La microfotografia come e con che cosa 2

microscopia binoculare e tecniche di fotografia e ripresa.
Rispondi
Avatar utente
TOSATO FABIO
Messaggi: 6759
Iscritto il: ven 13 gen, 2006 11:39
Località: via A.Cantele n.15 35129 PADOVA

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da TOSATO FABIO » gio 21 mag, 2020 15:00

Siamo veramente al limite; io con il Raman opero a 1,5 micron circa, tanto per fare capire dove si sta spingendo il nostro amico fotografo
Tosato Fabio
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi." M. Proust
Noi siamo anche quello che non siamo riusciti ad essere.
Sic transit gloria mundi.

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6479
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 22 mag, 2020 8:00

Fondamentale é il sensore della fotocamera, in questo caso una full frame Nikon, oltre all' obiettivo plan apo.Una cosa certa é la grande pazienza e attenzione che ci vuole nell'utilizzare un sistema di ripresa simile. Preferisco il microscopio perché é piu facile cercare il micro e posizionarlo per la ripresa.Dovrei aggiungere un 20x LWD ma ti chiedono un rene 😕

Giuseppe Illuminati
Messaggi: 572
Iscritto il: mar 23 nov, 2010 1:28
Località: Santa Marinella (RM)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Giuseppe Illuminati » ven 22 mag, 2020 11:12

Si, a livello di praticità posizionare un cristallino è la parte che richiede più tempo e pazienza;
con lo scatto "automatizzato" da quel punto in poi il più lo fa la slitta, una volta "mandata" la foto..

Avatar utente
Di Domenico Dario
Messaggi: 6479
Iscritto il: ven 14 set, 2007 13:33
Località: Allumiere,Roma.

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Di Domenico Dario » ven 22 mag, 2020 14:47

Lo scatto avviene con alzo dello specchio, aperture delle tendine ritardato di qualche secondo, foto; o alzo dello specchio ritardato e apertura e chiusura delle tendine con il tempo impostato in manuale ? Le mirrorlees mi sembrano le fotocamere più adatte per il micromosso.

Giuseppe Illuminati
Messaggi: 572
Iscritto il: mar 23 nov, 2010 1:28
Località: Santa Marinella (RM)

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Giuseppe Illuminati » ven 22 mag, 2020 15:59

Nel software della slitta automatica è possibile impostare uno scatto multiplo per ogni step:
nello specifico, selezionando MirrorUp tra le modalità di scatto: il primo scatto alza lo specchio, il secondo (dopo alcuni secondi) riprende.

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3460
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: La microfotografia come e con che cosa 2

Messaggio da Luca Baralis » ven 22 mag, 2020 18:00

Di Domenico Dario ha scritto:
mar 12 mag, 2020 19:58
É meglio fissare il soffietto con fotocamera e spostare il micro con traslatore verticale micrometrico se non si ha uno stativo robusto e macrospostamenti del soffietto con l'obiettivo.
Ricordo di aver letto qualcosa in proposito: lo spostamento anche minimo dell'oggetto rispetto alla fonte di luce può cambiare riflessi e ombre. Qualcuno ha fatto prove in questo senso per vedere se e quanto effettivamente influisce ?
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 0 ospiti