Idrotermaliti

discussioni circa il forum e circa i minerali in genere
Rispondi
aletaglia
Messaggi: 2468
Iscritto il: mer 15 ott, 2008 11:54
Località: monza

Idrotermaliti

Messaggio da aletaglia » dom 07 mar, 2010 15:29

Ciao a tutti. Non so se possa interessare ma, in seguito a "incontri ravvicinati" avvenuti in quest ultimi due anni con questo tipo di rocce mi sono incuriosito e vorrei saperne di più. L'unica informazione che ho reperito è questa.
"Sono costituite da corpi lenticolari di breccia serpentinitica alterata e cementata da reticolati di vene quarzoso-carbonatiche, solo localmente da veri e propri filoni quarzosi compatti, e si estendono per poche diecine di metri, raramente per qualche centinaio, con spessore variabile dal decimetro a qualche metro, ma sono talora numerosi e ravvicinati tanto da poter costituire giacimenti unitari. Nel complesso costituiscono un particolare tipo di roccia, indicato nella vecchia letteratura col nome di idrotermalite ed oggi più internazionalmente noto come listwaenite, derivato da carbonatizzazione e silicizzazione di ultramafiti ad opera di fluidi idrotermali. All'interno delle vene di quarzo, ma anche nel materiale serpentinitico alterato, si trovano minerali metallici, per lo più di dimensioni microscopiche e in forma dispersa: soltanto localmente si hanno piccole concentrazioni di pirite microgranulare o grosse plaghe di altri solfuri." Ciò è tratto dal sito digilander.libero.it/oromuseo/.../aurifodinae_ovadese.htm
Mi interesserebbe capirne meglio la formazione, le condizioni per la loro stessa formazione, la diffusione geografica nel nostro paese e, ovviamente, i minerali presenti e più caratteristici (qualcosa già so...quarzo, anatasio, brookite, millerite, jamborite, vaesite, calcite, dolomite, sfalerite, calcopirite...) magari anche per specie. Infine, ma non per minor interesse, anzi... :) località varie di ricerca.
Penso che forse potrebbe essere un'idea utile anche per ulteriori approfondimenti su altri tipi di rocce poco conosciute ai "meno" addetti ai lavori, al di fuori delle più famose e classiche quali granito, gneiss, calcari, basalti solo per citarne alcune. Con l'aiuto di "esperti" vari credo possa essere un utilizzo "didattico" del forum interessante per collegare mineralogia a geologia.
Grazie.
Alessandro





Socio AMI n.388
Socio IVM
http://www.mindat.org/user-12916.html#2_0_0_0_0__

Avatar utente
angelo
Messaggi: 4580
Iscritto il: lun 18 gen, 2010 23:19
Località: san giuliano milanese

Re: Idrotermaliti

Messaggio da angelo » dom 07 mar, 2010 17:41

Ciao Alessandro, quello che dici è molto giusto ed interessante, le idrotermaliti è un "nome generico" che raggruppa una suite di rocce termo-metamorfiche ad opera di fluidi caldi tardivi di un intrusione (successivi alla cristallizzazione dei fluidi pegmatitici) e quindi ricchi di quegli elementi geo-chimici cosiddetti "amici del liquido" es.: terre rare, ioni fluoro F , ioni ossidrili OH , U , Th , Pb etc... che quindi in unione agli atomi già presenti nei minerali delle rocce incassanti, vengono alterati a formare i cosiddetti minerali secondari come alcuni di quelli che citi.
Ad esempio la percolazione di questi fluidi caldi 200-300°C inducono inoltre nel passaggio attraveso giunti e faglie, sulle rocce sepentinitiche, oltrearricchimento di fasi, pure trasformazioni di quelle preeesistenti..le paragenesi basiche da parte più "fredda" a quella più "calda" è data dalle seguenti paragenesi: serpentino inalterato - tremolite+olivina - talco+olivina - antofillite+olivina - enstatite (rara) , queste a parità di fasi, e poi tutti i secondari di neo-fase. :)
"Geologo è colui che legge un libro che è la Terra,le cui pagine a volte contorte sono le rocce,è1libro bellissimo che parla delle pressioni, dello spazio, e degli abissi del tempo remoto.Ed i minerali sono i custodi di questa storia... "

aletaglia
Messaggi: 2468
Iscritto il: mer 15 ott, 2008 11:54
Località: monza

Re: Idrotermaliti

Messaggio da aletaglia » dom 07 mar, 2010 21:42

Grazie Angelo
Alessandro





Socio AMI n.388
Socio IVM
http://www.mindat.org/user-12916.html#2_0_0_0_0__

Avatar utente
Luca Baralis
Messaggi: 3665
Iscritto il: lun 06 set, 2004 18:55
Località: Torino
Contatta:

Re: Idrotermaliti

Messaggio da Luca Baralis » lun 08 mar, 2010 13:03

Dubbio: il termine "idrotermaliti" mi induce a pensare ad una qualsiasi modificazione metamorfica collegata ad effetti idrotermali, quale che sia la roccia originaria. Constato però che qui, e per la verità anche nei risultati della rapida ricerca fatta, il termine viene sempre associato a serie ofiolitiche. Si tratta di un caso, di una consuetudine, o c'è qualche motivo di maggior spessore tecnico che mi sfugge?
Luca (LB)
Socio AMI Piemonte

Avatar utente
angelo
Messaggi: 4580
Iscritto il: lun 18 gen, 2010 23:19
Località: san giuliano milanese

Re: Idrotermaliti

Messaggio da angelo » lun 08 mar, 2010 16:30

questo avviene perchè sono soprattutto i minerali basici, ad alterarsi geochimicamente alle basse temperature in presenza di fluidi (infatti qz, fldsp si alterano poco e diversamente) , questi quindi contenuti in rocce basiche :wink:
"Geologo è colui che legge un libro che è la Terra,le cui pagine a volte contorte sono le rocce,è1libro bellissimo che parla delle pressioni, dello spazio, e degli abissi del tempo remoto.Ed i minerali sono i custodi di questa storia... "

Avatar utente
angelo
Messaggi: 4580
Iscritto il: lun 18 gen, 2010 23:19
Località: san giuliano milanese

Re: Idrotermaliti

Messaggio da angelo » lun 08 mar, 2010 16:34

....in compenso esistono anche le idrotermaliti carbonatiche nelle vene metasomatiche (es.al M.te Frerone dove carbonati cotti per la vicinanza al plutone dell'Adamello)orginano ad es.: wollastonite, diopside... ma sempre di neo-fase per arricchimento con fasi contenute nei fluidi caldi ricchi di OH, F,... :wink:
"Geologo è colui che legge un libro che è la Terra,le cui pagine a volte contorte sono le rocce,è1libro bellissimo che parla delle pressioni, dello spazio, e degli abissi del tempo remoto.Ed i minerali sono i custodi di questa storia... "

aletaglia
Messaggi: 2468
Iscritto il: mer 15 ott, 2008 11:54
Località: monza

Re: Idrotermaliti

Messaggio da aletaglia » ven 12 mar, 2010 20:01

Allora, per proseguire nel mio intento iniziale posto qualche foto proveniente da idrotermaliti...
http://www.mindat.org/photo-196577.html
http://www.mindat.org/photo-196576.html
http://www.mindat.org/photo-197265.html
http://www.mindat.org/photo-227634.html
http://www.mindat.org/photo-227634.html
Sicuramente penso qualcuno seguirà...
Alessandro





Socio AMI n.388
Socio IVM
http://www.mindat.org/user-12916.html#2_0_0_0_0__

Avatar utente
Michiel
Messaggi: 618
Iscritto il: lun 25 feb, 2008 13:41
Località: Monaco di Baviera

Re: Idrotermaliti

Messaggio da Michiel » lun 15 mar, 2010 17:05

Ciao Aletaglia,

qualche informazione sulle idrotermaliti si può trovare su:
DALRIO G., Mineralogia del bolognese, Off. Graf. Cacciari, Bologna, 1980.
È un testo divulgativo, ben scritto e rigoroso, ma forse un po' datato.
Meno rigoroso, ma più aggiornato sulle specie mineralogiche rinvenibili nelle idrotermaliti, è:
Pedroni et al.: I Minerali delle Ofioliti nell'Appennino Bolognese e Modenese, Gruppo AVIS Mineralogia e Speleologia, Bologna, 1996.

Mi rendo conto che non è molto...
Michiel Desittere

Benedetti siano gli istanti
e i millimetri
e le ombre delle piccole cose.
(Fernando Pessoa)

aletaglia
Messaggi: 2468
Iscritto il: mer 15 ott, 2008 11:54
Località: monza

Re: Idrotermaliti

Messaggio da aletaglia » lun 15 mar, 2010 22:13

Grazie Michiel! :)
Alessandro





Socio AMI n.388
Socio IVM
http://www.mindat.org/user-12916.html#2_0_0_0_0__

franco vanini
Messaggi: 197
Iscritto il: mar 13 giu, 2006 23:32
Località: varese

Re: Idrotermaliti

Messaggio da franco vanini » lun 15 mar, 2010 23:18

mi spiace per gli "Appenninici" ma le migliori idrotermaliti sono quelle "Alpine" della Val Malenco con oltre 50 speci di minerali tra cui la redledgeite e la lindsleyite.
ciao Vanini
vaninu

Avatar utente
Fulvio
Messaggi: 2533
Iscritto il: ven 30 ott, 2009 17:14
Località: Bresso (Mi)

Re: Idrotermaliti

Messaggio da Fulvio » mar 16 mar, 2010 14:13

franco vanini ha scritto:mi spiace per gli "Appenninici" ma le migliori idrotermaliti sono quelle "Alpine" della Val Malenco con oltre 50 speci di minerali tra cui la redledgeite e la lindsleyite.
ciao Vanini
Grazie Vanini, mi sembrava infatti di ricordare un articolo sulla rivista dell'IVM relativo alle idrotermaliti credo del vallone di Scescen, ora me le ripasso tutte.
Fulvio
Socio IVM
------------------------------------------------------------------------------
La musica e i gatti sono un ottimo rifugio dalle miserie della vita.
Albert Schweitzer

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti