza il loro valore "collezionistico" (non economico, quello non mi interessa) diminuisce parecchio.

Ognuno deve comunque essere libero di fare come crede
"Il valore collezionistico" e che significa valore collezionistico?

Per me i minerali hanno solo due tipi di valore,uno quello economico e l'altro quello mineralogico/scientifico tutto il resto......fregnacce ,per essere elegante.

Che ognuno sia libero di fare come gli pare lo dico anche io (pensa che si può essere liberi anche di collezionare micro :shock: )

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10532
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Riconoscere minerali

Messaggio da Luciano Vaccari » mer 18 apr, 2018 10:20

Quello che tu chiami mineralogico/scientifico....a quello mi rifaccio.

Certo che c'è il valore economico, poi c'è anche quello affettivo e poi ci può essere quello che uno vuole...

Davvero c'è chi colleziona micro? :shock: :shock: :shock: ma roba da matti :D :D :D :D :D
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti