Moqui Marbles: questi misteriori minerali

database, nuove specie, discrediti,
ridefinizioni, classificazioni, ecc.
Rispondi
Avatar utente
Zeus
Messaggi: 18
Iscritto il: lun 17 ago, 2009 18:58

Moqui Marbles: questi misteriori minerali

Messaggio da Zeus » mer 30 set, 2009 22:37

Ho visto per la prima volta un Moqui da un amico e ne sono rimasto affascinato. Voleva spiegarmi la natura terapeutica di questo minerale ma a me non interessava, ho cercato informazioni serie su questo minerale e, tra un documento, un enciclopedia e qualche osservazione personale, ho scritto qualcosa (spero utile) da aggiungere al forum:

Le Moqui Marbles pare siano un mistero per tutti i geologi: nonostante le varie teorie, nessuna pare convincente. Questi strani minerali chiamati anche Iron Balls, Indian Balls, Navaho Cherries o pietre degli sciamani per il loro valore spirituale, sembrerebbero a prima vista di natura artificiale. Sono di forma sferica, la superficie assai ruvida e dura: hanno un diametro che va dai 2-3 cm ai 20-30 circa. La zona in cui queste sfere sono state rinvenute si trova nel deserto degli Stati Uniti tra lo stato dello Utah ed il nord dell'Arizona, alla base del Navaho Sandstone, un sistema di formazioni di blocchi di arenaria.

L'età stimata di queste "palline" è tra i 120 e i 190 milioni di anni, agli inizi dell'era Giurassico. La parte esterna è composta da ematite (ossido di ferro), all'interno invece si trova un finissimo composto di silice, tipo una sabbia di color corallo, mentre al centro di questa c'è un piccola sfera di pietra di arenaria.

Secondo la teoria ufficiale dei geologi, le Moqui si sarebbero formate quando le dune di sabbia originali, successivamente trasformatesi nelle attuali Nevada Sandstone, erano sotto il mare. Il ferro in origine era probabilmente sotto forma di limonite che, sottoposta a grandi pressioni, ad una profondità che va dai 300 ai 700 m all'interno della crosta terrestre, si è trasformata in una specie di "gel". Dopodiché i getti di gas vulcanici ad altissima temperatura hanno mutato la limonite in ematite modellandone la conformazione fino ad assumere quella attuale sferica. Le Moqui, dopo essere state esposte agli agenti atmosferici per centinaia di milioni di anni, avrebbero subito l'azione erosiva della sabbia che le avrebbe ripulite e levigate.

La teoria più accreditata dimostra comunque molte lacune se si pensa che 190 milioni di anni fa, in piena era giurassico, il clima e la vegetazione fossero abbastanza diversi da quelli di oggi, considerando anche il ritrovamento di antiche foreste di sequoie pietrificate. Quindi, se nel Giurassico il clima era molto umido, una vegetazione lussureggiante ricopriva gran parte delle terre, dunque non mi convince molto questa teoria…

Immagine

La notizia più esaltante arriva dalla NASA che, tramite numerose foto e rilevazioni della pianura marziana di Sinus Meridiani (scelta come luogo di atterraggio della navicella OPPORTUNITY) pare essere letteralmente coperta da una quantità 'industriale' di palline di ematite (i famosi 'mirtilli' marziani, a mio parere, identici ai moqui).
Le differenze tra le sfere marziane e le sfere terrestri non sono poche ma nemmeno tante!

La geometria: i moqui non sono sempre perfettamente sferici come i mirtilli marziani.

Le dimensioni: i moqui sono anche 5-10 volte maggiori dei mirtilli marziani.

La composizione: nei moqui l’ematite raggiunge al massimo il 35% mentre i mirtilli marziani sono
ematite PURA.

Alcune differenze potrebbero essere spiegate, credo, da vari fattori:

La gravità: molto inferiore a quella terrestre (poco più di un terzo), a tal proposito vi invito a riflettere su questa teoria: la materia tende ad aggregarsi in forma tanto più prossima ad una sfera quanto più la gravità è ridotta, questo spiegherebbe la perfezione sferica dei mirtilli marziani.

Acqua: deve essere stata decisiva, sulla deposizione dell’ematite marziana! Condizioni fisiche, geologiche e ambientali assolutamente peculiari e differenti da quelle terrestri.

Immagine
Il grandioso scopo della scienza è di abbracciare la massima quantità di fatti empirici
attraverso deduzioni logiche fatte a partire dalla minima quantità di ipotesi o di assiomi.

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Re: Moqui Marbles: questi misteriori minerali

Messaggio da Marco Barsanti » ven 02 ott, 2009 20:01

Da geologo mi viene un po’ da ridere sotto i baffi a leggere di quei “Moqui marbles” creduti artificiali, dei “mirtilli marziani”, (mi chiedo: a quando le fragole venusiane e i cetrioli di plutone?). Sono solo semplicissime concrezioni ed aggregati di ossidi di ferro, comuni nel plateau arenaceo (molte sono di origine continentale, non marina, con sedimentazione incrociata tipica dell'ambiente dunare) del Colorado-Utah e di parte dell’Arizona (non ricordo se sia solo una formazione del Trias o se comprenda anche il giurassico), che spesso inglobano e cementano l’arenaria stessa, formatesi nei sedimenti che con la diagenesi hanno poi costituito le arenarie che ne costituiscono la matrice. Con il tempo, l’erosione ha disgregato la roccia, più tenera ed aggredibile ed ha lasciato come “ricordo” solo le pallette costituite da materiale più compatto e meno aggredibile. Inoltre, i venti desertici, unitamente all’effetto “smeriglio” delle sabbie sollevate (in genere costituite ormai da elementi silicei) hanno spesso provveduto a levigare, con il tempo, queste rocce residue, rendendole belle lucide. La stessa cosa succede in molti deserti alle stesse rocce o ciottoli che trovi in terra.

Di artificiale dunque, c’è solo il tentativo dei venditori di far passare le pallette per oggetti di origine non naturale, per aumentarne non tanto il mistero quanto il prezzo. Ergo: non credo che i dinosauri giocassero a golf…E nemmeno i marziani.

Vedi anche:

http://www.absoluteastronomy.com/topics/Concretion

http://www.blm.gov/pgdata/etc/medialib/ ... 0GSENM.pdf
Per vivere bene, le cose da non chiedersi mai sono due: come vengono fatte le salsicce e come vengono fatte le leggi (proverbio inglese)

Avatar utente
Zeus
Messaggi: 18
Iscritto il: lun 17 ago, 2009 18:58

Re: Moqui Marbles: questi misteriori minerali

Messaggio da Zeus » sab 03 ott, 2009 0:41

Ciao Marco.

Il mio thread è orientato a capire meglio le origini di questi minerali ma, soprattutto, il confronto con i cosiddetti mirtilli marziani.

http://en.wikipedia.org/wiki/Martian_spherules

Sul forum non era mai stato trattato l'argomento, ho aggiunto la notizia dei mirtilli marziani per confrontare le origini dei moqui marble terrestri con quelli trovati su marte (molto simili - vedi link)

http://web.utah.edu/unews/releases/04/j ... rbles.html

Nella loro semplicità riescono a far parlare molto di se, soprattutto dopo suddetto ritrovamento.
Il grandioso scopo della scienza è di abbracciare la massima quantità di fatti empirici
attraverso deduzioni logiche fatte a partire dalla minima quantità di ipotesi o di assiomi.

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Re: Moqui Marbles: questi misteriori minerali

Messaggio da Marco Barsanti » sab 03 ott, 2009 10:28

Sono d'accordo Zeus che le sferule marziane e quelle terrestri siano interessanti e che possono con tutta probabilità condividere una origine similare e, sopratutto, naturale.

Quello che mi sconvolge il fiorire di fantasiti che tirano fuori le teorie più folli per spiegarne origini aliene od antropiche, oltre ai soliti negozi new age dove quelle "palloccore" diventano un rimedio sciamanico ad un sacco di cose e quant'altro...
Per vivere bene, le cose da non chiedersi mai sono due: come vengono fatte le salsicce e come vengono fatte le leggi (proverbio inglese)

Avatar utente
Luciano Vaccari
Messaggi: 10734
Iscritto il: mer 30 giu, 2004 8:23
Località: Via Pietro Giusti 23 41043 Formigine -MO-

Re: Moqui Marbles: questi misteriori minerali

Messaggio da Luciano Vaccari » lun 05 ott, 2009 8:59

Quello che mi sconvolge il fiorire di fantasiti che tirano fuori le teorie più folli per spiegarne origini aliene od antropiche, oltre ai soliti negozi new age dove quelle "palloccore" diventano un rimedio sciamanico ad un sacco di cose e quant'altro...

Paradossalmente attirano più interesse verso pietre e affini costoro che gli studiosi veri e propri :D :D

A vedere queste formazioni mi viene da pensare alle pecore e ai conigli... che ce ne fossero gà ai tempi dei dinosauri? :D
Ben oltre le idee di giusto e di sbagliato c'è un campo. Ti aspetterò laggiù.
(Jalaluddin Rumi- XIII sec.)

Luciano
Socio AMI zona Modena
(Formigine)

Avatar utente
Alessandro
Messaggi: 3246
Iscritto il: sab 10 giu, 2006 17:48
Località: Firenze
Contatta:

Re: Moqui Marbles: questi misteriori minerali

Messaggio da Alessandro » lun 05 ott, 2009 9:19

Finchè ci sarà gente che pensa di trovare "energia" dentro una pietra e succhiarla da essa, è tutto dire... :?

A Firenze si dice "per i bischeri non c'è paradiso!" :wink:
Alessandro Socci

GAMPS
Gruppo Avis Mineralogia Paleontologia Scandicci

venderò la mia rabbia a tutta quella brava gente che vorrebbe vedermi in gabbia e forse allora mi troverebbe divertente

Avatar utente
Giorgio
Messaggi: 1246
Iscritto il: gio 21 lug, 2005 22:31
Località: Sesto Calende (VA)
Contatta:

Re: Moqui Marbles: questi misteriori minerali

Messaggio da Giorgio » lun 05 ott, 2009 22:55

Beh io una di quelle "pallette" l'ho mostrata ad un prof di Genova che insegna proprio sedimentologia e invero non mi ha saputo giustificare l'origine delle suddette, se le rompiamo ne osserviamo che l'interno è composto solamente da sabbietta di quarzo (arenaria) e fuori questo guscio di ossidi di ferro (più che ematite direi che ormai è goethite). Il fatto strano è che non c'è un nucleo o un centro di aggregazione originario, questo rende piuttosto difficile capirne la dinamica che le ha originate!
Per gli altri discorsi ci troviamo davanti ad un guscio di materiale ad alta conducibilità con all'interno del materiale isolante, è una piccola gabbia di Faraday naturale...
Le pietre sono maestre mute: esse rendono muto l'osservatore, e il meglio che da esse si apprende non si può comunicare. J.W.Goethe

Avatar utente
Marco Barsanti
Messaggi: 729
Iscritto il: lun 05 lug, 2004 9:57
Località: Toscana, Borgo a Mozzano (LU)

Re: Moqui Marbles: questi misteriori minerali

Messaggio da Marco Barsanti » mar 06 ott, 2009 14:44

Le concrezioni sono di arenaria cementata da ematite e da goethite. L'origie dei noduli è da ricondurre al momento della diagenesi quindi successiva alla deposizione degli orizzonti arenacei, ribadisco, in ambiente subaereo. In tale contesto non vedo nulla di misterioso: i fluidi contenenti ferro disciolto (l' "old red sandstone", ti ricorda nulla?) hanno cementato le particelle arenacee il Fe come ossido (ematite e goethite) formando concrezioni di forme innumerevoli, non ci sono solo le sfere.

A me ricordano anche molte concrezioni tipo quelle dell' Oasi di Farafra in Egitto
http://www.mindat.org/loc-45910.html e in dettaglio questo tipo
http://www.mindat.org/photo-212596.html
credo che l'origine sia similare. Sarebbe da sentire l'AMIco Marchesini che ne pensa. Nel frattempo ti segnalo anche:

http://geology.utah.gov/online/pdf/pi-77.pdf

http://www.utahgeology.org/pub28_pdf_files/Chan.pdf

http://www.geosciences.unl.edu/~dloope/ ... joEdit.pdf

http://www.gps.caltech.edu/~carltape/pe ... avajoB.pdf
Per vivere bene, le cose da non chiedersi mai sono due: come vengono fatte le salsicce e come vengono fatte le leggi (proverbio inglese)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti